Venerdì, 17 Novembre 2017
RSS Feed

Il Buongustaio

Categoria: Il Buongustaio

"Sagra de li lombrichi"

A Manziana la 15^ Edizione dal 28 al 30/7

redazione lunedì 24 luglio 2017
Sagra-dei-lombrichelli-2017MANZINA - Dal 28 al 30 luglio, in Piazza Tommaso Tittoni, la Pro Loco di Manziana, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Manziana e della locale Università Agraria, organizza la quindicesima edizione della tradizionale "Sagra de li Lombrichi".

Proprio la tipica pasta fatta a mano con acqua e farina sarà la protagonista di questa tre giorni all'insegna della buona cucina, della musica, del ballo e del divertimento.

Lo comunica l'amministrazione comuale di Manziana.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Insalata di polpo e Val D’oca

Da servire tiepida con sedano e patate

Domenico Messina - Sommelier giovedì 15 giugno 2017
insalata-di-polpo-e-patate Volete conquistare i tre commensali che si uniranno a voi per gustare un piatto che sa di mare e di scoglio? Appena 40 minuti e avrete un'ottima insalata tiepida di Polpo, sedano e patate. Per completate l'opera tirate il collo ad una bottiglia di Prosecco Valdobbiadene Millesimato Val D'Oca 2011, e il gioco è fatto.

Questa la ricetta del nostro chef:

Ingredienti per 4 persone: 1kg di polpo, 4 patate, 2 coste di sedano, 1 carota, 1 cipolla, Olio extra vergine d'oliva, Prezzemolo, Sale e pepe e aceto, ginepro, alloro.

Prima di tutto è bene sbattere il polpo contro qualcosa di duro, in questo modo si rompono i filamenti e la carne risulterà più morbida. Se il polpo da voi acquistato non è stato pulito, dovrete farlo voi, aprendo la sacca lateralmente e svuotandola. Utilizzate delle forbici o un coltellino dalla punta affilata, togliete gli occhi e il dente, lavate il polpo molto bene sotto l'acqua corrente per eliminare ogni residuo di sabbia, specialmente tra le ventose dei tentacoli.

Mettete sul fuoco una pentola capace con l'acqua e le verdure mondate (carota, sedano, cipolla), l'alloro, il ginepro, l'aceto e il sale. Appena bolle, prendete il polpo dalla testa e immergete i tentacoli per 3 o 4 volte, fino a farli arricciare e ammorbidire. Adesso immergete il polpo completamente, chiudete con un coperchio e cuocete a fuoco basso per circa 40 minuti (circa 20 minuti per ogni 500 gr di polipo).

A cottura terminata lasciate il polpo nel brodo finché non sarà freddo. Nel frattempo fate bollire le patate in abbondante acqua salata. Tagliate a rondelle la costa di sedano e a dadini le patate. Tagliate il polpo a pezzetti, prezzemolo tritato, pepe, sale e aggiungete un filo d'olio a crudo ed il piatto è pronto.

Servite l'insalata tiepida o se piace, anche fredda.

Abbinamento Vino:

Essendo un piatto con tendenza dolce, grassezza e untuosità, abbiniamo una D.O.C.G. veneta Prosecco Valdobbiadene Millesimato* Val D'Oca 2011, spumante prodotto solo nelle annate migliori e solo con i migliori grappoli raccolti del Glera.
Dal caratteristico color giallo brillante paglierino e col suo perlage fine, numeroso e abbastanza persistente, si manifesta al naso con un aroma floreale intenso di fiori bianchi di glicine e acacia e una nota fruttata tipica di pera e pesca.

Al gusto si presenta morbido, abbastanza caldo e con un equilibrio tra freschezza e sapidità che bilanciano ed esaltano le caratteristiche gustative del piatto.

*Prodotto con almeno l' 85% dei vitigni della stessa vendemmia, della quale annata viene riportata in etichetta.

Domenico Messina - Sommelier

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Carnevale e castagnole

Un dolce irrinunciabile

redazione giovedì 16 febbraio 2017
castagnoleCarnevale porta con sé maschere, allegria e... non solo. Anche la gola vuole la sua parte e le castagnole non possono mancare ad allietare il palato. A suggerire una ricetta per farle morbide e gustose al punto giusto ci pensò lo scorso anno, Patrizia da Bracciano. Ricetta che riproponiamo volentieri.

"Ci sono due modi per cuocere le castagnole: fritte o al forno. La preparazione è la stessa e siccome la cottura al forno risulta più digeribile, io preferisco senz'altro questa", dice convinta. Ecco la sua ricetta.

Ingredienti per 4 persone

400 g di farina
2 uova di media grandezza
160 g di zucchero semolato
60 g di burro
1 bicchiere di vino bianco dolce
1 bustina lievito per dolci
1 pizzico di sale
buccia grattugiata di 1/2 limone
zucchero a velo o zucchero semolato

PREPARAZIONE

Mescolate con cura farina, zucchero e sale, poi come fate di solito per impastare i dolci, formate un "monte" e praticate un "cratere" al centro dove mettete le uova e il burro.

Impastate velocemente con l'accortezza di prendere una porzione di burro e una di farina per volta. Andate avanti fino a ottenere un impasto omogeneo, solido ma elastico.

A questo punto aggiungete il vino continuando a impastare fino a quando tutto il liquido non verrà assorbito, quindi aggiungete il limone grattugiato e la bustina di lievito.

Lasciate riposare non meno di un paio d'ore (se volete anche di più) in un luogo caldo e asciutto. Trascorso il tempo per la lievitazione iniziate a preparare le castagnole.

Foderate una teglia con carta da forno, formate delle palline di pasta non troppo grandi (diciamo una pallina da ping pong) e ponetele nella teglia a un paio di centimetri l'una dall'altra (non devono toccarsi altrimenti si attaccano durante cottura).

Infornate nel forno che avrete già portato a temperatura di 200° e lasciatele dieci minuti (non più di un quarto d'ora!)

Quando le castagnole avranno un colore dorato e saranno leggermente gonfiate, vorrà dire che sono cotte e potrete toglierle dal forno. Spolveratele con lo zucchero a velo o granulato e lasciate raffreddare.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Zuppa funghi e castagne

Gustateci un vermentino Colle di Luni 2008

Domenico Messina - Sommelier venerdì 11 novembre 2016
zuppa funghi e castagneTorna l'autunno e con esso i piatti tipici di stagione. Ottobre poi, è  il mese dei funghi e delle castagne, perché non celebrarlo al meglio con una buona zuppa? Allora ai fornelli, non prima di aver acquistato anche un buon vermentino da abbinare. Noi consigliamo un Colli di Luni Ithaa 2008.

Zuppa funghi e castagne

Ingredienti per 4 persone:
- 2 patate grosse
- 1 confezione di champignon
- 1 grossa manciata di castagne fresche.
- 1 spicchio d'aglio
- 1 spicchio di cipolla
- 1 carota
- origano - prezzemolo – dragoncello q.b.

Preparazione:

Soffriggete uno spicchio di cipolla, uno d'aglio e una carota, tritati fini, con un po' d'origano, di prezzemolo e di dragoncello. Aggiungete i funghi tagliati a fettine. Mentre i funghi cuociono, lessate le castagne, facendole bollire per una ventina di minuti.
Sbucciate le patate e tagliatele a pezzetti molto piccoli, poi aggiungetele ai funghi. Durante la cottura, aggiungere gradualmente un po' d'acqua calda e di sale a piacere. Appena le castagne sono pronte, scolatele, sbucciatele e aggiungetele man mano alla zuppa. Quando avrete aggiunto tutte le castagne, lasciate cuocere ancora per una ventina di minuti, e aggiungete sale, un pizzico di pepe e servite dopo aver aggiunto un filo di olio.

Vino in Abbinamento:

COLLI DI LUNI VERMENTINO ITHAA 2008 - Tenuta La Ghiaia
Bianco DOC _ 100% Vermentino

Dal colore dorato fulgido, all'olfatto si presenta intenso e dolce nelle note di agrumi canditi, bergamotto, zagara, vaniglia, pesca in sciroppo, albicocca e, a corredo, sfumature minerali. All'assaggio è cremoso, sempre vivace, con sentori confermati di albicocca e pesca bianca e con una leggera sapidità nel finale.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Scampi alla busara

Una delizia del mare

redazione martedì 21 giugno 2016
scampi-busaraE' tempo di mare e di gustare le sue delizie. Proponiamo un piatto estivo di facile esecuzione: gli scampi alla busara. Dieci minuti e il piatto è pronto. Questa la ricetta.







Ingredienti per 4 persone:


500 gr di scampi
250 gr di pomodori pelati
1 spicchio di aglio
prezzemolo
1/2 di cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco
1 bustina di zafferano
2 cucchiai di pangrattato
olio di oliva
sale
pepe

Preparazione:

Preparate gli scampi, tritate insieme aglio, cipolla, prezzemolo e mettetelo in una padella con olio abbondante dove lo farete appassire. Stiepidite il vino e metteteci lo zafferano nel vino tiepido. Aggiungete Ponete gli scampi nella padella e fateli insaporire, poi sfumate con il vino bianco.

A questo punto aggiungete il pangrattato e i pelati che avrete schiacciao con la forchetta. Un pizzico di sale e pepe sono necessari per completare l'opera. Cuocete a fuoco moderato per 10/15 minuti, aggiungete ancora un po' di prezzemolo e mescolate. A voi la scelta: proponeteli come secondo piatto o come condimento per la pasta.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -