Giovedì, 21 Gennaio 2021
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Regione, sì ad altre 4 cave

Due nel Comune di Roma e due nel Viterbese

redazione mercoledì 7 maggio 2014
sala mechelliLAZIO - Parere favorevole dalla VIII commissione del Consiglio regionale a quattro schemi di deliberazione di Giunta per l'autorizzazione di quattro cave, di cui due a Roma e due in provincia di Viterbo, a Orte e Vasanello. Voto favorevole a maggioranza, con un contrario e due astenuti, per ciascun atto all'esame dei consiglieri regionali.

In particolare, nel territorio della Capitale gli schemi di deliberazione riguardano due cave di basalto. Una in località "Riserva della Casaccia", con autorizzazione decennale a favore della Generale srl di Roma e un'altra a "Prato Mentuccia" all'azienda capitolina Miri Cave srl. L'autorizzazione all'estrazione di travertino, per dieci anni, in località "Fontana Antica" a Vasanello è invece per la Travertini Sant'Andrea Giganti Renato srl di Serre di Rapolano (Si). Quella della Semag srl di Testa di Lepre - Fiumicino riguarda invece l'attività estrattiva di sabbia e ghiaia, per sette anni, in località "Radigara", nel territorio di Orte.

Quest'ultima deliberazione deve ancora essere sottoposta al parere della commissione Ambiente, a differenza delle altre tre che tornano in Giunta per l'approvazione definitiva.

Nel corso della stessa seduta la VIII commissione ha preso atto della procedura istruttoria per la designazione di tre componenti della "Commissione regionale consultiva per le attività estrattive", trasmettendo gli atti al Consiglio regionale. L'Aula individuerà tra i curricula presentati tre esperti esterni all'amministrazione regionale in possesso di requisiti di professionalità e competenza, rispettivamente, in ingegneria mineraria, in geologia e in scienze agronomiche e forestali.

Share on Facebook
Categoria: politica

Premiata 'La Strada del Lago'

Contributo regionale di 28mila euro

redazione mercoledì 7 maggio 2014
Rinaldo BorzettiBRACCIANO - "La Regione Lazio ha premiato la nostra progettualità. Siamo soddisfatti di questo riconoscimento. E' un risultato figlio di un nuovo modo di amministrare, fuori dai campanilismi. Ora dobbiamo senz'altro andare avanti spediti in questa direzione".

Non nasconde la sua soddisfazione Rinaldo Borzetti, assessore al Turismo e allo Sviluppo Economico del Comune di Bracciano per il contributo regionale di 28mila euro concesso per sostenere il progetto "La strada del lago" che vede coinvolti, sulla base di uno specifico protocollo d'intesa, i cinque comuni del territorio sabatino di Bracciano, Anguillara, Trevignano, Manziana e Canale Monterano.

"Viene premiato – commenta ancora l'assessore – il lavoro di circa una trentina di persone che compongono la Consulta dello Sviluppo Economico che stanno mettendo a punto delle iniziative di rilancio turistico esteso all'intero comprensorio intercomunale. Tra i primi risultati del progetto La Strada del Lago – aggiunge Borzetti - l'uscita a breve di un manifesto unico degli eventi estivi concordato tra i cinque Comuni, una modalità che eviterà il crearsi di dualismi e contrapposizioni tra gli eventi locali.

Da segnalare inoltre la prossima pubblicazione di una innovativa brochure turistica alla quale seguirà una più articolata guida del comprensorio. La Regione su 87 progetti presentati a livello regionale – conclude Borzetti – ha assegnato il terzo posto al nostro progetto cogliendo appieno il valore della sinergia con la quale stiamo lavorando per valorizzare il patrimonio ambientale, culturale ed artistico di questa area".

Share on Facebook
Categoria: politica

Il M5S AD Anguillara

Incontro con rappresentanti e candidati

redazione sabato 3 maggio 2014
M5SANGUILLARA - Si svolgerà oggi, dalle ore 16 alle 20, nei pressi del Giardino dell'Ulivo della Pace - Piazza del Comune, l'incontro pubblico Agorà a 5 stelle, a cui parteciperanno i portavoce del Gruppo Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati Carla Ruocco e Stefano Vignaroli, quello del Senato Paola Taverna, e della Regione Lazio Gianluca Perilli.

I cittadini avranno la possibilità di conoscere i rappresentanti del Movimento in parlamento e rivolgere loro delle domande.

All'incontro interverrano anche i candidati parlamento europeo: Giovanni Ghirga, Massimo Fabio Castaldo e Dario Tamburrano.

Share on Facebook
Categoria: politica

Via Abecol e Comitato Ambiente

Deciso in Commissione regionale Bilancio

redazione mercoledì 30 aprile 2014
ingresso consiglio regionaleLAZIO - Parere favorevole alla norma sulla soppressione dell'Agenzia regionale per i beni confiscati alle organizzazioni criminali del Lazio (Abecol), perché adesso c'è un apposito organismo nazionale che svolge le sue stesse funzioni, e alla soppressione del "Comitato tecnico-scientifico per l'ambiente", non operativo da almeno tre anni. E via libera anche all'articolo 9 della nuova spending review regionale che dovrebbe permettere alla Regione di entrare finalmente in possesso degli immobili dell'ex ospedale Forlanini, così come previsto da una legge regionale del 2008.

La IV commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio, programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha dato parere favorevole, con alcuni emendamenti, ad altri tre articoli della proposta di legge regionale n. 147, "Misure finalizzate al miglioramento della funzionalità della Regione Lazio: disposizioni di razionalizzazione e di semplificazione dell'ordinamento regionale, nonché interventi per lo sviluppo e la competitività dei territori e a sostegno delle famiglie". Oltre 640 gli emendamenti e i subemendamenti presentati, il focus dell'attenzione in mattinata è stato attratto dalla vicenda dei trasferimenti per il trasporto pubblico locale dalla Regione Lazio a Roma Capitale.

Presente per tutta la durata dei lavori l'assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, assieme al responsabile dell'ufficio legislativo della Giunta, Alessandro Sterpa, oggi è stato discusso l'articolo 6 che prevede la soppressione del "Comitato tecnico-scientifico per l'ambiente", "in attuazione dei principi fissati dallo Stato nell'ambito del coordinamento della finanza pubblica, al fine di eliminare le duplicazioni organizzative e semplificare le procedure". Da anni e anni tale comitato non è operativo, come ha spiegato l'assessore Sartore. Le funzioni di tale comitato comunque saranno ricondotte alle strutture amministrative regionali che si occupano di ambiente. Stesso discorso per l'Abecol, la cui soppressione è stata salutata con "estrema soddisfazione" dalla consigliera Valentina Corrado (M5s): le competenze che non passeranno all'agenzia nazionale per i beni confiscati alla criminalità organizzata saranno trasferite alla direzione regionale della Giunta competente in materia di politiche sociali e sicurezza.

Infine, via libera anche all'articolo 9 della pl 147 che modifica la legge di assestamento di bilancio 2008-2010 (legge regionale n. 14/2008), fissando al 31 dicembre 2014 il termine entro il quale l'azienda ospedaliera San Camillo dovrà provvedere trasferire alla Regione il possesso degli immobili dell'ex ospedale Forlanini, non più destinato ad attività sanitaria.

Sono sei in tutto gli articoli approvati finora, sui 42 della pl 147. Ieri la commissione aveva dato parere favorevole, con alcuni emendamenti, all'articolo 1 ("Funzioni e compiti degli organi di controllo degli enti pubblici dipendenti"), al 4 ("Anticipazioni di tesoreria o di cassa degli enti pubblici dipendenti della Regione") e al 5 ("Soppressione del consorzio di gestione delle grotte di Pastena e Collepardo"). I lavori della IV commissione sono stati aggiornati a lunedì 5 maggio alle ore 12,30, per il proseguimento dell'esame dell'articolato della pl 147.

Share on Facebook
Categoria: politica

Zingaretti in commissione

Spending review su sanità e personale

redazione martedì 29 aprile 2014
sala mechelliLAZIO - Collegi sindacali di Asl e aziende ospedaliere più snelli, un albo degli idonei a ricoprire l'incarico di direttore sanitario, nuovi criteri - sganciati dalle stime sul fabbisogno di assistenza ma rispondenti a logiche di mercato - per il rilascio di autorizzazioni alle strutture sanitarie private. Questi in sintesi gli interventi sulla normativa regionale illustrati dal presidente della Regione Lazio nonché commissario per il piano di rientro dal disavanzo sanitario, Nicola Zingaretti, alla IV commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio, programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd).

Zingaretti è intervenuto sugli articoli in materia di organizzazione sanitaria (2 e 16) e di personale (art. 11) della proposta di legge regionale n. 147, "Misure finalizzate al miglioramento della funzionalità della Regione Lazio: disposizioni di razionalizzazione e di semplificazione dell'ordinamento regionale, nonché interventi per lo sviluppo e la competitività dei territori e a sostegno delle famiglie".

"In sintonia con le leggi nazionali di spending review - ha spiegato il presidente Zingaretti - l'articolo 2 del provvedimento si pone l'obiettivo di ridurre da cinque a tre il numero dei membri dei collegi sindacali delle aziende sanitarie, con una conseguente riduzione dei costi ma anche con un migliore efficientamento della macchina amministrativa".

Secondo la proposta di legge d'iniziativa della Giunta, i tre membri dei collegi sindacali delle aziende sanitarie dovranno essere così designati: uno dal Ministero delle finanze, uno dalla Regione e uno dagli enti locali.
"L'albo dei direttori amministrativi - ha proseguito Zingaretti - mira a ridurre gli spazi di discrezionalità nelle nomine e a un innalzamento delle qualifiche, mentre la norma sugli accreditamenti delle strutture sanitarie private svincola gli accrediti sui fabbisogni e va in un'ottica di mercato". Zingaretti ha illustrato anche la norma della pl 147 relativa al ruolo unico dei dirigenti regionali.

Nel corso dell'audizione sono intervenuti diversi consiglieri d'opposizione. Tra questi, Francesco Storace (La Destra verso An) ha posto sul tavolo il tema dei controlli in ambito sanitario, chiedendo un ruolo più rilevante dell'opposizione nella nomina dei revisori. Pietro Di Paolantonio (Ncd) ha parlato di una "parabola discendente del disavanzo della sanità, più che dimezzato rispetto al dato storico", nella direzione e di uno stato di "virtuosità" dei conti, e per questo motivo ha auspicato la rinegoziazione con il governo del piano di rientro. Insufficiente per Valentina Corrado (M5s) la scelta di dedicare alla sanità alcuni articoli della spending review anziché varare una normativa a hoc e la mancanza dell'indicazione di non aver subito condanne, anche dalla corte dei conti, per le nomine dei dirigenti della sanità.

Nella sua replica, Zingaretti ha confermato la "virtuosità certificabile e conclamata" dei conti sanitari, che però sembra ancora lasciare spazi di trattativa con il governo molto ristretti, e ha manifestato la disponibilità a verificare ed eventualmente accogliere alcune sollecitazioni emerse nel corso dell'incontro.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -