Mercoledì, 19 Dicembre 2018
RSS Feed

cultura

Categoria: cultura

Aperitivo Culturale a Ladispoli

Ogni venerdì all’Hotel Villa Margherita

redazione venerdì 5 ottobre 2018
lettura di notteLADISPOLI - Riprendono, dopo la pausa estiva, i venerdì culturali presso l'Hotel Villa Margherita di Ladispoli. Alle ore 19,00 di ogni venerdì,' l'Associazione senza fini di lucro "La Luce dell'Anima – Cultura e spirito" propone l'incontro con un Autore/Autrice e la presentazione di un libro, con approfondimenti e scambio di opinioni con il pubblico.

L'ingresso è gratuito, le consumazioni (facoltative) sono escluse.

Ricchissimo il programma, che include romanzi, poesia, arte applicata, performance recitative, thriller, storia, attualità e psicologia.

Si comincia il 5 ottobre con il romanzo "Il mistero del Perugino" di Gian Romolo Palmieri. La sua scrittura estremamente piacevole incontra la storia dell'arte e si arricchisce di mistero sulle tracce di opere perdute, complotti e misteri esoterici. Tra Città della Pieve e Città del Vaticano, in cerca di una possibile spiegazione alla damnatio memoriae dello straordinario pittore Pietro Vannucci, maestro di Raffaello.

Il 12 ottobre leggeremo le poesie di e con Tito Livio Mongelli. Personalità eclettica e versi taglienti, ironici e profondamente veri. Un libro "bifronte" per raccontare le sfaccettature dell'amore, sognato, vissuto, raggiunto o perduto.

Grande evento il 19 ottobre: dopo tre mesi di Mostra alla Casina delle Civette di Villa Torlonia, avremo lo straordinario onore di avere con noi il Maestro Vittorio Fava e i suoi Libri d'Artista. Una ricerca lunga una vita la sua, dove i libri incorporano centinaia di oggetti e combinano parole, idea e materia. Arriverà a Ladispoli il suo Libro dell'Alchimia e molti altri libri scultura, di cui ci racconterà composizione e contenuti.

Il 26 ottobre la scrittrice Maria Rizzi ci presenterà "Il sentiero del mare". Nuovo capitolo dei casi dell'Ispettore Segni, con due nuovi protagonisti: il Commissario Severi ed il medico legale Luisa Martelli. Thriller ad alta tensione in un caso complicato e fascinoso.

Il 9 novembre la scrittrice Eleonora Mazzoni (di cui abbiamo presentato Le Difettose nel primo ciclo di appuntamenti) sarà con noi per intervistare Daniele Mencarelli. La sua "La casa degli sguardi" racconta la storia di un giovane poeta la cui vita era vuota e apparentemente prima di scopo, sino al suo incontro con gli sguardi dei bambini dell' Ospedale Bambino Gesu', che lo cambieranno per sempre, insegnandogli ad amare la vita.


Il 16 novembre parliamo di storia con il Prof. Piero Morpurgo, che ci spiegherà Le Armonie del cosmo medievale (l'armonia della natura e l'ordine dei governi): in un'epoca in cui i prìncipi regnanti erano affiancati da filosofi e teologi.

Il 23 novembre la poetessa Antonella Pagano ci onorerà di una performance recitativa di poesie in cui le parole diventeranno rondini di pane. Artista dalle mille espressioni, ha portato le sue rime da Matera ad Assisi ed ora sino a noi .

Il 30 novembre è la volta dell'attualità; il "Colore della polvere" raccontato da Massimiliano Càmpita è quello della Somalia nel 1993. Da ex militare dell'esercito, Max racconta con crudele lucidità l'esperienza di tanti nostri militari in missione in paesi devastati dalla guerra.

Il 14 dicembre sarà l'unico evento in cui non sarà presente uno scrittore, ma lavoreremo su un argomento. Spiegheremo i simboli e gli archetipi presenti nelle favole, da Cappuccetto Rosso a Pinocchio, dalla Bella Addormentata a Biancaneve. Ci faranno da guida i testi di Bruno Bettelheim, Marie Louise von Franz, Michele Rak, Igor Sibaldi, Salvatore Brizzi, ecc. Ci faremo aiutare da Giulia Sole Gherardi, laureanda in psicologia infantile. Spiegheremo agli adulti che cosa hanno imparato da piccoli attraverso le fiabe e cosa possono ora insegnare attraverso di esse ai loro figli.

E per concludere in bellezza, il 21 dicembre presenteremo un romanzo d'amore a lieto fine, Verde d'Irlanda della Professoressa Marina Fornaro, di cui leggeremo anche dei racconti inediti.

Ore 19 ogni venerdi' , esclusi i due ponti festivi.

Caffetteria Hotel Villa Margherita – Via Duca degli Abruzzi 143 Ladispoli

Share on Facebook
Categoria: cultura

La Stanza delle Parole Scalze

A Trevignano inaugurazione fondo librario

redazione giovedì 4 ottobre 2018
nati per leggere dueTREVIGNANO - Nati per Leggere è un progetto che ha come obiettivo la diffusione capillare della lettura tra i bambini da zero a sei anni. Nati per Leggere nasce dalla convinzione che la lettura sia un'opportunità fondamentale per lo sviluppo cognitivo del bambino: il bambino esposto alla lettura è perfettamente in grado già da piccolo, di estrarre e fare proprie le parole e le regole del linguaggio, abilità che, senza la lettura, acquisirebbe, come appunto accade, molto più tardi. Inoltre i pediatri indicano come la lettura "insieme" durante i primi 3 anni di vita è la cosa più importante che i genitori possono fare per preparare il bambino alla scuola: un bambino che riceve letture quotidiane acquisirà un vocabolario più ricco, avrà più immaginazione, si esprimerà meglio e sarà più curioso di leggere. Nati per Leggere è promosso dall'Associazione Culturale Pediatri, dall'Associazione Italiana Biblioteche e dal Centro per la Salute del Bambino.

Lo rende noto l'amministrazione comunale di Trevignano.

Il Comune di Trevignano Romano e la Biblioteca Comunale hanno accolto e promosso sin da subito tale progetto. Il prossimo 6 ottobre, infatti, nella Biblioteca Comunale di Trevignano Romano si terrà l'inaugurazione del fondo librario "La Stanza delle Parole Scalze" e la programmazione delle attività di promozione della lettura per bambini da 0 a 6 anni: Nati per Leggere a Trevignano 2018/2019.

L'incontro comincerà alle 9,30 in forma di tavola rotonda moderata dal Vicesindaco Luca Galloni e vedrà, dopo i saluti del Sindaco Claudia Maciucchi e dal Consigliere delegato alla Cultura Sabrina Cianti, seguiranno gli interventi di esperti NpL, educatori e bibliotecari che potranno conoscere e far conoscere esperienze diverse condividendo i bisogni e i progetti della scuola e del territorio.

Tra i relatori: il dottor Claudio Cristallini dirigente dell'area dei Servizi Culturali e della Promozione della Lettura della Regione Lazio; la dottoressa Fernanda Melideo medico pediatra dell'Associazione Culturale Pediatri NpL Lazio; Ottavia Murru referente AIB NpL Lazio; Silvia Sarti responsabile catalogazione fondo per Biblionova.

La mattinata quindi si articolerà tra gli interventi degli esperti e un coffe break e terminerà per le 12,30. Nel pomeriggio, invece, sono invitati tutti i bambini e i loro accompagnatori per una maratona di lettura che partirà dalle 16,30 sempre nella Biblioteca Comunale.

Share on Facebook
Categoria: cultura

'A tavola alla Banditaccia'

A Cerveteri il nuovo libro di Laura pastore

redazione martedì 2 ottobre 2018
a tavola alla banditacciaCERVETERI - 'A tavola alla Banditaccia' è il nuovo libro di Laura Pastore. Un volume tascabile e maneggevole, edito da Prospettiva editrice, che intende suscitare la curiosità del lettore verso il territorio di Cerveteri, Ladispoli e Santa Marinella. Questa interessante pubblicazione, verrà presentata domenica 7 ottobre alle ore 10.30 nei locali di Case Grifoni. L'evento è patrocinato dall'Assessorato allo Sviluppo Sostenibile del Territorio del Comune di Cerveteri.

"All'interno del libro – spiega Lorenzo Croci, Assessore allo Sviluppo Sostenibile del Territorio del Comune di Cerveteri - si possono trovare delle pillole di conoscenza etrusca: brevi cenni storici sulla storia della nostra città e del nostro territorio, il tutto arricchito con una serie di ricette ispirate all'alimentazione del mondo antico naturalmente rivisitate e modernizzate, che vogliono portare alla luce prodotti tipici ancora oggi molto utilizzati e di alta qualità che si trovano nel territorio Cerite. La parte dedicata alle ricette si conclude con una ricetta dello chef Mirko Pipponzi e coi pensieri a tavola scritti da personaggi del mondo dello spettacolo quali Elisabetta Pellini, Fabio Fulco, le gemelle Squizzato, Giorgio Marchesi e Marco Spoletini. Poi ampio spazio ad una guida cronologica della Necropoli della Banditaccia curata dal maestro Ennio Tirabassi. Il tutto costellato da disegni realizzati proprio dal maestro Tirabassi e da altri esponenti dell'Accademia delle arti Cerite. La prefazione è a cura della giornalista Tiziana Pasetti".

Laura Pastore nasce a Roma il 4 agosto del 1973 dall'attrice Jeannette Len e dal regista Sergio Pastore. Laureata in giurisprudenza, giornalista pubblicista, intraprende la sua carriera politica da ragazza proprio nel Comune di Cerveteri dove viene eletta nel 1998 Consigliera Comunale, per diventare poi Vice Sindaco ed essere poi rieletta una seconda volta. Continua la sua attività politica a Roma come Consigliera del Municipio 1 Centro Storico anche qui per ben due volte, e poi Vice Presidente. Si sposta poi nel IV municipio di Roma come Assessore per arrivare in Campidoglio per alcuni mesi, coronando così il suo sogno di essere Consigliera Capitolina. Ama scrivere e promuovere eventi e contemporaneamente alla politica scrive due libri: "Amor ch'a nullo amato" e "AppuntiAmente" in ricordo del padre scomparso nel 1987. Si occupa di promozione del Cinema Italiano all'estero, partecipando all'organizzazione del Premio Internazionale Lumiere a Parigi, in Francia e delle Targhe d'oro Europee.

Share on Facebook
Categoria: cultura

Agenda Spirituale-Migliorarsi in 52 settimane

Il nuovo libro di Gian Piero Ferri

Alfredo Laurano lunedì 1 ottobre 2018
agenda spiritualeLAZIO - Non so perché - ma forse si, conoscendo un po' delle regole e delle dinamiche della nuova Comunicazione e dell'editoria moderna, selvaggia e senza freni - quando ho letto il sottotitolo della "Agenda Spirituale", nuovo testo di Gian Piero Ferri, "migliorare se stessi in 52 settimane" mi sono venuti in mente i tanti manuali, compendi, opuscoli, guide, prontuari e vademecum, di ogni salsa, materia ed argomento, che affollano edicole e librerie. Ce ne sono di ogni inimmaginabile tipo: per rimodellare il corpo, per la dieta e la cucina, per l'amore, per aver fortuna nel lavoro o con le donne, per le stelle, l'oroscopo e i segni zodiacali, per vivere sani, felici e belli, per vincere al lotto o fare soldi. Il tutto, anche attraverso cinquanta, cento o mille sfumature di grigio e di colori vari, ad libitum, a capriccio e piacimento.

Ma non dello Spirito e del suo incontro, come fa Ferri in questo suo breviario, dopo aver già percorso, nel tempo e nella formazione, un sofferto e lungo cammino. E' in questo nuovo viaggio, attraverso 52 tappe - le 52 settimane dell'anno - che si sviluppa il confronto. Ogni settimana è introdotta da un verbo, cioè da un'azione, da un movimento del corpo o dello spirito o di entrambi. Nutrire, contemplare, toccare, rinascere, cercare, accogliere, incontrare, dialogare, accettare, fecondare... questi verbi sono, rappresentano e raccontano quasi tutta la nostra vita. L'autore non dà indicazioni di comportamento, ma suggerisce temi di riflessione, su cui ciascuno può confrontarsi, in cerca del proprio equilibrio spirituale. Come scrive il prefatore, l'autore ha scoperto che quello che conta non è la meta, ma il viaggio, perciò invita il viaggiatore a muoversi, spoglio di ogni maschera ed ogni difesa, rivestito soltanto di una totale fiducia nella gioia e nella meraviglia, che scaturiranno dall'incontro nella quotidianità, nell'assoluta normalità della vita, vissuta così com'è.

E' come l'essenziale atto del respirare che ci consente di vivere. Ma chi di noi - anche quando il respiro guida meditazione o ginnastica, aiuta a controllare il dolore o ad attenuare le forti emozioni e le profonde passioni - normalmente ricorda che sta respirando o ne ha coscienza? Perché lo Spirito non è l'antitesi del corpo, ma il suo respiro.

Non c'è una separazione netta tra due elementi, una rigida dicotomia tra spirito e corpo, tra sentimento e ragione. Non c'è alcun dualismo tra categorie distinte, opposte o contrapposte, che non necessariamente si escludono a vicenda, ma possono essere complementari, perché siamo una sola entità, un'unica realtà di un unico essere, nel quale si armonizzano, generando una sublime sinfonia. Chi scorge una differenza tra spirito e corpo, non possiede ne' l'uno ne' l'altro, sosteneva Oscar Wilde.

Sogni, favole, illusioni, storie, leggende, sensazioni, impressioni, voli di piume, lacrime di luna e soffi d'amore si fanno realtà: creiamo ologrammi con i nostri pensieri che possono influenzare il mondo intorno a noi e li proiettiamo su altre persone. Sono stati di coscienza, momenti e modelli di crescita legati a fatti umani, avvolti dallo Spirito: il valore stesso della vita è avvolto nel pensiero dello Spirito, così come quello della morte. È in questo accordo che si contemplano i ritmi dell'uomo e del mondo, nella vita, nell'amicizia, nell'amore, nel mutare delle stagioni, nel battito del cuore, nel sorgere dall'aurora, nel calar della sera.

L'autore si chiede come, quando, dove e perché opera lo Spirito, che diventa mediatore del dolore, veicolo di luce, di liberazione o inevitabile attrazione. Un supporto interiore per l'anima, di natura superiore, che riconosce il bene, dove il divino compie le sue scelte. Si interroga, anche, su cos'è lo Spirito, su quale sia la sua natura, la sua potenza e la sua dimensione, su come si alimenti dalla stessa vita, nel suo divenire. Contempla il mistero della creazione, perché ogni sentimento nasce dallo Spirito, che si nutre di amore immortale e universale, che segretamente chiede a sua volta di ricevere, e custodisce nell'ignoto fluire. Nella sua incorporeità, incapace di errore, lo Spirito è vita, è manifestazione trascendente che non ha bisogno di orpelli o di consensi per abitare ogni luogo della vita, per i credenti, grande palcoscenico del divino.

E nella pagina del 13 luglio della sua Agenda Spirituale, Gian Piero scrive: "L'amore eterno è la forza straordinaria che spinge l'uomo, in forza dello Spirito, nella direzione del bene. Vorrei tanto poter condividere questa riflessione per non dover parlare di utopia o società ideale - da Platone a Carlo Marx, passando per Agostino e Tommaso Moro - ma confesso che mi resta assai difficile riconoscere e ritrovare questa chimerica verità nella nostra società, sempre più cattiva, ingiusta, priva di umanità e di gioia condivisa.

Tutto il mondo è diventato si, un palcoscenico, non già del soffio divino, ma dei demoni dell'indifferenza, dell'egoismo, della violenza. 

(Agenda Spirituale - Migliorarsi in 52 settimane - Fefè Editore pa. 116 12 euro)

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Mozart Mc High Energy"

A ladispoli il 30/9 con i Settimo cielo Teatro

redazione venerdì 28 settembre 2018
Mozart 1LADISPOLI - L'assessore alla cultura Marco Milani informa i cittadini che Il Centro di Produzione Danza Regione Lazio C.ie Twain, con il patrocinio del Comune di Ladispoli presenta "Famiglie a teatro" 2018, una rassegna di quattro spettacoli nell'ambito Dell'autunno letterario 2018.

Domenica 30 settembre si inizierà con "Mozart Mc High Energy" a cura dei Settimo cielo Teatro (visione consigliata a partire dai sei anni).

Gli spettacoli si terranno presso il Teatro Polifunzionale di Via De Begnac.

(Immagine settimocielo.net)

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -