Mercoledì, 18 Luglio 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

ladispoli, polemica su bagnini originari del Sud

Perretta: qualche mass media cerca scoop

redazione mercoledì 18 luglio 2018
salvamento in mareLADISPOLI - "Una certa stampa locale continua a perseguire il sensazionalismo a tutti i costi piuttosto che diffondere una informazione corretta. Qualche giornalista offre la triste impressione di voler usare la propria penna solo per bassa propaganda politica".

Con queste parole il vice sindaco ed assessore al demanio marittimo, Pierpaolo Perretta, ha stigmatizzato il nuovo episodio di cattiva informazione sul web, relativo alla convenzione comunale per la gestione delle spiagge libere, ottenuta dalla rete di imprese Ribomar, attraverso un apposito bando pubblico.

"Ancora una volta – continua il vice sindaco Perretta – siamo in presenza di una fake news, altrimenti definita fandonia, in cui viene descritta una vicenda in maniera totalmente difforme dalla realtà. L'ennesimo film in cui viene raccontato alla città quanto sarebbe brutto e cattivo il sindaco Alessandro Grando e la sua amministrazione. Questa volta a fare scalpore, secondo questo desolante modo di fare informazione, sarebbe l'impiego di ben 7 bagnini di origine - si badi bene - sicule e calabresi in un piano di salvamento collettivo il cui fine è quello di salvare vite e non quello di impiegare, a prescindere, personale con carta di identità locale. Certo questa informazione d'assalto "de noantri" ed attenta alla economia locale avrà fatto sicuramente una guerra mediatica, quando la precedente amministrazione spendeva solo nel biennio 2016/2017 circa 460.000 euro per la pulizia degli arenili liberi. E ciò con i risultati che tutti i cittadini ben ricordano, come la mancanza di servizi sulle spiagge e senza il fondamentale salvamento e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Non abbiamo memoria, però, di tali approfondimenti da parte della stampa locale negli anni scorsi nei quali le nostre spiagge libere erano pressocchè prive di servizi, e non vi era nemmeno la volontà o la coscienza politica di dare la giusta attenzione ad una parte fondamentale del nostro territorio. Adesso che, invece, tutto questo c'è, anche grazie a questa sinergia della Amministrazione con l'impresa locale rappresentata dalla Ribomar, apprendiamo che per certa stampa, più che salvare vite nel mare di Ladispoli, è importante che a farlo non siano italiani di "origini siciliane o calabresi. A questo aberrante e strumentale modo di fare informazione, al quale la cittadinanza sta cominciando a dare il peso che si merita, preferiamo rispondere con i fatti".

"Le nostre spiagge libere in convenzione nel 2018 - continua Perretta - hanno servizi efficienti, sono pulite e soprattutto possono avvalersi di un piano di salvamento collettivo ed altamente professionale, indispensabile ad una città che voglia rilanciare la propria immagine in ambito turistico e tutto ciò con un importante economia cittadina. Il percorso amministrativo ed autorizzativo è pubblico e consultabile nel sito comunale, quindi accessibile a tutti: ci dispiace per i fautori della teoria del complotto, ma dietro questa convenzione non c'è alcun torbido segreto. Comica poi è la questione dei servizi affidati a terzi, come se i concessionari, ossia i titolari di stabilimenti balneari in virtù di apposita concessione, svolgessero di persona sia il servizio di salvamento che quello di pulizia della spiaggia. Ovviamente i concessionari assumono personale che provvede a tali servizi, che sono obbligatori per l'esercizio di una concessione demaniale marittima. Il convenzionante, ossia colui che ha in convenzione spiagge libere con il comune, come nel caso della Ribomar, è equiparato dalla normativa di riferimento al concessionario e deve provvedere a fornire alcuni servizi, tra i quali il salvamento e la pulizia. Che, similmente al concessionario, potrà affidare a propri dipendenti, dietro corrispettivo. Naturalmente – conclude Perretta - in tutto questo l'amministrazione non ha alcun diritto di interferire essendo questioni di natura essenzialmente privatistica. Ciò che conta per il Comune di Ladispoli e per la città è che gli impegni assunti siano correttamente eseguiti e rispettati. E' vero, però, che a Ladispoli ci sono 30 bagnini impiegati nel Piano di Salvamento Collettivo, di cui 7, per qualità mostrate durante la selezione, hanno meritato più di altri di essere scelti. Sono 7 bravi bagnini e sono di origine siciliana e calabrese. Evidentemente per qualche mass media questo è un problema. Non lo è certamente per chi, come la Amministrazione del Sindaco Grando, crede nel valore delle persone e nella meritocrazia."

Share on Facebook
Categoria: politica

Bracciano, Consiglio il 16/7

Odg: convenzioni, regolamenti, variante NTA-PRG

redazione venerdì 13 luglio 2018
municipio bracciano 2BRACCIANO - Il Consiglio comunale di Bracciano è convocato lunedì 16 luglio alle 15.30 per discutere il seguente ordine del giorno:

1 - Accordo interistituzionale per il sistema integrato del distretto socio-sanitario RM 4.3 finalizzato all'attuazione del R.E.I. e del PON inclusione e altre azioni di inclusione attiva rivolte alle persone svantaggiate e vulnerabili - Approvazione schema di convenzione.

2 - Approvazione convenzione tra i Comuni di Bracciano e Campagnano di Roma per la gestione associata del servizio di Segreteria Generale.

3 - Approvazione del nuovo Regolamento di gestione degli arenili

4 - Legge Regionale 18 luglio 2017 n° 7 recante "Disposizioni per la rigenerazione e per il recupero edilizio", artt. 4, 5, 6 e 7 Legge Regionale 14 agosto 2017 n° 9 art. 17, commi 33 e 34. Disposizioni attuative di competenza comunale. Adozione variante alle N.T.A.
del P.R.G. ai sensi dell'art. 1 comma 3 della L.R. n° 36/87 per l'applicazione degli articoli 4 e 5 della L.R. n° 7/2017.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Consiglio il 17/7

Odg: variazione bilancio, mozioni e interrogazioni

redazione lunedì 9 luglio 2018
MUNICIPIO LADISPOLILADISPOLI - Il presidente Maria Antonia Caredda ha convocato il Consiglio comunale di Ladispoli per martedì 17 luglio, alle ore 21, per discutere i seguenti argomenti:

1 - Ratifica di variazione al bilancio di previsione anno 2018/2020 ai sensi del d. Lgs. 118/2011.

2 - Mozioni, interpellanze ed interrogazioni.

La seduta sarà trasmessa in diretta su Centro Mare Radio.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, è lite su assunzione dipendente ditta Massimi

Botta e risposta maggioranza-opposizione

redazione giovedì 5 luglio 2018
MUNICIPIO LADISPOLILADISPOLI - Dall'amministrazione comunale di Ladispoli riceviamo e pubblichiamo.

Veramente stucchevole la polemica di "Governo Civico", di cui tra l'altro non ne conosciamo le motivazioni, forse sarà stata dettata dalle crisi di astinenza al governo cittadino, visto che hanno già governato Ladispoli dal 1997 al 2012. Oppure dall'abitudine cronica al nepotismo maturata proprio dai 15 anni di amministrazione, forse è in atto una guerra interna tra i partiti di opposizione.

Comunque qualsiasi sia il motivo, l'amministrazione e la maggioranza formata da Lega, Fratelli d'Italia, Cuori Ladispolani e Noi di Ladispoli, ne sono totalmente fuori. I rappresentanti della formazione politica che alle ultime elezioni amministrative ha sostenuto il candidato sindaco Marco Pierini fa illazioni sulla presunta assunzione da parte della ditta Massimi di parente di un consigliere comunale di maggioranza, forse le vecchie abitudini a questa pessima pratica li ha portati a pensare questo. Noi proprio come ci compete svolgiamo il ruolo di controllo e non quello di ufficio di collocamento, quindi per sapere chi è stato assunto dovrebbero rivolgersi direttamente alla ditta e non all'amministrazione.

Tra l'altro l'assunto sembrerebbe essere parente di un consigliere di opposizione, quindi se serve un chiarimento serve tra i partiti della minoranza, non certo da noi. Come diceva qualcuno "a pensare male si fa peccato ma spesso ci si coglie", e non vorremmo che questa polemica sia stata creata ad arte per impallinare una collega dell'opposizione cercando ingiustificatamente di voler tirare dentro l'amministrazione, che non può far altro che rispedire al mittente queste assurde accuse.

Share on Facebook
Categoria: politica

Manunta: Braccianese-Claudia presto messa in sicurezza

I finanziamenti nel Bilancio in discussione

redazione giovedì 5 luglio 2018
palazzo valentiniROMA - È iniziata ieri mattina la sessione di bilancio di previsione 2018-2020 della Città metropolitana di Roma Capitale. Sono tanti gli interventi previsti per la viabilità e l'edilizia scolastica a sostegno dei Comuni del territorio metropolitano.

"Tra questi - spiega il consigliere della Città Metropolitana matteo Manunta - la messa in sicurezza della S.P. Braccianese Claudia km 35+800, ossia il tratto di strada che conduce all'hospice oncologico, inaugurato a febbraio, e che anni fa è stato interessato da una frana che ha reso difficile il transito veicolare. Questo intervento si aggiunge ai lavori già programmati sulla Tolfa-SS Severa, a testimonianza della volontà della Città metropolitana di investire sul nostro territorio".

"Il percorso per l'approvazione definitiva del bilancio si concluderà il 10 luglio. Sono soddisfatto - conclude Manunta - della collaborazione di tutte le forze politiche unite nel produrre un atto che sia rappresentativo degli interessi di tutti i cittadini e realmente rispondente alle esigenze del territorio".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -