Sabato, 21 Luglio 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Ladispoli,Mollica:"Informazione, due pesi e due misure"

Assessora replica ad accuse di sperpero

redazione venerdì 22 giugno 2018
assessore MollicaLADISPOLI - "Uno dei mali dell'informazione nostrana è certamente la politica del sospetto. Che, quando si coniuga alla dietrologia ed al processo alle intenzioni, assume sembianze farsesche. Ed indubbiamente anche stucchevoli per i cittadini che preferirebbero leggere sui mass media notizie di interesse generale e non pettegolezzi da sottobosco".

Le parole sono dell'assessore al personale, Amelia Mollica Graziano, che ha dovuto nuovamente replicare alle reiterate accuse su presunto sperpero di denaro pubblico da parte del comune per consulenze e contratti di collaborazione. Atti che, secondo alcuni mass media, sarebbero stati approvati per simpatie politiche, interessi di partito, accordi occulti.

"Qualcuno – prosegue l'assessore Amelia Mollica Graziano – conferma di non conoscere a fondo la normativa che concede agli enti locali di avvalersi di assunzioni applicando l'articolo 90. Individuando figure di fiducia, competenti e valide per supportare l'indirizzo dato dall'amministrazione a sostegno degli uffici comunali di piazza Falcone. Ricordiamo che sono contratti a termine, legati al mandato del sindaco, e non assunzioni a tempo indeterminato. E' una strada percorsa da moltissimi Comuni italiani che da anni risentono della carenza di personale per il blocco dei concorsi pubblici. Così come gli aumenti contrattuali, previsti dalla legge, che non smentiamo perché siamo abituati come amministratori a metterci la faccia. Appare veramente di cattivo gusto pubblicare nomi e cognomi delle persone che lavorano grazie agli articoli 90, sembra un voler dare in pasto all'opinione pubblica chissà quali untori, quando in realtà sono persone che meritano rispetto e che operano nel pieno ossequio della normativa. Quando si vuole vedere il male ovunque, appare evidente il tentativo di strumentalizzare ogni notizia al solo scopo di ottenere una manciata di visualizzazioni in più con clamore e scandalismo gratuito. Ma l'aspetto interessante della vicenda è la differente osservazione delle notizie da parte di alcuni mass media. Ladispoli, da mesi, è sotto la lente di ingrandimento di qualcuno che vorrebbe addebitare all'amministrazione di centrodestra qualsiasi colpa possibile ed immaginabile. Spesso rasentando il ridicolo. Per qualcuno, insomma, è colpa del sindaco Grando anche se piove in piena estate E' bizzarro però come la stessa strenua, ed ora sospetta, attenzione non sia rivolta verso altri Comuni del territorio. Dove non ci sembra che siano applicate metodologie amministrative differenti. Sappiamo che l'amicizia è un valore sacro e vincolante, però qualcuno prima di scrivere al computer dovrebbe ricordare che l'informazione dei figli e dei figliastri alla fine ha le gambe corte. Un po' come le bugie".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Grando: su Punta Palo M5s fa disinformazione

"Ufficio Tecnico unico a decidere in merito"

redazione giovedì 21 giugno 2018
PIANO CASALADISPOLI - Sulla vicenda legata ai piani urbanistici nella cosiddetta zona di Punta di Palo il Movimento 5 stelle continua a disinformare i cittadini ed a descrivere scenari che non corrispondono alla realtà dei fatti".

Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha replicato alla presa di posizione dei penta stellati di Ladispoli in merito alle iniziative adottate dall'amministrazione comunale sulla lottizzazione all'ingresso sud della città.

"Occorre ricordare – prosegue Grando - che al nostro arrivo alla guida del Comune di Ladispoli la situazione in quell'area era già completamente definita, con un piano di lottizzazione approvato nel 2002. Successivamente modificato attraverso la legge regionale sul "piano casa", e un programma integrato solamente adottato. L'iter di approvazione del piano casa, che prevede 30.000 metri cubi di residenziale, è stato completato ed i permessi di costruire rilasciati prima delle ultime elezioni comunali. Il programma integrato, invece, di 120.000 metri cubi residenziali e commerciali, era rimasto inattuato. Le due procedure non sono dunque collegate tra loro, al contrario di quello che è stato scritto dagli esponenti del Movimento 5 stelle, e l'aver interrotto l'iter del programma integrato non ha nessun effetto sulla procedura del piano casa. Ricordiamo, inoltre, che l'Ufficio tecnico ha recentemente emesso un'ordinanza di sospensione dei lavori al fine di accertare se l'intero iter del piano casa fosse legittimo. È quindi l'Ufficio tecnico, non certo il sindaco e tantomeno il Movimento 5 stelle, l'unico deputato a stabilire se il progetto possa continuare o meno. Questo i rappresentanti del Movimento 5 stelle lo sanno bene, ma preferiscono continuare a condurre un'attività politica fatta di cattiva informazione, titoli ad effetto e slogan senza sostanza. Gli unici atti che fino ad ora hanno prodotto risultati concreti sono stati quelli dell'amministrazione comunale, attraverso i quali sono stati annullati ben sette programmi integrati ereditati dalla precedente Giunta".

Share on Facebook
Categoria: politica

Bracciano, Consiglio il 26/6

Odg: provvedimenti contabili e gestione associata

redazione giovedì 21 giugno 2018
municipio bracciano 2BRACCIANO -  Il Consiglio comunale di Bracciano è convocato martedì 26 giugno alle ore 17.30 per discutere il seguente ordine del giorno:

1 - Comunicazione al consiglio di deliberazioni adottate dalla giunta comunale di prelevamento fondo di riserva, Art. 166 decreto leg.vo 267/00;

2 - Comunicazione al consiglio di deliberazioni adottate dalla giunta comunale di variazione al bilancio di previsione 2017 - 2019 di cassa. Art. 175 Decreto Leg.vo 267/00;

3 - Riconoscimento di debiti fuori bilancio (art. 193 d.lgs. N. 267/2000);

4 - Gestione associata dei servizi sociali dell'ambito territoriale del distretto Roma 4.3 – approvazione schema di convenzione.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, pubblicato avviso "Dopo di Noi"

Rivolto a disabili gravi tra 18 e 64 anni di età

redazione mercoledì 20 giugno 2018
assessore Lucia CordeschiLADISPOLI - L'amministrazione comunale di Ladispoli rende noto che è stato pubblicato l'avviso pubblico "Dopo di Noi", promosso dai Comuni del Sovrambito Distretto 1 e 2 Roma 4.

L'avviso pubblico è rivolto a persone adulte, di età compresa
tra i 18 e i 64 anni, con disabilità gravi e prive di sostegno familiare, con l'intento di promuovere l'autonomia, l'integrazione e la partecipazione sociale.

"Per accedere al progetto – spiega l'assessore ai Servizi sociali, Lucia Cordeschi - è necessaria la domanda di partecipazione da far pervenire presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Ladispoli, entro e non oltre il 16 luglio 2018, tramite raccomandata A./R. o consegna a mano o corriere espresso".

Le domande possono essere reperite presso i Servizi sociali e/o Uffici Urp del Comune di Ladispoli e sul sito istituzionale www.comunediladispoli.it 

Share on Facebook
Categoria: politica

Città della Metropoli: con Raggi rschiamo tracollo

Gruppo consiliare attacca la Sindaca

redazione martedì 19 giugno 2018
palazzo valentiniROMA - Dal Gruppo Consiliare " Le Città delle Metropoli " riceviamo e pubblichiamo.


Nella bufera la Raggi si dimentica della Città Metropolitana, che rischia il tracollo. La Sindaca Raggi, stretta tra la vicenda stadio, la gaffe di Almirante e il processo Marra, non trova certo il tempo per pensare alla Città Metropolitana, che sembra abbandonata al suo destino. Da dicembre senza Vicesindaco, senza Bilancio di Previsione, ed adesso anche senza il capogruppo grillino, come ciliegina sulla torta è arrivato lo stop della Cassa depositi e prestiti sulla rinegoziazione dei prestiti. Un atto fondamentale votato in Consiglio Metropolitano, utile a dare ossigeno alle casse dell'Ente, ma che adesso sembra rischi lo stop proprio perché non è stato approvato il Bilancio di previsione.

Un danno enorme, circa 8 milioni di euro, che mette a rischio la tenuta finanziaria, e quindi i tanti progetti per la manutenzione delle strade e delle scuole di competenza.

E di fronte a questa nuova emergenza la Raggi non coinvolge le altre forze politiche, pur sapendo di non avere la maggioranza in aula.

Anzi, questa notizia filtra dalle stanze di Palazzo Valentini, con tanto di cronoprogramma per tentare di salvare il salvabile, ma nulla viene formalmente comunicato agli altri consiglieri.

Ormai abbiamo la netta sensazione che il Movimento 5 stelle abbia deciso di abbandonare la Città Metropolitana al suo destino. La stessa mancata nomina del Vicesindaco fa sì che in caso di dimissioni della Raggi, l'Ente verrebbe Commissariato per almeno un anno.

Di certo come gruppo del Centro sinistra non saremo disponibili a votare un Bilancio a scatola chiusa solo per le negligenze altrui. Disponibili a contingendare i tempi solo su un Bilancio concertato, altrimenti se lo voteranno, ammesso e non concesso che avranno i numeri in aula.
 

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -