Venerdì, 25 Maggio 2018
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: cultura

Conservatorio e Scuola Musica

Convenzione tra Terni e Bracciano

redazione mercoledì 12 giugno 2013
convenzione scuola musicaBRACCIANO - "Un importante risultato che apre grandi prospettive per Bracciano che diventa punto di riferimento per quanti vogliano accedere alle professioni musicali, tutto grazie alla Scuola di Musica di Bracciano che in poco tempo ha saputo acquistare prestigio e autorevolezza".

E' quanto commenta Gianpiero Nardelli, vicesindaco con delega alle Politiche Culturali del Comune di Bracciano sull'importante convenzione stipulata tra il Conservatorio di musica "Giulio Briccialdi" di Terni e la Scuola di Musica Civica che hanno avviato un rapporto di collaborazione che consentirà agli aspiranti musicisti professionisti del territorio tra Roma Civitavecchia e Viterbo di svolgere corsi ed esami di ammissione di fatto parificati a quelli del Conservatorio direttamente presso la scuola braccianese.

"Un traguardo di notevole rilevanza culturale e sociale per il Comune di Bracciano. Grazie a questa convenzione – commenta ancora il vicesindaco - la Scuola di musica civica di Bracciano, in qualità di scuola riconosciuta, si colloca come prezioso punto di riferimento della cultura musicale tra Roma e Viterbo. Nuovi rapporti di collaborazione – dice ancora Nardelli – a breve porteranno anche alla firma di una convenzione analoga con il Conservatorio di Frosinone".

L'intesa, che prevede un rapporto di collaborazione relativo alla formazione musicale di base concordando i parametri dell'offerta didattica, nasce, infatti, dal proposito di fornire un'adeguata preparazione per l'ammissione in Conservatorio ai corsi triennali per il conseguimento del diploma accademico di primo livello, agevolando la formazione dei corsi di formazione pre-accademica agli allievi residenti nel comprensorio sabatino.

L'accordo, sottoscritto dal direttore del Conservatorio Gabriele Catalucci e dal Presidente della Scuola Donato Mauro, alla presenza del vicesindaco di Bracciano Gianpiero Nardelli e del direttore della Scuola Raffaele Mauro prevede vari obiettivi. Si va dalla costruzione di una rete qualificata finalizzata allo sviluppo della formazione e preparazione pratica e teorica al coordinamento di percorsi formativi di base rendendoli omogenei in vista di un eventuale accesso ai corsi accademici del Conservatorio, dalla promozione e diffusione della cultura musicale ampliando e qualificando il bacino d'utenza delle attività musicali.

La Scuola di Musica Civica di Bracciano si impegna a svolgere le proprie attività secondo il regolamento didattico dei corsi pre-accademici emanato dal Conservatorio con periodico monitoraggio degli allievi da parte dei docenti del Conservatorio stesso. Gli esami di ammissione ai corsi pre-accademici e gli esami di passaggio si svolgeranno presso la Scuola di musica di Bracciano, gli esami di certificazione del livello di competenza presso il Conservatorio di Terni.

firma convenzione

Nella foto, la firma della Convenzione

Share on Facebook
Categoria: cultura

Lo storico Organo Alari

300 alunni in Collegiata ad ammirarlo

di Angelo Bianchini lunedì 10 giugno 2013
concerto 2ANGUILLARA - Nel percorso didattico su "L'Arte Sacra nella vita del nostro Territorio", promosso dall'Arciconfraternita della Misericordia detta di S. Giovanni Decollato della Terra dell'Anguillara, non poteva mancare un momento dedicato all'antico Organo della Collegiata di Santa Maria Assunta in Cielo, incluso nel Registro degli Organi Storici Italiani.

Mercoledì 5 giugno, nella Chiesa-Madre sabatina, gremita da oltre trecento alunni delle locali scuole primarie, accompagnati dai rispettivi insegnanti, si è svolto un incontro culturale sul prezioso strumento musicale, a cui è seguito un concerto con un repertorio di brani classici e di brani ricorrenti nelle varie celebrazioni liturgiche, eseguiti magistralmente dall'organista della Parrocchia, Giuseppe Bianchini.

A fare gli onori di casa il Viceparroco, P. Francisco Javier Botia Càceres, che, dopo aver dato il saluto di benvenuto a tutti i presenti, ha richiamato l'attenzione generale sull'importanza del canto nella liturgia e, specificatamente, della funzione dell'organo come indispensabile strumento di accompagnamento e di ausilio nell'elevazione spirituale dei fedeli durante le funzioni religiose.

Da parte del Coordinamento del Progetto sono seguite delle comunicazioni che hanno messo in evidenza la storia dello storico strumento, le sue caratteristiche sonore, l'impegno profuso dall'intera comunità locale nella realizzazione degli accurati e qualificati interventi di restauro, condotti dall'organaro Riccardo Lorenzini di Firenze, a seguito dei quali è stato riportato all'antico splendore e alla sua piena funzionalità.

L'Organo della Collegiata è sicuramente uno dei beni più pregiati del patrimonio storico e artistico locale. L'idea della sua realizzazione risale al 1790. Nel Libro dei Capitoli della Collegiata di Anguillara dal 1754 al 1822 si riporta che il Capitolo dei Canonici, riunito il 7 marzo 1790 deliberò: "Essendosi capitolarmente congregati al solito nel consueto luogo (...) fu proposto come dopo essere stata di nuovo con magnificenza fabbricata la nuova Chiesa Collegiata, mancava in essa l'organo, il quale, oltre lo splendore che avrebbe recato alla Chiesa, era di decoro nelle Sacre Funzioni e di incitamento ai fedeli di divozione...".

La sua costruzione venne commissionata a Domenico Alari, esponente di una delle più illustri botteghe dell'arte organaria del Settecento romano. La famiglia Alari, fino a Domenico, ebbe l'incarico prestigioso della cura degli organi di storiche basiliche romane, tra cui quello dell'Arcibasilica Papale di S. Giovanni in Laterano, per la quale costruì anche due piccoli organi positivi ad ala, come risulta da documenti custoditi nell'Archivio Lateranense. Inaugurato solennemente nel 1792 nella rinnovata Chiesa Collegiata, nel 1992, esattamente duecento anni dopo, venne smontato dall'organaro fiorentino, Riccardo Lorenzini, per essere ricollocato, tre anni dopo, pienamente funzionante, sopra la cantoria nell'artistica cassa, costruite entrambe da Francesco Poggi, su disegno dell'Architetto Giuseppe Scaturzi, e pitturate e dorate dal decoratore Costantini De Romanis.

Un interessante studio monografico sull'Organo di Anguillara è stato svolto dal Prof. Armando Carideo, docente di Storia degli Strumenti Musicali presso l'Università di Tor Vergata a Roma, che per primo ha scoperto l'importanza storica dello strumento, riportando alla luce dai vari archivi documenti originali dopo accurate ricerche condotte con passione e rigore scientifico.

L'incontro musicale in Collegiata è durato circa un'ora. Per tutti, piccoli e grandi, è stato un momento di incisivo arricchimento culturale, che ha trasmesso un susseguirsi di vive e particolari emozioni. In un clima di profondo raccoglimento, l'ascolto della voce dell'Organo, nella varietà delle sue capacità sonore e dei suoi effetti speciali, ha suscitato interesse e stupore, sintonizzando tutti i presenti in una corale partecipazione attiva.

A conclusione della manifestazione, il Dirigente Scolastico dell'Istituto, Prof.ssa Danila Annesi, ha rivolto parole di vivo apprezzamento e ringraziamento a quanti si sono adoperati per la realizzazione del Progetto. Non ha nascosto la sua emozione e il suo entusiasmo nell'esaltare l'inesauribile patrimonio di risorse e di beni di cui è dotato il territorio sabatino.

" Le bellezze di questi luoghi – ha sottolineato il Dirigente Scolastico – non possono non riflettersi positivamente sulla vita di ciascuno di noi, portando armonia e rendendo più distese e serene anche le relazioni interpersonali".

Nell'immagine in basso, un momento della visita degli alunni

concerto 1

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Bombolotti alle patate

Da Marina di San Nicola il segreto di Roberto

redazione sabato 8 giugno 2013
roberto 2E' un piatto semplice da preparare, i Bombolotti alle patate con pomodoro e rosmarino, ma sarà un vero trionfo del gusto se seguirete i consigli di Roberto, ottimo cuoco che esprime la magia del suo sapere culinario in quel piccolo paradiso di mare del litorale nord laziale che è Marina di San Nicola, ad un passo da Ladispoli.

Lì, a Piazzale Diana, lo troverete ai fornelli del chiosco-bar-ristorantino del simpaticissimo Franco Bellanti - coadiuvato nei fine settimana dal figlio Alessandro, agile e veloce al banco caffé - impareggiabile nell'accogliervi come si conviene con gli amici. 

Da non perdere le linguine al nero di seppia, o gli spaghetti con bottarga, vongole e funghi porcini.

E adesso veniamo alla nostra prelibatezza.

Bombolotti alle patate per 4 persone:

300 gr patate
150 gr pomodoro
500 ml panna
cipolla
rosmarino

Rosolate la cipolla e aggiungete le patate tagliate cubetti. A meta cottura, aggiungete il pomodoro, il rosmarino, sale e pepe q.b., quindi continuate la cottura per 5 minuti, poi aggiungete la panna e cuocete ancora per 10 minuti.

Condite i bombolotti e completate con parmigiano.

marina di san nicola









Marina di San Nicola: La Posta Vecchia e il Castello

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Musica in festa" a Caprarola

Nelle Sale e nei Giardini del Palazzo Farnese

redazione giovedì 6 giugno 2013
Musica in Festa 2013 LocandinaCAPRAROLA - Torna sabato 22 giugno e domenica 23 giugno 2013, l'ormai tradizionale rassegna "La Musica in Festa nelle Sale e nei Giardini del Palazzo Farnese di Caprarola". Quattro concerti in due giorni nella prestigiosa cornice del capolavoro del Vignola, vanto di tutto il Viterbese. Tutto ad ingresso gratuito.

In sostanza "una stagione musicale", nata nello spirito della Festa Europea della Musica, che vede l'adesione del Ministero dei Beni e Attività Culturali giunta alla sua sesta edizione che propone ad un pubblico attento un repertorio non comune che si nutre della passione, della esperienza e della professionalità di musicisti affermati.

Anno dopo anno, inoltre, Musica in Festa, non manca di contestualizzarsi, come è avvenuto nel 2011 in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, avendo cura anche di celebrare di volta in volta i grandi anniversari come quello che nel 2013 vede in tutta Italia manifestazioni per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.

Organizzata dall'Associazione Culturale Ottavia, per la direzione artistica di Michela Caruso, Musica in Festa si svolge in collaborazione con il Comune di Caprarola – Assessorato alla Cultura, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Lazio, con il patrocinio della Provincia di Viterbo, con il contributo della Fondazione Carivit – Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo e di Studio 12 – Associazione culturale diretta da Isabella Peroni.

L'architettura unica dello splendido Palazzo Farnese costituisce inoltre il valore aggiunto della manifestazione. Le splendide sale affrescate dove vissero i Farnese portano lo spettatore in un'atmosfera di pieno Rinascimento che solo una dimora di questo prestigio può restituire. L'edizione 2013 di Musica in Festa permette poi di andare alla scoperta degli splendidi giardini sul retro della Palazzina del Piacere che saranno eccezionalmente aperti anche in notturna, altra grande opportunità offerta al pubblico grazie all'impegno degli organizzatori. Per raggiungere i giardini ci sarà inoltre un servizio di bus navetta, a cura del Comune, che partirà dal piazzale di Palazzo Farnese alle 20.45 per fare poi ritorno al termine del concerto.

Caprarola e il suo palazzo, con Musica in Festa, diviene per un intero fine settimana una sorta di cittadella della musica. Si inizia sabato 22 giugno alle 21.15 con le sonorità barocche dell'Ensemble diretto da Rosario Cicero. Domenica 23 giugno alle 12 con il concerto del Pizzico Ensemble il pubblico ascolterà il suono di strumenti antichi come mandola e clavicembalo. Alle 16 poi tutto Verdi con il concerto in omaggio al maestro di Busseto e l'esecuzione di brani tratti dai suoi maggiori capolavori musicali come Aida e Trovatore. Quindi a seguire, alle 17,30, chiude la rassegna, il Trio Miesavì con un repertorio di riscoperta musicale che va dalle villanelle alla napoletana, alle tammurriate e ai balli di autori dei secoli XVI e XVII.

Una due giorni intensa di musica di qualità inserita in un contesto unico al mondo, in un territorio che a buon diritto può definirsi inoltre la culla della nocciola. Quest'anno infatti "Musica in Festa" si apre anche al territorio proponendo inoltre per venerdì 14 giugno una iniziativa di presentazione riservata alla stampa. Oltre alla visita guidata di Palazzo Farnese, nel corso del press tour, sarà possibile visitare il laboratorio artigianale dell'Azienda agricola e agrituristica di Caprarola "La Gentile", dei fratelli "d'arte" Paolo e Nello Lupino.

PROGRAMMA

Sabato 22 Giugno 2013 ore 21:15
Giardini - Apertura straordinaria
Ensemble di Chitarre barocche di Rosario Cicero
Ritmi di Danza e Voci dalle Strade alle Corti del XVII secolo
Musiche di S. De Murcia,¬ G. Sanz, A. Kircher,¬ G.P. Foscarini
Bus navetta per i giardini a cura del Comune di Caprarola sabato sera ore 20:45 con partenza dal piazzale di Palazzo Farnese.

Domenica 23 Giugno 2013 ore 12
Sala di Giove
Concerto del Pizzico Ensemble
Lucia Franzina (Soprano), Luca Mereu (Mandola - Mandolino), Elisabetta Fardelli (Clavicembalo)
Musiche di A. Scarlatti, W.A. Mozart

Domenica 23 Giugno 2013 ore 16:00
Sala del Mappamondo
Concerto in omaggio a Giuseppe Verdi nel bicentenario della nascita
Maestro Antonio Pergolizzi (Pianoforte), Susanne Bungaard, (Soprano), Alessandro Fantini (Tenore),
Alessandra Franceschi, (Mezzo Soprano), Howard Ray, (Basso)
Brani tratti da Traviata, ¬ Don Carlos, Aida, Falstaff, Trovatore, Simon Boccanegra

Domenica 23 Giugno 2013 - ore 17:30
Sala di Giove
Concerto del Trio Miesavi'
Nora Tigges (Voce), Gian Michele Montanaro (Percussioni - Voce), Felice Zaccheo (Chitarra Classica - Mandola - Voce)
"Vurria Addeventare..." - Villanelle alla Napoletana, Tammurriate, Temi tradizionali da ballo di Autori Anonimi dei secoli XVI e XVII.
Ingresso libero per tutti i concerti fino ad esaurimento posti

www.assculturaleottavia.eu - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Share on Facebook
Categoria: eventi

Appuntamento con Laghidivini

Festival dei vini prodotti sulle sponde dei laghi

redazione lunedì 3 giugno 2013
laghidiviniBRACCIANO - Grande attesa per la VI Edizione di LAGHIDIVINI® il festival dei vini prodotti sulle sponde dei laghi italiani. Per gli amanti del gusto – tante, oltre al buon vino, le cose da scoprire - l'appuntamento è nel Chiostro degli Agostiniani da venerdì 14 a domenica 16 giugno 2013 - dalle ore 18.00 alle 24.00.

I visitatori troveranno ad attenderli banchi d'assaggio per degustare vini provenienti da oltre trenta laghi italiani - un centinaio le etichette a disposizione - ma anche letture di poesie in tema enoico ed una rassegna "Cinema e Vino" organizzata da Cinemaitaliano.info.

Saranno presenti prodotti enogastronomici di piccoli produttori locali ed artigiani ed il pubblico avrà la possibilità di acquistare direttamente alcuni vini dagli stessi produttori e prendere parte gratuitamente a laboratori e seminari dalla panificazione – curato da Slow Food Bracciano - alle paste casalinghe e persino sul sapone casalingo a partire dall'olio utilizzato in frittura.

Spazio anche a laboratori sui gelati al vino e sui vini dell'antichità. Sarà anche possibili acquistare direttamente prodotti gastronomici e artigianali e visitare gratuitamente l'adiacente Museo Civico. Per gli appassionati di birra non mancherà un'isola dedicata a quelle artigianali, ovviamente si tratta di produzioni nei dintorni dei laghi, da quello di Como a quello di Bracciano.

Alcuni appuntamenti riguarderanno la musica, ovviamente in tema, e tra le tante attività previste anche un'area relax per uno spuntino o per fare quattro chiacchiere sul vino. Un programma intenso e variegato frutto di una preziosa sinergia tra istituzioni, enti, associazioni e aziende. Ad animare il weekend saranno, oltre alle consuete degustazioni dei vini prodotti sulle sponde dei laghi italiani, alcuni seminari a tema storico dai vini dell'antica Roma a quello ippocratico di donna Isabella duchessa di Bracciano.

Numerose le testimonianze di produttori vitivinicoli che interverranno con brevi focus e per la prima volta saranno possibili degustazioni guidate in lingua inglese. Sentori di spezie e erbe aromatiche solleticheranno i vostri sensi che potrete mettere alla prova con un apposito percorso sensoriale. Per placare l'appetito oltre ad appositi menu presso i ristoranti del centro storico vi attendono i prodotti del Forno Stefanelli di Trevignano, sponsor tecnico della manifestazione, e la tradizionale "pizza a fiamma" di Vejano.

Partecipazione

L'ingresso al festival è gratuito, per le degustazioni è richiesto un contributo a fronte del quale verrà consegnato un bicchiere, una taschina porta bicchiere ed appetizer. L'eventuale ricavato verrà devoluto all'Associazione di Volontariato Vincenziano di Bracciano per l'acquisto di generi alimentari.

Banchi di assaggio dei vini da venerdì 14 a domenica 16 giugno, dalle 18.00 alle 24.00 nel Chiostro degli Agostiniani allietati da letture di poesie in tema enoico, laboratori sui vini dell'antichità, sulle spezie e sui gelati al vino, concerti e performance.

La VI Edizione del festival è frutto di numerose collaborazioni tra enti, fondazioni ed associazioni:

Comune di Bracciano
Museo Civico di Bracciano
Cinemaitaliano.info
Slow Food Bracciano
Rione Monti Bracciano
Epulae
Istituto Statale di Istruzione Superiore / Alberghiero di Ladispoli

laghidivini 2foto laghidivini

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -