Lunedì, 3 Agosto 2020
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Iresa, ecco la verità

Zingaretti spiega il retroscena

redazione lunedì 23 dicembre 2013
zingarettiLAZIO - La riduzione dell'imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili (Iresa) non sarebbe il frutto di "un pressing intuibile delle cosiddette lobby", come aveva suggerito polemicamente il consigliere Daniele Sabatini (Ncd) nell'aula del Consiglio, bensì la risposta della Giunta a una precisa richiesta del governo nazionale. A chiarire i contorni della vicenda Iresa è il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, "perché è giusto ricostruire il contesto in cui tale decisione è nata".

"E' un'imposta che interviene nel Lazio, unica Regione assieme alle Marche - ha spiegato Zingaretti - Fin dall'inizio fu criticata, perché rappresenta un ulteriore aggravio nella fiscalità delle compagnie aeree. Inoltre, non riguarda genericamente tutte le compagnie - ha proseguito il governatore del Lazio -, ma per il 50% il vettore Alitalia.". Zingaretti ha spiegato che la questione s'inserisce nella discussione sulla crisi di Alitalia "che rischiava di colpire soprattutto la nostra regione". Di qui la richiesta pressante da parte del governo. di annullare l'imposta. "In questo contesto, - ha proseguito il governatore del Lazio - come segnale di disponibilità abbiamo deciso una riduzione del 30%". "

Introdotta con la Finanziaria regionale 2013, nella proposta di legge di stabilità regionale 2014 d'iniziativa della Giunta era stata ridotta del 30 per cento. Riduzione non arrivata all'Aula, a causa di un emendamento soppressivo, d'iniziativa del consigliere Francesco Storace (La Destra verso An), approvato a maggioranza in commissione Bilancio. La possibilità che la riduzione possa rientrare nel testo all'esame dell'Aula con un emendamento della Giunta sta tenendo banco nel dibattito politico fuori e dentro l'Aula. Su tale possibilità Zingaretti ha precisato quanto segue: "Queste cose le racconto non per difendere ad oltranza un processo o per mettere sotto ricatto nessuno come, lo confesso, in parte noi ci siamo sentiti durante la trattativa. Però io ho il dovere di dirvi che, allo stato attuale, il problema dell'interlocuzione col governo rimane tutto aperto e verrei meno al mio compito se non informassi il Consiglio del contesto nel quale è nato questo orientamento della Giunta. Questo non vuol dire che dobbiamo reintrodurre la riduzione - ha concluso Zingaretti - quello che vi posso dire è che aprirò un'interlocuzione col governo e tenteremo di trovare una soluzione, perché tutti siamo più contenti se possiamo contare su 15 milioni di euro da utilizzare nelle politiche di sviluppo. Lavoreremo in queste ore per cercare soluzioni alternative e, nel corso della fase emendativa, vedremo cosa si può proporre".

Dopo la replica dell'assessore al Bilancio, patrimonio e demanio, Alessandra Sartore, il Consiglio regionale del Lazio ha approvato, a maggioranza, un Ordine del giorno che impegna il presidente della Regione a rinegoziare il debito sanitario e a promuovere la cessazione del regime di commissariamento della sanità laziale.

Il presidente Daniele Leodori (Pd) ha sospeso i lavori dell'Aula poco dopo le ore 18 e ha aggiornato la seduta ad oggi, lunedì 23 dicembre 2013, alle ore 11,30.

Share on Facebook
Categoria: politica

Cal, bocciato Zingaretti

Ncd-Fi: "rinnovata fiducia a centrodestra"

redazione domenica 22 dicembre 2013
elezioni cal2LAZIO - ''Bocciatura clamorosa di Zingaretti alle elezioni del Cal. Le liste di sinistra sono state battute dalle liste di centrodestra che hanno ottenuto 9 eletti su 17, di cui 6 nella lista del Pdl, conquistando la maggioranza all'interno del Consiglio per le autonomie locali. Un risultato importante di cui la Giunta Zingaretti dovra' prendere atto: il Cal e' un organismo di rilievo costituzionale fondamentale in cui si garantisce la concreta partecipazione degli enti locali alle decisioni della Regione che ricadono poi sugli interessi dei territori e delle comunita' locali''.
Lo dichiarano in una nota congiunta Pietro Di Paolo e Luca Gramazio, capigruppo di NCD e Forza Italia alla Regione Lazio. ''La massiccia partecipazione dei Comuni alle elezioni che si sono svolte lunedi' 16 dicembre, con 272 comuni su 367 aventi diritto che hanno votato nei Consigli comunali per il rinnovo del Cal, - aggiungono - conferma la rilevanza di questo organismo per le amministrazioni. Il risultato che ha premiato le liste di centrodestra dimostra come, nei territori, sia stata rinnovata la fiducia nel lavoro che quotidianamente svolgiamo al fianco dei tanti amministratori locali per il bene dei cittadini''.

Share on Facebook
Categoria: politica

Sì a rendiconto regione 2012

Approvato anche consuntivo del Consiglio

redazione sabato 21 dicembre 2013
RegioneLazio2 Politica
LAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Daniele Leodori (Pd), ha approvato, con 35 voti a favore, 7 contrari e un astenuto, il rendiconto generale 2012 della Regione Lazio (proposta di legge regionale n. 105). Approvato anche il conto consuntivo del Consiglio per l'esercizio 2012 (proposta di deliberazione consiliare n. 17). Presente il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l'Aula ha approvato anche il "Documento di economia e finanza regionale 2014-2016" (pdc n. 22).

La seduta è stata sospesa alle 16,45 e aggiornata a domani, domenica 22 dicembre, per iniziare l'esame della legge di stabilità regionale 2014 (pl n. 106) e del bilancio di previsione 2014-2016 (pl n. 107), oltre che del bilancio del Consiglio. Prima della sospensione, il presidente Leodori ha comunicato all'Aula quanto stabilito dalla conferenza dei capigruppo sul calendario dei lavori per i prossimi giorni. Domani, domenica 22, seduta dalle ore 11 fino alla conclusione della discussione generale e nuovo aggiornamento dei lavori: lunedì 23 è prevista una nuova sessione di lavoro dalle ore 11,30 alle 17. Dopo la pausa natalizia il Consiglio sarà al lavoro a partire dalle ore 12 di venerdì 27 dicembre fino all'approvazione dei provvedimenti all'ordine del giorno. Il termine per la presentazione dei subemendamenti è fissato per domani alle ore 12.

Per quanto riguarda i provvedimenti approvati oggi, la discussione sul rendiconto generale e sul consuntivo del Consiglio per l'esercizio 2012 è stata preceduta dalla relazione della presidente del Comitato regionale di controllo contabile, Valentina Corrado (M5S), e dalla votazione su una questione pregiudiziale di sospensiva sottoscritta da sette capigruppo. Con quest'ultima si chiedeva l'interruzione della discussione sulle proposte all'esame del Consiglio fino a quando non fossero stati nominati i revisori dei conti, così come previsto dalla legge regionale n. 4/2013, approvata lo scorso giugno in attuazione della normativa nazionale in materia di controllo e contenimento della spesa delle regioni. Tale questione sospensiva è stata respinta a maggioranza.

I provvedimenti approvati oggi

Secondo il rendiconto generale della Regione Lazio, al 31 dicembre 2012 risultavano entrate complessive accertate per 28.325 milioni di euro, spese complessive impegnate per 32.787 milioni, con un disavanzo di 4.462 milioni di euro. All'interno della contabilità regionale, il consuntivo del Consiglio per l'esercizio finanziario 2012 si presenta con 76.970.465 euro di entrate e 74.401.528 euro di uscite in termini di competenza. Sia il rendiconto generale sia il consuntivo del Consiglio per la prima volta sono stati parificati dalla Corte dei Conti, come prescritto dal decreto legge 174/2012 in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali. Quest'anno torna all'esame del Consiglio un atto di programmazione economica e finanziaria pluriennale. L'ultimo approvato dall'Aula è quello relativo al triennio 2009-2011. L'approvazione del nuovo documento di programmazione è un atto dovuto, in base alla più recente normativa nazionale, come ha spiegato all'Aula l'assessore al bilancio, Alessandra Sartore.

Con il "Documento di economia e finanza regionale 2014-2016", nel quale peraltro si annuncia la prossima pubblicazione del Documento strategico di programmazione 2013-2018 (Dsp), si va a delineare il quadro di programmazione della Giunta Zingaretti per gli anni a venire. Partendo dall'analisi del ciclo economico attuale, caratterizzato da una caduta della domanda e da una flessione degli occupati, il documento di economia e finanza regionale individua sette macro aree d'intervento con i rispettivi indirizzi programmatici, che riguardano soprattutto il sostegno all'impresa e all'occupazione.

Share on Facebook
Categoria: politica

Segreteria Pd: eletto Scaglione

Già nel direttivo, è ricercatore Enea

redazione giovedì 19 dicembre 2013
simbolo pdANGUILLARA - Salvatore Scaglione è il nuovo segretario del circolo del Partito Democratico di Anguillara. La proclamazione è arrivata in questi giorni a seguito di una comunicazione della commissione regionale per il congresso investita della problematica relativa alla elezione. In sostanza la proclamazione viene determinata dal fatto che, tra i due candidati in campo per il ruolo di segreterio, all'ultimo congresso di circolo Scaglione ha riscosso il numero maggiore di consensi.

Ricercatore Enea, Salvatore Scaglione da tempo è un esponente del direttivo del circolo Pd di Anguillara e si occupato, tra le altre cose, della stesura delle linee programmatiche per le elezioni anguillarine.

Share on Facebook
Categoria: politica

Consiglio comunale il 23/12

Tra i punti all'odg la variazione al Bilancio

redazione mercoledì 18 dicembre 2013
Anguillara porta orologio
ANGUILLARA - Il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria per il giorno 23/12/2013 alle ore 19:00 presso l'Aula Consiliare. Gli argomenti in discussione all'ordine del giorno sono:

 
1) RATIFICA VARIAZIONE AL BILANCIO

2) OSSERVAZIONE N.307 PRESENTATA ATTRAVERSO LA VARIANTE GENERALE AL P.R.G. ADOTTATA CON DELIBERA DI C.C. N. 48 DEL 23/12/2006. REVOCA PUNTO 8 DELLA OSSERVAZIONE E RIPRISTINO DELLA DESTINAZIONE AGRICOLA E1 DELLE PARTICELLE 200 E 26/P DEL FOGLIO CATASTALE N.22.

3) APPROVAZIONE PERIZIA PERITO DEMANIALE DOTT. EGIDIO SANTAMARIA: MUTAMENTO DELLA DESTINANZIONE D'USO AI SENSI DELL'EX ART. 12 DELLA LEGGE 1766/1927 TERRENO DA DESTINARE AD IMPIANTO DI VALORIZZAZIONE DEI FLUSSI PROVENIENTI DALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA "PORTA A PORTA" FOGLIO 16 P.LLA 37/P.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -