Giovedì, 18 Ottobre 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Anguillara, Manciuria:mancato divieto balneazione è spregio a salute pubblica

"Gravi ritardi, un errore dietro l'altro"

redazione venerdì 28 settembre 2018
manciuria sergioANGUILLARA - "La sindaca Anselmo passa da un errore all'altro nell'emettere i divieti di balneazione su Via Reginaldo Belloni: nel 2017, per favorire i famosi salottini tutt'ora inesistenti, si arrogò il diritto di imporre un divieto naufragato però miseramente al TAR su ricorso dei cittadini, quest'anno, omettendo l'emissione tempestiva (per buona norma entro le successive 24 ore) dell'ordinanza in presenza del superamento dei parametri Ecoli ed Enterococchi fecali nelle acque lacustri di fronte alla Chiesa Madonna delle Grazie, il tutto in evidente spregio della tutela della salute pubblica".

Cosi riferisce Sergio MANCIURIA, Presidente di AnguillaraSvolta, successivamente all'acquisizione della documentazione ARPA previo accesso civico ai sensi del Dlgs 33/2013 ed s.m.i. ottenuto nella giornata odierna.

"Qual è - interroga Manciuria - il vulnus in spregio alla tutela della salute pubblica e delle norme di legge? L'Ordinanza sindacale n. 93 è stata emessa con ben 15 giorni di ritardo esponendo, nel frattempo, bagnanti e turisti alle contaminazioni da Ecoli ed Enterococchi fecali, per poi essere revocata il giorno successivo (Ordinanza del vice sindaco dell' 8 Agosto n. 95 ). Come risulta dalla documentazione, l'ordinanza del divieto di balneazione lacustre andava emessa entreo la data del 22 Luglio, confermata il giorno 28 Luglio, e semmai revocata alla data del 7 Agosto 2018 contestualmente al rientro dei parametri nella norma".

"Infatti, dall'esame della documentazione, trasmessa dal Dipartimento Stato dell'Ambiente della Regione Lazio - rileva il referente sabatino – previo il controllo delle acque lacustre a ridosso di Via Belloni per mezzo di campionamenti dell'ARPA LAZIO, tanto in data 21 luglio quanto il successivo 27 Luglio 2018 (ricevute entrambi nelle medesime date di emissione ma protocollate in regime di automazione del server posta elettrica certificata nelle 48 ore successive) si è rilevato lo sforamento dei parametri ben oltre i limiti previsti dall'allegato A del decreto Ministero Salute del 30 Marzo 2010 attuativo del Dlgs 116 del 2008".

"Eppure la paladina dell'Honestà del Movimento Cinque Stelle Sabatino, a pochi mesi dall'insediamento sullo scranno sindacale e precisamente nell'autunno del 2016, denunciava pubblicamente al TGR LAZIO, il Sindaco uscente Francesco Pizzorno sulla vicenda (ci risulta archiviata) del superamento dei parametri dell'arsenico che seppur dannoso nel lungo periodo, sicuramente non lo è quanto ingerire batteri nocivi. Probabilmente, la giustificazione a tale imbarazzante "distrazione legislativa e comunicativa" della 'diversamente amministrazione' è da imputarsi alla febbrile attività gestionale agostana inerente la tutela del territorio e la salvaguardia del consumo del suolo, ma ciò non sottrae il primo cittadino da responsabilità morali quanto giudiziarie".

Ora - conclude Manciuria – aspettiamo coerentemente l'autodenuncia per non aver salvaguardato nei tempi previsti la salute pubblica, ma soprattutto pretendiamo, al netto delle responsabilità penali, maggiore attenzione e tempestività sull'emissione delle ordinanze che riguardano l'incolumità dei cittadini. Questi adempimenti rappresentano per noi i problemi reali della nostra città piuttosto che le fumose quanto improbabili opere pubbliche a carico dei privati per mezzo dei piani integrati".

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, Bianchini: il Piano integrato è variante a Prg

"Trasformata area agricola in centro abitato"

redazione giovedì 27 settembre 2018
silvio bianchiniANGUILLARA - "Approvato Piano Integrato in barba alla richiesta di tutta l'opposizione di rivedere i criteri e le modalità che hanno portato all'adozione della Variante (che che ne dica il presidente del Consiglio questa è una variante) trasformando in modo irreversibile un area agricola in un centro abitato per futuri 700/800 abitanti".

Commenta così il capogruppo dem al Comune di Anguillara, Silvio Bianchini, il Piano integrato di intervento approvato dall'amministrazione.

"Il sottoscritto - spiega Bianchini - ha presentato una pregiudiziale per il ritiro della delibera, perché viziata negli aspetti procedurali e documentazione previsti nell'Avviso ma principalmente per il mancato obbiettivo di riqualificazione urbanistica e ricucitura di aree contigue al centro abitato e realizzazione di nuove infrastrutture come scuole o centri di aggregazione sociale. Abbiamo visto che nel mercimonio di un dare e avere (senza sapere come) si baratti il depauperamento del territorio, giustificandolo con riduzione di cubatura da quanto previsto dal PRG. Su questo passaggio rispondo all'Assessora che oltre a non conoscere dove è ubicata l'area (non credo la sola) ha dichiarato che il piano prevedeva 80.000mc di edificazione. Le rispondo che si vada a vedere le norme tecniche e si accorgerà (sono 45.000 mc) che ha detto una delle tante inesattezze di questa mattina. Ripeto quanto ho dichiarato in consiglio, che non siamo contrari ai P.I.I. se contenuti e se questi prevedono una riqualificazione di aree compromesse e che siano contigue al centro abitato e abbiano al suo interno una pluralità di servizi, questo per non trovarci con gli errori del passato (va detto) dove si è permesso di costruire nuclei abitati a chilometri di distanza dal paese".

"Tutto questo - accusa e conclude il capogruppo dem - non è servito ad aprire un ragionamento con la maggioranza, oramai annebbiata e priva di una visione politica e di come vedere il futuro del Paese. Annebbiata da una rabbia di solitudine, che li fagocita giorno per giorno, avulsi dal contesto sociale, aggregativo e di comunità. L'atteggiamento tenuto nello stesso Consiglio è la dimostrazione della frustrazione con cui vivono, tentando di liberarsene con utopiche decisioni che vedranno come dei macigni abbattersi sul loro futuro".

prg anguillara

Share on Facebook
Categoria: politica

Bracciano, Consiglio il 28 /9

Odg: Bilancio ed elezione cariche del Consiglio

redazione giovedì 27 settembre 2018
municipio bracciano 2BRACCIANO - Il Consiglio comunale di Bracciano è convocato venerdì 28 settembre alle 19, in seduta straordinaria, per discutere il seguente ordine del giorno:

APPROVAZIONE VARIAZIONE DI BILANCIO AI SENSI DELL'ART. 175, COMMA 2, DEL D.L.GS. 267/2000.

RATIFICA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N 168 DEL 03/08/2018.

RATIFICA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N 174 DEL 10/08/2018.

RATIFICA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N 195 DEL 13/09/2018.

RETTIFICA PARZIALE PUNTO 4 LETTERA A) DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE NUMERO 37 DEL 16/07/2018.

ELEZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E DEI DUE VICE PRESIDENTI.

RICONOSCIMENTO DI DEBITI FUORI BILANCIO DERIVANTI DA SENTENZE ART. 194, COMMA 1, LETT. A) DEL D.LGS. 267/00.

Share on Facebook
Categoria: politica

Autismo,Colosimo:emendamento a sostegno è vittoria Fdi

"Vittoria che ha sapore buono dell’amore assoluto"

redazione martedì 25 settembre 2018
Colosimo ChiaraLAZIO - "Nella seduta di Consiglio fiume di questa notte l'Aula ha approvato un emendamento presentato da Fdi a sostegno delle famiglie dei minori autistici in età evolutiva prescolare. L'approvazione all'unanimità del nostro articolo aggiuntivo nel collegato di bilancio è una vittoria di umanità, l'autismo è un tema di cui ci occupiamo da sempre e fin dall'inizio di questa consiliatura abbiamo lavorato affinché la Pisana recepisse i nostri indirizzi, stanziando già a giugno la copertura necessaria alla proposta. L'emendamento vincola la Regione Lazio a sostenere le famiglie che vogliono avvalersi liberamente delle terapie psicologiche e comportamentali strutturate, a fare un regolamento che istituisca un albo dei terapisti riconosciuti e a scrivere un regolamento che normi le modalità di erogazione del sostegno economico con priorità per quelle aventi un numero di figli superiore ad 1 e con un Isee inferiore o pari a 8 mila euro. Oltre che ad occuparsi finalmente della formazione specifica di pediatri ed insegnanti di sostegno. Ancora una vittoria di Fdi al fianco delle famiglie e delle fasce più deboli. Una vittoria che ha il sapore buono dell'amore assoluto".

E' quanto dichiara in una nota Chiara Colosimo, consigliere di Fdi alla Regione Lazio.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Auditorium: Milani risponde ad Agresti

L'assessore controreplica al preside

redazione martedì 25 settembre 2018
marco-milaniLADISPOLI - Dall'assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli, Marco Milani, riceviamo e pubblichiamo.

Ho letto la replica del Direttore Agresti al mio intervento in radio e, sebbene non mi piaccia interloquire attraverso i media (ma auspico, ancora una volta, un confronto attorno a un tavolo), devo precisare alcune cose. L'Auditorium sarà disponibile, sempre che ci siano imprese interessate alla gara, fra svariati mesi e non "a breve". Al momento l'unico luogo ove far esibire gli artisti è il Polifunzionale, gradito alla quasi totalità di compagnie e associazioni locali.

"Un altro punto non chiaro è la frequenza di uso della sala polifunzionale per "avvenimenti" culturali: quante volte, durante l'inverno, ci saranno realmente esibizioni "serie" nella sala polifunzionale?"dice il Direttore.

Io sono Assessore alla Cultura e di questa devo preoccuparmi. E lo faccio, intanto riportando la questione su toni e modi pacati, favorendo il dialogo, ma anche dovendo concedere il Polifunzionale a coloro che lo richiederanno per esibirsi, provare, esprimere la propria creatività, a prescindere del loro livello, perché la Cultura deve essere di tutti, non solo delle esibizioni "serie", come le definisce il Direttore. Il mio compito è renderla accessibile a tutti, senza distinzione tra professionisti e amatori, belli e brutti, seri e meno seri, ammesso che si possa discriminare in tal senso.

Avere il Polifunzionale totalmente a disposizione può permetterne un uso continuo, per varie compagnie e associazioni, aperto anche a corsi, campus e altro, oltre agli spettacoli serali. Con la limitata disponibilità attuale molti rinunciano. Pulizia del teatro: anche io ho provveduto più volte personalmente ad allestire e ripristinare la sala del Polifunzionale e i tempi citati dal Direttore non coincidono con quelli reali, senza contare problemi di altro tipo, sfociati, a suo tempo, addirittura in un'aggressione ai miei danni. Io resto del mio avviso e cioè che una mensa interna alla scuola sia più sicura di una approntata in un locale promiscuo dove quasi ogni giorno accedono decine, centinaia di estranei per altre attività.

È palese che una sterilizzazione perfetta e di tutta l'area sia impossibile e con l'uso frequente del teatro per fini artistici, avremmo pressoché quotidianamente l'immissione di potenziali pericoli all'interno della mensa. Ma il Preside Agresti preferisce tale soluzione ritenendo sicuro anche un palco occupato da materiali scenici e altro (e chi li sterilizza?), mentre i bambini mangiano. Rispetto ma non condivido la sua opinione. Per me tutto ciò è pericoloso. Concludo con una rassicurazione: nessun navigare a vista e nemmeno nessun privato in vista, il Polifunzionale sarebbe gestito direttamente dall'assessorato (quante illazioni Preside...).

E ora spero che tale stucchevole disfida termini e ci si possa incontrare faccia a faccia per decidere e concordare la migliore soluzione per i ragazzi e per la Cultura.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -