Mercoledì, 22 Maggio 2019
RSS Feed

cultura

Categoria: cultura

Cerveteri, corso per ragazzi "dai Vulcani alle Conchiglie"

Nuovo appuntamento dedicato alle scuole

redazione lunedì 29 aprile 2019
Locandina Vulcani e ConchiglieCERVETERI - Dopo la paleobiologia dei Dinosauri, la storia dell'Uomo in tutto il suo percorso evolutivo ed il mondo dei rettili, il percorso divulgativo e scientifico che la delegata alle Politiche Scolastiche del Comune di Cerveteri Pamela Baiocchi conduce con i ragazzi e con le scuole del territorio prosegue con un nuovo appassionante ed originale appuntamento.

Lunedì 6 Maggio alle 10, la delegata Baiocchi è pronta ad accogliere i ragazzi delle scuole del territorio, che già hanno risposto in maniera estremamente positiva all'iniziativa, all'interno dell'Aula Consiliare del Granarone con l'evento "Dai Vulcani alle Conchiglie - Un viaggio tra i granelli di sabbia", una mattinata dedicata alle biodiversità e alle origini dell'ecosistema marino.

Ad affiancare la delegata Baiocchi, anche divulgatrice scientifica per l'Associazione Nautilus Discovery, Andrea Bonifazi, naturalista, ecologo marino, ricercatore e divulgatore scientifico.

"Cultura, scienza e bambini. Da gennaio stiamo continuando in maniera ininterrotta ad offrire appuntamenti formativi ai bambini di Cerveteri, tutte iniziative completamente gratuite sia per l'Ente che per le famiglie – ha dichiarato la delegata alle Politiche Scolastiche del Comune di Cerveteri Pamela Baiocchi – l'incontro di lunedì non solo farà a conoscere ai bambini la storia degli ecosistemi marini, ma si pone l'obiettivo di sensibilizzarli e di renderli ancor più responsabili su quanto sia fondamentale tutelare e rispettare il nostro mare. Sono orgogliosa che queste iniziative vengano apprezzate in questa maniera anche dalle scuole, che spero vogliano continuare con una frequenza sempre maggiore questa collaborazione, vera opportunità di crescita e formazione per i nostri piccoli studenti".

Interviene per presentare l'iniziativa anche Andrea Bonifazi, laureato in Scienze Naturali presso l'università "La Sapienza" di Roma, dottorato in ecologia marina e divulgatore scientifico, che nella mattinata di lunedì ci offrirà una visione panoramica che va dalla sabbia alle conchiglie, la loro storia, la loro origine.

"Tra esperimenti, illustrazioni e spiegazioni video faremo un viaggio tra le ere geologiche, un salto indietro nella storia. Dalla sabbia passeremo alle conchiglie, capiremo come sono fatte, da dove arrivano, come vivono e ne scopriremo le bellezze, nelle forme e nei colori, scoprendo anche l'ecosistema marino. Parleremo della sabbia del nostro litorale, anch'essa originatasi così come in un catastrofico Big Bang da eventi ed eruzioni vulcaniche. Una mattinata teorica e pratica, con nozioni e curiosità che sicuramente i bambini oltre ad apprezzare, potranno poi sicuramente verificare e notare con i loro stessi occhi quest'Estate al mare. Un bel momento divulgativo e scientifico che coinvolge le scuole di cui sono felice di poter prendervi parte".

Le iniziative proposte dalla delegata Baiocchi proseguono anche nelle prossime settimane. Mercoledì 15 maggio, sempre di mattina, nuova invasione di bambini al Granarone con un nuovo appuntamento dedicato al mondo dei serpenti, con il corso "Rettile Amico".

Le iniziative dedicate ai bambini ritornano poi in estate, con l'edizione "summer" del Corso Dinosauria, in partenza a Giugno.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Melange à trois"

Viaggio nella Poesia della Musica-da Bach al fado

redazione lunedì 22 aprile 2019
concerto 25 aprileCERVETERI - Giovedi 25 Aprile 2019 alle 18, nella Sala Ruspoli a Cerveteri (Piazza Santa Maria), concerto gratuito sino ad esaurimento posti:
Melange à trois, Viaggio nella Poesia della Musica - da Bach al fado.

Il Maestro Fabio Cavaggion al violoncello, Livia Bigi (canto) e Fabio de Vincenti (chitarra classica).

Perché un concerto di violoncello il 25 Aprile? era l'11 Novembre 1989 e le televisioni di tutto il mondo trasmettevano qualcosa che sino ad allora sarebbe parso impensabile: era caduto il Muro di Berlino. Il Maestro Rostropovic accorre da Parigi, prende il suo violoncello Stradivari e al Check Point Charlie inizia a suonare Bach. Fermo promotore degli ideali democratici, lui - esule azzèro - sostenne la concezione dell'arte senza frontiere. Dichiarò di aver suonato per rivolgere una preghiera di ringraziamento a Dio. In quel Novembre di esattamente 30 anni fa, cambiava per sempre la storia dell' Europa.

Cosi' come cambio' dopo il 25 aprile 1945. Ma senza la CULTURA, non si creano pace e condivisione. La cultura è l'unico possibile terreno dove spargere i semi di una convivenza civile. Abbiamo visto troppi esempi contrari, dal 1945 ad oggi, in ogni parte del mondo.

La cultura è il fondamento delle civiltà umane. Solo la cultura puo' unire, favorire scambi rispettosi dell'altro, portare vera ricchezza e crescita. Solo la cultura puo' essere inter-etnica, inter-religiosa, inter-personale. Solo la cultura puo' essere la base su cui costruire un'Europa dei popoli.

Per questo il 25 Aprile, come fece Rostropovic, regaliamo un concerto di Bach e di musica europea di ogni tempo. Ripartiamo da qui, dalla musica, che è la piu' alta espressione universale dell'anima umana, capace di esprimere la bellezza e di unire nel rispetto delle diversità.

Per infomazioni: Marina Sonzini 334.9310119 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Maestro Fabio Cavaggion, allievo di Giovanni Sollima, ha fatto parte dell'Orchestra Giovanile di Santa Cecilia, ha suonato con le orchestre del Teatro Cilea di Reggio Calabria, del Massimo di Palermo, a Napoli, a Malta. Ha preso parte a produzioni internazionali con grandissimi della musica come Salvatore Accardo e Katia Ricciarelli. Dal 1997 al 2009 è stato il violoncellista dell'Orchestra Europea del Portogallo e ha suonato con artisti del calibro di Gilberto Gil e i Madredeus.

Nel 2014 con l'attrice Valentina Cortese ha suonato al Teatro Argentina di Roma dinnanzi al Presidente Napolitano. Chiamato dall'Ambasciatrice di Francia Catherine Colonna, ha suonato Bach all'Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese. Ha preso parte al film sulla vita di J. S. Bach con Gerard Depardieu e Max von Sydow.

Suona un magnifico violoncello di 175 anni, fa il liutaio a Cipro e spesso regala la sua arte ai passanti incuriositi che passano vicino al Pantheon o a Piazza della Minerva.

Perché ad un certo punto della sua carriera ha deciso che la musica è libertà, bisogna farla insieme e deve arrivare alla gente, nelle strade, con gratuità. Perché la musica è patrimonio di tutti.

Nel concerto di Cerveteri suonerà un programma che parte da Bach (la celeberrima Suite No. 1 in G Major) per arrivare alle sonorità del fado, passando per Antonio Vivaldi e per musiche da lui stesso composte.

Tre atti per raccontare tre modi diversi di concepire la musica attraverso i secoli e gli stili. Sarà accompagnato da Fabio de Vincenti alla chitarra classica e dalla splendida e suadente voce di Livia Bigi che interpreterà brani tradizionali di fado.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Oltre la Sindone"

A Cerveteri il libro di Antonella Pagano

redazione mercoledì 17 aprile 2019
locandina PAGANO 18 aprile 2019CERVETERI - Uno straordinario appuntamento per aprire ufficialmente le celebrazioni della Pasqua, che a Cerveteri vantano una lunghissima tradizione.

Raccogliendo simbolicamente il testimone della compagnia del Teatro di Canale Monterano che nei giorni scorsi ha messo in scena la toccante Passione sul testo di Mario Luzi, testimone che venerdi' passeremo a nostra volta alla spettacolare rievocazione storica, che a Cerveteri si svolge da oltre mezzo secolo, giovedi' pomeriggio alle 18, in Sala Ruspoli, la poetessa Antonella Pagano ci regalerà una meravigliosa lettura scenica della sua Passione. Un testo di pura poesia, in cui le parole si fanno musica e la musica vibrazione che tocca i cuori.

Un testo che vibra del Cristo Uomo, di sua Madre ai piedi della croce, e che diventa preghiera. Una preghiera che grida l'amore di Cristo, cosi' immenso da essere scandaloso nella sua sofferenza umana, cosi' immenso da farsi perdono, cosi' immenso da avvolgere ogni uomo e donna del suo incanto. La Sindone, Sacro Lenzuolo che ha avvolto il corpo umano di Gesu', impresso dalla luce ultraterrena dell' Eterno si fa segno della luce che è in ciascuno di noi e ci chiama ad indossare la solennità del mistero.

Un testo emozionante, commovente, toccante fino nel profondo dell'anima.

LA LUCE SI FA CHIAVE. Il territorio sindonico come viaggio nel territorio dell'anima .

"Ad ali spiegate, espandiamo l'anima nell'Oltre" e finalmente, COMPRENDIAMO.

L'evento è patrocinato dal Comune di Cerveteri, che ringraziamo per il sostegno alla cultura dimostrato con sensibilità e attenzione.

Per informazioni: Marina Sonzini tel 334.9310119

Share on Facebook
Categoria: cultura

"La Ninfa Contesa"

A Cerveteri il nuovo libro di Salvatore Uroni

redazione giovedì 11 aprile 2019
locandina Ninfa contesaCERVETERI - La Biblioteca Comunale di Cerveteri è lieta di presentare, Venerdi 11 aprile 2019 alle 18 nella Sala Consiliare del Comune di Cerveteri (al Granarone) il libro di Salvatore Uroni "La Ninfa Contesa" (ed. Drakon).

"Soltanto guardando il mondo con gli occhi di bambino si può illuminare ciò che le apparenze oscurano". Si tratta del secondo di una trilogia di romanzi a cavallo tra il fantasy, lo storico ed il romanzo di iniziazione. La NINFA del titolo è la città di Ninfa, e a contendersela saranno idealmente le forze del bene e del male. Il protagonista del romanzo, Gioacchino, ha ora 14 anni e in questa straordinaria avventura affronta un susseguirsi incalzante di eventi in cui fatti storici e personaggi dipinti dalla fantasia dell'autore lo portano comprendere e a dare un senso al suo percorso di maturazione etica e spirituale.

Se nel primo romanzo Gioacchino aveva avuto modo di imparare che esistono mondi paralleli, realtà in altre dimensioni spazio-temporali e aveva capito che ognuno di noi ha un ruolo nella storia e una missione da compiere nella vita, in questo capitolo viene iniziato (dal femminile, la nonna, e dal maschile, Arsenius), incontra due guide spirituali (Cecilia, una sorta di Beatrice guida e Venanzio il frate gioachimita che svolgerà il ruolo di Virgilio) e durante un salto temporale nel Medioevo conosce la paura, l'orrore della guerra e infine, sconfitto il "drago" simbolico e diventato giovane uomo, conosce la potenza dell'amore.

Gioacchino è allo stesso tempo l'Uomo moderno, è una ragazzo dei nostri giorni, ma è anche il fanciullo che è in noi e la rappresentazione di quegli individui che nella società di oggi si interrogano e cercano risposte, o forse LA RISPOSTA.

La straordinaria avventura di Gioacchino nella Ninfa del 1380 è un cammino alla scoperta di se', delle proprie paure, della propria forza interiore e infine del senso ultimo della vita, che è scegliere di schierarsi dalla parte del bene e raggiungere l'unione con il Tutto nell'Amore.
E come ogni studioso di filosofia e di cose dello spirito, anche Gioacchino apprende le profezie di Gioacchino da Fiore, incontra la Fratellanza della Luce, gli alchimisti, le porte spazio-dimensionali e incontra (anzi re-incontra) il MALE, nelle sue incarnazioni storiche e metastoriche inevitabili in questa realtà duale.

Il libro è un ricchissimo catalogo di conoscenze, richiami, citazioni. E' anche una dettagliata ricerca storica sulla storia di Ninfa, Norma e Sermoneta. Ma soprattutto è un compendio delle ricerche filosofiche del suo autore, relativamente alla Porta Alchemica e ai simboli alchemici ed esoterici, all'Uomo Nuovo, alla Terza Età (quella dello Spirito), alla reincarnazione (la gattara di Piazza Vittorio...), , e molto altro ancora.

Perché "Non c'è un tempo passato, un presente e un futuro. Tutto, su piani diversi, è compresente nello stesso istante"

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Giochi di parole per bambini"

Alla biblioteca comunale di Cerveteri

redazione martedì 9 aprile 2019
PAROLE CANTERINECERVETERI - Proseguono gli appuntamenti con i "Giochi di Parole" organizzati in Biblioteca comunale con il Patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri e l'Associazione culturale Catapulta.

Mercoledì 10 aprile, alle 16.45, parole canterine per bambini e bambine e le loro famiglie, che leggeranno insieme "il Fachiro Biancatesta", di Teresa Porcella e Giulia Orecchia.

"Un appuntamento simpatico, carino, pensato su misura dei bambini – ha dichiarato l'Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri Federica Battafarano – ringrazio il personale della nostra Biblioteca comunale, sempre attenta nell'organizzazione di tante iniziative per i bambini. L'ingresso è gratuito ed è consigliata la prenotazione".

Per informazioni e prenotarsi chiamare il numero 069943285.

L'iniziativa è rivolta ai bambini da 1 a 3 anni.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -