Venerdì, 17 Novembre 2017
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Lazio, dal 15/11 al 15/4 obbligo di catene a bordo

L'elenco delle strade interessate

redazione venerdì 10 novembre 2017
catene da neve autoLAZIO - L'Astral, società regionale che gestisce la rete stradale del Lazio, comunica che dal 15 novembre 2017 al 15 aprile 2018 tutti i veicoli a motore (esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli) che transiteranno sulla rete viaria di competenza della regione Lazio, avranno l'obbligo di viaggiare muniti di pneumatici invernali o catene da neve a bordo.


L'elenco delle strade interessate:




SR 2 – VIA CASSIA: dal km 42+000 al km al km 79+750, dal km 86+900 al km 97+600 e dal km 100+360 al km 141+612;
SR 3 – VIA FLAMINIA dal km 7+000 al km 56+500;
SR 4 – DEL TERMINILLO dal km 5+000 al km 22+000;
SR 5 – TIBURTINAVALERIA dal km 34+700 al km 65+000;
SR 6 – CASILINA dal km 30+ 300 al km 40+880, dal km 42+ 320 al km 48+800, dal km 51 +000 al km 82+020, dal km 88+800 al km 136+675, dal km 140+ 225 al km 151 +418;
SR 79 – TERNANA dal km 28+0 15 al km 45+500;
SR 82 – DELLA VALLE LIRI dal km 47+777 al km 53+280, dal km 64+350 al km 85+505, dal km 86+800 al km 126+836;
SR 82 VAR – DELLA VALLE DEL LIRI VAR dal km 85+450 al km 86+800;
SR 149 – DI MONTECASSINO dal km 0+000 al km 8+738;
SR 155 – DI FIUGGI dal km 2+ l 00 al km 74+600;
SR 155 RACC – DI FIUGGI dal km 0+000 al km 18+500;
SR 156 – DEl MONTI LEPINI dal km 5+ l 00 al km 51 +500;
SR 156 DIR – DEl MONTI LE PINI DIR dal km 0+000 al km 5+ 320;
SR 156 VAR – DEl MONTI LE PINI VAR dal km 24+000 al km 34+ 300;
SR 207- NETTUNENSE dal km 0+000 al km 13+240;
SR 214 – MARIA E ISOLA CASAMARI dal km 0+000 al km 29+600;
Ex SR 214 – MARIA E ISOLA CASAMARI dal km l +650 al km 2+490;
SR 218 – DI ROCCA DI PAPA dal km 5+000 al km 13+ 750;
SR 260 – PICENTE dal km 29+462 al km 48+ 330;
SR 312 – CASTRENSE dal km 24+000 al km 40+568;
SR 313 – DI PASSO CORESE dal km 0+000 al km 45+500;
SR 314 – LICINESE dal km 0+000 al km 40+908;
SR 41 l – SUBLACENSE dal km 0+000 al km 50+560;
SR 411 DIR – DI CAMPOCATINO dal km 0+000 al km 18+400;
SR 430 – VALLE DEL GARIGLIANO dal km 0+000 al km 3+660;
SR 471 – DI LEONESSA dal km 15+ 785 al km 50+400;
SR 509 – DI FORCA D'ACERO dal km 9+680 al km 39+500;
SR 521 – DI MORRO dal km 0+000 al km 25+ 350;
SR 577 – LAGO DI CAMPOTOSTO dal km 26+400 al km 40+800;
SR 578 – SALTO Cl CO LANA dal km 0+000 al km 49+571 ;
SR 609 – CARPINETANA dal km 0+090 al km 42+480;
SR 627 – DELLA VANDRA dal km 2+000 al km 46+662;
SR 630 – AUSONIA dal km 0+000 al km 28+000;
SR 637 – DI FROSINONE E DI GAETA dal km 4+050 al km 52+045;
SR 637 DIR – DI FROSINONE E DI GAETA DIR dal km 0+000 al km 8+200;
SR 657 – SABINA dal km 0+000 al km 23+200;
SR 666 – DI SORA dal km 0+000 al km 17+000;
S.S. V. SORA – CASSINO (SR 509) dal km 21 +400 al km 34+800;
S.S.V. AVEZZANO – SORA – CASSINO (EX SS 690) dal km 39+350 al km 41+700.
Autostrade – Strada dei Parchi

– autostrada A24 Roma – Teramo fra gli Svincoli di Tivoli e Teramo Est/allacciamento SS80 entrambi compresi;
– autostrada A25 Teramo – Pescara fra lo Svincolo direzionale di Torano e lo Svincolo d'interconnessione con l'autostrada A14, entrambi compresi;

Strade provinciali della Provincia di Roma (intero tratto)

S.P. Affile
S.P. Anagnina
S.P. Arcinazzo
S.P. Arsoli Cervara
S.P. Barco Di Agosta – Le Selve – Obaco
S.P. Bellegra Rocca Santo Stefano
S.P. Camerata Nuova
S.P. Capranica Guadagnolo
S.P. Capranica Rocca Di Cave
S.P. Castel San Pietro Braccio
S.P. Cave Rocca Di Cave
S.P. Cervara Campaegli
S.P. Ciclamini (Via dei )
S.P. Civitella di Licenza
S.P. Comunacqua
S.P. Costa Della Molara
S.P. Empolitana I Dal km 21+700 a fine strada
S.P. Empolitana II Dal km 2+700 a fine strada
S.P. Forma Focerale Pozziglio Valle Papa
S.P. Gerano Rocca Santo Stefano
S.P. Gorga
S.P. Marcellina Monte Morra
S.P. Maremmana Superiore
S.P. Montagna Spaccata (Via della)
S.P. Monte Compatri San Silvestro
S.P. Monte Livata
S.P. Monte Livata Campo dell'Osso
S.P. Monte Livata Jenne
S.P. Montorio Monteflavio
S.P. Moricone Monteflavio
S.P. Nemorense
S.P. Olevano Roiate
S.P. Palestrina, Capranica Prenestina
S.P. Percile
S.P. Ponte Orsini Bellegra Cerquette
S.P. Porta San Francesco in Bellegra (Via)
S.P. Riofreddo Vallinfreda Vivaro
S.P. Riofreddo Vivaro Turanense
S.P. Rocca Canterano
S.P. Rocca Canterano Rocca Di Mezzo
S.P. Rocca Priora Colle di Fuori
S.P. Rocca Priora Via Latina
S.P. Roiate
S.P. Roiate S. Quirico
S.P. Sacro Speco
S.P. San Polo Monte Morra
S.P. San Vito Bellegra
S.P. San Vito Capranica
S.P. San Vito Ponte Orsini
S.P. Saracinesco
S.P. Subiaco Cervara
S.P. Subiaco Jenne Vallepietra
S.P. Tivoli S. Polo Marcellina
S.P. Traiana Segni Roccamassima
S.P. Vallepietra = Campo la Pietra
S.P. Vallinfreda Orvinio
S.P. Via Dei Laghi Dal km 10+400 a fine strada
S.P. Via Dei Laghi Vivaro Via Latina
S.P. Vivaro Turanense




Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerveteri, domani sciopero ritiro rifiuti

Le informazioni sui servizi disponibili

redazione giovedì 9 novembre 2017
rifiuti raccolta diffCERVETERI - Elena Gubetti, Assessora all'Ambiente del Comune di Cerveteri, in occasione della giornata di sciopero nazionale che coinvolgerà anche i lavoratori dell'ATI che gestisce li servizio di raccolta rifiuti urbani del Comune di Cerveteri rende note alla cittadinanza i servizi che nonostante l'agitazione rimarranno attivi e i comportamenti da adottare.

Le utenze domestiche NON devono esporre il mastello della carta. Chi avesse necessità comunque di conferire carta e cartone potrà farlo recandosi presso l'isola ecologica per cui sarà garantita l'apertura dalle 7.00 alle 13.00.

Gli utenti che hanno il ritiro dedicato dei pannolini e pannoloni nella zona di Marina di Cerveteri potranno esporre normalmente il mastello mentre gli utenti di Cerveteri capoluogo potranno esporre il mastello sabato mattina insieme a quello dell'organico.

Per le Utenze non domestiche e le scuole il servizio resta garantito e invariato. I ritiri domiciliari su appuntamento saranno regolarmente effettuati. Il servizio di numero verde non sarà garantito. Ad aderire allo sciopero, circa l'80% dei lavoratori.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerenova, apre Sportello Informativo Volontari AISM

Al via Gruppo Volontari AISM Cerveteri-Ladispoli

redazione giovedì 9 novembre 2017
LOGO AISM Cerveteri - LadispoliCERVETERI - Due importanti realtà del territorio uniscono le forze dando vita ad un nuovo importante servizio a disposizione di tutta la cittadinanza. Nasce a Cerenova, in Piazza Morbidelli n.5, lo sportello informativo dei Volontari AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla di Cerveteri e Ladispoli.

Un punto di ascolto completamente gratuito per tutte le persone con sclerosi multipla, che accusano sintomi o vogliono avere maggiore chiarezza su una malattia che nonostante il grande impegno nella ricerca scientifica, non ha cura.

Lo sportello è stato realizzato grazie alla speciale disponibilità, sensibilità e generosità dell'ADF – Assistenza Domiciliare Ferrero, della Dott.ssa Alessandra Ferrero, che ha immediatamente sposato con grande gioia la causa di AISM, ospitando gratuitamente nei suoi locali le attività dei volontari dell'Associazione. A seguire lo sportello AISM, Alberto D'Innocenzo e tanti volontari del territorio legati all'Associazione Insieme per Vivere. Lo sportello AISM sarà aperto tutti i martedì e giovedì pomeriggio.

Nel Comune di Cerveteri AISM è una realtà fortemente attiva oramai da circa 3 anni. Ogni anno infatti raccoglie tantissimi fondi durante l'iniziativa delle Gardenie di AISM, che si svolge come sempre in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

L'idea di aprire un punto di riferimento anche nel comprensorio di Cerveteri e Ladispoli nasce poco più di un anno fa, quando a seguito di una riunione tra i volontari del litorale avvenuta a Manziana, si era manifestata la necessità di creare dei piccoli gruppi permanenti che potessero parlare di Sclerosi Multipla anche quando non ci sono iniziative a livello nazionale. Così, su input di Valentina Castellani, Referente raccolta fondi della Sezione AISM di Roma e del Vicepresidente AISM di Roma Bruno Principe, William Tosoni, volontario AISM di Cerveteri si è attivato mettendo in contatto la Dottoressa Ferrero e Alberto D'Innocenzo, Presidente di Insieme per Vivere, che in breve tempo hanno aperto al pubblico lo Sportello.

Primo appuntamento da mettere in agenda, quello di sabato 2 dicembre alle ore 10.00, quando si terrà una piccola festa inaugurale alla quale siete sin da ora tutti invitati. Per informazioni o per mettersi in contatto con i volontari, chiamare il numero 392.0774096 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Manziana, Gioia Massaroni medaglia d'oro taekwondo

Prima all'Interregionale "Tuscany Open 2017"

redazione giovedì 9 novembre 2017
gioia massaroniMANZIANA - Dal 21 al 22 ottobre ad Arezzo si è tenuto il Campionato Interregionale di Taekwondo "Tuscany Open 2017". Alla manifestazione ha partecipato anche la società sportiva manzianese "Asd Sport For You 2 Taekwondo Manziana".

Il sindaco di Manziana Bruno Bruni ha rivolto a tutto lo staff tecnico, agli atleti ed in particolare alla piccola Gioia Massaroni, vincitrice di una preziosa medaglia d'oro, i suoi complimenti e quelli del consigliere delegato alla promozione delle attività Sportive, Stefano Sidoretti e di tutta la Giunta Comunale con l'augurio di raggiungere in futuro traguardi ancora più prestigiosi.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Lago, da lunedì rimozione alghe dalle sponde

Iniziativa congiunta dei tre Comuni lacustri

redazione mercoledì 8 novembre 2017
lago-rocca-romanaLAGO - Cominceranno Lunedì mattina ad Anguillara e continueranno poi durante la settimana anche a Bracciano e Trevignano, le attività di rimozione delle alghe essiccate e spiaggiate lungo le sponde lacustri.

I sindaci dei tre comuni rivieraschi, Sabrina Anselmo (Anguillara), Claudia Maciucchi (Trevignano) e Armando Tondinelli (Bracciano), hanno infatti deciso di mettere in atto una delle più urgenti raccomandazioni contenute nella relazione che i ricercatori dell'Istituto Superiore per la Protezione dell'Ambiente (Ispra) hanno incluso nella loro relazione finale.

"Si ritiene opportuno - si legge nella relazione - provvedere alla rimozione di tale biomassa vegetale dalle sponde, al fine di evitare che, per effetto di successivi eventi di pioggia intensi o di lunga durata e l'innalzamento del livello idrometrico, tale materiale sia re-immesso nel lago compromettendo la qualità delle acque".

Le operazioni di rimozione delle alghe saranno effettuate da personale incaricato dai Comuni che sarà coadiuvato ed affiancato dai guardiaparco del Parco dei Laghi di Bracciano e Martignano. Il problema della rimozione delle alghe è infatti legato alla considerevole riduzione della capacità di autodepurazione del Lago di Bracciano causata dall'abbassamento del livello dell'acqua e dalla conseguente emersione dei fondali sui quali vivono le alghe e gli altri microrganismi deputati a questa importante funzione biologica. Si tratta di una fascia molto ristretta che non arriva oltre i venti metri di profondità. Il lago si trova attualmente ad una quota di meno 196 centimetri rispetto allo zero altimetrico e questo corrisponde, secondo le stime elaborate dal Consiglio Nazionale delle Ricerca (Cnr) in una riduzione di circa il 20 per cento dei fondali su cui proliferano questi habitat. L'immissione di una così importante massa di sostanze organiche come sono appunto le alghe essiccate e accumulate sulle spiagge, può mandare in tilt l'ecosistema già così gravemente compromesso.

"La relazione dell'Ispra - spiega Sabrina Anselmo, Sindaco di Anguillara - arriva al termine di una campagna di monitoraggi che certificano lo stato di gravità per la salvaguardia degli ecosistemi cui siamo giunti sul lago.Vista l'imminenza dell'arrivo delle piogge, ci è sembrato il minimo provvedere a rimuovere le alghe dalle spiagge e a cercare di mitigare il più possibile il rischio di un ulteriore danno ambientale legato all'abbassamento del lago''.

I ricercatori dell'Ispra hanno infatti osservato una forte riduzione di almeno 4 diversi habitat che costituiscono la fascia costiera e i fondali del lago e che sono oggetto di tutela da parte delle direttive europee.

"I ricercatori dell'Ispra - spiega Daniele Badaloni, direttore del Parco del Lago di Bracciano che pure ha effettuato campagne di monitoraggio lungo le sponde del lago - confermano la perdita di habitat che anche noi avevamo osservato e denunciato nel corso delle nostre campagne. In alcuni casi si parla di perdite pari a circa il 90 per cento mentre altre tipologia di habitat segnano danni variabili tra il 20 e il 30 per cento. Gli effetti dell'abbassamento del lago - continua Badaloni - si sentono anche inattuali''.

"La rimozione delle alghe - ha detto il Sindaco di Bracciano, Armando Tondinelli - è l'azione di maggiore facilità di applicazione in quanto richiede una operatività immediata e limitata nel tempo al fine di evitare un ulteriore aggravio allo squilibrio ecosistemico in corso. Al contempo ci batteremo affinché siano valutate ed attuate tutte le misure necessarie a coadiuvare il ripristino del volume d'acqua mancante a causa del mungimento effettuato. La relazione evidenzia la sofferenza subita dai quattro habitat di interesse comunitario e nessuno ha ad oggi fornito indicazioni sui beni e servizi ecosistemici che potrebbero venire a mancare a seguito del danno subito dai suddetti habitat. Ci aspettiamo che chi è responsabile per il danno subito e chi è preposto a gestire e garantire il mantenimento degli habitat naturali in uno stato di conservazione soddisfacente si assuma le proprie responsabilità affinché siano immediatamente percorse tutte le azioni di mitigazione, monitoraggio e recupero ambientale necessario. Questo è il nostro dovere; sia verso l'ambiente naturale in cui abitiamo e sia nei confronti delle comunità locali che vivono sul territorio".

Le azioni per la salvaguardia del lago non si fermano qui. Una nuova diffida è stata infatti inviata nei giorni scorsi alla Regione Lazio.

"Nell'introduzione della relazione dell'Ispra - spiega la Sindaca di Trevignano Romano, Claudia Maciucchi - è richiamato un periodo tratto dalla concessione del 1990 in cui si dispone 'che il livello idrometrico minimo concesso per le captazioni fosse fissato a 161,90 m s.l.m., prescrivendo l'inserimento di saracinesche di apertura e chiusura e di un sifone idraulico che provvedesse a disinnescare automaticamente le condotte, non appena il livello dell'acqua fosse sceso al di sotto della quota minima stabilita per le captazioni..". Questo è ciò che da qualche giorno attraverso una ulteriore diffida, presentata alla Regione Lazio, noi Sindaci insieme al Consorzio abbiamo richiesto, sia per evitare il progredire del disequilibrio del Lago, come relazionato dall'Ispra, e soprattutto per evitare che tale situazione possa riproporsi con effetti più catastrofici. Le captazioni ora sono ferme, così dice Acea, ma chi ci garantisce - conclude Maciucchi - che in un futuro Acea possa decidere di riprendere le Captazioni rimanendo il Lago di Bracciano una riserva strategica come previsto dalla stessa concessione? Attraverso quindi l'applicazione esatta di una regola già scritta dovremmo scongiurare ulteriori problematiche al nostro ecosistema".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -