Mercoledì, 22 Maggio 2019
RSS Feed

cultura

Categoria: cultura

Ladispoli, Si parla di Aldo Moro alla biblioteca comunale

Oggi alle 16.30 con Michele Di Sivo

redazione mercoledì 8 maggio 2019
aldo moroLADISPOLI - L'Amministrazione comunale di Ladispoli rende noto che mercoledì 8 maggio, alla biblioteca "Peppino Impastato" alle ore 16.15, si parlerà di storia e umanità con "Intelligenza prigioniera: gli scritti di Moro durante il sequestro" a cura di Michele Di Sivo, direttore coordinatore dell'Archivio di Stato di Roma e di Viterbo, curatore del restauro e dell'edizione critica del memoriale di Aldo Moro scritto durante il sequestro.

L'incontro sarà interamente dedicato alla figura di Aldo Moro e in particolare alla scoperta degli scritti da lui prodotti durante la prigionia del 1978.

L'insieme dei testi scritti da Moro, le lettere e il memoriale, sono da considerarsi patrimonio dell'umanità. "Negli scritti della prigionia di Moro - scrive Michele Di Sivo - la forza e la fragilità erano insieme sin dall'inizio: c'è in queste lettere l'eminente uomo politico, uno dei più influenti dell'epoca, che si trova prigioniero di terroristi e «sotto un dominio pieno ed incontrollato".

L'evento, sesto appuntamento del ciclo "7 Conferenze: oltre i confini a distanza di secoli la complessità della storia", è inserito nel Programma 2019 della campagna nazionale del Maggio dei Libri.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Chiedilo alla nutrizionista"

A Ladispoli terzo appuntamento sabato 11/5

redazione martedì 7 maggio 2019
lazzeri careddaLADISPOLI - Lettura consapevole dell'etichetta per riconoscere il cibo vero e nutriente da quello falso e dannoso; vademecum per una spesa consapevole: saranno questi i temi trattati alla dott.ssa Alessandra Caredda, Biologa Nutrizionista nel terzo appuntamento con "Chiedilo alla Nutrizionista", che si terrà sabato 11 maggio a partire dalle ore 18, nella sala conferenze della Biblioteca Comunale "Peppino Impastato".

"Il Percorso di consapevolezza ed educazione alimentare "Chiedilo alla Nutrizionista" è un evento gratuito ed è patrocinato, dalla presidenza del Consiglio comunale e dagli assessorati a Politiche Sociali e Pubblica Istruzione, Commercio e Cultura - spiega l'assessore Francesca Lazzeri – un percorso articolato in 5 workshop, che si caratterizzano per la chiarezza del linguaggio della dott.ssa Caredda e per l'ampio spazio che viene dato al dibattito, alle curiosità e alle domande del pubblico presente. Una ottima occasione, peraltro gratuita per confrontarsi con una professionista nel settore della nutrizione."

Nella terza lezione di sabato 11 maggio si parlerà di lettura consapevole dell'etichetta per riconoscere il cibo vero e nutriente da quello falso e dannoso; vademecum per una spesa consapevole.

Chiuderanno il ciclo:

4° LEZIONE - 8 giugno, ore 18:00

Nozioni di igiene degli alimenti: come conservare e cucinare gli alimenti ed evitare gli sprechi.

5° LEZIONE - 6 luglio, ore 18:00

Il cibo non solo come carburante energetico (importanza delle produzioni locali, biologiche, stagionalità dei prodotti, ritualità nel consumo, emozioni e sensorialità legate al mangiare) e le trappole della "diet industry": rischi della disinformazione in materia di nutrizione e alimentazione.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Briciole di bellezza"

A Cerveteri il libro di Filippo Cannizzo

redazione sabato 4 maggio 2019

Briciole di bellezzaCERVETERI - Una storia d'amore. La storia d'amore per il Bel Paese. Un viaggio attraverso la fragilità della bellezza dell'Italia, fra difficoltà e possibili soluzioni, alla ricerca di una speranza per il futuro.

Sarà presentato domenica 5 maggio alle 17.30 nei locali di Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria il libro di Filippo Cannizzo, "Briciole di Bellezza. Dialoghi di speranza per il futuro del bel paese".

"Un libro profondo, un saggio fatto di sentimenti in cui l'autore, apprezzato filosofo e ricercatore universitario con esperienza a Bologna, Napoli e Roma, non vuole rassegnarsi di fronte ai molti problemi che interessano l'Italia – dichiara l'Assessora alle Politiche Culturali del Comune di Cerveteri Federica Battafarano – nel libro, un bellissimo connubio tra testimonianza scientifica e racconto, Cannizzo propone una strada possibile da percorrere per dare un futuro diverso al Paese, partendo dalla bellezza, dalla cura dell'arte e della cultura fino alla sostenibilità ambientale. Perciò, per ciascuna delle questioni affrontate nel libro, si parlerà di dissesti idrogeologici, scuola, università, lavoro, trasporti, violenza contro le donne, sanità, paesaggi, vengono proposte delle possibili soluzioni, concrete e suffragate da studi specifici sui singoli temi. Insomma, una vera e propria dichiarazione d'amore all'Italia, che sicuramente ci farà emozionare e riflettere".

Filippo Cannizzo è un filosofo e ricercatore universitario. Nato a Roma il 21 luglio 1982, ha insegnato a Bologna, Napoli e Roma. Dopo aver collaborato con l'Istituto Luigi Sturzo e la Fondazione Ugo Spirito, ha diretto l'ICC Castelli. È autore di numerosi articoli sul tema della crisi del mondo moderno e sulla figura di Enrico Castelli.

Interverranno alla presentazione, Federico Barnaba, Enologo, Tommaso Vicinelli, Storico dell'Arte. Modera, Paola Bucciarelli. Ad arricchire l'evento le letture e le poesie di Stefano Pennacchi.

Share on Facebook
Categoria: cultura

Cerveteri celebra 'Kalenda Maya'

Concerto il 4 maggio in Sala Ruspoli

redazione venerdì 3 maggio 2019
Kalenda Maya CerveteriCERVETERI - La Baronia di Cerveteri annuncia il concerto di musica e danza medievale e rinascimentale, dal titolo "Kalenda Maya" (Calendimaggio), che si terrà il 4 maggio 2019 alle 21 nella sala Ruspoli, Piazza Santa Maria, nel centro storico di Cerveteri.

Il Calendimaggio (calende di maggio) è una festa stagionale che celebra l'arrivo della primavera. E' una tradizione viva ancor oggi in molte regioni d'Italia come allegoria del ritorno alla vita e della rinascita ed ha una funzione di rito propiziatorio. In diverse località il Calendimaggio è associato al culto di San Michele Arcangelo, del quale si celebra l'8 maggio l'apparizione nel luogo ove oggi sorge il Santuario di Monte San Michele sul Gargano. Anche Cerveteri è uno degli splendidi siti dove la festa di San Michele storicamente si è sempre festeggiata l'8 maggio.

"Kalenda Maya" è il titolo di una canzone provenzale del XII secolo che il trovatore Raimbaut de Vaqueiras dedico' alla sua amata dama Beatrice.

L'evento è organizzato dall'Associazione Culturale La Baronia di Cerveteri ed il repertorio di musiche e danze che ne fanno parte sono dedicate alla primavera ed ai significati simbolici, sacri e profani, in essa rappresentati. La Baronia di Cerveteri da molti anni svolge un'accurata ricostruzione storica di musiche, danze, splendidi costumi e strumenti musicali antichi, con il piacere della ricerca e della riproposizione volta a tenere in vita antiche tracce di un passato medievale che ebbe espressioni artistiche eccelse.

L'evento è patrocinato dal Comune di Cerveteri. Per informazioni: Salvatore Uroni tel 328 4556507

Share on Facebook
Categoria: cultura

“Il Monticchio-c’era una volta una collina…”

Il 9 maggio mostra fotografica a Sermoneta

redazione giovedì 2 maggio 2019
il monticchioLAZIO - Settimana per il Patrimonio Culturale 2019: a Sermoneta il 9 maggio mostra fotografica "Il Monticchio – c'era una volta una collina...".

Da una collaborazione tra la sezione Italia Nostra Latina e l'istituto Donna Lelia Caetani anche a Latina iniziative in programma per la Settimana per il patrimonio Culturale 2019 promossa da Italia Nostra. Per iniziativa della locale sezione di Italia Nostra si portano alla ribalta del grande pubblico le peculiarità dell'area del Monticchio (Sermoneta – LT), sito di poca estensione, ma denso di significato storico e ambientale.

La Torre sospesa su uno sperone di roccia, residuo di una spinta attività estrattiva, la presenza di sorgenti corsi d'acqua e laghetti di nuova formazione su pavimento calcareo, nei lunghi anni di fermo della cava, hanno offerto alla natura il substrato ottimale per operare una naturale e silenziosa attività di resilienza generando una fitta vegetazione e un nuovo sistema ecologico.

Lo studio realizzato nel 2014 e la mostra storico-fotografica esposta nel 2015 a palazzo Ada Caetani a Sermoneta, sono state tappe fondamentali per ottenere, insieme alla volontà dell'amministrazione comunale, l'apposizione del vincolo di Monumento Naturale dell'Area sorgiva del Monticchio. Una significativa conquista della sezione di Latina di Italia Nostra.

"Abbiamo quindi riproposto – spiega Maria Teresa Accatino, presidente di Italia Nostra Latina - la mostra fotografica presso l'Istituto Comprensivo Donna Lelia Caetani di Sermoneta-Norma per coinvolgere gli alunni nella conoscenza del sito a loro vicino, ma a molti sconosciuto, comunicando i valori della bellezza e del rispetto della storia e della natura".

Il 9 maggio alle 10 la scuola si apre alla città e sarà possibile per tutti visitare la mostra fotografica "Il Monticchio – c'era una volta una collina...". A fare da guida saranno gli stessi alunni che illustreranno le caratteristiche storico-ambientali del luogo in italiano e in inglese. L'iniziativa sarà preceduta dai saluti istituzionali di Giovanna Tufarelli, dirigente scolastica dell'Istituto Donna Lelia Caetani, del vicepresidente nazionale di Italia Nostra Ebe Giacometti e da proiezione di immagini e brevi filmati.
 

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -