Mercoledì, 19 Settembre 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Acea, Minnucci: raddoppio del Peschiera grazie a battaglia per il lago di Bracciano

"Grazie alle comunità che sono scese in piazza"

redazione martedì 18 settembre 2018
Minnucci quattroLAGO - "Il raddoppio del Peschiera, così come annunciato da Stefano Donnarumma, è un'ottima notizia per tutto il Lazio e, in modo particolare, per Roma che, con la realizzazione dell'opera, potrà finalmente contare su un approvvigionamento idrico di primo livello consono alle esigenze dell'intera città".

Lo ha detto il consigliere regionale del Partito Democratico, Emiliano Minnucci, commentando le parole dell'Amministratore Delegato di Acea che ha annunciato, in occasione degli 80 anni dell'Acquedotto del Peschiera, la realizzazione del raddoppio a partire dal 2020.

"Il potenziamento previsto e annunciato da Donnarumma è figlio, fino a prova contraria, della grande battaglia condotta in questi ultimi anni dalle comunità del Lago di Bracciano che sono scese in piazza, perseguendo tra l'altro anche le vie legali, per difendere la loro risorsa ambientale dall'atteggiamento speculativo e arrogante di Acea che, per evitare una crisi idrica di Roma, ha messo in atto un'attività di approvvigionamento costante e continua a danno delle condizioni dell'ecosistema lacustre. In quest'ottica, dunque, la notizia del raddoppio del Peschiera è una vittoria di tutti coloro che in questi mesi hanno chiesto ad Acea di far fronte ad un'eventuale crisi idrica della Capitale attraverso un piano investimenti serio con interventi concreti e strutturali. Oggi – ha concluso Minnucci – possiamo dire di non aver vinto solo per il Lago di Bracciano ma anche per Roma perché, come abbiamo sempre sostenuto, la nostra non è stata una battaglia egoistica condotta sul piano del campanilismo territoriale".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Grando: Centro di Via Bagnac a disposizione di scuole e associazioni

"Chi porta politica nelle scuole non merita nulla"

redazione lunedì 17 settembre 2018
sindaco alessandro grandoLADISPOLI - "Vogliamo che il centro di via Begnac sia a disposizioni dei ragazzi di tutte le scuole di Ladispoli e di tutte le associazioni che nella nostra città praticano attività culturali, musicali e teatrali".

Con queste parole il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, è intervenuto sulla decisione dell'Amministrazione comunale di predisporre, per gli alunni della Corrado Melone che fino allo scorso anno scolastico consumavano i pasti nella struttura Polifunzionale, un nuovo locale mensa nel plesso Fumaroli.

"Questa mattina – ha proseguito Grando – insieme alla Asl abbiamo effettuato un sopralluogo nella nuova mensa e gli ispettori non hanno trovato nulla da eccepire sull'idoneità dei locali che devono ospitare il servizio di refezione scolastica, idoneità che era già stata garantita dagli uffici comunali competenti.Inoltre, non corrisponde al vero che la società CIR abbia affermato che i nuovi locali non fossero idonei, notizia che era stata data ai genitori dal Prof. Agresti in una delle sue email informative. Poiché vogliamo che le famiglie abbiano la massima certezza che i proprio figli frequentino locali a norma, abbiamo chiesto espressamente alla Asl, anche se non dovuto per legge, un parere scritto che certifichi l'idoneità dei locali e anche il numero di alunni che possono essere ospitati. In attesa di ciò, a patire da domani e fino alla completa definizione della vicenda, i ragazzi della Corrado Melone potranno consumare i pasti all'interno del Polifunzionale che, ribadisco, in futuro dovrà essere un luogo a disposizione di tutta la popolazione studentesca e di tutte le associazioni di Ladispoli. Non è oggettivamente possibile garantire la convivenza delle attività culturali con quella di refezione scolastica. Già in passato si sono verificati problemi e, sempre poiché abbiamo a cuore la salute dei ragazzi che frequentano le nostre scuole, abbiamo preso la decisione di dividere i due settori. Non saranno le urla e le invettive di una rumorosa minoranza di genitori, aizzati ad arte contro il Comune dalla Dirigenza e da alcuni insegnanti politicizzati della Melone, a fermare l'impegno dell'Amministrazione comunale per le scuole di Ladispoli".

"La raffica di email e comunicati stampa emanati in questi giorni dal Dirigente scolastico Riccardo Agresti contro l'assessore alla Pubblica Istruzione e contro l'amministrazione comunale sono stati a dir poco vergognosi - sottolinea Grando - questo è il ringraziamento per aver lavorato una estate intera per esaudire le richieste di aule aggiuntive della Melone. Richiesta che è stata prontamente accolta nonostante la Corrado Melone fosse stata già diffidata a non accettare iscrizioni oltre il limite di capienza delle aule che ha in dotazione. La Dirigenza delle Melone ritiene però di non dover rispettare tali limitazioni e di avere il diritto/dovere di aumentare all'infinito il numero di iscritti, senza considerare le ripercussioni di questo comportamento".

"A Ladispoli ci sono altri 3 Istituti comprensivi - spiega il sindaco - con nessuno di questi ci sono i problemi di alcun tipo e ogni questione viene affrontata con il massimo rispetto da ambo le parti. Lo scorso anno l'Istituto Ladispoli 3 ha dovuto far fronte alla mancanza del plesso di via Rapallo e a metà di quello di via del Ghirlandaio e quest'anno ancora a quello di Via Rapallo, eppure non c'è traccia di tutto il polverone alzato in questi giorni dalla dirigenza della Melone. La salute e la sicurezza dei ragazzi è sempre stata e continuerà ad essere una priorità della mia amministrazione. Lo abbiamo dimostrato con i fatti, intervenendo in tempi record lo scorso anno sul plesso di via del Ghirlandaio e recuperando un finanziamento di mezzo milione di euro per la ristrutturazione della scuola di via Rapallo che stava per essere perso a causa del disinteresse chi ci ha preceduto".

"Inoltre - specifica Grando - questa estate sono stati eseguiti lavori di manutenzione, controlli sugli impianti elettrici e sulle dotazioni antincendio di tutti gli Istituti per oltre 100.000 euro di investimenti. E qualcuno vorrebbe farci passare come persone che non hanno a cuore la sicurezza dei bambini? Non scherziamo, non ci sto! Stiamo facendo i miracoli senza soldi a disposizione, chiedendo alle ditte di fare lavori quasi a prezzo di costo per il bene dei ragazzi. A loro e a tutti gli uffici comunali va il mio personale ringraziamento e quello di tutta l'amministrazione. Chi invece porta la politica all'interno delle scuole non merita nulla. Ho già chiesto un incontro al Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale perché questa volta non intendo soprassedere su quanto accaduto. Pretendo il rispetto che si deve all'Istituzione che ho l'onore di rappresentare e non intendo minimamente assecondare i comportamenti riprovevoli che si sono verificati in queste settimane. Le famiglie degli alunni stiano tranquille - conclude il sindaco - l'amministrazione comunale continuerà a fare tutto il possibile per garantire a tutti ragazzi di Ladispoli la massima sicurezza e tranquillità".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, aperte Iscrizioni all'albo di Presidente di seggio

Le domande vanno presentate entro ottobre

redazione lunedì 17 settembre 2018
voto-urnaLADISPOLI - L'amministrazione informa che è aperta la presentazione delle domande per l'iscrizione nell'Albo delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale. La richiesta dovrà essere effettuata entro il mese di ottobre. Possono accedere all'albo gli elettori del Comune di Ladispoli, ed ivi abitualmente dimoranti che non hanno superato il 70esimo anno di età.

I richiedenti devono essere in possesso almeno del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

Saranno esclusi: i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e telecomunicazioni e dei Trasporti, gli appartenenti a Forze armate in servizio, i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali. Sono esclusi dall'iscrizione all'albo anche i funzionari medici dell'Usl, incaricati della certificazione a favore dei votanti invalidi, bisognosi di accompagnamento. La domanda andrà presentata in carta libera sugli appositi moduli disponibili presso l'ufficio elettorale o presso l'Ufficio Relazioni col Pubblico in piazza Falcone.

Oltre alle generalità dovranno essere dichiarati la residenza, il titolo di studio posseduto, la professione, l'arte o mestiere esercitati. L'immissione nelle funzioni, in occasione delle consultazioni elettorali, avviene con decreto del presidente della competente Corte d'Appello.

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri, Cennerilli: le aule scolastiche sono sufficienti

L'assessora: "smentiamo ingiustificati allarmismi"

redazione sabato 15 settembre 2018
assesssora cennerilliCERVETERI - "Ci teniamo a smentire ingiustificati allarmismi, tutti i bambini potranno recarsi regolarmente a scuola lunedì per l'inizio dell'anno scolastico. Leggiamo con stupore le dichiarazioni della Consigliera Anna Lisa Belardinelli che alcuni organi di stampa stanno riportando in queste ore in merito alla mancanza di aule alla scuola Montessori che lascerebbe a casa i bambini nel primo giorno di scuola di lunedì. Tali affermazioni non fanno altro che creare inutile confusione, visto che la situazione è completamente sotto controllo in tutti i plessi, come anche riportato sul sito della Scuola Giovanni Cena (consultabile, da chiunque al seguente indirizzo - http://www.iccena.it/2018/09/15/aggiornamento-frequenza-alunni-plesso-ex-marieni-dal-17-9/)".

Lo dichiara in una nota Francesca Cennerilli, Assessora alle politiche scolastiche del Comune di Cerveteri.

"Tre giorni fa abbiamo partecipato a una riunione con le Insegnanti, la Vicepreside e i genitori dei nuovi e dei vecchi iscritti presso il plesso Montessori – continua l'assessora – spiegando come avverrà il progetto di accoglienza nelle prime due settimane di settembre, inizio dell'anno scolastico, fino al 1 ottobre, momento in cui verranno consegnati i nuovi locali di via Consalvi in cui sarà collocato il plesso della scuola per l'infanzia del Giovanni Cena. Queste due settimane di accoglienza verranno svolte all'interno del plesso Montessori per tutti bambini di nuova o vecchia iscrizione alla scuola dell'infanzia del Giovanni Cena e si svolgeranno utilizzando l'intero plesso, comprendendo l'aula refettorio, gli spazi comuni e il giardino con attività ludico ricreative. L'orario scolastico si svolgerà con progetti specifici che vedranno attività svolte in tutti locali, utilizzati in rotazione delle classi dalle insegnanti e dai bambini. Abbiamo spiegato che la prima settimana, in cui era già previsto l'orario ridotto dalla scuola per le attività di accoglienza, i bambini usciranno tutti prima dell'ora del pranzo. Nella seconda settimana per i bambini che hanno il tempo pieno, stiamo lavorando con la scuola e con la ditta Sodexo per riuscire a fornire comunque il pasto, evitando così di variare il programma già previsto dalla scuola ed evitando quindi di creare problemi gestionali alle famiglie che necessitano del tempo pieno per motivi lavorativi".

"Lo stupore di queste dichiarazioni – conclude l'Assessora Cennerilli – è quindi ancora maggiore perché si tratta di affermazioni pubbliche che creano allarmismo ingiustificato proprio perché vengono da una Consigliera comunale, personaggio pubblico che dovrebbe comprendere le conseguenze di tali dichiarazioni. La Consigliera forse avrebbe potuto confrontarsi prima con l'Amministrazione e gli uffici competenti o anche semplicemente consultare il sito della Scuola dove venivano riportate le informazioni corrette prima di creare allarmismi ma ha preferito cavalcare una possibile polemica, creando una ingiustificata confusione nei genitori e nelle famiglie. Pertanto smentiamo ogni tentativo di procurare falsi allarmi e auguriamo a tutti bambini, le famiglie e il personale docente e non docente un buon inizio di anno scolastico. Ci teniamo che un momento così importante non venga in alcun modo turbato da polemiche strumentali di chi forse ha a cuore solamente la propria visibilità e non la serenità e la corretta informazione dei propri cittadini".

Share on Facebook
Categoria: politica

Settevene-Palo, Minnucci: Raggi totalmente assente

"Ha dovere di prendere in mano la situazione"

redazione venerdì 14 settembre 2018
minnucci treLAZIO - "È passata una settimana dalla frana che ha investito la strada Settevene Palo, nel comune di Cerveteri, e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale non è arrivata nessuna comunicazione. Eppure quella strada è proprio di sua competenza" ha detto Emiliano Minnucci, consigliere Pd della Regione Lazio, che ha scritto al Sindaco della Città Metropolitana di Roma Capitale, Virginia Raggi, per chiederle di adoperarsi circa la situazione della strada Settevene Palo, nel tratto tra Cerveteri e Bracciano, dopo il grave smottamento della scorsa settimana.

"La Raggi, che fin oggi ha fatto orecchie da mercante, ha il dovere di prendere in mano la situazione e dare il via all'iter per risolvere definitivamente il problema. Non so se la Sindaca sia al corrente del fatto che la Settevene Palo è una strada dall'alto valore strategico che mette in collegamento parte della provincia nord di Roma con il litorale laziale e in modo particolare con Civitavecchia. L'unica strada che consente agli abitanti di Cerveteri e di Ladispoli di raggiungere l'Ospedale Padre Pio di Bracciano o gli studenti di Anguillara, Trevignano e Bracciano di arrivare all'Istituto alberghiero 'Di Vittorio' di Ladispoli, per esempio. Non stiamo parlando di una stradina di periferia dispersa nelle campagne tra Cerveteri e Bracciano, stiamo parlando di una strada importante che ospita un traffico veicolare elevato. Per questo – ha concluso Minnucci – mi auguro che la Raggi prenda in considerazione la situazione della Settevene Palo coinvolgendo tutte le istituzioni, a partire da quelle locali, al fine di studiare e garantire un piano strategico serio e concreto, utile a mettere in sicurezza definitivamente l'area e, se necessario, riscrivere un nuovo tracciato che renda la viabilità fruibile e sicura".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -