Mercoledì, 19 Dicembre 2018
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Cerveteri, colletta alimentare: raccolte più di 4 tonnellate

Pascucci ha ringraziato volontarie supermercati

redazione lunedì 26 novembre 2018
raccolta alimentare cerveteriCERVETERI - Come tradizione anche Cerveteri ha dato il suo fondamentale supporto alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che nella giornata di sabato 24 novembre ha visto volontari impegnati davanti ai supermercati di tutta Italia nel raccogliere generi alimentari da devolvere alle persone più povere. Ben nove i supermercati di Cerveteri che hanno aderito alla raccolta.

"Quando ci sono iniziative simili e quando si raggiungono risultati del genere la prima parola che si può dire è la più bella e la più semplice: grazie! Grazie di cuore a tutti i volontari e a tutti i cittadini che con altruismo, generosità e sensibilità hanno messo a disposizione il proprio tempo e hanno donato almeno un prodotto per chi sta passando dei momenti difficili – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – anche quest'anno a Cerveteri si è messa in moto una macchina solidale perfetta, che ha visto coinvolte tantissime realtà di volontariato, che dalle prime ore del mattino, con il sorriso stampato sulle labbra e un grande desiderio di fare del bene al prossimo, buste della spesa alla mano e pettorine identificative indosso, hanno fatto sì che soltanto nella nostra città si raccogliessero più di 4 tonnellate di alimenti. Ancora oggi, Cerveteri ha dimostrato di essere una comunità solidale a tutto tondo".

A Cerveteri hanno aderito i seguenti supermercati: CARREFOUR di Largo A. Loreti, 2, COOP di Via Paolo Borsellino, PAM di Via Settevene Palo, COOP a Cerenova in Largo Tuscolo, LIDL di Via Sandro Pertini, CONAD di Largo Almuneacar, TODIS di Via Aurelia km 42, HURRÀ in Viale Manzoni ed EUROSPIN davanti la Cantina Cerveteri.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerveteri, forte emozione per cerimonia contro violenza sulle donne

Pascucci: panchine rosse segno vicinanza donne

redazione lunedì 26 novembre 2018
cerimonia donne granaroneCERVETERI - "Non possiamo voltare lo sguardo altrove. È importante che in primis noi istituzioni continuiamo a mantenere sempre alta l'attenzione, accesa la luce su quella che giorno dopo giorno si configura essere come una vera e propria emergenza sociale. L'installazione di dieci panchine rosse in tutto il territorio comunale rappresenta un simbolo, un simbolo di vicinanza verso tutte quelle Donne che hanno perso la vita o che ancora oggi, purtroppo in silenzio, continuano ad essere vittima di violenza da parte di chi le dovrebbe amare e proteggere anziché farle soffrire, umiliandole, facendo su di loro violenza fisica e verbale".

È il commento del Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, a margine della cerimonia voluta dall'amministrazione comunale in occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne, tenutasi ieri mattina all'interno dell'Aula Consiliare del Granarone.

All'interno della Sala del Consiglio comunale, l'Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti, ideatrice dell'evento, coadiuvata dal personale della Biblioteca Comunale, la Dottoressa Gea Copponi, nonché Cavaliere della Repubblica Italiana, e le funzionarie Floriana Amadei e Elena Polzelli, insieme a tanti cittadini ed esponenti di associazioni culturali, hanno allestito una suggestiva scenografia con una panchina rossa, circondata da scarpe rosse e gerbere del medesimo colore.

Da lì, si sono alternate testimonianze, letture, racconti ed interventi di chiunque, in una giornata così ricca di significato, sentisse il desiderio di dare il proprio contributo personale all'iniziativa.

Estremamente apprezzato l'intervento del Cavaliere della Repubblica Gea Copponi, affermata Donna di cultura della Città di Cerveteri, che ha profondamente colpito tutti i presenti. Sempre il personale della Biblioteca comunale, che eccezionalmente per la giornata di ieri hanno aperto alla cittadinanza, ha allestito anche una sezione dedicata esclusivamente al tema della violenza contro le Donne, con una accurata selezione di libri e pubblicazioni.

Al termine dell'iniziativa, la deposizione di un omaggio floreale e le note del brano del cantante Ermal Meta 'Vietato Morire', traccia d'apertura dell'omonimo album che funge da seguito per il singolo Lettera a mio padre del 2014, nel quale Meta descriveva il rapporto conflittuale con una figura paterna violenta.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ladispoli, Gubetti: polemica su rotatoria è superficiale e strumentale

"Da 20 giorni richiesto all'Anas presa in carico"

redazione domenica 25 novembre 2018
elena maria gubettiCERVETERI - "Con stupore apprendiamo che l'Assessora ai Lavori pubblici del Comune di Ladispoli Veronica De Santis, da un lato elargisce consigli su come la nostra Amministrazione debba agire, mentre dall'altro il Comune non rispetta la convenzione con l'Anas".

Così l'Assessora all'ambiente Elena Gubetti commenta le dichiarazioni dell'Assessora De Santis sulla rotatoria al km 41+500 dell'Aurelia.

La vicenda è nota: sull'Aurelia circa due anni fa l'Anas realizzò due rotatorie, una davanti all'ingresso di Ladispoli interamente all'interno del territorio di quest'ultimo Comune e una all'incrocio con la Settevene Palo che ricade per 3/4 nel Comune ladispolano e solo per 1/4 nel Comune di Cerveteri. Per questo motivo fu sottoscritta apposita Convenzione tra Anas e Comune di Ladispoli perla manutenzione di entrambe le rotatorie.

"La Convenzione del 12/12/2014 n. CRM-0030465-I - prosegue l'Assessora Gubetti - stipulata con Anas S.p.a. prevede la presa in carico da parte del Comune di Ladispoli della gestione delle opere in verde nelle rotatorie al km 40+700 (interamente sul territorio di Ladispoli) e km 41+500 (sul territorio per 3/4 Ladispoli e 1/4 Cerveteri). Il Comune di Cerveteri con nota n. 24754 del 03.07.2014, citata nella convenzione, ha espresso parere favorevole all'affidamento in concessione al Comune di Ladispoli della manutenzione delle aree a verde comprese nelle due rotatorie, per la parte ricadente nel territorio comunale di Cerveteri. Tale convenzione è sempre stata in possesso del Comune di Ladispoli. Da quel momento, nonostante nella medesima convenzione vengano incluse entrambe le rotatorie, quella fronte ingresso di Ladispoli è sempre stata tenuta in ordine e pulita, mentre l'altra è stata lasciata in abbandono e, nonostante i nostri continui solleciti, Ladispoli non è mai intervenuta in nessun modo".

"È superfluo chiarire che il Comune di Cerveteri – dichiara il ViceSindaco Giuseppe Zito – non sarebbe mai potuto intervenire per manutenere la rotatoria, visto che la stessa non ricade sul territorio comunale, se non per una piccola porzione. Esasperati da questa situazione, dopo un anno e mezzo di mancata manutenzione, in data 5 novembre 2018, con nota prot 50874 inviata via PEC anche al Comune di Ladispoli, abbiamo fatto formale richiesta ad Anas per la stipula di una nuova convenzione limitatamente alla manutenzione della rotatoria in oggetto nonostante essa ricada prevalentemente nel Comune di Ladispoli".

"Ci sorprende l'approssimazione – prosegue Zito – con cui l'assessora De Santis dichiara che "la convenzione in questione, fino a pochi giorni fa, era del tutto sconosciuta anche agli stessi uffici comunali". Se il Comune di Ladispoli non era a conoscenza della convenzione, come poteva autorizzare un'impresa privata a fare degli interventi sulla rotatoria in gestione ad ANAS?".

"È inopportuno e istituzionalmente scorretto – concludono i due assessori – che l'Assessora De Santis ci chieda di occuparci della rotatoria quando non può non sapere che dal 6 Novembre, abbiamo inviato una lettera ad Anas e al Comune di Ladispoli richiedendo proprio che la manutenzione di tale area venga affidata a noi, peraltro evidenziando il mancato rispetto della convenzione vigente. Invece di inopportuni consigli, superficiali dichiarazioni e ricostruzioni fantasiose sarebbero state gradite delle scuse alla Città di Cerveteri da parte dell'Assessora De Santis per il lavoro dovuto non fatto in passato senza rispettare gli impegni convenzionali".

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ladispoli, De Santis: svelato mistero rotatoria Aurelia

Chiesta nuova convenzione con Anas

redazione domenica 25 novembre 2018
assessore veronica de santisLADISPOLI - "Sin dai primi giorni dell'insediamento, l'Amministrazione del sindaco Grando si è attivata per fare luce sulla competenze della manutenzione del verde sulla rotatoria dell'Anas al km 40,700 della via Aurelia, davanti al Centro di Arte e Cultura, opera viaria ricadente interamente nel territorio del nostro comune".

Con queste parole l'Assessore ai lavori pubblici, Veronica De Santis, ha effettuato alcune precisazioni sulle rotonde della statale Aurelia tra Ladispoli e Cerveteri, vicenda che ha provocato scalpore sui mass media e sui social.

"La rotatoria dell'Anas rappresenta la porta di ingresso di Ladispoli sul lato nord e, nell'ottica di restituire un'immagine rispettabile della nostra città, abbiamo sempre attuato gli interventi necessari alla cura delle superfici verdi. Un imprenditore di Ladispoli – prosegue l'assessore De Santis - in più occasioni si è offerto di sfalciare anche la rotonda dell'Anas al km 41,500 nei pressi del bivio che conduce all'autostrada per Civitavecchia ed all'ingresso di Cerveteri. Occorre precisare che questa opera viaria, nonostante rappresenti uno degli accessi più trafficati verso Cerveteri, a livello di confini è ricompresa in parte anche nel comune di Ladispoli".

"Nelle ultime settimane - spiega De Santis - abbiamo letto sui social e sulla stampa la polemica riguardante il diverso stato di mantenimento e manutenzione delle due rotatorie, ritengo sia quindi necessario fare chiarezza. L'Amministrazione comunale di Cerveteri ha scelto di rispondere sui social e sulla stampa locale che il motivo per il quale non hanno provveduto alla manutenzione della rotonda in corrispondenza del Km 41,500 è una convenzione stipulata nel 2014 fra Anas e l'ex sindaco di Ladispoli. Atto nel quale Paliotta si impegnava alla manutenzione di entrambe le aree verdi della via Aurelia, a totale cura e spese del Comune di Ladispoli, a tempo indeterminato".

"Questa vicenda - sottolinea l'assessora -  presenta dei lati poco chiari. Una convenzione stipulata da un ente pubblico, infatti, non può essere sottoscritta semplicemente dal sindaco, bensì necessita dell'approvazione preventiva del Consiglio comunale o della Giunta. Atti dei quali non c'è nessuna traccia. Come se non bastasse la convenzione in questione, fino a pochi giorni fa, era del tutto sconosciuta anche agli stessi uffici comunali che si occupano della manutenzione del verde. Praticamente la conoscevano solo Paliotta, il Comune di Cerveteri e l'Anas. Alla luce di questa contorta questione abbiamo già inoltrato una comunicazione ufficiale all'Anas, evidenziando l'irregolarità dell'atto. Nella stessa comunicazione l'amministrazione di Ladispoli ha annunciato disponibilità alla stipula di una nuova convenzione per la presa in carico della sola rotonda della statale Aurelia situata nei pressi del Centro di Arte e Cultura, che costituisce uno degli accessi principali della nostra città. Se il Comune di Cerveteri tiene all'immagine dei suoi ingressi non dovrà fare altro che seguire il nostro esempio", conclude De Santis.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerveteri, Protezione Civile: contributo fondi regionali

All'associazione di volontariato oltre 7.500 euro

redazione venerdì 23 novembre 2018
gruppo protezione civile cerveteriCERVETERI - La Protezione Civile di Cerveteri, grazie al prezioso lavoro del Funzionario comunale Renato Bisegni si è aggiudicata un contributo di 7.556,40 euro dalla Regione Lazio per l'acquisto di DPI – Dispositivi Individuali di Protezione. Nell'ambito del bando di concorso regionale che prevede un contributo alle organizzazioni di volontariato e di Protezione Civile per il 2018 promosso dall'Agenzia Regionale di Protezione Civile infatti, Cerveteri si è classificata sesta nel Lazio.

"Renato Bisegni ha dimostrato di essere un elemento di straordinario valore non solo nelle emergenze, ma anche nelle attività amministrative, come appunto questa, riuscendo a garantire al nostro Gruppo di Protezione Civile un importante contributo che servirà a finanziare l'acquisto di materiale utilissimo nelle attività del gruppo operativo di volontari – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – con questo finanziamento si potranno acquistare divise, maschere, guanti e tutte quelle attrezzature utilizzabili in situazioni emergenziali, come ad esempio incendi e calamità naturali di vario tipo".

"Le attività del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Cerveteri sono continue, incessanti, che la rendono un punto di riferimento per tutta la cittadinanza e la macchina amministrativa – prosegue Pascucci – un gruppo in continua crescita comunque sempre ben felice di accogliere nuovi volontari e persone desiderose di mettersi a disposizione per la cittadinanza. Chiunque desideri ricevere maggiori informazioni può contattare il numero 069941107".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -