Martedì, 2 Marzo 2021
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Lazio, una ciclabile di 33 km per il Parco Lago Bracciano

Ok a odg Califano collegato a Legge Stabilità

redazione giovedì 14 gennaio 2021
lagoveduta aereaLAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato un ordine del giorno della consigliera Michela Califano (Pd) - collegato alla Legge di Stabilità regionale 2021 - per finanziare la progettazione di una  pista ciclabile circumlacuale per il Parco di Bracciano-Martignano. Soddisfatti Presidente e Direttore dell'Ente di gestione dell'area naturale lacustre: "puntiamo al lancio del turismo ecosostenibile. Un formidabile strumento di promozione per l'intero Lazio."

L'Ente di gestione del Parco Naturale Regionale di Bracciano-Martignano ha appreso con soddisfazione l'esito della votazione in Consiglio: con 30 voti favorevoli e 2 astenuti. L'ordine del giorno collegato alla Proposta di Legge sulla legge di stabilità regionale 2021 impegna a stanziare 300.000 euro nel 2021 per finanziare la progettazione esecutiva della Pista ciclabile Circumlacuale del Lago di Bracciano.

"Un progetto bellissimo presentato dall'Ente Parco Regionale Bracciano-Martignano – ha commentato la consigliera Califano - progetto che ho immediatamente sposato per la sua importantissima valenza naturale, culturale e di promozione territoriale all'insegna del turismo sostenibile".

Il progetto prevede 33 chilometri circa di pista ciclabile che collegherà la Località Polline, nel Comune di Roma, ai 3 Comuni rivieraschi, Anguillara Sabazia, Trevignano Romano e Bracciano, per dar vita ad uno snodo ecologico cruciale per il sistema infrastrutturale da inserire nel Piano Regionale della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica della Regione Lazio (PRMTL), finalizzato ad ottimizzare le condizioni di sostenibilità economica, sociale ed ambientale dell'area.

"Ringrazio la consigliera Califano e tutto il Consiglio della Regione Lazio che ha approvato un ordine del giorno di grande valenza naturale, culturale e di promozione del nostro territorio. Si tratta di un formidabile strumento che andrà ad arricchire un'area già di grande valore", commenta Vittorio Lorenzetti, presidente dell'Ente lacustre sovracomunale.

"Puntiamo al lancio del turismo ecosostenibile, facendo del Parco di Bracciano un perno centrale del sistema laziale delle aree naturali protette", ripete il direttore Daniele Badaloni evidenziando come tale iniziativa si incardina ed implementa la Carta dei Sentieri del Parco in corso di realizzazione.

Infatti, oltre ad attraversare i Comuni del Lago, la nuova pista circumlacuale rilancerebbe l'offerta turistica dell'intera Regione Lazio, creando un collegamento, attraverso le Rete Sentieristica del Parco nel territorio dei 10 Comuni del Parco con le vicine aree protette di Veio, Marturanum, Monterano, dell'antichissima Città di Sutri e Valle del Treja, oltre alla Faggeta di Monte Raschio, sito Unesco. L'Ente Parco ringrazial'ex Presidente del Consorzio di Navigazione del Lago di Bracciano, Rolando Luciani, che per primo aveva approvato un preliminare studio di fattibilità fornito oggi al Parco grazie alla disponibilità dell'attuale Presidente del Consorzio, Renato Cozzella e dell'Amministratore Unico di Astral spa, Antonio Mallamo. Tale studio preliminare, è stata la base, utilizzata dai tecnici dell'Ente Parco, per presentare la richiesta di finanziamento agli Assessori Alessandri e Onorati e al Vice Presidente Leodori.

Adesso, grazie al decisivo intervento della consigliera Califano per questa iniziativa, sarà possibile un passo concreto verso la successiva realizzazione dell'intero anello ciclabile del Lago. Tra le motivazioni che oggi hanno portato all'approvazione dell'ordine del giorno Califano, si legge infatti come "la realizzazione di una pista ciclabile lungo tutto il perimetro del lago di Bracciano è un ambizioso progetto rivolto non solo ai residenti, ma anche ad arricchire l'offerta turistica, attirando e favorendo anche un turismo sostenibile che è uno dei principali obiettivi dell'Ente Parco. Il finanziamento richiesto consentirebbe di avere una progettazione esecutiva complessiva che consentirà ai singoli Comuni, attraverso stralci funzionali, di poter intercettare successivamente, in maniera autonoma o insieme all'Ente Parco, i fondi necessari alla realizzazione dell'opera".

Dopo la recente tabellazione della rete dei sentieri, pensata per agevolare le escursioni nell'area protetta, si tratta quindi di un altro grande risultato, un approccio organico per realizzare l'opera nel suo complesso, consentendo ai Comuni di accedere in maniera più agevole a possibili finanziamenti senza perdere l'unitarietà e la omogeneità dell'opera. Il tutto per realizzare una vera e propria infrastruttura verde per la promozione dei valori ambientali del Parco di Bracciano-Martignano e una conseguente valorizzazione anche economica e turistica.

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri Capitale Cultura, Lazzeri: "Occasione per tutto litorale nord"

"Darebbe spinta a tutto il territorio"

redazione mercoledì 13 gennaio 2021
assessora lazzeriLADISPOLI - "Cerveteri capitale italiana della cultura? Magari! Sono convinta che l'eventuale vittoria del comune etrusco potrebbe dare una spinta notevole a tutto il territorio del litorale a nord di Roma". Lo dichiara in una nota Francesca Lazzeri, assessore al Commercio, Attività Produttive e Comunicazione del Comune di Ladispoli.

"Questa - prosegue Lazzeri - è un'occasione ghiotta e Ladispoli è pronta ad accogliere tutti quei potenziali turisti che verrebbero a visitare il capoluogo etrusco e a cui noi potremmo offrire una vasta scelta di strutture ricettive e commerciali. In periodi pre covid tanti sono stati i turisti in visita a Roma che hanno scelto la nostra città sia per dormire che per fare shopping, visto il collegamento rapido e frequente con la Capitale, ed anche ora, nonostante le restrizioni imposte dal DPCM su orari e modalità di vendita il comparto sta andando più che bene. Questo è certificato dai dati oggettivi che giungono dalle agenzie immobiliari: viale Italia ha la stessa appetibilità commerciale di via Cola di Rienzo a Roma, il che è tutto dire. Se sempre più spesso anche personaggi del mondo dello spettacolo scelgono Ladispoli per la sua ristorazione di qualità, ultimo Renato Zero ospite del Malibù – Equo Risto, locale che ha fatto della pesca sostenibile e del plastic free la sua bandiera, è segno che il settore commercio – attività produttive - enogastronomia è vivo ed attento – conclude l'assessore - a tutte le esigenze del mercato. Quindi in bocca al lupo Cerveteri!".

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri, Anci Lazio appoggia candidatura capitale cultura 2022

Le dichiarazioni di Pascucci , Varone e Nardi

redazione lunedì 11 gennaio 2021
via degli inferiCERVETERI - Cerveteri lancia la sfida al titolo di Capitale italiana della cultura 2022 e lo fa con un dossier che parte dalle radici stesse della civiltà romana. Un viaggio indietro nel tempo che ci riporta fino alla consegna delle armi ad Enea, armi che sarebbero servite all'eroe virgiliano per fondare la città di Roma.

Anci Lazio ha quindi deciso di appoggiare la candidatura di Cerveteri e di attivare una sottoscrizione tra i sindaci del Lazio per spingere un territorio così ricco di cultura verso una vittoria che nel centro Italia non è ancora mai arrivata.

«Appoggiamo la candidatura di Cerveteri – spiega Riccardo Varone, Presidente di ANCI Lazio – perché siamo convinti che una vittoria porterebbe una spinta enorme non solo a quel territorio ma all'intera regione, una spinta che deve arrivare da una strutturazione della vittoria che non deve essere un tout court ma il punto di partenza per una realtà turistica e culturale che comprenda tutti i territori della nostra regione, l'inizio della riscoperta del Lazio come regione di cultura».

Gli fa eco il vicepresidente di Anci Lazio, Gianpaolo Nardi: "La sfida è difficile, le altre città in gara possiedono un grande valore storico e culturale, ma Cerveteri rappresenta uno dei tasselli fondamentali per l'inizio della civiltà romana, quella che nel giro di qualche secolo è arrivata a dominare tutto il mondo allora conosciuto. Siamo convinti che Cerveteri con la sua Necropoli della Banditaccia, sito Unesco dal 2004, possa fare la differenza".

Per il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, "il sostegno dei comuni del Lazio è frutto di un lavoro portato avanti all'insegna di quella rete dei territori e dell'intreccio delle tradizioni e delle comunità che vogliamo rappresentare con la nostra candidatura a capitale della cultura".

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri, bonus idrico per bollette Acea Ato2

Sostegno alle famiglie per emergenza covid

redazione lunedì 11 gennaio 2021
bonus idrico 2020CERVETERI - Un bonus idrico integrativo capace di garantire un aiuto concreto a più famiglie possibili, in particolar modo a quelle che a causa della pandemia da COVID-19 hanno improvvisamente visto dimezzarsi, se non addirittura azzerare, il proprio reddito mensile.

È quanto è stato deliberato nella conferenza dei Sindaci di ACEA ATO 2, alla quale come di consueto per il Comune di Cerveteri hanno partecipato il Sindaco Alessio Pascucci e l'Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti. Grazie all'approvazione di un importante emendamento presentato dalla maggior parte dei Sindaci dei Comuni appartenenti all'ATO 2 è stato possibile, alla luce della situazione emergenziale economica e sociale che ha segnato il 2020, ottenere da Acea l'aumento dei fondi destinati al Bonus Idrico portandolo a 17milioni di Euro, a fronte degli 8 inizialmente stabiliti.

Hanno diritto a fare richiesta del bonus idrico gli utenti che appartengono ad un nucleo familiare con un indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e con un indicatore ISEE non superiore ai 20.000 euro oppure ad un nucleo familiare titolare di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza.

Al link, tutte le informazioni per poter accedere al bonus: https://www.gruppo.acea.it/al-servizio-delle-persone/acqua/acea-ato-2/bonus-idrico

Novità di quest'anno è il bonus integrativo, che offre dunque anche a nuclei familiari con un ISEE maggiore la possibilità di fare domanda. Nel dettaglio gli utenti che possono richiedere il bonus devono avere come requisiti o un indicatore ISEE fino a € 13.939,11 e nucleo familiare fino a 3 componenti, o un indicatore ISEE fino a € 15.989,46 e nucleo familiare con 4 componenti oppure un indicatore ISEE fino a € 18.120,63 e nucleo familiare con 5 o più componenti.

Per la presentazione del bonus integrativo è necessario collegarsi al link dedicato sul sito di ACEA ATO 2 e seguire tutte le indicazioni: http://www.ato2roma.it/bonus-idrico-integrativo

"Si tratta di un'opportunità estremamente importante che come Sindaci abbiamo fortemente voluto – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – ogni amministrazione comunale in questi mesi ha vissuto in maniera diretta le difficoltà economiche e lavorative dei propri cittadini, improvvisamente impossibilitati anche a pagare le proprie utenze a causa di poche entrate. Il bonus infatti non si rivolge solo ai nuclei familiari con un basso reddito, ma anche a tutte quelle famiglie che nel corso del 2020 hanno avuto una diminuzione consistente delle proprie entrate mensili. Per questo, mai come questa volta, invito tutti a consultare con attenzione il bando e a presentare domanda".

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, Dad: 100% nelle scuole superiori fino al 18/1

Intanto prosegue la campagna "Scuolasicura"

redazione sabato 9 gennaio 2021
didattica-distanzaLAZIO - Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, visto l'incremento della curva dei contagi da Coronavirus, firmerà oggi un'ordinanza per posticipare al 18 Gennaio l'apertura in presenza delle scuole superiori.

Fino a quella data continuerà ad essere attiva la didattica a distanza per gli studenti delle scuole secondarie. Nel frattempo prosegue la campagna "Scuolasicura" che offre gratuitamente a ragazzi dai 14 ai 18 anni senza prescrizione medica e al personale scolastico munito di prescrizione la possibilità di effettuare un tampone rapido. Le università proseguiranno con la didattica a distanza come previsto dal Dpcm nazionale.

"Il nostro obiettivo - spiega il vicepresidente della Giunta regionale Daniele Leodori - e' quello di riaprire in sicurezza le scuole ma è doveroso farlo garantendo il massimo livello di attenzione. La Regione Lazio dopo aver potenziato il sistema dei trasporti e' pronta a far ritornare gli studenti in presenza ma la curva dei contagi di questi ultimi giorni ci costringe a scegliere la prudenza".

"Dal 18 gennaio - conclude Leodori - seguiremo le indicazioni nazionali in merito alla riapertura in presenza delle scuole".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -