Mercoledì, 23 Ottobre 2019
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Lazio, La settimana in Consiglio regionale

I lavori dal 30 settembre al 4 ottobre

redazione domenica 29 settembre 2019
ingresso consiglio regionaleLAZIO - Il presidente Mauro Buschini ha aggiornato la seduta n. 41 del Consiglio regionale alle 11 di mercoledì 2 ottobre, per la prosecuzione dell'esame dei punti all'ordine del giorno:

- Proposta di legge regionale n. 45 del 5 luglio 2018, concernente: Stabilizzazione occupazionale dei lavoratori socialmente utili ex art. 1, comma 2, d.lgs 81/2000 e dei lavoratori di cui alla d.g.r. 1799 del 01/08/2000 nell'ambito di politiche attive del lavoro;

- Proposta di legge regionale n. 37 del 20 giugno 2018 adottata dalla Giunta regionale con deliberazione n. 288 del 12 giugno 2018, concernente: Testo unico del commercio;

- Testo unificato concernente "Disciplina dell'attivita' di trasporto di persone mediante noleggio di autobus con conducente" delle seguenti proposte di legge:

- Proposta di legge regionale n. 148 del 13 maggio 2019, concernente: Disciplina dell'attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente;

- Proposta di legge regionale n. 153 del 16 maggio 2019, concernente: Disciplina dell'attività di trasporto di viaggiatori mediante noleggio autobus con conducente;-

Proposta di legge regionale n. 18 del 20 aprile 2018, concernente: Disposizioni in materia di tutela.

COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI

Lunedì 30 settembre

Ore 14 - sala Latini

XII Commissione – Tutela del territorio, erosione costiera, emergenza e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione.

Schema di deliberazione n. 69, concernente: "Approvazione del Regolamento regionale concernente 'Requisiti per l'iscrizione e modalità di gestione dell'Elenco territoriale delle organizzazioni di volontariato di protezione civile della Regione Lazio. Abrogazione del regolamento regionale 21 aprile 2017, n.12 (Disposizioni relative alla gestione dell'Elenco territoriale delle organizzazioni di volontariato di protezione civile della Regione Lazio)'.
2) Schema di deliberazione n. 70, concernente: "Approvazione del Regolamento regionale concernente 'Modifiche al regolamento 7 agosto 2015 n. 9 (Misure a favore delle organizzazioni di volontariato di protezione civile)'.

Ore 14:00 - sala Etruschi

VI Commissione – Lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti.

Audizione congiunta con la Commissione speciale sui Piani di zona per l'edilizia economica e popolare nella Regione al fine di acquisire utili approfondimenti in merito alle "opere a scomputo dei piani di zona con particolare riferimento alla situazione di Monte Stallonara.
Soggetti auditi: l'Assessore regionale Mauro Alessandri, l'Assessore all'Urbanistica di Roma Capitale Luca Montuori, l'Assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale Margherita Gatta, l'Assessore alle Politiche ambientali e Lavori pubblici dell'XI Municipio Giacomo Giujusa, il Direttore Generale del C.B.T.A.R. Andrea Renna, la Cooperativa Habitat 70, il Comitato di zona Monte Stallonara e il Consorzio Monte Stallonara.

Ore 14 – sala Etruschi

Commissione speciale sui piani di zona per l'edilizia economica e popolare nella Regione.

Audizione congiunta con la VI Commissione Lavori pubblici, Infrastrutture, Mobilità, Trasporti al fine di acquisire utili approfondimenti in merito alle "opere a scomputo dei piani di zona con particolare riferimento alla situazione di Monte Stallonara.
Soggetti auditi: l'Assessore regionale Mauro Alessandri, l'Assessore all'Urbanistica di Roma Capitale Luca Montuori, l'Assessora alle Infrastrutture di Roma Capitale Margherita Gatta, l'Assessore alle Politiche ambientali e Lavori pubblici dell'XI Municipio Giacomo Giujusa, il Direttore Generale del C.B.T.A.R. Andrea Renna, la Cooperativa Habitat 70, il Comitato di zona Monte Stallonara e il Consorzio Monte Stallonara.

Ore 14 - sala Etruschi

Commissione speciale sui piani di zona per l'edilizia economica e popolare nella Regione.

Audizione su: Piano di zona D6 Osteria del Curato 2 Coop. Edilizia La Goletta; Piano di Zona C23 Pisana Vignaccia Coop Edilizia Atilia; Piano di zona D5 Romanina Coop. Maria Teresa 76; Piano di zona B47 La Storta Stazione Coop. Lega San Paolo Auto; Piano di Zona C25 Borghesiana Pantano Coop. Lega San Paolo Auto.
Invitati: Avv. Anna Lanza – Avv. Francesco Carluccio (Lega San Paolo Auto) - Titolare Amm. Coop Maria Teresa 76 – Dott. Giuseppe Pisano (Comm. Liquidatore La Goletta) – Prof. Emanuele Dinnella (Comm. Liquidatore Atilia) – Presidente Municipio VII Monica Lozzi – Direttore PAU Cinzia Esposito – Direttore regionale politiche abitative, Manuela Manetti.

Martedì 1 ottobre

Ore 11:00 - sala Etruschi

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio.

Seduta congiunta con la XI commissione consiliare "Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione". All'ordine del giorno lo schema di deliberazione n.38 – R.U. REG.LAZIO 0081050 (Proposta n.937 del 24.01.2019) decisione n.2/2019, concernente: "Legge regionale 7 giugno 1999 n.6 – art.24 – D.G.R. 518/2012 – Approvazione del piano annuale delle attività 2019 di Lazio Innova Società per azioni".

Ore 11:00 - sala Etruschi

XI Commissione – Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione.

Seduta congiunta con la IV commissione consiliare "Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio"

All'ordine del ordine del giorno lo schema di deliberazione n.38 – R.U. REG.LAZIO 0081050 (Proposta n.937 del 24.01.2019) decisione n.2/2019, concernente: "Legge regionale 7 giugno 1999 n.6 – art.24 – D.G.R. 518/2012 – Approvazione del piano annuale delle attività 2019 di Lazio Innova Società per azioni".

Ore 12 - sala Latini

X Commissione Urbanistica, politiche abitative, rifiuti.

Proposta di Deliberazione Consiliare N. 35 del 16 settembre 2019 concernente: Consorzio per lo Sviluppo Industriale del sud pontino. variante al prt vigente, ai sensi dell'art.7 della l.r. n.13/97, con annesso piano attuativo di "vivano e zone contigue", agglomerato monte conca nel comune di Gaeta (Lt). deliberazione dell'assemblea generale consortile n.1 del 09.02.2018. approvazione con prescrizioni e condizioni. Proposta deliberazione consiliare n. 29 del 14 maggio 2019 concernente: consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Rieti. variante alle norme tecniche di attuazione del piano regolatore territoriale consortile. deliberazione dell'assemblea generale consortile n. 4 del 11.09.2017. approvazione con modifiche.

Mercoledì 2 ottobre

Ore 11:00 SEDUTA CONSIGLIO

Giovedì 3 ottobre

Ore 10 :00 - sala Latini

VI Commissione – Lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti

Audizione con l'assessore regionale Mauro Alessandri su: "Linee guida unità di rete e servizi minimi del trasporto pubblico locale".

Ore 12:00 - sala: Etruschi

VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare


PL 115 concernente: "Istituzione dell'Azienda sanitaria regionale Azienda Lazio.0" Invitati: Direttrice Generale Azienda Zero Veneto, d.ssa Patrizia Simionato. Alle 14:00 si prosegue con l'audizione sull'aggiornamento del Registro Tumori. Invitati: DEP Lazio, d.ssa Paola Michelozzi.

Ore 16:00 - sala Latini

I Commissione - Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia.

Schema di Deliberazione n. 75 – R.U. REG. LAZIO 0736983 (Proposta n. 15717 del 13.09.2019) – decisione n. 71/2019 concernente: Legge regionale 22 febbraio 2019, n. 2 (Riordino delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza (IPAB) e disciplina delle aziende pubbliche di servizi alla persona (ASP). Adozione del Regolamento recante "Disciplina delle attività di vigilanza sulle Aziende Pubbliche di Servizi alla persona (ASP) e sulle IPAB trasformate in persone giuridiche di diritto privato".

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, Bianchini: Anselmo abbandona famiglie dei disabili gravi

"Creato un disagio insostenibile"

redazione giovedì 26 settembre 2019
silvio bianchini treANGUILLARA - Dal capogruppo Pd al Consiglio comunale di Anguillara, Silvio Bianchini, riceviamo e pubblichiamo.

Come ricorderete nel mese di luglio in Consiglio comunale avevamo fatto una battaglia contro la decisione della Anselmo/Galea di ridurre il servizio alle 8 famiglie con parenti disabili gravi ospitati nella Cittadella. Un servizio che il Comune di Anguillara ha sempre mantenuto da oltre 20 anni ma che con l'avvento di questa pseudo amministrazione rischia di essere ridimensionato drasticamente. Abbiamo cercato di arrestare questa follia in ogni modo, portando all'attenzione il dramma e il peso che le famiglie si trovano a sostenere e che è sempre più gravoso anche in relazione all'età avanzata dei ragazzi (oggi adulti) e dei genitori. Abbiamo cercato di indicare anche dei percorsi che avrebbero reso possibile la scelta di aprire il centro ai disabili meno gravi, condividendo gli ambienti e recuperando con questo le risorse disponibili impegnate. Nulla di tutto questo, la cieca incapacità di questa enclave politico/amministra ha riaffermato la volontà di creare un disagio insostenibile e non sostenibile, inviando una proposta in questi giorni che vede 4 soluzioni possibili.

Abbiamo esaminato le proposte e rispetto ai 240 giorni annui dalle 8,30 alle 17,30 (9 ore) per un totale di 2.160 ore nella situazioni di oggi, hanno proposto delle soluzioni che vanno dalle 1.430 ore ad un massimo (la 3°) di 1600 ore.

Riteniamo che queste proposte sia irricevibili e lesive di un diritto che deve essere mantenuto a fronte di centinaia di migliaia di euro spesi per cose che passano in secondo piano rispetto al problema. Crediamo ad esempio che i 140.000 euro per il Millennio o le decine di incarichi a professionisti quando il Comune ha tecnici all'altezza, possano tranquillamente essere ridotti a favore di una spesa di 15/20 mila euro anno.

Altra soluzione sarebbe di individuare risorse disponibili nel Piano di Zona e su questa ultima ipotesi, siamo i primi a farci carico di aprire un tavolo che potrebbe essere allargato anche alla Regione!!

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, capigruppo decidono su passaggio ad Acea Ato2

Oggi alle 12 la riunione in Aula Storti

redazione mercoledì 25 settembre 2019
Caredda Maria AntoniaLADISPOLI - Il presidente del Consiglio comunale di Ladispoli, Maria Antonia Caredda, ha convocato la conferenza dei capigruppo consiliari per oggi, 25 settembre, alle 12, nell'Aula Aldo Storti.

All'ordine del giorno: Sistema idrico integrato, aggiornamento adempimenti di legge sul trasferimento al gestore unico ACEA ATO2.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Grando: da due anni chiesto altro terreno per Recin

Le precisazioni del sindaco

redazione giovedì 19 settembre 2019
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - "In questi giorni ho avuto modo di leggere alcuni comunicati stampa riguardanti la chiusura della Recin. Visto che, come al solito, si tende a strumentalizzare ogni avvenimento e a raccontare versioni che sono lontane dalla realtà, anche stavolta mi vedo costretto a fare alcune precisazioni".

Le parole sono del sindaco Alessandro Grando che ha illustrato la posizione dell'amministrazione comunale di Ladispoli in merito a questa delicata vicenda.

"Vale la pena ricordare – prosegue il primo cittadino - che l'impianto in questione era stato autorizzato oltre 10 anni fa dalla precedente amministrazione, la stessa che avrebbe successivamente contestato la compatibilità di quella attività con la destinazione urbanistica del suo terreno, agricolo, con l'intento di farla chiudere. Questo cambio di posizione era stato causato dalle forti proteste dei residenti della zona, che avevano in più occasioni lamentato disagi legati alle polveri prodotte dalla lavorazione degli inerti e ai cattivi odori derivanti dal trattamento del verde. Quando nell'estate del 2017 abbiamo vinto le elezioni era quindi già pendente il giudizio tra il Comune e la Recin che, successivamente alla relazione prodotta dalla Regione Lazio su richiesta del Giudice, ha definitivamente sancito l'incompatibilità dell'impianto con la destinazione urbanistica del terreno in cui era situato. Molto tempo prima della sentenza, precisamente nell'estate del 2017, visto che la Recin forniva un servizio importante per numerose imprese del comprensorio ho personalmente incontrato il legale della società".

"In quell'occasione - spiega il sindaco - anticipai che, a mio avviso, la causa non avrebbe avuto un esito positivo per la Recin e che quindi sarebbe stato il caso di trovare alla svelta un altro sito idoneo dove delocalizzare l'impianto. Invitai pertanto la Recin ad avanzare una proposta in tal senso. Da allora non ho mai ricevuto una risposta, nemmeno durante lo svolgimento di un secondo incontro che si è svolto pochi mesi fa con i titolari della società. Detto questo, e fatte le dovute precisazioni, è ovvio che quando chiude un'impresa non c'è mai nulla di cui gioire, soprattutto se si pensa ai dipendenti che perderanno il posto di lavoro. Arrivati a questo punto, però, la situazione è ormai delineata, non è possibile concedere proroghe e c'è una sentenza che deve necessariamente essere rispettata. Io comunque non ho cambiato idea e continuo ad essere favorevole alla delocalizzazione dell'impianto della Recin in un altro luogo idoneo. Se arriveranno delle proposte – conclude il sindaco Grando - le valuteremo. Se invece, come pare, la Recin si sposterà in un altro Comune, ne prenderemo atto".

Share on Facebook
Categoria: politica

Rifiuti, Minnucci: "Regione dice no a Pian dell'Olmo"

Riano tira un sospiro di sollievo

redazione giovedì 19 settembre 2019
minnucci treLAZIO - "La direzione regionale per le politiche abitative e la pianificazione territoriale, paesistica e urbanistica della Regione Lazio ha espresso con nota 0733768 il suo dissenso al progetto per la realizzazione di una Piattaforma per lo smaltimento definitivo dei residui prodotti dal processo dell'End of Waste nell'area di Pian dell'Olmo, nel territorio di Roma a confine con il Comune di Riano".

Lo ha detto il Consigliere regionale del Lazio, Emiliano Minnucci.

"Un atto tecnico importantissimo soprattutto per i cittadini di Riano e di tutta la Valle del Tevere che possono finalmente tirare un grosso respiro di sollievo in vista della prossima Conferenza dei Servizi. Un atto inoltre – ha concluso Minnucci - che sottolinea e rilancia ciò che i cittadini di Riano e dei comuni limitrofi sostengono da anni: ossia che quella frazione di territorio, per tutti i vincoli evidenziati, non può ospitare un impianto di smaltimento rifiuti ma, piuttosto, necessita di una seria riqualificazione ambientale a favore della crescita e dello sviluppo di tutta l'area metropolitana".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -