Giovedì, 21 Gennaio 2021
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: eventi

Vino e Carnevale, meglio con un passito

Lo consiglia il sommelier Domenico Messina

Domenico Messina lunedì 28 gennaio 2013
Carnevale CulturaEventiFebbraio è il mese del carnevale, la festa più pazza e godereccia dell'anno.
Nell'antica Roma, i festeggiamenti in onore di Bacco si svolgevano per le strade, lungo le quali sfilavano già allora le maschere, tra fiumi di vino e danze. Carnevale vuol dire travestimenti e maschere, sfilate di carri allegorici accompagnate da costumi e musica. Insomma, Carnevale è godersi la vita in tutti i suoi aspetti, anche nel cibo e nel buon vino.

E' proprio in questo periodo, visti i numerosi dolci carnevaleschi, che sono consentiti i peccati di gola, ma per goderne appieno bisogna dimenticare per un po' la corretta alimentazione, perché sono per la maggior parte fritti. Frappe e castagnole sono una vera tentazione, ancora di più se accompagnati da un buon vino italiano che ne esalti il gusto.

Alle frappe o chiacchiere che dir si voglia, suggerisco un vino bianco dal colore dorato brillante, dalle note morbide e calde prodotto da uve Garganega del Veneto "I Capitelli di Anselmi 2008".

Al naso si presenta con profumi intriganti di albicocca in confettura, scorze di arancia, frutta secca, datteri e note speziate di vaniglia, e tostatura di caffè che ben si abbinano ai richiami della dolcezza e alla semplicità delle frappe. Un vino suadente al palato, senza esuberanza alcolica, con perfetto equilibrio tra morbidezza e freschezza. Buon Carnevale a tutti.

Domenico Messina - Sommelier
Share on Facebook
Categoria: cultura ed eventi

Domenica Passeggiate nel Borgo

Organizzate dall'Ass. Borgo Medievale di Bracciano

Adriana Pedone sabato 26 gennaio 2013
Bracciano CulturaEventiBRACCIANO - La passeggiata del 27 gennaio 2013 alle ore 11 dell'associazione Borgo Medievale questa volta partirà dal Fontanile cinquecentesco di via Cupetta del Mattatoio proprio in coincidenza con la Giornata della Memoria, istituita in ricordo delle vittime della Shoah e dei perseguitati dal nazismo; è a questo giorno che noi la dedicheremo, ricordando le parole di Leonardo Sciascia "A futura memoria, perché anche la memoria abbia un futuro".

Il bel Fontanile, fra l'ideale e il reale, rappresenta la nostra condizione: alacre e fantasioso passato, malinconico e degradato presente. Simbolo e metafora insieme del nostro patrimonio culturale che si disperde per incuria da parte delle amministrazioni comunali, disinteresse dei cittadini, mancanza di conoscenza e informazione. L'impossibilità di realizzare la nostra salvezza culturale e artistica deve essere sconfitta con la nostra presenza e la nostra voce: dobbiamo essere presenti, dobbiamo essere indignati affinché lo scempio non continui.

Due volte abbiamo sollecitato per iscritto il Comune di Bracciano con la nostra richiesta di ripulitura e manutenzione del Fontanile e del suo sito. La manutenzione e cura del patrimonio pubblico sicuramente potrebbero procurare nuovo lavoro, muovere in positivo l'economia della città, riparare i guasti del tempo e aggiungere miglioramento ed equilibrio alla qualità della vita dei cittadini.
La nostra Passeggiata dopo il sito del Fontanile proseguirà per piazze e piazzette del centro storico guidati dal nostro socio Sisto. Alcune cantine hanno aderito alla nostra iniziativa di "Cantine aperte nel giorno della Passeggiata".

Adriana Pedone (Ass. Borgo Medievale Bracciano)

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -