Domenica, 21 Luglio 2019
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Ladispoli, un albo fornitori per libri testo primaria

Pubblicata manifestazione d'interesse

redazione mercoledì 10 luglio 2019
assessore Lucia CordeschiLADISPOLI - L'assessore alla pubblica istruzione Lucia Cordeschi rende noto che è stata pubblicata una manifestazione di interesse per l'istituzione di un Albo di Fornitori finalizzato alla fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria tramite cedole librarie.

Gli operatori economici che intendono presentare istanza per l'inserimento nell'albo dei fornitori devono:

essere iscritti nel registro delle imprese della Camera di commercio attestante lo svolgimento dell'attività nelle specifico settore del presente avviso;

regolarità contributiva (Durc);

essere in regola con gli obblighi di tracciabilità finanziaria di cui all'art. 3 della legge 136/2010 e s.m.i. indicando, in particolare gli estremi indicativi dei conti correnti dedicati ai pagamenti ed i nominativi delle persone delegate ad operare su tali conti;inesistenza a carico della ditta di dichiarazioni di fallimento o alcuna situazione equivalente;

insussistenza di cause ostative di cui alla legge 55/90 e s.m.i.;

insussistenza di sentenze di condanne passate in giudicato o di decreti penali di condanna;

di essere in regola con gli obblighi tributari;

disponibilità di una sede effettiva per l'esercizio dell'attività di vendita al dettaglio.

La domanda, predisposta su apposita modulistica, dovrà essere presentata al protocollo del Comune di Ladispoli oppure tramite pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 31 luglio alle ore 12:00.

https://www.comunediladispoli.it/libri-di-testo-scuola-primaria-manifestazione-dinteresse-per-istituzione-albo-fornitori/notizia

Share on Facebook
Categoria: politica

Acea, Minnucci: raddoppio Peschiera grazie a Regione e protesta pro lago Bracciano

"Parole della sindaca Raggi sono fuffa"

Redazione mercoledì 10 luglio 2019
minnucci emilianoLAZIO - "Le parole di giubilo lanciate oggi da Virginia Raggi sul raddoppio del Peschiera sono solo fuffa. La Sindaca di Roma insieme all'AD Acea, Stefano Donnarumma, perché non ci spiegano il motivo per il quale non hanno mai voluto ritirare il ricorso al Tribunale Superiore delle Acque contro lo stop delle captazioni ordinato dalla stessa Regione Lazio? Altro che applausi e ringraziamenti: il raddoppio del Peschiera è frutto dell'impegno assunto e profuso in questi anni dal Presidente Zingaretti e figlio della battaglia condotta dai residenti del lago di Bracciano. Se due anni fa non ci fosse stata quel tipo di mobilitazione, Acea avrebbe continuato a fare il suo comodo senza troppi problemi. Avrebbe continuato a prelevare l'acqua dal lago senza mettere in cantiere alcun tipo di intervento alla rete idrica della capitale, se non quelli di somma urgenza, e con il beneplacito totale della Sindaca di Roma".

Llo ha detto il consigliere regionale, Emiliano Minnucci, commentando l'accordo sottoscritto dalla Regione Lazio e il Comune di Roma per il rinnovo fino al 2031 della concessione dell'acquedotto Peschiera-Le Capore.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, La settimana in Consiglio regionale

Seduta il 10/7, commissioni dall'8 all'11/7

redazione domenica 7 luglio 2019
aula pisana unoLAZIO - Il presidente Mauro Buschini ha convocato per il giorno mercoledì 10 luglio 2019 alle ore 11 la seduta n. 37 del Consiglio regionale.

All'ordine del giorno il question time (sei interrogazioni a risposta immediata) e la trattazione dei seguenti argomenti:

- Mozioni nn. 85, 200, 214, 215, 75 e 209;

- Proposta di legge regionale n. 170 del 3 luglio 2019, concernente: "Modifica alla legge regionale 27 luglio 2018, n. 6 (Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno del diritto allo studio e la promozione della conoscenza nella regione)", presentata dai consiglieri Marco Vincenzi (Pd), Valentina Grippo (Pd), Antonello Aurigemma (FI) e Alessandro Capriccioli (+Europa Radicali);

- Proposta di legge regionale n. 161 del 6 giugno 2019, di iniziativa della Giunta regionale, concernente: "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lett. A), del Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42) e successive modifiche";

- Proposta di legge regionale n. 162 del 6 giugno 2019, di iniziativa della Giunta regionale, concernente: "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lett. E), del Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42)" e successive modifiche.

COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI

Lunedì 8 luglio

Ore 11,00 – Sala Etruschi

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio

1) Proposta di legge regionale n. 171 del 4 luglio 2019, concernente: "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lett. A) e lettera E), del Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42) e successive modifiche". Esame di competenza ai sensi dell'articolo 55 del Regolamento dei lavori del Consiglio Regionale.

2) Proposta di deliberazione consiliare n. 32 del primo luglio 2019 concernente: "Rendiconto generale del Consiglio regionale del Lazio per l'esercizio 2018". Esame di competenza ai sensi dell'articolo 55 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

Ore 14,00 – Sala Di Carlo

XII Commissione - Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione

Saranno auditi il presidente dell'ANCI Nicola Marini e il presidente dell'UNCEM Lazio Achille Bellucci, in merito alla pl 134 del 28 marzo 2019, primo firmatario Sergio Pirozzi.

Dalle ore 14,00 – Sala Latini

VI Commissione - Lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti

La commissione effettuerà tre audizioni:

alle ore 14.00 – Audizione sulla SS 675 Umbro-Laziale tratta Orte Civitavecchia con l'amministratore delegato Anas spa, Massimo Simonini;

alle ore 15.00 – Audizione sul ripristino della viabilità in via Carolano di Montelibretti – servizio provvisorio Bus Navetta Cotral. Invitati: il Comune di Montelibretti; l'Assessore regionale Lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti; la Città Metropolitana Roma Capitale; Cotral spa;

alle ore 16.00 – Audizione sullo stato di avanzamento dei progetti infrastrutturali e di viabilità inerenti l'evento sportivo Ryder Cup 2022. Invitati: l'amministratore unico Astral, ing. Antonio Mallamo; il direttore del Dipartimento Viabilità Città metropolitana di Roma capitale, ing. Claudio Di Biagio; la sindaca della Città metropolitana di Roma Capitale, Virginia Raggi; il presidente del IV Municipio Roberta Della Casa; il sindaco del Comune di Fonte Nuova, Piero Presutti; il Sindaco del Comune di Guidonia, Michel Barbet.

Martedì 9 luglio

Dalle ore 11,00 - Sala Latini

VIII Commissione - Agricoltura, ambiente

La commissione effettuerà tre audizioni:

alle ore 11.00 – Audizione sullo stato dei lavori di rifacimento del collettore circumlacuale del Lago di Bolsena". Invitati: Direzione regionale lavori pubblici, Stazione Unica Appalti, Risorse Idriche e Difesa del Suolo, RUP del progetto di rifacimento ((Area attuazione servizio idrico integrato e risorse idriche), Direttore dei Lavori del progetto di rifacimento, Direttore Generale Cobalb, Associazione Lago di Bolsena, Sindaco di Montefiascone, Sindaco di Bolsena.

alle ore 12.00 – Audizione congiunta con la commissione Urbanistica, politiche abitative e rifiuti sull'emergenza ambientale nel territorio del comune di Frosinone a seguito dell'incendio nell'impianto di trattamento rifiuti Mecoris e problematiche connesse alla gestione del ciclo rifiuti. Invitati: Asl Frosinone, Arpa Lazio Frosinone, Provincia Frosinone, Direzione regionale politiche ambientali e ciclo dei rifiuti.

alle ore 15.00 – Audizione sulla Pdc n. 30 del 17/05/2019 concernente "Approvazione del Piano del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga ai sensi dell'art. 12, comma 4, della Legge 6 dicembre 1991, n. 394, e successive modifiche e integrazioni.". Invitati: Copagri, Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Legambiente Lazio, Wwf Lazio, Italia Nostra, Territorio Roma, Salviamo il Paesaggio, Associazione Forum Ambientalista, Legainsieme, Aips, Ente Bacino appennino Centrale, Feder Parchi, Fati i Piani di Assetto, Earth Associazione.

Ore 14,00 – Sala Sabini

X Commissione - Urbanistica, politiche abitative, rifiuti

Proposta di legge n. 113 "Disposizioni per promuovere le pratiche di compostaggio aerobico di rifiuti organici". Ore 14,00 – Sala Di Carlo

Ore 14,00 – Sala Di Carlo

SEDUTA CONGIUNTA

IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio

V Commissione Cultura, spettacolo, sport e turismo

Audizione sulla vicenda del Cinema Maestoso. Invitati: assessore e Dipartimento Cultura di Roma Capitale; assessore e Dipartimento Urbanistica di Roma Capitale; Direzione Cultura Regione Lazio; Direzione Urbanistica Regione Lazio; Direzione Regionale del Lavoro; Municipio Roma VII; Immobiliare Appia 2005 Srl; "Circuito Cinema" Srl; CUB informazione; SLC-CGIL; CISL; UILCOM-UIL.

Ore 15,00 – Sala Di Carlo

V Commissione - Cultura, spettacolo, sport, turismo

Audizione sulla proposta di legge n. 163 del 12 giugno 2019, concernente: "Norme in materia di Servizi Culturali Regionali. Abrogazione della legge regionale 24 novembre 1997, N. 42 (Norme in materia di Beni e Servizi Culturali del Lazio) e successive modifiche e di disposizioni varie in materia di valorizzazione culturale". Invitati: Presidenti delle Province del Lazio; Sindaco e assessore alla Cultura di Roma Capitale; Anci Lazio; SLC-CGIL; CISL; UILCOM-UIL; ABI Valle dei Santi; Polo Museale del Lazio; AIB (Associazione Italiana Biblioteche); INCOM (Internacional Council of Museum); ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana).

Mercoledì 10 luglio

Ore 10,00 – Sala Latini

III Commissione - Vigilanza sul pluralismo dell'informazione

Audizione con il commissario straordinario del Corecom, dott. Claudio Lecce.

Giovedì 11 luglio

Ore 10,00 – Sala Latini

XI Commissione - Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione

Proposta di legge n. 37 del 20 giugno 2018, concernente: "Disciplina del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande".

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, plesso Via Verdi: Bianchini-Stronati interrogano

Smontata l'iniziativa della Giunta

redazione venerdì 5 luglio 2019
scuola san francescoANGUILLARA - Dal capogruppo Pd al Consiglio comunale di Anguillara, Silvio Bianchini, e dall'ex assessore Enrico Stronati, riceviamo e pubblichiamo.

Facciamo un riepilogo per punti sulla vicenda della chiusura del plesso di Via Verdi, affinché rimanga traccia a futura memoria, chiunque può integrare:

1. Uno studio condotto da un Ing. esperto della materia informa che la scuola di Via Verdi non supera la verifica statica e di vulnerabilità sismica;

2. Precauzionalmente la Sindaca ne ordina la chiusura;

3. Il tecnico suggerisce di approfondire lo studio perché quello da lui condotto si basa su uno scarso livello di conoscenza (LC1) che ha fornito risultati, in particolare per la statica, che lui stesso ritiene siano contraddetti dalla storia della struttura che negli anni ha, invece, dimostrato di non avere problemi;

4. Siamo in estate, la scuola é chiusa, quindi quale miglior momento per dare corso alle indicazioni del tecnico e chiarire la sorte della scuola e dei bambini che in essa dovrebbero essere ospitati?

5. Perché l'Amministrazione non ha dato incarico (verifica in LC3) di approfondire le indagini, come chiesto peraltro dal professionista incaricato, in modo da accertare senza ombra di dubbio se la struttura è da dichiarare inagibile?

6. La situazione determinatasi suggerisce all'Amministrazione di cavalcare l'emergenza scolastica ed avviare procedimenti urgenti per piazzare dei container presso uno dei campi di calcio comunali;

7. L'importo del noleggio annuo é di poco inferiore a quello del loro acquisto (parliamo di centinaia di migliaia di euro);

8. Il costo degli interventi computati dal tecnico di cui al punto 1. per procedere a lavori di adeguamento sismico del plesso di Via Verdi, sono inferiori al canone annuale dei container;

9. Lo studio é stato "nascosto" per 30 giorni, per fare approfondimenti strumentali sulla struttura servirebbero 3 mesi. 1/3 del tempo perso per giocare a nascondino;

10. La demolizione di una scuola realizzata negli anni 50, senza che vi sia stata una perizia tecnica (da parte del Genio Civile o Vigili del Fuoco, per esempio) che accerti la reale situazione strutturale con adeguata affidabilità (quindi basato su rilievo strumentale con livello di confidenza 3), non potrà che avere dei riflessi Amministrativi ed erariali;

11. Altrettanto arduo é pensare di autorizzate la spesa necessaria a far fronte alla situazione in urgenza sulla base di una emergenza che fonda su una (corretta) interpretazione precauzionale delle conclusioni dello studio la cui finalità ed incarico era altro e non su un parere tecnico scientifico che affermi quanto é stato fatto;

12. Più volte é stato tentato di offrire collaborazione, da tutte le forze, per affrontare questa situazione che, evidentemente, non può avere colori.

Stasera (ieri, ndr) l'Amministrazione grillina incontrerá la cittadinanza presso l'ex Consorzio Agrario.

Domani aggiorneremo questo riepilogo dei fatti sempre nell'ottica di fornire informazioni ai posteri nella speranza che tutto questo venga giudicato per ciò che realmente é, un modo sbagliato di gestire una emergenza che tale potrebbe essere ma di cui non v'é certezza.

E i cittadini pagheranno.

Share on Facebook
Categoria: politica

Articolo uno lazio, Agostini: tutto fermo alle Fs regionali

Su tratta Roma-Viterbo velocità da diligenza

redazione giovedì 4 luglio 2019
riccardo agostiniLAZIO - Da qualche giorno si registrano importanti disservizi sulla Roma Viterbo ed a quanto si apprende dalle prescrizioni dell'Ansf, l'Agenzia per la sicurezza ferroviaria italiana che all'indomani dell'incidente di Barletta ha sostituito l'Ustif, anche su tutte le ferrovie regionali.

Cosi dall'oggi al domani treni a singhiozzo e velocità da diligenza sono divenute la normalità sulla tratta Roma Viterbo. Ci sono poi prescrizioni anche per Roma Lido e Roma Giardinetti che non rispettano i criteri di sicurezza voluti da Ansf e che quindi devono andare più piano, con meno treni. Ancora non ci sono notizie sui lavori che la Regione doveva fare sulle ferrovie concesse dal 2016, non ci sono notizie sui treni che si dovevano comprare. Tutto fermo.

Ora che è arrivata l'Ansf, però a fermarsi è il servizio sulle ferrovie concesse con buona pace dei passeggeri e dei lavoratori ancora una volta umiliati da condizioni di servizio che da tutti dipendono fuorché da loro. Chissà se ha ancora senso spendere il finanziamento di oltre 300 milioni per le ferrovie concesse, su progetti che risalgono a quasi 4 anni fa. Sarebbe più utile allora trasformare la Roma Lido e la tratta urbana della Roma Viterbo nelle metropolitane E ed F a servizio di tutta l'area metropolitana di Roma. Ormai bisogna cominciare a pensare per Roma e per l'area metropolitana, a linee che partono dalle aree periferiche della metropoli e portano verso l'area centrale. Piuttosto che pubblicare foto di autobus in fiamme, si progettino le metropolitane, senza le quali il trasporto di Roma non si salva e si realizzino a costi certi, immutabili ed in tempi europei. Roma è l unica capitale che ha l 80% del trasporto su gomma. Con questi valori il tpl della capitale non potrà funzionare mai. Lo sappiano i cittadini. Il resto sono solo sciocchezze.

Cosi in una nota il coordinatore regionale di Articolo Uno Lazio Riccardo Agostini, il responsabile trasporti di Articolo Uno Lazio e il circolo Atac di Articolo Uno

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -