Mercoledì, 18 Maggio 2022
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Allarme gatti avvelenati

Sindaco sporge denuncia contro ignoti

redazione martedì 5 novembre 2013
bocconi avvelenatiANGUILLARA - Diversi gatti sono stati rinvenuti agonizzanti o deceduti nella zona compresa tra Via Enrico De Nicola e Via Pizzo Morronto. Da analisi effettuate dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale in sinergia con la Asl Rm F di Bracciano sulle carcasse prelevate, si è determinato che gli animali sono stati plausibilmente avvelenati con glicole etilenico (liquido antigelo).

L'Amministrazione comunale ha provveduto ad affiggere alcuni cartelli di allerta nella zona interessata ed il Sindaco, quale rappresentante del Comune, ha sporto denuncia-querela contro ignoti alla Stazione dei Carabinieri di Anguillara Sabazia, ed ha richiesto all'autorità giudiziaria di esperire tutti gli accertamenti utili e necessari a individuare l'autore del gesto.

L'Amministrazione invita la cittadinanza tutta a segnalare immediatamente alla Polizia Municipale o ai Carabinieri qualsiasi informazione utile all'individuazione del responsabile del gesto e a vigilare sui propri animali di compagnia.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Droga in auto. Arrestati

Due fratelli albanesi incensurati

redazione lunedì 4 novembre 2013
Carabinieri3 CronacaCAMPAGNANO DI ROMA – Durante il fine settimana di festa appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno tratto in arresto due fratelli albanesi, di 28 e 24 anni, entrambi incensurati, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della Stazione di Campagnano di Roma, durante specifico servizio di contrasto allo spaccio e all'assunzione delle sostanze stupefacenti, hanno proceduto al controllo dei due che viaggiavano a bordo della loro autovettura.

All'alt intimato dagli uomini in divisa, i giovani hanno iniziato a "sudare freddo" per timore di un controllo approfondito; il loro atteggiamento non è sfuggito ai militari operanti che hanno proceduto ad un'attenta perquisizione personale e veicolare.
Infatti, ben occultato all'intero del cassetto portaoggetti, è stato rinvenuto un involucro di cellophane contenente oltre 35 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Visti gli elementi al loro carico e contattato il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Tivoli, i due sono stati dichiarati in stato di arresto e la droga è stata sequestrata.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Evade domiciliari. Arrestato

Ventisettenne di origini albanesi

redazione sabato 2 novembre 2013
Carabinieri CronacaCAMPAGNANO DI ROMA – I Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno tratto in arresto H.F., 27 anni di origini albanesi, disoccupato e già conosciuto alle Forze dell'Ordine, con l'accusa di evasione.
Il giovane si trovava presso il domicilio di Campagnano di Roma al regime degli arresti domiciliari, così come disposto dal Tribunale di Sorveglianza di Roma per reati in materia di stupefacenti.

Durante un controllo da parte dei militari della Stazione di Campagnano di Roma non è stato trovato all'interno dell'abitazione ma lungo le vie del centro cittadino.

Vista la violazione commessa e contattato il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Tivoli, il ragazzo è stato tratto in arresto e, in attesa di giudizio direttissimo, trattenuto momentaneamente presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Bracciano.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

monumento caduti in mare

Parte il restauro, sarà pronto per il 2014

redazione sabato 2 novembre 2013
monumento-caduti-renderingANGUILLARA - L'Ufficio LLPP, Ambiente e Manutenzione, informa che sono inziati i lavori per un'operazione di restyling al Monumento ai Caduti in Mare in Piazza del Molo. (Al lato l'immagine virtuale).
Gli interventi saranno realizzati grazie a fondi della Regione Lazio e rientrano nei lavori di  riqualificazione dell'area.

"Risale al 29 aprile del 2011 il finanziamento regionale per i "Lavori di riqualificazione di Piazza del Molo e per il miglioramento della sicurezza pedonale", spiega l'Uffico, per "un'opera di miglioramento di alcune parti della Piazza che presentano oggettivamente forti elementi di criticità, soprattutto in termini di sicurezza e utilizzabilità degli stessi. Su tutti il monumento ai caduti in mare che non è mai riuscito ad essere rappresentativo di quel valore insito nell'opera e in ciò che la stessa dovrebbe onorare".

"L'assoluta mancanza di essenze arboree – oggi presenti in un piccolo invaso inizialmente dedicato a vasca – e di una seduta per consentire ai frequentatori di sostare comodamente nei pressi del monumento senza che questo rappresenti un atteggiamento oltraggioso come accade oggi ma anche la realizzazione di una scala che possa consentire il raggiungimento in sicurezza della colonna, sono alcuni dei principali elementi che caratterizzeranno il nuovo monumento ai caduti in mare".
 
"Altri interventi - continua la nota - riguarderanno il miglioramento della vivibilità della piazza per fini socio-culturali nonché la sostituzione delle doghe in legno che nel corso degli anni, causa pure l'uso erroneo del luogo, si sono danneggiate creando peraltro condizioni di pericolo".
"
Si tratta di un finanziamento ottenuto con molti anni di ritardo rispetto alla richiesta e che si è potuto salvare grazie all'attività di recupero economico di quei fondi che giacciono da anni all'interno degli uffici sovracomunali. I lavori, importo pari a circa 50 mila euro, iniziati in questi giorni, saranno completati a gennaio 2014.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Pannelli sopra ex-discarica

Lo denuncia Associazione contro le mafie

redazione giovedì 31 ottobre 2013
IMG 7368BASSANO ROMANO - Dall'Associazione 'I Cittadini contro le mafie e la corruzione', Circolo di Bassano Romano, riceviamo e pubblichiamo.

"Nel territorio del nostro comune - scrive l'Associazione in un comunicato - è stata scoperta una discarica in località Prato Cecco di ben 7000 mq considerata dalla Regione Lazio "sito inquinato di alta priorità". Questa discarica potrebbe determinare problemi d'inquinamento delle falde acquifere e dei fossi che poi si riversano nel fiume Mignone, il quale viene utilizzato anche per l'approvvigionamento di acqua potabile della popolazione di Civitavecchia".

"Inoltre è da segnalare che nell'area prospiciente la discarica sono operative aziende agricole e zootecniche che possono utilizzare l'acqua dei pozzi per le attività d'impresa, mentre gli animali al pascolo potrebbero abbeverarsi ai fossi, con presumibili rischi".

"Appare inoltre una scelta alquanto discutibile – continua la nota - quella di aver coperto l'area della discarica con pannelli fotovoltaici che se alla vista coprono questa discarica non possono evitarne gli effetti negativi e i rischi per la collettività".

"E' davvero singolare come, nonostante nel 2009 ci sia stata un'interrogazione all'Università Agraria di Bassano Romano sul fatto che una parte dell'oliveto in loc. Prato Cecco sia stato impiantato su una vecchia discarica comunale, il Comune di Bassano Romano, la Provincia di Viterbo e la Regione Lazio abbiano espresso parere favorevole, visto che la Soprintendenza per i Beni Archeologici per l'Etruria Merdionale il 18/04/2011 pur non essendosi opposta abbia sottolineato: «Tuttavia si rileva che l'area risulta prossima ai resti di un sepolcreto di epoca romana ed è interessata in superficie da frammenti fittili archeologici, come si è riscontrato nel corso dei sopralluoghi preliminari». Vorremmo quindi sapere come sia possibile – chiedono i rappresentanti del Circolo - che un "sepolcreto romano", che darebbe contenuti positivi alla valorizzazione del territorio comunale e contribuire allo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e di occupazione, possa essere compatibile con una discarica mascherata con pannelli fotovoltaici che rappresenta un potenziale pericolo per la salute della popolazione e degli animali. Non sarebbe – conclude il comunicato - un dovere civico quello di procedere alla immediata bonifica dell'area e alla valorizzazione del sepolcreto romano?".

IMG 5723

Share on Facebook