Sabato, 25 Giugno 2022
RSS Feed
Categoria: cronaca

Regione sblocca 1,3mld

Andranno a imprese ed Enti locali

redazione sabato 5 ottobre 2013
zingarettiLAZIO - La Regione ha sottoscritto con il ministero dell'Economia e delle Finanze il contratto che sblocca la seconda tranche di 1,3 miliardi di euro per i pagamenti dei debiti non sanitari con le imprese e gli enti locali, nell'ambito del provvedimento sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Il pagamento di questa seconda tranche era inizialmente previsto per l'anno 2014 ed è stato anticipato al 2013. Entro fine anno saranno restituiti circa 4 miliardi a enti locali e imprese.

"Questa anticipazione è un'ottima notizia per le imprese e i cittadini – ha detto il presidente Nicola Zingaretti - già alla fine di quest'anno avremo restituito quasi 4 miliardi di euro di liquidità. Stiamo rispettando pienamente l'impegno assunto all'inizio dell'estate: abbattere il debito della Regione, riqualificare il bilancio, ridurre le spese e immettere, in tempi rapidi, nuova energia nel motore del sistema produttivo del Lazio".

Con lo sblocco della seconda tranche, le risorse liquide già immesse dalla Regione Lazio nel tessuto economico e produttivo ammontano già a 3,1 miliardi di euro. A breve è attesa anche l'erogazione della seconda tranche di anticipazioni di liquidità da destinare al pagamento dei debiti del settore sanitario, pari a 665 milioni di euro.

Non appena le somme saranno effettivamente erogate, l'Amministrazione potrà effettuare il pagamento di fornitori ed enti territoriali entro i successivi 30 giorni per i fondi ordinari ed entro 60 giorni per i fondi perenti. L'anticipazione sarà finalizzata a saldare i crediti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012, secondo un piano dei pagamenti che dà priorità ai debiti più anziani e riguarda, per almeno due terzi, residui passivi, anche perenti, nei confronti di enti locali.

Share on Facebook