Domenica, 19 Gennaio 2020
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Consuntivo 2013: ecco i dati

illustrati da assessore al Bilancio Claudio Ciervo

redazione martedì 15 luglio 2014
Bracciano Municipo PoliticaBRACCIANO - Rispetto del Patto di Stabilità, calo dell'autonomia finanziaria che scende da dall'88,37 per cento all'82,30 per cento, in diminuzione rispetto al 2012 a causa della notevole diminuzione delle entrate tributarie, dovuta essenzialmente alla minore entrata per IMU (da 5.458.462 a 3.769.202,74 euro), nessun nuovo mutuo nel 2013 con conseguente indice di indebitamento pro-capite che cala leggermente da 1.320,09 euro del 2012 ai 1.306,39 del 2013, calo dell'indice di autonomia impositiva che passa dal 55,71 per cento del 2013 contro il 59,52 per cento del 2012.

Questi alcuni aspetti del conto consuntivo 2013 che sarà oggetto del Consiglio comunale di oggi a Bracciano.

"L'Ente – commenta Claudio Ciervo, assessore al Bilancio del Comune di Bracciano - chiude il consuntivo 2013 con un avanzo di 560.018,81 euro e con un risultato di gestione di 197.206,05. Da segnalare che in attuazione del "Patto di stabilità regionalizzato orizzontale" la Regione Lazio ha messo a disposizione del Comune di Bracciano 249.000 euro, da restituire nei due esercizi successivi.

Lo Stato ha inoltre concesso – aggiunge Ciervo - spazi finanziari per il pagamento di debiti in conto capitale fino al 31/12/2012 per l'importo di 1.681.000 euro. Riguardo le spese correnti – spiega Ciervo - si registra una riduzione, passando dai 16.844.671,59 euro del 2012 ai 16.388.525,18 del 2013. La spesa che tuttavia è aumentata maggiormente – precisa l'assessore - è stata quella per la copertura del servizio di igiene urbana e ambientale svolto in house dalla nostra società partecipata in osservanza alla vigente normativa che prevede la copertura integrale del servizio.

E' stata inoltre sostenuta una notevole spesa per fronteggiare l'emergenza arsenico che ha reso necessari oltre alla distribuzione di acqua potabile alla popolazione, anche l'installazione di un impianto provvisorio per la dearsenificazione delle acque in località Fiora, dal costo di 225.060 euro. Nel 2013, riguardo le uscite, particolare attenzione è stata data alla lotta al randagismo, per la quale è stata sostenuta una spesa complessiva di 80.366 euro contro i 52.999,96 euro del 2012.

Per il servizio di smaltimento rifiuti nel 2013 sono stati spesi 2.970.451,52 euro rispetto ai 2.671.755,00 del 2012. Si sottolinea inoltre che – dice Ciervo - per i Servizi di Protezione Civile sono state destinate risorse per complessivi 70.922,84 euro, comprensive di costi per il personale dipendente. Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale – spiega ancora l'assessore al Bilancio - il livello di efficienza ed efficacia dei servizi a domanda individuale si mostra soddisfacente, così come la percentuale di copertura delle spese. In particolare per il servizio di refezione scolastica la percentuale di copertura è risultata pari al 51,8 per cento, mentre per il servizio relativo ai soggiorni estivi per minori tale percentuale è stata pari al 35,10 per cento.

E' invece aumentata l'entrata per T.A.R.S.U. rispetto all'anno 2012, attestandosi a 2.921.000 rispetto ai 2.521.626,15 del 2012, in relazione all'incremento delle tariffe del 15,87 per cento, necessario per ottenere una copertura integrale dei costi di effettuazione del servizio. Per i tributi speciali e le altre entrate proprie – sottolinea Ciervo - si è registrato un aumento dovuto alla maggiore entrata per recupero evasione tributaria accertata per 321.589,83 euro rispetto ai 130.000 accertata nel 2012. L'accertamento dell'addizionale comunale all'Irpef nel 2013 – spiega ancora Ciervo - è aumentato rispetto all'anno 2012 attestandosi a 2.006.144,05 euro rispetto al 1.736.450 del 2012.

Gli stanziamenti di bilancio relativi ad alcuni contributi – spiega ancora l'assessore al Bilancio - sono stati ridotti per un importo complessivo di euro 274.312,25 per il contributo dello Stato per uffici giudiziari, contributo dello Stato per la refezione scolastica dei docenti statali, l'assegnazione di fondi regionali per diritto allo studio, il contributo regionale per assistenza e beneficenza pubblica".

Il conto consuntivo 2013 è accompagnato, come di norma, dalla relazione dell'organo di revisione nella quale "si esprime parere favorevole per l'approvazione".

"I margini di manovra dei bilanci comunali – commenta il sindaco Giuliano Sala - ormai sono molto stretti. Chi amministra la cosa pubblica si trova quotidianamente a dover affrontare emergenze, la possibilità di fare programmazione da parte delle amministrazioni è ormai quasi nulla e la dimostrazione l'abbiamo anche dai continui rinvii di date che vengono effettuati per l'approvazione dei conti consuntivi e dei bilanci. E certamente – sottolinea ancora Sala – gli sforzi necessari per far quadrare i conti derivano anche dalle grandi difficoltà dei cittadini e del mondo commerciale e imprenditoriale di onorare le scadenze tributarie con ripercussioni delle previsioni delle entrate".

Share on Facebook
Categoria: politica

Bilancio non convince

Lo afferma l'Associazione Salviamo Bracciano

redazione martedì 15 luglio 2014
SALVIAMO BRACCIANOBRACCIANO - Dall'associazione Salviamo Bracciano, riceviamo e pubblichiamo.

"Cari concittadini,

anche quest'anno si potrà andare spensieratamente in vacanza ... Infatti, nel prossimo consiglio comunale di domani pomeriggio, sicuramente il nostro sindaco ci informerà puntualmente sulla nostra situazione economica, affinchè tutti i cittadini di Bracciano possano capire le ottime condizioni del bilancio comunale .

Non ascoltate i soliti disfattisti che fanno presente :

- addizionale IRPEF aumentata del 24,1% in 2 anni

- tassa rifiuti aumentata dell' 80,3% in 2 anni;

- debito medio, per abitante, neonati compresi, di euro 1262,94 ;

- ancora non si conosce la situazione economica della Bracciano Ambiente;

- il Comune di Bracciano si è indebitato nel 2013 per euro 1.687.526,40 con la Cassa depositi e prestiti al fine di pagare debiti certi liquidi ed esigibili alla data del dicembre 2012.

Noi siamo certi che tutto sarà spiegato dai nostri amministratori, sindaco per primo, nel consiglio comunale di domani, martedì 15 luglio alle ore 18, e poichè la riunione sarà a porte aperte, vi invitiamo, nel vostro e nostro interesse di cittadini di Bracciano, a partecipare".

Associazione Salviamo Bracciano

Share on Facebook
Categoria: politica

Commissione visita Banditaccia

Incontro con sindaco Pascucci alla necropoli

redazione lunedì 14 luglio 2014
commissione regionale banditacciaLAZIO - La V commissione "Cultura, diritto allo studio, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport e turismo" ha visitato la Necropoli etrusca della Banditaccia e il Museo Nazionale Cerite, su invito del sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci.

Nel corso dell'incontro, il presidente Eugenio Patanè e i consiglieri Antonello Aurigemma (Pdl-Fi), Marta Bonafoni (Per il Lazio), Piero Petrassi (Cd) si sono confrontati sulle potenzialità e criticità dell'area archeologica e urbana, a dieci anni esatti dall'inclusione all'interno dei siti Unesco, patrimonio dell'umanità.

"Alla luce di questo importante sopralluogo - ha dichiarato il presidente Patanè - abbiamo deciso di convocare in Commissione a settembre tutte le istituzioni coinvolte nel rilancio e nella valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale del sito Unesco di Cerveteri. Questo, per favorire azioni a breve termine in grado di convogliare con più facilità i flussi turistici in questo circuito che sta crescendo sempre più in termini di presenze e di eventi di interesse per il grande pubblico nazionale e internazionale. E poi, a medio-lungo termine, bisognerà tornare ad agire sui fondi comunitari e i bandi per l'innovazione, nonché conferire risorse alla legge regionale sui siti Unesco del Lazio"

Share on Facebook
Categoria: politica

cONSIGLIO SUI CONTI 2013

Bracciano esamina Consuntivo

redazione venerdì 11 luglio 2014

Bracciano CronacaBRACCIANO - Il Consiglio comunale di Bracciano si riunirà il 15 luglio 2014 alle ore 18:00, in seduta ordinaria, per discutere e approvare il Conto Consuntivo per l'Esercizio 2013.

Share on Facebook
Categoria: politica

Scuola, il piano 2015-2018

Illustrato ridimensionamento scolastico

redazione giovedì 10 luglio 2014
stele pisanaLAZIO - Illustrato stamattina alla Pisana dall'assessore alla scuola Massimiliano Smeriglio il piano di indirizzo generale della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica per il triennio 2015-2018.
 
Sulla proposta di deliberazione consiliare è chiamata ad esprimersi la V commissione del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Eugenio Patané (Pd), che ha fissato alle ore 15 di venerdì 11 luglio il termine per la presentazione degli emendamenti e alle ore 10 di lunedì 14 luglio il termine per i subemendamenti.

Il documento presentato contiene gli indirizzi generali per la programmazione. Si prevede che le istituzioni scolastiche per acquisire o mantenere l'autonomia debbano avere un numero di alunni stabile, per un quinquennio, tra i 600 e i 1200. La media regionale dovrebbe attestarsi tendenzialmente attorno ai 900 alunni. Sono però previste deroghe per gli istituti nelle isole Pontine e nei comuni montani (minimo 400 studenti), oltre che per quelli in territori particolarmente isolati o disagiati, oggetto di specifici e successivi atti di Giunta.

Un capitolo a parte riguarda i punti di erogazione del servizio. Sono individuati i criteri per la formazione delle classi; viene ribadita la necessità del mantenimento delle scuole dell'infanzia; si conviene sulla necessità di evitare la formazione delle pluriclassi. Il dimensionamento nel primo ciclo avverrà con la formula dell'aggregazione delle varie scuole in istituti comprensivi; nelle Superiori (II ciclo) è considerato necessario evitare duplicazioni e sovrapposizioni di analoghi indirizzi e opzioni già funzionanti nel medesimo ambito territoriale. I Centri territoriali per l'educazione degli adulti (Ctp) e i corsi serali cesseranno il 31 agosto 2015. Successivi atti di programmazione della Giunta definiranno i criteri di riordino e l'attivazione definitiva dei Centri provinciali per l'istruzione degli adulti.

Nel corso della seduta, la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza sulla proposta di deliberazione per l'integrazione dell'associazione Eudif nella Consulta femminile regionale per le pari opportunità.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -