Domenica, 15 Settembre 2019
RSS Feed
Categoria: cronaca

Ceri, inaugurato depuratore

A settembre i lavori per quello definitivo

redazione giovedì 1 agosto 2019
depuratoreCERI - "La Frazione di Ceri da oggi ha il primo Depuratore della sua storia. Può sembrare paradossale a dirlo, ma mai nessuno prima della mia Amministrazione, mai nessuno prima che io diventassi Sindaco lo aveva mai fatto. Mai prima d'oggi a Ceri c'era stato un depuratore. Questo ha comportato non pochi disagi ovviamente, soprattutto da un punto di vista ambientale. Se siamo giunti a questo traguardo per certi versi storico per Cerveteri è doveroso, da parte mia, fare dei ringraziamenti speciali a tutte quelle persone che quotidianamente hanno affiancato il lavoro dell'Amministrazione comunale. In primis, alla Capitaneria di Porto, nella persona del Comandante Leone, e all'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli del Comandante Strato Cacace, che sin dal mio primo insediamento ha collaborato e si è adoperata con attenzione nell'individuazione di tutti gli scarichi abusivi della nostra città. Così come è doveroso un ringraziamento al Dirigente Area IV Architetto Marco Di Stefano, al Dirigente Area V Ingegner Claudio Dello Vicario, al Funzionario comunale Geometra Alessio Piantadosi e ovviamente alla nostra Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti".

Queste le dichiarazioni di Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, durante l'inaugurazione avvenuta ieri del primo depuratore a servizio della Frazione del Sasso.

Presenti al taglio del nastro, l'Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli, le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri e vari rappresentanti dell'Amministrazione comunale di Cerveteri.

"L'entrata in funzione del Depuratore, che sarà a pieno regime solamente entro un paio di settimane, rappresenta il raggiungimento di un obiettivo importantissimo non solo per il Borgo di Ceri ma anche per l'intero territorio comunale – ha proseguito il Sindaco Alessio Pascucci – abbiamo realizzato questo modulo di depurazione, mai stato presente nella storia fino ad oggi, che appunto colletta le acque e le porta direttamente in depurazione. Un aspetto importante che va sottolineato è che fa uscire i liquami prodotti in Tabella 4, dunque con livelli di depurazione molto alti, anche superiori ai requisiti minimi".

"L'impianto – spiega il Sindaco Pascucci - è costituito da due moduli, il primo che fa la depurazione e il secondo la filtrazione delle acque. Tutto parte da un pozzetto con un sistema di sollevamento automatico, con una fase di sgrassatura che va a togliere tutti i detriti, fino a giungere alla fase finale, dove avviene un trattamento ulteriore di depurazione e sanificazione fino a liberare poi l'acqua depurata nel fosso".
L'opera è propedeutica ai cantieri che ACEA ATO 2 avvierà nel settembre prossimo, quando realizzerà il Depuratore definitivo. In ogni caso, il depuratore provvisorio, situato a margine del Fosso "della Mola" su Via di Ceri, ha le stesse caratteristiche e funzionalità di quello definitivo.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -