Mercoledì, 23 Ottobre 2019
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Trevignano, Consiglio il 16/9

Odg: variazione bilancio 2019/21 e Dup 2020/22

redazione giovedì 12 settembre 2019
municipio trevignano dueTREVIGNANO - Il Consiglio comunale di Trevignano è convocato, in seduta straordinaria, lunedì 16 settembre alle 17, per l'esame dei seguenti punti all'ordine del giorno:

1 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2019/2021 – ratifica delle deliberazioni di Giunta Comunale n. 143 del 18/07/2019 e n. 165 del 09/08/2019 adottate ai sensi dell'art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000;

2 - Documento Unico di Programmazione (DUP) – periodo 2020/2022 (art. 170, comma 1, D.Lgs. n. 267/2000). Presentazione.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lago, sentenza tribunale: Istituzioni soddisfatte

"Posto al centro il rispetto dell'ambiente"

redazione sabato 7 settembre 2019
Anguillara CronacaLAGO - Grande soddisfazione viene espressa da parte delle Istituzioni del Lago (Parco Regionale Bracciano-Martignano, Consorzio Lago di Bracciano, Comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano) per la sentenza emessa ieri dal Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, che ha respinto il ricorso di Acea e Roma Capitale contro il provvedimento regionale che regolava lo stop ai prelievi dal Lago di Bracciano, dichiarandolo infondato.

I ricorrenti avevano infatti impugnato il Provvedimento regionale del dicembre 2017, successivo alle Ordinanze di stop alle captazioni, il quale, ribadendo il ruolo del lago come "mera riserva idrica strategica" condizionava l'eventuale futura riattivazione del prelievo all'autorizzazione della Regione e solo in caso di effettiva emergenza nonché nel rispetto degli equilibri ecologici.

Nella lettura della approfondita e attenta disamina da parte del Giudice, è evidente come tale decisione abbia tenuto in debita considerazione le posizioni espresse anche pubblicamente dal fronte unitario fin dalla prima ora. Nel respingere in blocco il ricorso, è stato finalmente riconosciuto il giusto valore dei dati e dei monitoraggi scientifici condotti, che hanno evidenziato come "la riduzione del livello delle acque del Lago non sarebbe imputabile in via esclusiva ai cambiamenti climatici, risultando ascrivibile anche, se non soprattutto, alle captazioni di Acea".

E' stata altresì sancita la legittimità di dover subordinare un eventuale futuro prelievo, laddove strettamente necessario e autorizzato, al rispetto degli equilibri ecologici ed alla tutela dell'ecosistema lacustre e solo se il livello idrometrico supererà il valore vincolante del limite minimo di mt 161,90 slm (equivalente ai -114cm rispetto allo zero idrometrico stabilito dal Parco).

Il livello idrometrico si attesta oggi sui 150cm al di sotto dello zero: i monitoraggi effettuati dai tecnici confermano, come più volte ribadito dalle istituzioni, che in assenza di prelievo il Lago tende, seppur lentamente, a recuperare gli equilibri naturali.

(Tutti i dati sono pubblicati dal Parco per conto del fronte istituzionale e sono consultabili nell'home page del sito www.parcobracciano.it).

Il Lago di Bracciano e l'ecosistema di cui fa parte sono un preziosissimo tesoro da conservare: rilanciamo con rinnovata forza la proposta di una gestione quantomai trasparente e condivisa così come delineata nel percorso in essere del Contratto di Lago.

"E' una vittoria storica - dichiarano congiuntamente le Istituzioni del Lago - che per la prima volta pone al centro il rispetto dell'Ambiente e un nuovo modello di gestione sostenibile della risorsa idrica. Ringraziamo tutti i cittadini, singoli e associati, gli esperti e gli Avvocati che hanno collaborato per il raggiungimento di questo obiettivo comune. Ringraziamo infine la Regione Lazio, in particolar modo il Presidente Zingaretti, gli ex Assessori Buschini e Refrigeri, gli attuali Assessori Onorati e Alessandri, unitamente ai Consiglieri e agli Uffici Regionali competenti, che hanno sempre dimostrato, oltre alla sensibilità per la tematica ambientale anche una particolare attenzione alle istanze provenienti dal territorio. Auspichiamo, in conclusione, che d'ora in poi il Lago possa tornare ad essere protagonista dell'attenzione mediatica non più per la crisi idrica ma per il suo grande valore ambientale e turistico"

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, La settimana in Consiglio regionale

I lavori dal 9 al 13 settembre

Redazione sabato 7 settembre 2019
aula pisana unoLAZIO - Il presidente Mauro Buschini ha aggiornato la seduta ordinaria n. 38 del Consiglio regionale a martedì 10 settembre 2019 alle ore 10. L'ordine del giorno prevede l'esame della proposta di legge regionale n. 113 (Compostaggio aerobico di rifiuti organici).

COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI

Lunedì 9 settembre

Ore 11,00 – Sala Etruschi

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio

1) Proposta di legge regionale n. 37 del 20 giugno 2018, concernente: "Disciplina del Commercio e della Somministrazione di alimenti e bevande". Esame di competenza ai sensi dell'art.59 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

2) Proposta di legge regionale n. 178 del 7 agosto 2019 concernente: "Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2018". Esame di competenza ai sensi dell'art.55 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

3) Proposta di legge regionale n. 172 dell'8 luglio 2019, concernente: "Assestamento delle previsioni di Bilancio 2019". Esame di competenza ai sensi dell'art.55 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

Mercoledì 11 settembre

Ore 14,30 - Sala Etruschi

VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare

La commissione effettuerà due audizioni:

Alle ore 14,30: Audizione con Elena De Paolis, presidente del Tavolo tecnico per la Cultura dell'agibilità sui fondi regionali destinati all'abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi privati.

Alle ore 15,30 – Audizione sulla chiusura della Breast Unit di Palazzo Baleani del Policlinico Umberto I. Invitati: Prof.ssa Maria Luisa Basile, Responsabile del coordinamento diagnostico-terapeutico Centro Palazzo Baleani; Dott. Vincenzo Panella, Direttore Generale del Policlinico Umberto I.

Giovedì 12 settembre

Ore 12,00 - Sala Etruschi

VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare

1). Testo unificato PPLL n. 122 e 137 concernente: "Disposizioni in materia di disostruzione delle vie aeree e della rianimazione cardiopolmonare con l'impiego del defibrillatore". Esame emendamenti e subemendamenti.

2). Esame abbinato ai sensi dell'articolo 61 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale dei delle seguenti proposte di legge:
- PL n. 20 del 24 aprile 2018 concernente: "Interventi regionali per il recupero, il reimpiego e la donazione ai fini del riutilizzo di medicinali" (Barillari e altri);

- PL n. 38 del 20 giugno 2018 concernente: "Misure di contrasto e prevenzione degli sprechi alimentari e farmaceutici" (Porrello e altri);

- PL n. 142 dell'11 aprile 2019 concernente: "Interventi regionali per la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari, non alimentari e farmacologici a fini di solidarietà sociale" (Mattia);

- PL n. 145 del 17 aprile 2019 concernente: "Disposizioni per favorire il recupero e la redistribuzione delle eccedenze alimentari, sostenere il contrasto agli sprechi e favorire il riutilizzo dei farmaci" (Tidei e Minnucci).

Ore 14,00 – Sala Etruschi

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio

1) Proposta di legge regionale n.178 del 7 agosto 2019 concernente: "Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2018". Esame di competenza ai sensi dell'art.55 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

2) Proposta di legge regionale n.172 dell'8 luglio 2019, concernente: "Assestamento delle previsioni di Bilancio 2019". Esame di competenza ai sensi dell'art.55 del regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lago, sentenza tribunale: Istituzioni soddisfatte

"Posto al centro il rispetto dell'ambiente"

redazione sabato 7 settembre 2019
Anguillara CronacaLAGO - Grande soddisfazione viene espressa da parte delle Istituzioni del Lago (Parco Regionale Bracciano-Martignano, Consorzio Lago di Bracciano, Comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano) per la sentenza emessa ieri dal Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, che ha respinto il ricorso di Acea e Roma Capitale contro il provvedimento regionale che regolava lo stop ai prelievi dal Lago di Bracciano, dichiarandolo infondato.

I ricorrenti avevano infatti impugnato il Provvedimento regionale del dicembre 2017, successivo alle Ordinanze di stop alle captazioni, il quale, ribadendo il ruolo del lago come "mera riserva idrica strategica" condizionava l'eventuale futura riattivazione del prelievo all'autorizzazione della Regione e solo in caso di effettiva emergenza nonché nel rispetto degli equilibri ecologici.

Nella lettura della approfondita e attenta disamina da parte del Giudice, è evidente come tale decisione abbia tenuto in debita considerazione le posizioni espresse anche pubblicamente dal fronte unitario fin dalla prima ora. Nel respingere in blocco il ricorso, è stato finalmente riconosciuto il giusto valore dei dati e dei monitoraggi scientifici condotti, che hanno evidenziato come "la riduzione del livello delle acque del Lago non sarebbe imputabile in via esclusiva ai cambiamenti climatici, risultando ascrivibile anche, se non soprattutto, alle captazioni di Acea".

E' stata altresì sancita la legittimità di dover subordinare un eventuale futuro prelievo, laddove strettamente necessario e autorizzato, al rispetto degli equilibri ecologici ed alla tutela dell'ecosistema lacustre e solo se il livello idrometrico supererà il valore vincolante del limite minimo di mt 161,90 slm (equivalente ai -114cm rispetto allo zero idrometrico stabilito dal Parco).

Il livello idrometrico si attesta oggi sui 150cm al di sotto dello zero: i monitoraggi effettuati dai tecnici confermano, come più volte ribadito dalle istituzioni, che in assenza di prelievo il Lago tende, seppur lentamente, a recuperare gli equilibri naturali.

(Tutti i dati sono pubblicati dal Parco per conto del fronte istituzionale e sono consultabili nell'home page del sito www.parcobracciano.it).

Il Lago di Bracciano e l'ecosistema di cui fa parte sono un preziosissimo tesoro da conservare: rilanciamo con rinnovata forza la proposta di una gestione quantomai trasparente e condivisa così come delineata nel percorso in essere del Contratto di Lago.

"E' una vittoria storica - dichiarano congiuntamente le Istituzioni del Lago - che per la prima volta pone al centro il rispetto dell'Ambiente e un nuovo modello di gestione sostenibile della risorsa idrica. Ringraziamo tutti i cittadini, singoli e associati, gli esperti e gli Avvocati che hanno collaborato per il raggiungimento di questo obiettivo comune. Ringraziamo infine la Regione Lazio, in particolar modo il Presidente Zingaretti, gli ex Assessori Buschini e Refrigeri, gli attuali Assessori Onorati e Alessandri, unitamente ai Consiglieri e agli Uffici Regionali competenti, che hanno sempre dimostrato, oltre alla sensibilità per la tematica ambientale anche una particolare attenzione alle istanze provenienti dal territorio. Auspichiamo, in conclusione, che d'ora in poi il Lago possa tornare ad essere protagonista dell'attenzione mediatica non più per la crisi idrica ma per il suo grande valore ambientale e turistico"

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri,Ferri:curare terreni, ancora pericolo incendi

L'assessore: osservare ordinanza sindacale

redazione martedì 3 settembre 2019
Riccardo FerriCERVETERI - "Tutelare il territorio per salvaguardare le colture dei nostri agricoltori e i loro prodotti. Sebbene non più in piena estate, anche nel mese di settembre non è escluso che si possano registrare temperature alte e in alcuni casi anche al di sopra della media. Temperature che in caso di terreni poco curati o incolti, potrebbero rappresentare la miccia di incendi e fuochi incontrollati che minerebbero seriamente terreni vicini e strutture. Per questo, invito tutti i possessori di terreni della nostra città a far sì che siano ben curati, con l'erba tagliata, che non siano presenti rifiuti abbandonati e soprattutto sgomberi da ogni possibile materiale che se lasciato alle alte temperature possa andare facilmente alle fiamme. Incendi che non solo avrebbero conseguenze devastanti per il settore agricolo, ma anche per l'ambiente e per l'aria".

A dichiararlo è l'Assessore alle Politiche Agricole del Comune di Cerveteri Riccardo Ferri, che con l'occasione ricorda l'Ordinanza Sindacale n. 23 di prevenzione agli incendi firmata lo scorso Giugno dal Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci.

"Grazie al lavoro di Vigili del Fuoco e del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Cerveteri, la nostra città può considerarsi sempre al sicuro che con tempestività e professionalità sempre intervengono ad ogni minimo focolare o pericolo, ma il fuoco è imprevedibile e per quanto possa essere esperto il personale che interviene non è mai certo cosa potrà accadere – ha dichiarato l'Assessore alle Politiche Agricole Riccardo Ferri – per questo invito tutta la cittadinanza a prestare massima attenzione e a rispettare l'ordinanza sindacale. Ricordo inoltre che in caso di incendio, è possibile contattare il numero unico delle emergenze, il 112, oppure la Protezione Civile di Cerveteri, che risponde al numero 069941107".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -