Lunedì, 19 Novembre 2018
RSS Feed

Il Buongustaio

Categoria: Il Buongustaio

Pasta e noci

Piatto semplice dell'entroterra sardo

redazione lunedì 11 novembre 2013
pasta e nociLa Sardegna non è solo mare meraviglioso, anche la cucina sa offrire ottimi piatti, magari semplici come Pasta e noci, pietanza tradizionale che ha il suo regno nell'entroterra sardo.

Vediamo allora di prepararlo come si fa da quelle parti.
 
Per quattro persone:

12 gherigli di noci a testa

8 cucchiai di pane grattugiato

250gr. Tagliatelle

Sale q. b.

Preparazione:

Pestate molto bene le noci in un mortaio e aggiungetevi il pane grattugiato. Amalgamate bene e versate il tutto in una padella.

A metà cottura delle Tagliatelle ponete la padella su un fuoco bassissimo. Rimestate continuamente con un cucchiaio di legno avendo cura di rimestare per amalgamare gli ingredienti cercando di creare una crema. Per agevolare l'operazione aggiungete un po' d'acqua della pasta in modo che l'amido possa aiutare ad amalgamare gli ingredienti. Quando le tagliatelle saranno cotte, scolatele e versatele nella padella. Ravvivate appena un po' il fuoco e fatele saltare. Servite direttamente in tavola.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Pasta chî sardi

Ricetta siciliana doc, con un Grillo Mozia 2011

Domenico Messina - Sommelier martedì 29 ottobre 2013
pasta con le sardeLa pasta con le sarde è una deliziosa ricetta di origine siciliana, un primo piatto gustoso che unisce l'inconfondibile  sapore delle sarde fresche al finocchietto selvatico. L'aggiunta di pangrattato tostato poco prima di servire dà un tocco ancora più gustoso alla pietanza. La spiritosa e brava Vanda Rapisardi (http://www.youtube.com/watch?v=S50yCwZ2yEg) ci offre la sua versione originale per la vera Pasta chî sardi: guardare e poi assaggiare per credere!

Ingredienti per 4:

• 400 gr bucatini
• 1 Cipolla bianca
• 3 filetti di acciughe
• Pinoli
• 1 bustina di zafferano
• 30 gr di pangrattato o mollica
• 500 gr di sarde fresche
• 25 gr di mandorle
• Olio sale e pepe
• 40 gr Uva sultanina o uvetta
• 500 finocchietto selvatico

 
Mettete a mollo l'uvetta con dell'acqua, per circa 2 ore, nel contempo tagliare il finocchietto eliminando le parti dure dei gambi. Farlo cuocere in acqua salata per 20 minuti a fuoco basso. Dopo averlo scolato tagliuzzare finemente, mantenendo nel tegame l'acqua che servirà a cuocere la pasta. Tritate le mandorle finemente, fatele tostare qualche minuto a fuoco vivace in tegame.

Dopo aver pulito le sarde, della testa e della lisca centrale, tirandola delicatamente con le dita, apritele in 2 parti. Tagliate la coda e sciacquate bene sotto acqua corrente i filetti ottenuti. In una padella antiaderente versate l'olio abbondante, aggiungete la cipolla tritata e i filetti di alici sgocciolati, fate sciogliere i filetti a fuoco dolce, mescolando con un cucchiaio di legno e lasciate insaporire.

Quando i filetti saranno sciolti e la cipolla leggermente appassita, aggiungete in padella le sarde, pepe a vostro gusto, l'uvetta sgocciolata dall'acqua, i pinoli e le mandorle tostate, il finocchietto selvatico e mescolate. Intanto in una ciotolina, versate lo zafferano e scioglietelo con 1 o 2 cucchiaini di acqua di cottura del finocchietto, e quando sarà sciolto, versatelo nella padella. Mescolate e fate cuocere a fuoco lento per 10 minuti. Tostare il pangrattato in una padella a fuoco medio, fino a farlo dorare.

Cuocere i bucatini nell'acqua del finocchietto e scolarli al dente. Versate direttamente nella padella del condimento, saltateli velocemente mescolando e aggiungendo il pangrattato tostato. Spegnete il fuoco e versate nei piatti, da servire calda!

Vino in abbinamento:

Grillo Mozia 2011 - Tasca D'Almerita

Dal colore giallo paglierino, intenso di profumi netti di Biancospino e Ginestra, erbe aromatiche, pesca gialla , agrumi e note minerali. Assaggio in perfetto equilibrio , con un giusto rapporto tra l'acidità e la morbidezza. Elegante e persistente.

Domenico Messina - Sommelier

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Sugo con funghi galletti

Una delizia di stagione

redazione domenica 20 ottobre 2013
funghi gallettiE' tempo di funghi e non potete lasciarvi sfuggire l'occasione per gustare una squisitezza: fettuccine al sugo di funghi galletti, o finferli come li chiamano da altre parti. La preparazione è semplice e veloce, il risultato strepitoso. Che vino abbinare a questa bontà? Senza l'aiuto del nostro sommelier la scelta è difficile, perciò ci affideremo alla nostra esperienza da buongustaio sperando di darvi la dritta giusta. Secondo noi si sposa bene un Pinot Nero '10 Tramin. Tirate il collo alla bottiglia e poi fateci sapere. Buon appettito.

Ingredienti per 4 persone:

250 g di tagliatelle all'uovo
1 salsiccia a grana fina
150 g di funghi galletti
1 spicchio d'aglio
200 g di pomodoro pelati a dadini
2 cucchiai di olio evo
foglioline di mentuccia
1/4 bicchiere di vino bianco
sale
peperoncino
parmigiano o pecorino
Preparazione:

In un tegame anti aderente mette a rosolare l'aglio e la salsiccia. Quando l'aglio sarà imbiondito toglietelo ma lasciate ancora la salsiccia finché non è ben rosolata, quindi aggiungete i funghi tagliati a pezzi che avrete pulito con cura. Mescolate bene e quando il tutto inizia a dorare sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare. Aggiungete il pomodoro, le foglioline di mentuccia e un po' di peperoncino. Lasciate a cuocere per una ventina di minuti aggiustando di sale, poi spolverate con parmigiano o pecorino secondo i gusti.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Linguine con gamberi rossi

Perfetti con un Collio Ribolla Gialla

Domenico Messina - Sommelier martedì 1 ottobre 2013
linguine gamberi rossi
Linguine con gamberi rossi, pistacchi di Bronte e maggiorana. La freschezza dei gamberi incontra quella dei pomodori, lasciando spazio al profumo della maggiorana. L'effetto sbalorditivo è la maggiorana.





Ingredienti per 4 persone :
400 gr di linguine
400 gr di gamberi rossi
100 gr di pistacchi di bronte
8/9 foglie di maggiorana
1 spicchio d'aglio
100 ml di olio evo
50 gr di pomodoro fresco.
Sale e pepe q.b.

Pulite i gamberi, togliendo il carapace e le teste, sciacquarli e tagliateli in 4 parti. Pulire le teste, bollirle in ½ litro d'acqua per 15 minuti, in modo da ottenere un fumetto. Intanto spellate i pomodori e togliere i semi sotto l'acqua e tagliarli a cubetti.Tostate i pistacchi al forno a 150 gradi per 8/9 minuti, per poi tritateli possibilmente col mortaio insieme alla maggiorana.Scaldate in una padella dell'olio e rosolate l'aglio, aggiungete il pomodoro a cubetti. Unite i gamberi e mantecate con olio evo, aggiungete il fumetto per legare la salsa. Cuocete le linguine, scolarle al dente e mantecate con il condimento.

Servite spolverando il tutto con granelli di pistacchi e maggiorana.

Vino in abbinamento.
Collio Ribolla Gialla - Villa Russiz, dal colore giallo paglierino dal profumo complesso e sfaccettato che ricorda frutta a polpa gialla matura in confettura e di erbe aromatiche. All'assaggio mostra notevole struttura e lunga persistenza, sottoposto ad invecchiamento richiama una piacevole nota di burro e toni boisè.

Domenico Messina - Sommelier

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Pasta e ceci

Abbinateci un Montecarlo Rosso

redazione sabato 21 settembre 2013
pasta e ceciChe ne dite di anticipare a tavola la stagione più fresca? Il buongustaio vi propone una semplice ma buonissima pasta e ceci suggerita dall'esperienza di tante serate a tavola con gli amici con i quali, da vecchi amanti di rossi a base di sangiovese, abbiamo bevuto una bottiglia di Montecarlo Rosso. Il prezzo è contenuto e i lrisultato è assicurato.

Ingredienti per 4 persone:

200 gr. di ceci
150 gr. di tagliatelle
                                        250 gr. di pomodori pelati
                                        1 spicchio d'aglio
                                        rosmarino q.b.
                                        olio evo
                                        sale
                                        pepe

Preparazione:

Mettete i ceci a riposare per una notte  in abbondante acqua tiepida. Quando siete pronti per procedere scolateli, poneteli in una pentola con circa due litri d'acqua salata e portate a ebollizione. Fate attenzione a tenere ben coperto e a fuoco basso più o meno per tre ore.

A metà cottura togliete tre mestoli di ceci, frullateli e versateli di nuovo nella pentola. A parte insaporite un po' d'olio, l'aglio schiacciato e il rosmarino poi aggiungete i pomodori. Spegnete dopo una decina minuti, togliete l'aglio e versate la purea che avete creato nella pentola dei ceci. Mescolate e regolate di sale.

Spezzettate le tagliatelle e cuocetele insieme ai ceci. A fine cottura versate il tutto nella zuppiera e condite con un cucchiaio d'olio, il formaggio grattugiato e il pepe.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -