Mercoledì, 19 Settembre 2018
RSS Feed
Categoria: cronaca

Sanità: Cerveteri, presentato il manifesto #ComuniUniti

Da Comune, Ordine medici Roma e ASL Roma 4

redazione giovedì 8 febbraio 2018
manifesto comuni unitiCERVETERI - Uniti per una sanità ed un'informazione costruttiva e di qualità, per difendere il diritto alla salute e combattere i pregiudizi, per garantire servizi sanitari e prevenzione a tutti. Sono solo alcuni dei punti programmatici del Manifesto #ComuniUniti, presentato a Cerveteri, durante l'iniziativa organizzata dall'Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO) insieme al Comune di Cerveteri 'Sanita', comuni e territorio: servizi, prospettive e cooperazione internazionale' a cui hanno partecipato, fra gli altri il sindaco della città, Alessio Pascucci, l'assessore alla cultura e allo sport del Comune di Cerveteri, Federica Battafarano, il consigliere dell'OMCeO Roma Foad Aodi e membro del Focal Point per l'integrazione in Italia per l'alleanza delle Civiltà UNAOC-organismo ONU, il Direttore sanitario dell'Asl Roma 4, Carmela Matera. All'iniziativa è giunto anche il messaggio di saluto e di auguri del ministro Beatrice Lorenzin.

"Viviamo in un momento storico molto complicato, in cui alcuni temi come la tolleranza, l'integrazione e l'uguaglianza dei diritti vengono meno anche a livello nazionale", ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, sottolineando che "I fatti di cronaca degli ultimi giorni compresi quelli di Macerata ci fanno capire che stiamo perdendo la bussola. Noi oggi lanciamo questo manifesto che vede insieme Asl, ordine dei medici e sindaci per dire che sanità e diritti universali non sono soltanto un'idea ma un diritto sancito dalla nostra Costituzione e per quello vogliamo lavorare".

Un'iniziativa voluta per discutere del ruolo che i comuni possono avere nello sviluppo di una sanità di qualità e inclusiva sul territorio, ma non soltanto. Gli obiettivi del manifesto sono tanti: la valorizzazione del dialogo, della conoscenza culturale e l'integrazione nella Sanità, lo scambio e il gemellaggio socio sanitario per una vera cooperazione internazionale. A testimoniarlo è stata anche la presenza di Giuseppe Badia, membro del consiglio direttivo associazione medica ebraica Italia e Mohamed Khalili, membro dipartimento cooperazione internazionale di Amsi e Co-Mai.

"La Asl Roma 4 e' vicina da sempre all'Amsi, associazione dei medici stranieri in Italia - ha dichiarato Carmela Matera, direttrice sanitaria dell'Asl Roma4 - e gia' dai primi anni del 2000 ha avviato una collaborazione che vede la presenza di ambulatori gestiti da medici stranieri sul nostro territorio. C'è sempre stata una sinergia - ha concluso - una condivisione d'intenti che ci ha consentito di dare delle risposte importanti in tutta una serie di situazioni di fragilità".

Una sanità che sappia raggiungere tutti i cittadini sul territorio grazie all'aggiornamento professionale e lo sviluppo della telemedicina. Un servizio sanitario che costruisca una rete di collaborazione fra ospedali, università e territorio, che sia l'espressione di un patto tra pazienti, comuni, istituzioni, Ordine professionale e associazioni che, soprattutto, sappia innovarsi e semplificarsi a favore del cittadino paziente.

Il manifesto nasce dal programma che si è dato il nuovo Consiglio dell'Ordine dei medici di Roma e provincia guidato da Antonio Magi; per questo auspica una costruttiva collaborazione interprofessionale, con il superamento della disoccupazione. Il manifesto, che ha suscitato molto interesse, è stato sottoscritto dal Comune di Cerveteri e da quello di Ladispoli, dall'Omceo Roma e dall'Asl Rm4 di Civitavecchia, da Amsi, l'associazione medici di origine straniera in Italia, e Co.Mai, la comunita' del mondo arabo in Italia, dall'associazione medica ebraica in Italia, dalla federazione dei medici di famiglia di Roma, dal movimento internazionale transculturale e interprofessionale Uniti per Unire che rappresenta piu di mille associazioni, da A.s.s.o, associazionismo sindacale solidale organizzativo, dalla Confederazione unione medica euromediterranea, e da Ipasvi, federazione nazionale collegio degli infermieri.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -