Venerdì, 5 Giugno 2020
RSS Feed

politica

Categoria: politica

pETRUCCI AL cORECOM

Ok da commissione regionale

redazione lunedì 18 novembre 2013
corecomLAZIO - Via libera dalla Commissione Vigilanza sul pluralismo dell'informazione, presieduta da Giuseppe Emanuele Cangemi (Pdl), al nome di Michele Petrucci, proposto dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, quale nuovo Presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Corecom).

Nato a Napoli nel 1957 e laureato in Ingegneria elettronica, Petrucci opera dal 1988 come amministratore e consulente di direzione. Dal 2009 è presidente dell'Asap, agenzia per lo sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche, di cui è stato in precedenza consigliere di amministrazione; dal febbraio 2013 collabora con l'Ufficio di presidenza del Consiglio Nazionale Forense. Petrucci prende il posto dell'avvocato Francesco Soro, il cui mandato quinquennale, non rinnovabile per legge, è scaduto il 27 ottobre.

Organo di consulenza e di gestione della Regione, nonché organo funzionale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, il Corecom si occupa di sistemi convenzionali e informatici delle telecomunicazioni e radiotelevisivo. Come prevede la L.R. 19/2001, fanno parte del Corecom il Presidente, nominato dal Presidente della Regione, sentita la competente commissione consiliare permanente e da quattro componenti designati dal Consiglio regionale, in modo che sia garantito il ruolo delle opposizioni consiliari. L'avviso pubblico per la designazione di questi ultimi è stato pubblicato il 29 ottobre scorso.

"Non appena verrà ratificata la nomina, inviteremo in audizione il nuovo Presidente del Corecom per avviare un percorso di collaborazione, augurandoci che il Consiglio designi a breve gli altri quattro componenti", ha dichiarato Cangemi.

A favore della nomina il presidente Cangemi, Gino De Paolis (Sel), Marino Fardelli (Bongiorno Presidente), Baldassarre Favara (Per il Lazio), Daniele Mitolo (Per il Lazio) e Marco Vincenzi (Pd). Astenuti Gianluca Perilli (M5S) e Adriano Palozzi (Pdl).

Share on Facebook
Categoria: politica

"Cava è schiaffo a Pizzorno"

Manciuria: "Sindaco si ribelli al Governatore"

redazione sabato 16 novembre 2013
SIMBOLO DEFINITIVOANGUILLARA - "Nel prossimo Consiglio Comunale del 21 Novembre ci aspettiamo dal sindaco Pizzorno l'apertura di un dibattito sulla notizia appresa da fonti giornalistiche dove nella medesima giornata si avvierà alla Pisana la discussione conclusiva sull'autorizzazione regionale di una nuova cava di basalto sul nostro territorio, in spregio alla volontà unanime espressa dallo stesso consiglio comunale che le ha tassativamente vietate in attesa di una regolamentazione seria da parte della Regione Lazio".

Commenta così il Presidente del Movimento ScegliAmo Italia Sergio Manciuria il dispositivo regionale n° 17 Prot. GR 73761, che assegna alle Commissioni competenti l'esame conclusivo per l'apertura di una nuova cava di basalto per una superficie di circa 10 ettari in località "Quarticillo".

"Se non ci sarà una posizione netta dei consiglieri regionali nel bocciare la proposta nel rispetto della volontà della nostra comunità - ammonisce il responsabile sabatino – la cui maggioranza, è bene ricordarlo, ora è composta dal partito democratico, riprenderemo una dura battaglia e vedremo se Pizzorno sarà in grado di farsi almeno rispettare dai suoi stessi compagni di partito".

"Siamo letteralmente allibiti dalla politica ambientalistica e paesaggistica del Governatore Zingaretti – prosegue il Capogruppo - che nell'arco di un mese assesta tre ceffoni a questo territorio e alla giunta Pizzorno targata Pd: prima su Cupinoro, rimanendo inerme rispetto alle decisioni del Commissario ai rifiuti Sottile, poi con la minaccia di nominare un Commissario ad acta in caso di mancata adesione ad ATO 2 per privatizzare il nostro acquedotto in barba al referendum che ha detto sì all'acqua pubblica, e da ultima ma non meno importante, l'autorizzazione all'apertura di una nuova cava di basalto che giovedì, a meno che il sindaco batta i pugni sul tavolo del suo governatore, otterrà lo scontato via libera".

"Dal canto nostro, ribadiamo con forza la nostra contrarietà a questo modus operandi della sinistra al governo regionale - conclude Manciuria – e siamo determinati a far valere la nostra vocazione turistica per l'attivazione di parchi tematici e di divertimento per bambini piuttosto che nuove buche desolate, spesso dal destino segnato e propedeutico a sostenere il ciclo del rifiuto indifferenziato".

Share on Facebook
Categoria: politica

Consiglio comunale giovedì

Tra i punti all'odg la previsione di bilancio

redazione venerdì 15 novembre 2013
Anguillara porta orologioANGUILLARA - Il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria per il giorno 21/11/2013 alle ore 9:00 con il seguente Ordine del giorno:

1 - Risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane per la produttivita' disposizioni per l'incremento delle risorse decentrate e variabili sino ad un massimo del 1,2% del monte salari del 1997, ai sensi dell'art. 15,comma 2 del ccnl 01/04/1999. e smi;

2  - Regolamento sulla pubblicità e trasparenza situazione patrimoniale dei titolari di cariche pubbliche elettive e di governo;

3 - art. 174 del dlgs 18/8/2000 n. 267. approvazione relazione previsionale e programmatica al bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2013. bilancio annuale esercizio finanziario 2013. bilancio pluriennale 2013/2015. (si comunica ai sensi dell'art. 10 comma 4° del regolamento di contabilità che non sono stati presentati emendamenti al bilancio)

Share on Facebook
Categoria: politica

Audizione su rifiuti tossici

Convocati gli assessori refrigerie Ciminiello

redazione giovedì 14 novembre 2013
rifiuti tossiciLAZIO - Nella seduta congiunta della I Commissione consiliare Sicurezza e lotta alla criminalità, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio) e VI Commissione Ambiente, presieduta da Enrico Panunzi (Pd), riunitasi per discutere sulle questioni inerenti alla tematica dei rifiuti tossici nei territori della Regione Lazio, sollevata dal gruppo consiliare M5S, è stato deciso di convocare in audizione per venerdì 29 novembre prossimo, gli assessori regionali all'Ambiente, Fabio Refrigeri, e quello alla Sicurezza, Concettina Ciminiello.

Il presidente Favara, evidenziando che non sono stati ancora accertati riscontri oggettivi alle parole del collaboratore di giustizia, Carmine Schiavone, ritiene che "sarebbe necessario verificare lo stato dell'arte attraverso audizioni mirate alla conoscenza della problematica".

Il presidente Panunzi ha sollevato l'esigenza di "capire lo stato e la salubrità reale dei luoghi indicati e interessati dai possibili rifiuti tossici"

La consigliera Gaia Pernarella (M5S) ha sollecitato le Commissioni affinché si addivenga alla redazione di una risoluzione, da far votare in Consiglio, che impegni la Giunta a rendere la Regione parte civile nel processo in corso.

Il Consigliere Gianluca Perilli (M5S), ha proposto in virtù dell'art. 35 dello Statuto Regionale, la costituzione di una commissione di inchiesta sul tema.

"Una relazione della struttura regionale all'Ambiente che riscontri le parole di Carmine Schiavone e i controlli fatti sul territorio" è stata formulata dal consigliere Giuseppe Simeone (Pdl).

Mentre, il consigliere Giuseppe Cangemi (Pdl), ha annunciato la richiesta di una seduta di Consiglio straordinario sui temi della sicurezza e legalità alla presenza del presidente Zingaretti.

"La Regione deve mettere a disposizione risorse per la bonifica della discarica di Borgo Montello" è stata la richiesta del consigliere Enrico Forte (Pd) "utile per fare un focus epidemiologico specifico su quella zona e non solo".

La consigliera Cristiana Avenali (Per il Lazio) ha evidenziato la presenza delle mafie anche sul ciclo del cemento, annunciando "il mio impegno affinché nel prossimo bilancio regionale sia costituito il fondo per gli abbattimenti degli abusi così che la Regione possa sostituirsi ai Comuni inadempienti".

La consigliera Maria Teresa Petrangolini (Per il Lazio) ha manifestato perplessità sull'utilità di costituire nuovi organismi o commissioni, in presenza di quelli che già ci sono.

"Generalizzare sul termine legalità" - ha affermato la consigliera Rosa Giancola (Per il Lazio) "è come generalizzare sui dati".

Share on Facebook
Categoria: politica

Riordino Enti, sì condizionato

Perplessità di Storace e M5S

redazione giovedì 14 novembre 2013
ingresso consiglio regionale
LAZIO - Disco verde all'iter per il riordino di enti e società regionali, operanti nel settore della mobilità e dei trasporti, dalla I Commissione consiliare permanente Affari costituzionali e statutari, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio), e la IV Commissione Bilancio, presieduta da Mauro Buschini (Pd), riunite in seduta congiunta.

Presente alla seduta l'assessore Michele Civita (Politiche del territorio, mobilità, rifiuti) che ha risposto all'osservazione presentata dal consigliere Francesco Storace (La Destra) e alla memoria posta agli atti dai consiglieri Valentina Corrado e Gianluca Perilli (M5S).

Perplessità sono state evidenziate da Francesco Storace "sulle modalità con le quali si vuole procedere alla soppressione di Aremol e alla liquidazione di Cotral patrimonio Spa, trasferendone le attività in Astral".

"Carenze dei dettagli che fotografano la situazione attuale delle società e degli enti" per i rappresentanti del MoVimento 5 Stelle, così come "carente è il piano industriale e di attività capace di proiettare in una prospettiva futura costi, risparmi e investimenti necessari".

L'assessore Civita ha considerato che "l'intera operazione sarà condotta mantenendo gli attuali livelli occupazionali". "Saranno definite le modalità operative maggiormente idonee e coerenti organizzative, economiche, finanziarie e fiscali". La Proposta di Legge contemplerà il trasferimento delle attività in essere nella società Astral Spa, soluzione che risponde alla necessità di razionalizzazione delle risorse.

Dopo il voto di parere favorevole, il presidente Buschini, accogliendo la proposta del consigliere Pietro Sbardella (Gruppo misto), ha annunciato che si farà portavoce nei confronti del presidente del Consiglio regionale, affinché l'iter della PL possa essere assegnata al lavoro congiunto delle Commissioni IV (Bilancio) e VI (Mobilità).

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -