Martedì, 17 Settembre 2019
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Ladispoli, nuova casa per la Protezione Civile La Fenice

Nei locali ex casa custode Via C. di Stabia

redazione giovedì 1 agosto 2019
protezione civileLADISPOLI - L'amministrazione comunale informa che i locali dell'ex casa del custode di via Castellammare di Stabia, all'interno del plesso scolastico Ladispoli 1, sono stati concessi un uso alla Protezione Civile A.N. Bersaglieri Ladispoli La Fenice.

"Ringraziamo la preside Renza Rella e la vice preside Emanuela Sierri – afferma l'assessore alle politiche sociali Lucia Cordeschi - per aver accolto la proposta dell'amministrazione comunale. I locali saranno destinati ad aula per i corsi di formazione dei volontari e di informazione alla popolazione su tematiche di protezione civile e prevenzione sanitaria. La nuova sede ospiterà anche i campi scuola per ragazzi dai 10 ai 13 anni, ne abbiamo appena concluso uno che ha visto la partecipazione di una trentina di giovani che sono rimasti affascinati dal mondo del volontariato e dell'assistenza in caso di emergenze e calamità".

L'amministrazione aveva assunto l'impegno a reperire una sede più idonea per la Protezione civile La Fenice che finora era operativa nei locali dell'ex consorzio agrario di via Settevene Palo.

"Il volontariato – afferma il consigliere comunale delegato alle Manutenzioni Scolastiche, Emiliano Fiorini – rappresenta il fiore all'occhiello della nostra città, tutti noi dobbiamo essere grati a queste persone che sacrificano il tempo libero e le ore dedicate alla famiglia per impegnarsi a favore del prossimo. La Fenice è una risorsa preziosa per la città di Ladispoli, in più occasioni anche di recente i volontari guidati da Francesco Arlotta hanno dimostrato la loro elevata professionalità. Siamo certi che nella nuova sede potranno operare in modo ancora più efficace e funzionale".

Ricordiamo che la Fenice appartiene al Coordinamento nazionale Prociv – Arci, parte integrante del Dipartimento nazionale di Protezione Civile.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerveteri, Blitz delle Guardie Ecozoofile: verbali per oltre 1.300 euro

Prossimi controlli a Valcanneto e M. di Cerveteri

redazione giovedì 1 agosto 2019
rifiuti abbandonati cerveteriCERVETERI - Nove sanzioni per un totale di 1.350 Euro. È il risultato dei blitz adoperati dalle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri, che in questi giorni ha effettuato sopralluoghi mirati al controllo dei conferimenti all'interno dei condomini di Cerveteri.

"In questi giorni, oltre alle attività di routine, l'attività del Gruppo coordinato da Mauro Di Stefano si sta concentrando sugli errati conferimenti di rifiuti all'interno dei condomini di Cerveteri – ha dichiarato Elena Gubetti, Assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri – spesso arrivano segnalazioni di comportamenti non idonei che compromettono la vivibilità e il decoro della nostra città oltre che generare un danno ambientale importante per via della mancata differenziazione dei rifiuti. Seppure rappresenti un numero limitatissimo di utenti ci sono ancora cittadini che non si sono adeguati al sistema di raccolta porta a porta, che è ormai in vigore da più di 2 anni nella nostra città. I controlli hanno evidenziato che alcuni utenti aspettano il martedì, giorno di raccolta del residuo secco, per esporre tutti i rifiuti mescolati e non differenziati; inoltre molti non rispettano l'ordinanza vigente che obbliga l'uso dei mastelli e espongono i rifiuti nei sacchi neri, pratica anch'essa vietata. Il lavoro svolto in 2 giorni di controlli serrati su 12 siti segnalati dagli operatori di Camassa alle Guardie ambientali hanno portato ad elevare 9 sanzioni da 150 € ciascuna".

"Tutti i cittadini – prosegue l'Assessora Elena Gubetti - sono obbligati a seguire le regole della raccolta porta a porta rispettando i giorni di raccolta e le modalità di conferimento. È possibile trovare tutte le informazioni relative al servizio sulla home page del Comune di Cerveteri, sulla pagina social dedicata di Cerveteri chiama a raccolta e sulla APP Junker. Si ricorda infine che è possibile chiedere maggiori informazioni presso il Centro di Raccolta di via Settevene Palo Nuova, dove è attivo uno sportello per la distribuzione dei mastelli e disponibile per ogni ulteriore informazione".

I controlli continueranno nei prossimi giorni anche nelle frazioni di Marina di Cerveteri e Valcanneto.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ceri, inaugurato depuratore

A settembre i lavori per quello definitivo

redazione giovedì 1 agosto 2019
depuratoreCERI - "La Frazione di Ceri da oggi ha il primo Depuratore della sua storia. Può sembrare paradossale a dirlo, ma mai nessuno prima della mia Amministrazione, mai nessuno prima che io diventassi Sindaco lo aveva mai fatto. Mai prima d'oggi a Ceri c'era stato un depuratore. Questo ha comportato non pochi disagi ovviamente, soprattutto da un punto di vista ambientale. Se siamo giunti a questo traguardo per certi versi storico per Cerveteri è doveroso, da parte mia, fare dei ringraziamenti speciali a tutte quelle persone che quotidianamente hanno affiancato il lavoro dell'Amministrazione comunale. In primis, alla Capitaneria di Porto, nella persona del Comandante Leone, e all'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli del Comandante Strato Cacace, che sin dal mio primo insediamento ha collaborato e si è adoperata con attenzione nell'individuazione di tutti gli scarichi abusivi della nostra città. Così come è doveroso un ringraziamento al Dirigente Area IV Architetto Marco Di Stefano, al Dirigente Area V Ingegner Claudio Dello Vicario, al Funzionario comunale Geometra Alessio Piantadosi e ovviamente alla nostra Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti".

Queste le dichiarazioni di Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, durante l'inaugurazione avvenuta ieri del primo depuratore a servizio della Frazione del Sasso.

Presenti al taglio del nastro, l'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli, le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri e vari rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Cerveteri.

"L'entrata in funzione del Depuratore, che sarà a pieno regime solamente entro un paio di settimane, rappresenta il raggiungimento di un obiettivo importantissimo non solo per il Borgo di Ceri ma anche per l'intero territorio comunale – ha proseguito il Sindaco Alessio Pascucci – abbiamo realizzato questo modulo di depurazione, mai stato presente nella storia fino ad oggi, che appunto colletta le acque e le porta direttamente in depurazione. Un aspetto importante che va sottolineato è che fa uscire i liquami prodotti in Tabella 4, dunque con livelli di depurazione molto alti, anche superiori ai requisiti minimi".

"L'impianto – spiega il Sindaco Pascucci - è costituito da due moduli, il primo che fa la depurazione e il secondo la filtrazione delle acque. Tutto parte da un pozzetto con un sistema di sollevamento automatico, con una fase di sgrassatura che va a togliere tutti i detriti, fino a giungere alla fase finale, dove avviene un trattamento ulteriore di depurazione e sanificazione fino a liberare poi l'acqua depurata nel fosso".
L'opera è propedeutica ai cantieri che ACEA ATO 2 avvierà nel settembre prossimo, quando realizzerà il Depuratore definitivo. In ogni caso, il depuratore provvisorio, situato a margine del Fosso "della Mola" su Via di Ceri, ha le stesse caratteristiche e funzionalità di quello definitivo.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ceri, inaugurato depuratore

A settembre i lavori per quello definitivo

redazione giovedì 1 agosto 2019
depuratoreCERI - "La Frazione di Ceri da oggi ha il primo Depuratore della sua storia. Può sembrare paradossale a dirlo, ma mai nessuno prima della mia Amministrazione, mai nessuno prima che io diventassi Sindaco lo aveva mai fatto. Mai prima d'oggi a Ceri c'era stato un depuratore. Questo ha comportato non pochi disagi ovviamente, soprattutto da un punto di vista ambientale. Se siamo giunti a questo traguardo per certi versi storico per Cerveteri è doveroso, da parte mia, fare dei ringraziamenti speciali a tutte quelle persone che quotidianamente hanno affiancato il lavoro dell'Amministrazione comunale. In primis, alla Capitaneria di Porto, nella persona del Comandante Leone, e all'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli del Comandante Strato Cacace, che sin dal mio primo insediamento ha collaborato e si è adoperata con attenzione nell'individuazione di tutti gli scarichi abusivi della nostra città. Così come è doveroso un ringraziamento al Dirigente Area IV Architetto Marco Di Stefano, al Dirigente Area V Ingegner Claudio Dello Vicario, al Funzionario comunale Geometra Alessio Piantadosi e ovviamente alla nostra Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti".

Queste le dichiarazioni di Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, durante l'inaugurazione avvenuta ieri del primo depuratore a servizio della Frazione del Sasso.

Presenti al taglio del nastro, l'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli, le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri e vari rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Cerveteri.

"L'entrata in funzione del Depuratore, che sarà a pieno regime solamente entro un paio di settimane, rappresenta il raggiungimento di un obiettivo importantissimo non solo per il Borgo di Ceri ma anche per l'intero territorio comunale – ha proseguito il Sindaco Alessio Pascucci – abbiamo realizzato questo modulo di depurazione, mai stato presente nella storia fino ad oggi, che appunto colletta le acque e le porta direttamente in depurazione. Un aspetto importante che va sottolineato è che fa uscire i liquami prodotti in Tabella 4, dunque con livelli di depurazione molto alti, anche superiori ai requisiti minimi".

"L'impianto – spiega il Sindaco Pascucci - è costituito da due moduli, il primo che fa la depurazione e il secondo la filtrazione delle acque. Tutto parte da un pozzetto con un sistema di sollevamento automatico, con una fase di sgrassatura che va a togliere tutti i detriti, fino a giungere alla fase finale, dove avviene un trattamento ulteriore di depurazione e sanificazione fino a liberare poi l'acqua depurata nel fosso".
L'opera è propedeutica ai cantieri che ACEA ATO 2 avvierà nel settembre prossimo, quando realizzerà il Depuratore definitivo. In ogni caso, il depuratore provvisorio, situato a margine del Fosso "della Mola" su Via di Ceri, ha le stesse caratteristiche e funzionalità di quello definitivo.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Bracciano,Carabinieri in azione

Due arresti, 8 denunce e due maneggi multati

redazione martedì 30 luglio 2019
Carabinieri Cronaca copyBRACCIANO - I Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio, predisposto dal Gruppo di Ostia, con l'ausilio dei Carabinieri delle Compagnie di Monterotondo e di Roma Cassia, al fine di intensificare la presenza e la percezione di sicurezza, durante il fine settimana.

Al termine dei controlli sono finite in manette 2 persone, mentre 8 sono state denunciate a piede libero ed altre 3 sono state segnalate all'Ufficio Territoriale del Governo per abituale assunzione di droga.

Nello specifico, i militari della Stazione di Bracciano ed Anguillara hanno rintracciato e arrestato due cittadini italiani su cui pendeva un ordine di carcerazione, rispettivamente per i reati di estorsione e violenza sessuale. Entrambi sono stati tradotti al carcere di Civitavecchia.

Con il supporto dei Carabinieri del NAS di Roma, sono state elevate contravvenzioni per un ammontare di circa 7800 euro, a due aziende agricole di Manziana, specializzate nell'allevamento di equidi, ove sono state riscontrate difformità sul registro di carico degli animali e dei trattamenti farmacologici, nonché sui dati identificativi/microchip di un cavallo.

Nel corso dei controlli stradali effettuati nei comuni prospicenti il lago di Bracciano, i Carabinieri hanno denunciato un cittadino italiano per false attestazioni sulle proprie generalità ed una giovane donna per la "ricettazione" di un'autovettura, oggetto di furto nel comune di Cerveteri; un altro italiano, è stato denunciato all'A.G. per detenzione ai fini di spaccio, in quanto trovato in possesso di 3 gr. di cocaina ed una pianta di Marijuana. Inoltre, due persone sono state deferite per porto di oggetti atti ad offendere, poiché in possesso di due coltelli di 20 cm. Infine 3 ragazzi italiani sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza.

Sono 3 invece gli automobilisti trovati in possesso di hashish e cocaina. Oltre alle sanzioni per loro è scattata anche la sospensione della patente di guida.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -