Sabato, 23 Febbraio 2019
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: cultura

"Piccoli lettori grandi visioni"

A Ladispoli il progetto 'Nati per leggere'

redazione venerdì 18 gennaio 2019
nati per leggere dueLADISPOLI - L'amministrazione comunale di Ladispoli informa che la biblioteca Peppino Impastato è stata invitata dall'Associazione Biblioteche del Lazio a collaborare alla realizzazione del progetto "Piccoli lettori, grandi visioni. La promozione della lettura attraverso le biblioteche del Lazio: Nati per Leggere e oltre", promosso dalla Regione Lazio e curato dalla Sezione Lazio dell'AIB.

L'obiettivo è diffondere nel Lazio il programma Nati per Leggere, che propone la pratica quotidiana della lettura ad alta voce e l'uso dei libri fin dai primi mesi di vita dei bambini per favorirne lo sviluppo relazionale, emotivo e cognitivo nella fascia 0-6 anni. Lunedì 21 gennaio, dalle 10 alle 17, nel piazzale antistante la Biblioteca sarà parcheggiato il BiblioHUB, la biblioteca mobile dell'AIB, progettato da AlterStudio e presentato alla Biennale di Venezia del 2015 nella mostra Taking Care: tutti i bambini potranno visitarlo, conoscerlo e prendere in prestito i tanti libri selezionati, mentre gli adulti avranno modo di scoprire il suo punto di Book Crossing e avere tutte le informazioni per acquisire tutte le buone pratiche di lettura ai loro bambini. Nel pomeriggio, dalle 16.30, si terrà un incontro sul tema della lettura per i più piccoli, aperto al pubblico adulto, dedicato in special modo ai genitori dei piccoli, speriamo, futuri lettori ma anche a tutti gli operatori culturali (insegnanti, pediatri, librai, etc) che vorranno approfondire il tema.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Cerveteri, presenta 'Porcile' di Pier Paolo Pasolini

A Sala Ruspoli il 19 gennaio

redazione giovedì 17 gennaio 2019
pasoliniCERVETERI - Prosegue con Porcile, uno dei film più discussi della sua intera filmografia, la rassegna cinematografica dedicata a Pier Paolo Pasolini, giunta oramai al suo settimo appuntamento. La rassegna, patrocinata dall'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri, e curata nei minimi dettagli dal Professor Michele Castiello, ha saputo incontro dopo incontro attirare un pubblico di curiosi e appassionati sempre più ampio. L'appuntamento è per sabato 19 gennaio alle 16.30 in Sala Ruspoli.

Un film del 1969, nel quale troviamo due episodi paralleli: nel primo la storia di una famiglia borghese tedesca capeggiata da un padre fascista il cui figlio viene divorato dai maiali con cui è solito accoppiarsi e la storia di un giovane affamato che vaga in una desolata landa vulcanica (girato sull'Etna) ove diverrà cannibale e al quale si aggiungeranno altri individui, verranno in seguito tutti condannati ad essere sbranati dai cani randagi.

"La rassegna che abbiamo proposto e che ha preso il via sin dai primi giorni di dicembre è stata estremamente apprezzata, richiamando proiezione dopo proiezione un numero di spettatori sempre più numeroso – ha dichiarato Federica Battafarano, Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri – l'iniziativa curata dal Prof. Castiello ha saputo coniugare storia e grande cinema, con l'intento di far conoscere a più persone possibili il genio indiscusso di uno dei personaggi più controversi ma allo stesso tempo apprezzati dell'arte e della cultura del secolo scorso come Pier Paolo Pasolini".

Al centro di accese discussioni, Porcile uscì in ordine cronologico prima della Trilogia dell'Eros, e in anticipo rispetto a quello che viene considerato come il "suo testamento", ovvero l' universo orrendo di Salò o le Venti giornata di Sodoma, liberamente tratto da Les Cent Vingt Journées de Sodome ou l'École du libertinage, romanzo del Marchese De Sade. In quest'opera, le due storie parallele, anticipano in modo chiaro dove andrà a posarsi il suo cinema e cosa non più indagherà.

Un film che affronta un universo orrendo, apocalittico e pessimistico che condurrà al suo isolamento e alla morte non solo fisica (accaduta con modalità diverse e nulla a che vedere (?) con la fiction: altri e più complessi sono i motivi che lo portarono alla fine orrenda e straziante dell' Idroscalo di Ostia tra il 1° e il 2 novembre del 1975). I motivi e le colpe son di altri - ovviamente - non sue, ma sul versante della produzione cinematografica, poetica e saggistica, ci troviamo di fronte ad un cammino senza ritorno, ad un pessimismo mortuario e nefasto che non porta da alcuna parte.

Share on Facebook
Categoria: cultura

Manziana, riparte progetto "Quattro libri al Bar"

Venerdì 18 /1 torna il viaggio letterario

redazione mercoledì 16 gennaio 2019
lettura di notteMANZIANA - Venerdì 18 gennaio nuovo appuntamento, a Manziana,  del progetto "Quattro libri al bar...", un viaggio nel mondo della lettura strutturato in cinque incontri mensili dedicati a cinque diversi autori.

Con la collaborazione della Dott. ssa Paola Fontana sarà possibile percorrere un itinerario "ironico ed umanistico": il nuovo appuntamento è fissato per le ore 17:30 al bar La Piazzetta (corso Vittorio Emanuele 100). Il protagonista dell'incontro sarà Oscar Wilde.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Cerveteri festeggia Sant'Antonio

Giovedì 17 e sabato 19 gennaio

redazione lunedì 14 gennaio 2019
Festa di S. Antonio CerveteriCERVETERI - Anche quest'anno la tradizione regala la celebre Festa di Sant'Antonio Abate, che a Cerveteri rappresenta, dopo San Michele Arcangelo, un vero e proprio patrono cittadino.

Una grande festa all'interno del Centro Storico organizzata dai Massari Ceretani, dalle Signore della Boccetta, dalla Confraternita Santissimo Sacramento e dalla Parrocchia di Santa Maria Maggiore, che si terrà giovedì 17 gennaio, per quanto riguarda la parte religiosa, e sabato 19 gennaio con tante iniziative e divertimento per le famiglie e per i bambini.

Giovedì 17 gennaio alle 10 e alle 18 presso la cuppoletta di Sant'Antonio verranno celebrate le Sante Messe dedicate al Santo.

Sabato 19 gennaio invece, le tradizionali iniziative legate ai festeggiamenti del Santo, con la benedizione degli Animali e del pane. Dalle 14, sfilata dei carri carnevalizi e degli animali, con partenza dal Parco della Legnara. A seguire ritrovo alla Cuppoletta di Sant'Antonio per la benedizione degli Animali, accompagnata dal carosello musicale del Gruppo Bandistico Caerite. Alle 15.30 in Piazza Santa Maria grande festa con maschere, coriandoli, colori, intrattenimento e la distribuzione di panini, vino, e dei dolci tipici del Carnevale.

"La Festa di Sant'Antonio Abate è un appuntamento importante per la nostra Città – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – che risponde sempre con una partecipazione grandissima, e che vede nel nostro Centro Storico tante famiglie e soprattutto tanti bambini. Invito la Cittadinanza di Cerveteri a partecipare alle iniziative in compagnia dei propri animali domestici e ringrazio gli organizzatori per l'impegno sempre dimostrato in questa occasione".

Si tratta di una manifestazione di antica tradizione nata per onorare Sant'Antonio Abate, uno dei più illustri eremiti della storia della Chiesa. Sant'Antonio è considerato anche il protettore degli animali domestici, tanto da essere solitamente raffigurato con accanto un maiale che reca al collo una campanella. Il 17 gennaio tradizionalmente la Chiesa benedice gli animali e le stalle ponendoli sotto la protezione del santo.

La tradizione deriva dal fatto che l'ordine degli Antoniani aveva ottenuto il permesso di allevare maiali all'interno dei centri abitati, poiché il grasso di questi animali veniva usato per ungere gli ammalati colpiti dal fuoco di Sant'Antonio. I maiali erano nutriti a spese della comunità e circolavano liberamente nel paese con al collo una campanella. Secondo una leggenda del Veneto (dove viene chiamato San Bovo o San Bò), la notte del 17 gennaio gli animali acquisiscono la facoltà di parlare. Durante questo evento i contadini si tenevano lontani dalle stalle, perché udire gli animali conversare era segno di cattivo auspicio.

La prima edizione di questa festa risale addirittura al 17 Gennaio 1712.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Un giorno sul set"

A Cerveteri Mostra interattiva su mondo del cinema

redazione venerdì 11 gennaio 2019
un giorno sul setCERVETERI - Avete mai vissuto un giorno su un set cinematografico? Se non vi è mai capitato nella vita, questa è l'occasione giusta. 'Un giorno sul set', è il titolo della mostra interattiva che venerdì 11 e sabato 12 gennaio sarà allestita nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria a Cerveteri, con il Patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri.

Un omaggio a Bernardo Bertolucci, maestro del cinema recentemente scomparso sarà il tema principale dell'evento. I visitatori, sapientemente guidati dagli organizzatori, dopo una breve introduzione sulle mansioni che svolgono le principali figure dei vari reparti, si sostituiranno ai professionisti del settore per realizzare insieme a loro una scena del famoso film. Gli spettatori quindi, non solo vivranno l'esperienza di un vero set cinematografico ma apprenderanno nozioni e retroscena sul lavoro del maestro.

"Il Cinema è stato il grande protagonista dell'offerta culturale invernale della nostra città. Già dal mese di Novembre, quando tra il Granarone il Cinema Moderno abbiamo dato vita alla seconda edizione del Festival del Cinema in pellicola, sono state molte le iniziative legate alla promozione e alla riscoperta dei grandi lavori del cinema – ha dichiarato Federica Battafarano, Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri – quello che proponiamo questo week end, 'Un giorno sul set', è un appuntamento originale, diverso, particolare, che credo possa appassionare un pubblico davvero vasto, dagli adulti, dagli appassionati di cinema, fino a chi sogna di fare cinema, fino ai bambini, che per la prima volta potranno vedere in prima persona le fasi salienti della realizzazione di un film fino addirittura a prenderne parte".

Per la partecipazione la prenotazione è obbligatoria, chiamando i numeri 0699552637 e 0652725945 oppure inviando una e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Dopo la masterclass sul cinema si potrà visitare la mostra archeologica "Il Patrimonio ritrovato a Cerveteri".

L'evento è ad ingresso gratuito.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -