Domenica, 15 Settembre 2019
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Arrestati sfruttatori

Operazione dei CC Bracciano

redazione sabato 16 febbraio 2013
CC braccianoANGUILLARA SABAZIA – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bracciano, nella serata di giovedi, hanno arrestato con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione un uomo e due donne, tutti cittadini romeni.

I militari avevano notato un "fiorire" di prostitute nelle strade della periferia nord di Roma, tra gli abitati di Santa Maria di Galeria ed Anguillara Sabazia. Per questo motivo hanno iniziato gli accertamenti volti a verificare se le ragazze lavorassero per proprio conto o se fossero "protette", quindi sfruttate, da qualcuno.

Appurata l'esistenza dei protettori sono iniziati servizi di osservazione e pedinamento che hanno permesso di individuare le abitazioni delle prostitute e degli sfruttatori, nonché identificare quest'ultimi. Durante i citati servizi è balzata subito all'occhio dei Carabinieri l'elevato tenore di vita condotto dagli sfruttatori, i quali avevano la disponibilità di numerose auto, tra le quali spiccavano due grossi suv della BMW.

Nella giornata di giovedi è scattato il controllo da parte dei Carabinieri che hanno fermato la macchina condotta da una delle due donne arrestate (C.C.E.), con a bordo due ragazze appena recuperate dalla strada dopo una giornata di "lavoro".

Immediatamente sono scattate le perquisizioni domiciliari negli obiettivi individuati precedentemente, permettendo di completare il quadro probatorio. Sono stati, infatti, rinvenuti documenti d'identità e di espatrio delle sfruttate, tenuti nascosti nella casa degli altri due arrestati, M.C. e M.S.I., nonché sequestrati 80.000 euro in contanti provento dello sfruttamento.

Espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso il Carcere di Roma "Rebibbia" a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Acqua alla spina

Inaugurazione oggi alle 14,30

redazione venerdì 15 febbraio 2013
caraffa acquaBRACCIANO - Acqua minerale e naturale alla spina a Bracciano Nuova. Una novità mirata alla riduzione di bottiglie di plastica che si inserisce nell'ambito degli interventi che l'amministrazione sta portando avanti per incrementare la riduzione dei rifiuti. Tutto ciò grazie alla fontana di acqua leggera che viene inaugurata oggi alle 14.30 in via Borsellino.

"L'iniziativa – spiega l'assessore allo Sviluppo Economico Rinaldo Borzetti – anche se parte oggi è stata programmata oltre sette mesi fa e non è pertanto correlata alle problematiche sull'arsenico emerse oggi con il superamento delle concentrazioni in alcuni tratti degli acquedotti comunali.

Lo scopo è quello di promuovere una gestione consapevole dei contenitori. Ogni cittadino può recarsi presso la "fontanella" con una bottiglia di vetro e attingere acqua liscia o effervescente, conforme alla normativa per l'arsenico e floruri grazie a specifiche apparecchiature di filtraggio".

Per poter attingere acqua è necessario dotarsi di una specifica tessera ricaricabile acquistabile presso il bar "Giardino degli Aranci". Il costo è di 5 centesimi al litro.

"E' opportuno ribadire – dice ancora Borzetti – che la fontanella di acqua leggera non rientra nel novero degli strumenti con i quali ad oggi i cittadini di Bracciano possono approvvigionarsi di acqua dearsenificata in modo del tutto gratuito, ovvero le due fontane realizzate ad hoc di via della Macchia e di via Prato Igliolo, le fontanelle del lungolago Argenti e l'autobotte che si muove, ad orari prestabiliti, in varie zone del paese.

La nuova fontanella è – precisa Borzetti – uno strumento in più per ridurre l'impiego di bottiglie di plastica favorendo il più possibile i consumi alla spina".

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Parco, Ok Piano pluriennale

Riguarda promozione economica e sociale

Redazione martedì 12 febbraio 2013
LagoBRACCIANO – Approvato finalmente dalla Comunità del Parco il PPPES (Programma Pluriennale di Promozione Economica e Sociale) presentato nel giugno del 2010. Il Commissario Straordinario redigerà quindi una deliberazione di adozione che verrà poi inviata alla Regione Lazio per la definitiva approvazione.

Uno strumento programmatico previsto dalla L.R. 29/97 che ha come scopo quello di prevedere la promozione delle iniziative sostenibili utili a favorire lo sviluppo economico, sociale e culturale delle popolazioni residenti all'interno del Parco e nei territori adiacenti, nonché, quello di rappresentare, in primo luogo ai residenti ed in generale ai portatori di interesse, quali siano le opportunità di sviluppo economico e sociale che il Parco offre al territorio. Occupazione, aggregazione sociale e offerta produttiva compatibili i pilastri fondamentali del PPPES.

Lo sviluppo maggiore, attualmente, è presente tra i tre comuni intorno al Lago – afferma il Commissario Straordinario del Parco, Stefano Stefanelli – con questo strumento cercheremo quindi di dare maggiore omogeneità al territorio. La differenza con gli altri Comuni del Parco è causata soprattutto dalla diversità di flusso turistico. Una tutela della biodiversità e un rilancio dell'economia locale le principali funzioni di questo Programma che permetterà alle popolazioni locali di crescere insieme.

Piena soddisfazione per il risultato raggiunto esprime il Presidente della Comunità del Parco Guido Cianti. L'approvazione del Programma Pluriennale di Promozione Economica e Sociale – afferma Cianti – è un ulteriore passo verso un ottica di sinergia e collaborazione tra enti per il bene del territorio.

Concordo nel dire che i Comuni dell'entroterra vanno "riqualificati" e dotati degli strumenti necessari per esprimere al meglio le proprie potenzialità. Un territorio a vocazione turistica come il nostro deve poter avere uno strumento che detti le linee guida verso un immediato futuro di progresso e sviluppo sostenibile.

Parco N. R. Bracciano-Martignano
Servizio Comunicazione
Tel. 06.99806262/1 - Fax 06.99806268
www.parcobracciano.it - www.facebook.com/parcobracciano

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Bracciano, rinnovi accessi ZTL

Riguardano l’ingresso al centro storico

redazione martedì 12 febbraio 2013
cartello ztl copyBRACCIANO - Da oggi 12 febbraio 2012, i residenti e gli aventi diritto, possono presentare domanda per il rinnovo delle autorizzazioni per l'accesso alla Zona a Traffico limitato (ZTL) del centro storico di Bracciano.

I moduli sono reperibili presso l'Ufficio Relazioni con Il Pubblico, al piano terra del Municipio, o scaricabili dal sito www.comune.bracciano.rm.it. Le domande devono essere presentate entro il 15 marzo 2013.

Dal 16 marzo le autorizzazioni degli anni precedenti verranno annullate.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Rapina Mps, quinto complice

E’ un rumeno residente a Trevignano

redazione lunedì 11 febbraio 2013
Carabinieri2 CronacaTREVIGNANO - Risiedeva a Trevignano Romano il quinto uomo che partecipò alla rapina ai danni della filiale del Mps di Capalbio Scalo, avvenuta nell'agosto del 2010 e sulla quale i carabinieri non avevano smesso di indagare.

Il grave fatto di cronaca messo a segno dai malviventi che fecero irruzione nell'istituto di credito armati di pistole e taglierino, facendosi consegnare circa 61mila euro, fu teatro di una rocambolesca fuga e di un conflitto a fuoco durante il quale furono sparati quasi 20 colpi.

Ai quattro malviventi arrestati - tre catturati la sera dello stesso giorno, il quarto si consegnò un'ora più tardi - venerdì scorso è stato arrestato anche il quinto complice, un 25enne rumeno residente a Trevignano Romano, oggi rinchiuso nel carcere di Civitavecchia su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Grosseto.

Dalle indagini è emerso che la Rover utilizzata dalla banda apparteneva proprio al 25enne rumeno, che abitava nella stessa palazzina dei connazionali già arrestati, a Trevignano Romano.

E' emerso anche che il giorno della rapina il giovane si trovava in provincia di Grosseto. Ad incastrarlo è stato un normale controllo della Polizia, al quale era stato sottoposto. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, lui sarebbe stato l'addetto al supporto logistico della banda. Ora dovrà rispondere degli stessi reati degli altri sui "colleghi" finiti dietro alle sbarre: rapina a mano armata e tentato omicidio.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -