Lunedì, 17 Dicembre 2018
RSS Feed

eventi

Categoria: eventi

Trevignano FilmFest 2018

La prestigiosa rassegna dal 20 a 24 settembre

redazione mercoledì 19 settembre 2018
trevignano film fest 2018TREVIGNANO - (Testo da www.trevignanofilmfest.it) Dall'astronauta famoso, Umberto Guidoni, il primo europeo a salire a bordo della stazione spaziale internazionale, a Francesca Re David, segretario generale dei metalmeccanici Cgil. Dalla regista norvegese Iram Haq, con il suo bellissimo "Cosa dirà la gente", alla nostra Susanna Nicchiarelli, con il già premiato "Nico 1988", e a Mujah Maraini-Melehi, che ha raccontato in un documentario la storia dell'internamento di suo nonno, Fosco Maraini, con moglie e figlie, in un campo di concentramento giapponese nel 1943. Sarà affollata di ospiti di prestigio la settima edizione del Trevignano-FilmFest, che proporrà al pubblico, dal 20 al 24 settembre, con il prestigioso patrocinio della Camera dei Deputati, dodici film attorno al tema "Strada facendo, il cinema racconta il viaggio".

Un'edizione, come abbiamo già ricordato, che è dedicata a Stefano Trincia, l'indimenticabile amico, nonché insostituibile pilastro, del team di giornalisti che organizza la rassegna. Ci saranno anche molti attori: da Anna Ferzetti e Luigi Diberti, protagonisti di "Cercando Camille", che la sera di giovedì 20 farà da anteprima al FilmFest, alla norvegese di origine afgana Maria Mozhdah, protagonista di "Cosa dirà la gente", ai giovanissimi Luca Esposito e Chiara Stella Riccio, che dialogheranno con gli studenti delle scuole medie di Trevignano dopo la proiezione del loro "Tito e gli Alieni", la mattina del lunedì, da sempre dedicata ai ragazzi.

Ma ci saranno anche altri protagonisti. Andrea Garibaldi parlerà delle sue corrispondenze dalla Bosnia, quando era al Messaggero, nella serata di "Cercando Camille", che racconta appunto la storia di un giornalista inviato di guerra e colpito da Alzheimer, che sua figlia riaccompagna in Bosnia nel tentativo inutile di fargli recuperare la memoria perduta. Francesca Re David parlerà di delocalizzazione, commentando una primizia per l'Italia, il film francese "Crash test Aglaé", la cui protagonista non accetta il licenziamento e preferisce seguire in India a paga ultraridotta l'azienda che lì ha spostato la produzione. Il critico musicale Dario Salvatori parlerà della cantante Nico, e di una sua tournée in Europa, così magistralmente raccontata dal film di Susanna Nicchiarelli.

Junko Terao, giornalista de L'Internazionale specializzata in Estremo Oriente, commenterà il drammatico film "Il prigioniero coreano" di Kim Ki-duk. Guidoni avrà campo libero: per lui è stata scelta la proiezione di un film classico, come Gravity, che sarà quanto mai interessante vedere per la prima volta o rivisitare, visto che il suo regista, Alfonso Cuaron, ha appena vinto con "Roma" il Leone d'oro a Venezia.

Tiziana Dal Pra, animatrice assieme ad altre donne di "Trama di terre", ci dirà come aiuta le ragazze pakistane che in Italia hanno problemi con la famiglia di origine, sabato 22, nella serata dedicata a "Cosa dirà la gente", il film su una ragazza norvegese di origini pakistane, che il padre rispedisce per punizione in Pakistan, quando la scopre assieme a un ragazzo. Il bellissimo documentario "Visages Villages", con la regista ormai novantenne Agnés Varda che si reca nelle parti più sperdute della Francia, assieme al fotografo JR, a incollare sulle pareti esterne delle case gigantografie dei cittadini rimasti, sarà commentato da un antropologo dell'Università "la Sapienza", il professor Roberto De Angelis, assieme a uno street-artist.

Come nelle altre edizioni, avrà un posto nel FilmFest anche la musica. Due concerti verranno offerti agli spettatori, nella piazzetta davanti al cinema Palma che ospita la rassegna: il venerdì pomeriggio si esibiranno "The Fireplaces", e sarà offerto un rinfresco agli spettatori, tra un film e l'altro. Domenica pomeriggio sarà invece la volta della jazz-band "The Scoop". Nel parcheggio accanto al cimitero gli spettatori troveranno una navetta gratuita per andare e venire dal cinema, come in passato. E con 10 euro, quanto costerà anche nel 2018 la FilmFest Card, potranno assistere a tutti i dodici film. Con l'accortezza di affrettarsi a entrare, perché l'ingresso sarà possibile solo fino a quando la sala del Palma non sarà piena. Un grazie agli sponsor, Bnl, Eni, Regione Lazio, Promo Trevignano, Bcc e altri ancora.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Cerveteri, parte la mostra sui Capolavori ritrovati

Sala Ruspoli, Venerdì 21 settembre alle 15

redazione lunedì 17 settembre 2018
BANDITACCIACERVETERI - Il recupero dei beni trafugati è tanto più importante quando aggiunge un tassello alla ricostruzione della nostra Storia. In questo senso la mostra "Dall'Egeo al Tirreno. Capolavori ritrovati di contesti perduti" che si terrà a Cerveteri, nella Sala Ruspoli il 21 settembre alle ore 15.00 con la conferenza stampa e la successiva inaugurazione, assume rilevanza in quanto presenta al pubblico un significativo gruppo di opere recuperate dai Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale e recentemente restituite alla collettività.

Lo scavo clandestino e i traffici illeciti spezzano irrimediabilmente la trama che lega gli oggetti alle società del passato e alle comunità del presente. Solo nei casi più fortunati è possibile riannodare alcuni di quei fili. In quest'ottica ogni reperto conserva la propria voce e contribuisce alla narrazione storica solo se inserito nel proprio contesto di appartenenza. In rari casi, alcuni dei materiali rubati, dopo il recupero, possono ancora raccontare almeno una minima parte della loro storia e aiutarci a immaginare il mondo dal quale provengono.

È questo il caso dei vasi recentemente riacquisiti al patrimonio italiano ed esposti nella mostra, che appartengono a due importanti classi di materiali databili tra il VII ed il V sec. a.C. originarie dell'Egeo, ma destinate ad alimentare il lusso delle élite tirreniche e ad esibirne la ricchezza e il potere.

"Dopo il grande successo della mostra "Il patrimonio ritrovato a Cerveteri: le storie del recupero" – commenta l'Assessore allo Sviluppo Sostenibile del Territorio Lorenzo Croci – una nuova importante iniziativa attraverso la quale esporremo altri reperti recuperati grazie all'incessante attività dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale e che possiamo restituire alla collettività. Anche in questa mostra, ripercorreremo in tutte le fasi, il lungo viaggio compiuto da straordinari reperti archeologici trafugati dall'Italia e finalmente rientrati, dopo diverse vicissitudini, nel territorio, di cui sono l'espressione culturale identitaria".

"È per noi un grande onore poter ospitare nuovamente un'iniziativa di così grande pregio artistico e culturale – dichiara il Sindaco Alessio Pascucci – una mostra che assume un valore ancora più grande soprattutto se consideriamo che si trova davvero a due passi da un altro luogo importantissimo per la nostra città, dove sono custoditi i due capolavori per eccellenza dell'arte e della cultura etrusca: la Kylix e il Cratere di Eufronio, anch'essi lontani per tanti anni dall'Italia a seguito di scavi clandestini e poi recuperati ed esposti prima a Roma, e oggi in maniera permanente nella loro casa originale, in quella di Cerveteri, all'interno del Museo Nazionale Caerite".

"Ci teniamo a ringraziare nuovamente il Generale Fabrizio Parrulli, Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, l'Arch. Margherita Eichberg, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria meridionale, la Dott.ssa Caterina Bon, Direttrice Generale ABAP, la Dott.ssa Maria Vittoria Marini Clarelli, Dirigente del Servizio Circolazione ABAP senza il cui impegno quotidiano sarebbe stato impossibile organizzare un evento come questo. Un ringraziamento particolare va anche alla Dott.ssa Alfonsina Russo, già Soprintendente dell'Etruria meridionale, oggi Direttrice del Parco Archeologico Del Colosseo, che ha avviato la collaborazione con i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio per l'esposizione della prima mostra sul Patrimonio Ritrovato".

"Sarà un grande fine settimana dedicato al patrimonio storico e archeologico di Cerveteri – conclude l'Assessore Croci – abbiamo infatti programmato, in occasione delle giornate europee del patrimonio delle visite guidate ad aree archeologiche normalmente non accessibili come la Tomba Regolini Galassi (Necropoli del Sorbo). Sarà inoltre possibile visitare il centro storico di Cerveteri con le aperture serali delle chiese di S. Maria Maggiore e S. Antonio Abate che saranno animate da attori che interpreteranno personaggi celebri della storia medievale. Sabato sera inoltre ci sarà l'apertura straordinaria del Museo Nazionale Cerite e delle due mostre sul Patrimonio Ritrovato".

Per informazioni e prenotazioni: 06.99552876; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Share on Facebook
Categoria: eventi

Anguillara, 9° MOTORADUNO NAZIONALE "SCOORDINATI"

Il 16 settembre in Piazza del Molo

redazione mercoledì 12 settembre 2018
motoraduno scoordinatiANGUILLARA - L'amministrazione di Anguillara Sabazia, comunica che il 16 settembre 2018 ospiterà ancora una volta il "motoraduno nazionale scoordinati" giunto alla nona edizione.

Questo evento si rivolge al grande popolo degli appassionati delle due ruote che da sempre sono impazienti di partecipare. Aperto a tutti i tipi di moto in Piazza del Molo per trascorrere roboanti ore festose.

programma
Ore 9,00 apertura iscrizioni

Ore 11,30 partenza motogiro

Ore 12,00 sosta aperitivo

Ore 13,30 pranzo

Ore 15,30 premiazione dei gruppi partecipanti

Ore 16,00 intrattenimenti vari

Share on Facebook
Categoria: eventi

Manziana, festa della Madonna delle Grazie

262^ edizione, Sabato 8 e domenica 9 settembre

redazione sabato 8 settembre 2018
festa-delle-grazie-manzianaMANZIANA - Domenica 9 settembre, promossa dall'Associazione Culturale "Le Grazie" e con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Manziana, si terrà la tradizionale festa campestre di Manziana: arrivata alla sua 262esima edizione, la festa è una delle più antiche presenti sul territorio.

Lo comunica l'amministrazione comunale di Manziana.


L'evento domenicale inizierà con il tradizionale pranzo al sacco e proseguirà con giochi e momenti musicali, elementi che nel corso degli anni sono stati immancabili.

Quest'anno, inoltre, particolare attenzione verrà riservata all'ambiente: l'intento è infatti quello di ridurre al minimo l'utilizzo della plastica. L'iniziativa, infatti, è stata inserita all'interno di quelle aderenti alla campagna regionale Lazio Plastic Free.

Oggi, sabato 8 settembre, si terrà invece la tradizionale messa presso la Chiesetta delle Grazie che ricorda l'intercessione della Vergine a protezione del paese in occasione della peste del 1756.

Share on Facebook
Categoria: eventi

'Le Radici del Presente'

A Manziana mostra fotografica sugli anni '70-'80

redazione mercoledì 5 settembre 2018
le radici del presenteMANZIANA - Il Comune di Manziana, sabato 8 settembre, alle ore 18, presso la sala con gli archi di Piazza Firenze (davanti la sede della biblioteca comunale) presenta la mostra fotografica "Le radici del presente".

Allestita con gli scatti di Giuseppe Picciurro, Sindaco di Manziana dal 1990 al 1995, la mostra racconta gli anni '70 e '80 così come vennero vissuti a Manziana. Le immagini saranno visionabili tutti i giorni dalle ore 17 alle ore 21, fino al 15 settembre.

Lo rende noto il Comune di Manziana.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -