Martedì, 23 Ottobre 2018
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: cultura

Agenda Spirituale-Migliorarsi in 52 settimane

Il nuovo libro di Gian Piero Ferri

Alfredo Laurano lunedì 1 ottobre 2018
agenda spiritualeLAZIO - Non so perché - ma forse si, conoscendo un po' delle regole e delle dinamiche della nuova Comunicazione e dell'editoria moderna, selvaggia e senza freni - quando ho letto il sottotitolo della "Agenda Spirituale", nuovo testo di Gian Piero Ferri, "migliorare se stessi in 52 settimane" mi sono venuti in mente i tanti manuali, compendi, opuscoli, guide, prontuari e vademecum, di ogni salsa, materia ed argomento, che affollano edicole e librerie. Ce ne sono di ogni inimmaginabile tipo: per rimodellare il corpo, per la dieta e la cucina, per l'amore, per aver fortuna nel lavoro o con le donne, per le stelle, l'oroscopo e i segni zodiacali, per vivere sani, felici e belli, per vincere al lotto o fare soldi. Il tutto, anche attraverso cinquanta, cento o mille sfumature di grigio e di colori vari, ad libitum, a capriccio e piacimento.

Ma non dello Spirito e del suo incontro, come fa Ferri in questo suo breviario, dopo aver già percorso, nel tempo e nella formazione, un sofferto e lungo cammino. E' in questo nuovo viaggio, attraverso 52 tappe - le 52 settimane dell'anno - che si sviluppa il confronto. Ogni settimana è introdotta da un verbo, cioè da un'azione, da un movimento del corpo o dello spirito o di entrambi. Nutrire, contemplare, toccare, rinascere, cercare, accogliere, incontrare, dialogare, accettare, fecondare... questi verbi sono, rappresentano e raccontano quasi tutta la nostra vita. L'autore non dà indicazioni di comportamento, ma suggerisce temi di riflessione, su cui ciascuno può confrontarsi, in cerca del proprio equilibrio spirituale. Come scrive il prefatore, l'autore ha scoperto che quello che conta non è la meta, ma il viaggio, perciò invita il viaggiatore a muoversi, spoglio di ogni maschera ed ogni difesa, rivestito soltanto di una totale fiducia nella gioia e nella meraviglia, che scaturiranno dall'incontro nella quotidianità, nell'assoluta normalità della vita, vissuta così com'è.

E' come l'essenziale atto del respirare che ci consente di vivere. Ma chi di noi - anche quando il respiro guida meditazione o ginnastica, aiuta a controllare il dolore o ad attenuare le forti emozioni e le profonde passioni - normalmente ricorda che sta respirando o ne ha coscienza? Perché lo Spirito non è l'antitesi del corpo, ma il suo respiro.

Non c'è una separazione netta tra due elementi, una rigida dicotomia tra spirito e corpo, tra sentimento e ragione. Non c'è alcun dualismo tra categorie distinte, opposte o contrapposte, che non necessariamente si escludono a vicenda, ma possono essere complementari, perché siamo una sola entità, un'unica realtà di un unico essere, nel quale si armonizzano, generando una sublime sinfonia. Chi scorge una differenza tra spirito e corpo, non possiede ne' l'uno ne' l'altro, sosteneva Oscar Wilde.

Sogni, favole, illusioni, storie, leggende, sensazioni, impressioni, voli di piume, lacrime di luna e soffi d'amore si fanno realtà: creiamo ologrammi con i nostri pensieri che possono influenzare il mondo intorno a noi e li proiettiamo su altre persone. Sono stati di coscienza, momenti e modelli di crescita legati a fatti umani, avvolti dallo Spirito: il valore stesso della vita è avvolto nel pensiero dello Spirito, così come quello della morte. È in questo accordo che si contemplano i ritmi dell'uomo e del mondo, nella vita, nell'amicizia, nell'amore, nel mutare delle stagioni, nel battito del cuore, nel sorgere dall'aurora, nel calar della sera.

L'autore si chiede come, quando, dove e perché opera lo Spirito, che diventa mediatore del dolore, veicolo di luce, di liberazione o inevitabile attrazione. Un supporto interiore per l'anima, di natura superiore, che riconosce il bene, dove il divino compie le sue scelte. Si interroga, anche, su cos'è lo Spirito, su quale sia la sua natura, la sua potenza e la sua dimensione, su come si alimenti dalla stessa vita, nel suo divenire. Contempla il mistero della creazione, perché ogni sentimento nasce dallo Spirito, che si nutre di amore immortale e universale, che segretamente chiede a sua volta di ricevere, e custodisce nell'ignoto fluire. Nella sua incorporeità, incapace di errore, lo Spirito è vita, è manifestazione trascendente che non ha bisogno di orpelli o di consensi per abitare ogni luogo della vita, per i credenti, grande palcoscenico del divino.

E nella pagina del 13 luglio della sua Agenda Spirituale, Gian Piero scrive: "L'amore eterno è la forza straordinaria che spinge l'uomo, in forza dello Spirito, nella direzione del bene. Vorrei tanto poter condividere questa riflessione per non dover parlare di utopia o società ideale - da Platone a Carlo Marx, passando per Agostino e Tommaso Moro - ma confesso che mi resta assai difficile riconoscere e ritrovare questa chimerica verità nella nostra società, sempre più cattiva, ingiusta, priva di umanità e di gioia condivisa.

Tutto il mondo è diventato si, un palcoscenico, non già del soffio divino, ma dei demoni dell'indifferenza, dell'egoismo, della violenza. 

(Agenda Spirituale - Migliorarsi in 52 settimane - Fefè Editore pa. 116 12 euro)

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Mozart Mc High Energy"

A ladispoli il 30/9 con i Settimo cielo Teatro

redazione venerdì 28 settembre 2018
Mozart 1LADISPOLI - L'assessore alla cultura Marco Milani informa i cittadini che Il Centro di Produzione Danza Regione Lazio C.ie Twain, con il patrocinio del Comune di Ladispoli presenta "Famiglie a teatro" 2018, una rassegna di quattro spettacoli nell'ambito Dell'autunno letterario 2018.

Domenica 30 settembre si inizierà con "Mozart Mc High Energy" a cura dei Settimo cielo Teatro (visione consigliata a partire dai sei anni).

Gli spettacoli si terranno presso il Teatro Polifunzionale di Via De Begnac.

(Immagine settimocielo.net)

Share on Facebook
Categoria: cultura

Bracciano, Archeologia nel territorio Sabatino

Conferenza all'Archivio Storico il 30 settembre

redazione venerdì 28 settembre 2018
chiostro agostinianiBRACCIANO - Domenica 30 settembre, nella Sala Conferenza dell'Archivio Storico Comunale una conferenza a tre voci sull'archeologia del territorio Sabatino organizzata dall'Associazione Forum Clodii.

Lo rende noto un comunicato dell'amministrazione di Bracciano.
 
I relatori sono archeologici esperti e profondi conoscitori dei luoghi che circondano il lago di Bracciano, luoghi che conservano chiare tracce di insediamenti e assi viari che riguardano tutto l'arco temporale storico del dominio Romano. Alle evidenze archeologiche già in parte conosciute e studiate, nelle relazioni della dott.ssa Aloisi e del dott. Lorizzo, si passerà alle nuove scoperte che ci narrerà il dott. Magazzù dell'Università di ROMA Tre.

Un appuntamento da non perdere sia per gli appassionati sia per quanti vogliano conoscere meglio il nostro territorio.

Domenica 30 settembre 2018 ore 16,30

Sala conferenze Archivio storico comunale

Share on Facebook
Categoria: eventi

'Note in Giardino'

A Bracciano Rassegna Corale regionale

redazione mercoledì 26 settembre 2018
note in giardinoBRACCIANO - Si svolgerà sabato 29 settembre alle 21, nel Chiostro degli Agostiniani a Bracciano, la Rassegna Corale regionale 'Note in Giardino', presentata dall'Associazione Culturale Novarmonia e Gruppo Corale Green Voices - Coro Voluptas.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3355446561

AssCultNOVARMONIA - Via delle Palme 6/C - Bracciano Due (RM)


Share on Facebook
Categoria: cultura

‘Napoleone Bonaparte in esilio a Sant’Elena’

Conferenza a Cerveteri giovedì 27 settembre

redazione mercoledì 26 settembre 2018
conferenza napoleoneCERVETERI - Si aprirà con la conferenza dal titolo 'Napoleone Bonaparte - in esilio a Sant'Elena' il ciclo di appuntamenti culturali che per tutto l'autunno, il periodo invernale e la primavera si svolgeranno a Cerveteri.

Ad organizzarli è il gruppo di Cerveteri dell'AUSER, realtà di volontariato sempre estremamente attiva in città.

L'appuntamento, che vedrà come relatore il Professor Settimio La Porta, è per giovedì 27 settembre alle ore 17.00 nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria.

"Le attiviste e il direttivo AUSER di Cerveteri è in continuo movimento - ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri - le loro attività non riguardano solo le conferenze, o i progetti solidali, ma anche tante attività culturali, come corsi di lingua, corsi fotografici, corsi di computer rivolti alla terza età e molto altro. A loro, i miei complimenti per l'importante sostegno che offrono alla nostra quotidianità".

Per informazioni rivolgersi alla sede Auser a Cerveteri in via Pascoli, 7 il martedì mattina dalle 10.30 alle 12.00 e pomeriggio dalle 16.00 alle 17.30, il mercoledì pomeriggio dalle 16.00 alle 17.30, il giovedì e il venerdì dalle 10.30 alle 12.30.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -