Sabato, 11 Luglio 2020
RSS Feed

eventi

Categoria: eventi

Notte bianca dei musei

Sabato 17 per la Giornata Internazionale

redazione mercoledì 30 aprile 2014
giornatainternazionaledeimusei2014BRACCIANO - Il Museo Civico di Bracciano partecipa, anche quest'anno, insieme ad oltre 35.000 musei del mondo, alla Giornata Internazionale dei Musei e alla Notte Bianca dei Musei.
L'iniziativa istituita nel 1977 dall'International Council of Museum (ICOM), la più importante organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali che fa capo all'Unesco, si celebra ogni anno per sensibilizzare l'opinione pubblica sul ruolo dei musei nello sviluppo della società. La giornata rappresenta un momento speciale per la comunità museale mondiale in quanto i musei partecipanti interpretano lo stesso tema, che quest'anno è "Creare connessioni con le collezioni".

GLI APPUNTAMENTI

Sabato 10 maggio ore 18:45: Il museo accessibile
Il Museo Civico inaugura una postazione interattiva multisensoriale dedicata alla scultura di Venere e Adone che intende offrire un diverso approccio all'opera d'arte, superando il senso della vista. Nel corso dell'inaugurazione il TeatrodiTalia proporrà un reading sul mito di Venere e Adone; recitano Nadia Acampora, Oltjon Bilaj e Federico Bitti.

Sabato 17 maggio: Notte bianca del musei
Ore 22:00 e 23:00 visita a tema al Museo Civico: Il museo e l'amore. Insieme alle opere d'arte saranno raccontate le storie di alcuni personaggi, reali o mitologici, ad esse legati: Paolo Giordano e Isabella de' Medici, Venere e Adone.
Dalle ore 22:00 alle 23:30 ogni mezz'ora: visite guidate all'Archivio Storico Comunale (ingresso da piazza Mazzini n° 5 e dal museo).

Domenica 18 maggio: Giornata internazionale dei Musei ICOM
Ore 10:30-12:30: Le opere raccontano
Laboratorio didattico per famiglie. Le opere del museo descritte con l'antico teatro giapponese del kamishibai (aula didattica Museo Civico, ingresso dal museo).

Ore 16:30-18:30: Creare connessioni con le collezioni: le opere e i luoghi
Alla scoperta di alcuni luoghi legati alle collezioni del museo e alla Comunità. Visita guidata alla chiesa del Riposo, al Museo dell'opera del Duomo, alla chiesa di san Sebastiano (partenza dal museo).

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.
Dalle 22:00 del 17 maggio e il 18 maggio l'ingresso al museo è gratuito.

Info: Museo Civico, via Umberto I n°5, Bracciano (Roma) – Tel/fax: 06 99805106
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web: http://www.culturalazio.it/musei/bracciano
fb: Museo Civico di Bracciano

Share on Facebook
Categoria: eventi

Lucrezio e il "mal d'amore"

Terza scorribanda filosofica, con il prof. Dipalo

redazione martedì 29 aprile 2014
lucrezioBRACCIANO - L'Associazione Culturale e Teatrale SUAVITER Costruiamo Futuro, con il Patrocinio del Comune di Bracciano, presenta Lucrezio e il suo capolavoro "Terapia del mal d'amore in Lucrezio". L'appuntamento è per Sabato 3 Maggio alle 17:30, presso la sala conferenze dell'Archivio Storico di Bracciano, in piazza Mazzini 5. Si tratta del terzo incontro delle "scorribande filosofiche" ideate e condotte dal Prof. Francesco Dipalo, consulente filosofico e docente presso il Liceo "Ignazio Vian" di Bracciano.

Il capolavoro di Lucrezio è il poema epico-didascalico, intitolato De rerum natura (La natura), in cui viene esposta la filosofia epicurea, che proponeva il piacere quale sommo bene fisico e spirituale. Qui il poeta Lucrezio enuncia il principio fondamentale delle teorie atomiche: " mai nessuna cosa nasce dal nulla per virtù divina" e nulla si riduce al nulla, solo si trasforma. La vita è composta da un insieme di corpi primi, gli atomi, corporei, indivisibili e indistruttibili; quando si muore essi si disgregano e si muovono nel vuoto di un universo infinito.

Materia e vuoto costituiscono dunque la natura. Gli atomi si muovono dall'alto al basso e, grazie al clinamen, cioè all'inclinazione rispetto alla verticale, rimbalzano, si incontrano e si aggregano: la diversità delle loro forme e la molteplicità delle combinazioni generano la varietà delle cose. Così, anima e corpo non sono altro che "materiali", perché composti da atomi, sia pure sottilissimi e velocissimi. L'anima e il corpo sono uniti e non possono esistere separatamente: insieme nascono, crescono e muoiono. Quando muore il corpo muore anche l'anima: è quindi assurdo aver paura della morte e l'oltretomba è una grande fantasia. Anche le sensazioni sono provocate da gruppi di atomi sottilissimi (simulacra) che si staccano dai diversi oggetti ed entrano nel corpo, dando origine alla vista, al tatto, all'udito, all'odorato, al gusto. Le diversità che si riscontrano nei sensi sono dovute alle varie forme dei simulacra e alla differenza dei corpi riceventi.

Simulacra sottilissimi, vaganti per l'aria, sono all'origine non solo delle idee stesse, ma anche dei sogni, delle illusioni e delle cose inesistenti. Dopo aver spiegato che anche il bisogno di mangiare e di bere e la passione amorosa dipendono dagli atomi, il libro termina con la condanna dell'amore fisico. Ma inaspettatamente, sul finire della sua opera, quando il poeta sembra volere negare definitivamente il conforto che l' uomo che arde d'amore può trarre dalla passione, emerge un amore visto in chiave più serena e meno ingannatrice: "... e non sempre sospira di finto amore una donna che abbracciata unisce il suo corpo al corpo dell' uomo. .... spesso lo fa di cuore e cercando il comune piacere, lo invita a percorrere fino all' estremo il cammino d' amore ".

Ancora un'affascinante incursione nel mondo della filosofia, dedicata a tutti. Ancora una volta non servirà un titolo di studio o particolari conoscenze, ma semplicemente il piacere di lasciarsi affascinare dalla poesia e dalla filosofia contenute anche nelle nostre esperienze di vita.

Share on Facebook
Categoria: eventi

"Mimesis Derive ed Emozioni"

Mostra al Chiostro Agostiniani dal 25 al 27/4

redazione giovedì 24 aprile 2014
chiostro agostinianiBRACCIANO - In programma a Bracciano dal 25 al 27 aprile nella cornice del Chiostro degli Agostiniani, per iniziativa dell'Associazioni Aura e Art&Ground la mostra "Mimesis Derive ed Emozioni". Si tratta di un evento di tre giorni tra arte e letteratura che si avvale del patrocinio del Comune di Bracciano-Assessorato alle Politiche Culturali.

"Questa amministrazione – sottolinea la delibera di assegnazione del patrocinio - intende sostenere e valorizzare l'arte e la cultura in ogni sua forma, favorendo anche eventi artistico-culturali che coinvolgono le associazioni locali e gli artisti emergenti italiani".

Collaborano alla manifestazione anche prestigiose associazioni del territorio tra le quali i Lions Club Bracciano-Anguillara-Monti Sabatini e del Cantiere dell'Arte di Manziana.

Il 25 aprile alle 17 l'apertura dell'esposizione. Esporranno: Eleonora Arce, Martina Di Carlo, Angelo Mattia Schinoppi, Tommaso Mari, Fanny Peruggi, Francesca Ferrari, Johamy Narvaez, Giorgio Lombardo, Ivano Petrucci, Cristiano Guitarrini, Matri, Patrizia Ottaviani, Marco Di Mascio, Patrizia Simonetti, Monica Gole, Laura Mazzuoli, Laura Grispigni, Lorenzo Zanetti Polzi, Luigi Rabbai, Julian Clavijo, Maria Peña.

Il 26 aprile è in programma la presentazione a cura dell'autore Stefano Carinci dell'e book "L'incontro con il diavolo", raccolta di racconti brevi. La mostra resterà aperta fino a domenica 27 aprile.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Rassegna di Primavera 2014

A Bracciano, teatro, musica e spettacolo

redazione giovedì 17 aprile 2014
Folklore 2011BRACCIANO - Prende il via sabato 19 aprile a Bracciano l'ormai tradizionale Rassegna di Primavera, la manifestazione di teatro, musica e spettacolo promossa dal Comune di Bracciano-Assessorato alle Politiche Culturali.

"Dare cultura di questi tempi – sottolinea il vicesindaco Gianpiero Nardelli – non è facile. Un grazie va senza retorica al mondo dell'associazionismo locale che con dedizione e passione riesce a fare proposte di qualità. Anche quest'anno – aggiunge il vicesindaco – il programma e vario. L'obiettivo è quello di coinvolgere nei sei appuntamenti che si tengono all'auditorium comunale con ingresso libero il maggior numero di cittadini".
Il 19 aprile alle 21 è la volta dello spettacolo teatrale "Città proib(b)ita" con Rita Pensa e Liliana dell'Aquila per la regia di Sarah Zuloeta a cura dell'associazione culturale Libere Interpretazione.

La Rassegna di Primavera 2014 prosegue il 26 aprile alle 21 con l'incontro musicale a cura del maestro Sergio Allegrini "La nascita del melodramma", a cura dell'associazione Simposium. Il 3 maggio alle 21 torna il teatro con "Il letto ovale", due atti di Ray Cooney e John Chapman per iniziativa dell'associazione culturale Suaviter. Il 10 maggio alle 21 Concerto pianistico di Romane Wheeler a cura di Terra Documentary Production. Il 24 maggio alle 21 direttamente da Zelig è la volta dello "spettacolissimo" Il Meccanico con Sergio Viglianese. Il 25 maggio alle 21 Laboratorio Jazz a cura della Scuola Civica di Musica-Associazione Piccola Orchestra Contemporanea. La Rassegna termina il 31 maggio alle 21 con l'iniziativa, a cura dell'Associazione culturale Nuvole d'autore, "Cunnati dar Tevere", letture da Belli, Pascarella, Trilussa con l'accompagnamento musicale di brani di Rossi, Baglioni, Manfredi e tratti da "Rugantino" e "I sette Re di Roma".

Share on Facebook
Categoria: eventi

La Petite Messe Solennelle

Debutto dell'Accademia Pergolesi il 20 aprile

redazione martedì 15 aprile 2014
Santa Maria del riposoBRACCIANO - Il 20 aprile alle 18 nella splendida chiesa di S. Maria del Riposo di Bracciano in via del lago, debutta l'Accademia Pergolesi, formazione da camera nata grazie al sostegno dei comuni di Bracciano e Trevignano Romano. L'Accademia Pergolesi eseguirà la Petite Messe Solennelle (Piccola Messa Solenne) di Gioachino Rossini, in occasione del 150° anniversario della prima esecuzione (Ingresso con contributo volontario).

Si tratta di una delle più grandi messe di tutti i tempi, "piccola" solo per quanto concerne l'organico, composto da 12 cantanti, due pianoforti ed harmonium (un piccolo organo ottocentesco). L'eterogeneità dei brani che compongono la messa, tipica dei lavori sacri di metà '800, vengono portati all'estremo: brani a cappella di ispirazione polifonica rinascimentale, arie operistiche, complessità armoniche premonitrici del futuro musicale si uniscono in una composizione di grandissima potenza emotiva inventiva armonica ed espressività melodica.

Pagine corali, arie solistiche, duetti e terzetti si susseguono supportati dagli strumenti a tastiera. Proprio il primo pianoforte è uno dei solisti, se non "il" solista della messa, che accompagna e si fa accompagnare dal canto, fino ad interpretare il brano solistico più lungo della composizione, il "Preludio Religioso", che sintetizza il rispetto del passato attraverso la forma, il minimalismo strumentale e la libertà armonica di cui si è parlato in precedenza.

Un banco di prova impegnativo per l'Accademia Pergolesi che alla prima uscita interpreta uno dei brani più difficili sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista interpretativo. Gli elementi dell'ensemble, 15 compresi i solisti, sono stati selezionati tramite audizioni alle quali hanno partecipato circa cinquanta cantanti professionisti provenienti da tutta Europa, e saranno diretti dal giovane direttore Gabriele Mauro che, insieme al suo maestro Marcello Bufalini, ha curato le selezioni. Solisti : soprano Caterina Rufo, contralto Irene Molinari, tenore Michael Alfonsi, basso Gianfilippo Bernardini. Primo pianoforte Enrico Angelozzi, harmonium Emanuele Leomporri, direttore e pianista Gabriele Mauro.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -