Venerdì, 17 Novembre 2017
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Porrello: Regione chiarisca parole sindaco Ladispoli

In merito a ecoballe da bruciare a Civitavecchia

redazione domenica 8 ottobre 2017
porrelloLAZIO - "Le parole del sindaco di Ladispoli destano preoccupazione, avendo affermato di aver ricevuto notizia della realizzazione di un impianto a Cupinoro per la produzione di ecoballe da bruciare nella centrale di Civitavecchia".

Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Devid Porrello.

"La questione è ancor più grave visto che nella commissione consiliare competente di cui sono membro non è arrivata alcuna notizia in merito - spiega Porrello -  forse il sindaco ha tra i propri sodali di partito degli informatori dentro gli uffici della giunta che lo hanno messo al corrente di questa folle ipotesi? La Giunta regionale ed in particolare l'Assessore Buschini dica chiaramente se questa ipotesi è reale o solo un'uscita infelice del sindaco, perché lo scenario da lui tratteggiato è disastroso e quanto di più lontano da quello di cui avrebbe bisogno una popolazione ed un territorio tra i più inquinati d'Italia", conclude il consigliere.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, ok a tre mozioni su pensioni, Ipab e funghi

Dibattito su archiviazione per Vincenzi e Patanè

redazione giovedì 5 ottobre 2017
aula pisana unoLAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio ha esaminato e votato tre mozioni. Si tratta di tre atti di indirizzo su pensioni, Ipab e raccolta funghi. Il previsto punto all'ordine del giorno relativo all'esame del testo unificato in materia di mobilità nuova è stato rinviato dal presidente di turno, Francesco Storace, a mercoledì prossimo 11 ottobre 2017 alle ore 10.

Parte dei lavori di ieri sono stati occupati dal dibattito sulla notizia della richiesta di archiviazione delle indagini sui consiglieri Vincenzi e Patanè.

La prima mozione tra quelle votate ieri - promossa da Forza Italia e approvata dall'Aula - ha richiesto a Zingaretti e alla Giunta regionale un intervento sul governo in materia di pensioni. In particolare l'atto di indirizzo punta a sollecitare l'applicazione, attraverso un atto avente forza di legge, di una sentenza della Corte costituzionale, per la restituzione degli importi maturati per effetto del ripristino della perequazione e la ricostruzione del trattamento pensionistico ai pensionati colpiti dal blocco previsto dal decreto legge 201 del 2011.

Una seconda mozione, invece, presentata sempre dai consiglieri regionali azzurri - approvata dal Consiglio regionale - ha impegnato il presidente della Regione ad applicare ai commissari straordinari da nominare nelle Ipab il divieto di affidamento a pensionati (art. 5, comma 9, del decreto legge 95/2012).

A firma di Daniele Sabatini (Cuoritaliani) e Giancarlo Righini (FdI), invece, l'ultima delle mozioni approvate. Il Consiglio ha votato a favore dell'indirizzo nei confronti di Giunta e presidente affinché sia modificata con tempestività la nuova normativa in materia di raccolta dei funghi. In particolare si tratta di eliminare la previsione di corsi (a pagamento) anche per chi deve rinnovare il tesserino e la formazione l'ha già avuta. Annunciato, a tal proposito, il deposito di una proposta di legge (n. 398) di Righini, Sabatini, Gino De Paolis (Insieme per il Lazio) ed Eugenio Patanè (Pd) per la rettifica delle disposizioni votate lo scorso agosto.

Prima di votare queste tre mozioni, un intervento del capogruppo pd Massimiliano Valeriani ha informato l'Aula della richiesta di archiviazione da parte della Procura di Roma delle accuse nei confronti dei consiglieri Marco Vincenzi (Pd) ed Eugenio Patanè. La vicenda è quella legata all'operazione "Mondo di mezzo" e oggetto di dibattito in Aula nel luglio 2016.

"Penso che l'Aula - ha detto Valeriani - debba anche restituire appieno loro l'onore e l'orgoglio di essere rappresentanti dei cittadini". Hanno quindi preso la parola per manifestare solidarietà o soddisfazione, seppure con accenti diversi, consiglieri di centrosinistra e di centrodestra. "Il primo che ha abbandonato i colleghi Vincenzi e Patanè si chiama Zingaretti Nicola" ha comunque osservato polemicamente Antonello Aurigemma (Forza Italia). Per il M5s è intervenuta Gaia Pernarella: "Il fatto che le accuse nei confronti di persone delle Istituzioni decadano è una vittoria per tutto il Consiglio regionale". La capogruppo pentastellata ha però ricordato che M5s ha sempre chiesto di togliere ogni dubbio, anche facendo passi indietro.

Al termine, Vincenzi, nel ringraziare l'Aula, la maggioranza e Zingaretti ("comportamento ineccepibile"), non ha comunque mancato di formulare note polemiche nei confronti dei Cinquestelle per gli atteggiamenti assunti anche in assenza della sua iscrizione nel registro degli indagati. Patanè, invece, ha precisato che la decisione di dimettersi da presidente della commissione Cultura fu autonoma: "Il presidente Zingaretti non mi ha mai chiesto di fare alcunché". Patanè ("chi non ha nulla da nascondere non ha paura delle indagini. E io non avevo paura") si è mostrato amareggiato per "un sistema malato, esplosivo, che c'è tra giustizia da un lato e informazione dall'altro".

Share on Facebook
Categoria: politica

Manziana, assegnate deleghe

A Bruno, Bugliazzini, Levati e Sidoretti

redazione domenica 1 ottobre 2017
Palazzo Tittoni ManzianaMANZIANA - Sono state assegnate ufficialmente le deleghe ai consiglieri di maggioranza del Comune di Manziana, Gianluca Bruno, Claudia Bugliazzini, Giacomo Levati e Stefano Sidoretti.

Di seguito il dettaglio:

– BRUNO GIANLUCA: "Turismo e valorizzazione della vocazione cinematografica del territorio"

– BUGLIAZZINI CLAUDIA: "Valorizzazione del patrimonio storico, artistico e folclorico di Manziana e Quadroni"

– LEVATI GIACOMO: "Manutenzioni e Arredo Urbano"

– SIDORETTI STEFANO:"Promozione delle attività sportive"


Per composizione del Consiglio comunale clicca qui: http://www.comune.manziana.rm.it/index.php/about/il-consiglio/

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, Consiglio il 2/10

Odg: Bilancio consolidato, regolamenti e nomine

redazione domenica 1 ottobre 2017
Anguillara porta orologioANGUILLARA - Il Consiglio comunale di Anguillara è convocato, in seduta straordinaria e pubblica, per il giorno 2 ottobre alle ore 17, per discutere il seguente ordine del giorno:

ORDINE DEL GIORNO

1 - APPROVAZIONE REGOLAMENTO ALBO DELLE ASSOCIAZIONI;

2 - APPROVAZIONE REGOLAMENTO CONCESSIONE DEL PATROCINIO DELLA CITTA' DI ANGUILLARA SABAZIA;

3 - APPROVAZIONE REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO AGLI ATTI E DI ACCESSO CIVICO;

4 - RATIFICA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 117 DEL 16/08/2017 - VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIOJNE FINANZIARIO 2017 (ART. 175, COMMA 4, D.LGS 267/2000);

5 - REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI EX ART. 24 D.LGS 175/2016;

6 - NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI PER IL TRIENNIO 2017/2020;

7 - BILANCIO CONSOLIDATO DELL'ESERCIZIO 2016 EX. ART. 11 DEL D.LGS N. 118/2011. ASSENZA DI SOCIETA' DA CONSOLIDARE - PRESA D'ATTO.

Share on Facebook
Categoria: politica

Bracciano, opposizione: dov'è partecipazione e trasparenza?

"Soffocate nostre prerogative"

redazione domenica 1 ottobre 2017
Bracciano Municipo PoliticaBRACCIANO - "Alla faccia della trasparenza e della partecipazione. Quella scritta ieri in Consiglio comunale è l'ennesima brutta pagina per Bracciano. In una sola seduta la maggioranza ha di fatto eliminato dal paese opportunità di partecipazione dei cittadini e svilito le prerogative dell'opposizione".

E' quanto dichiarano in una nota congiunta i consiglieri di minoranza del Comune di Bracciano Claudio Gentili, Chiara Mango, Donato Mauro, Marco Tellaroli ed Alessandro Persiano.

"Con la cancellazione delle commissioni consiliari permanenti – dicono i consiglieri - il Consiglio, senza nemmeno avvertirli, ha estromesso dal palazzo i cittadini che erano stati chiamati a collaborare, elaborando proposte e pareri consultivi non vincolati in varie materie, dall'Ambiente ai Lavori Pubblici, dai Servizi Socio-Assistenziali alle Pari Opportunità, dalla Commissione Cultura a quella Economia Finanza e Patrimonio".

"Sulla base di una interpretazione, a nostro avviso erronea, dell'articolo 38 del Testo Unico degli Enti Locali il presidente del Consiglio Comunale Luca Testini, del quale da tempo denunciamo il mancato rispetto del ruolo di super partes che gli compete, con questo atto ha ritenuto antigiuridico che le Commissioni Consiliari possano essere composte anche da non Consiglieri (quindi in questo Comune, come nella maggior parte di tutti i Comuni Italiani, da sempre sono esistite Commissioni Consigliari composte da non Consiglieri e tutti gli atti ad esse propedeutici dovranno, quindi, essere dichiari illegittimi o meglio, come dice lui, antigiuridici)".

"Ora le stesse saranno composte dai soli consiglieri in spregio ad ogni promessa elettorale che vedeva la partecipazione tra i punti prioritari di tutte le liste in lizza alle comunali 2016. Ed appare soltanto un mero palliativo, il tentativo del Sindaco di proporre una "consulta2 di Cittadini che partecipano alle Commissioni ... In buona sostanza una Commissione Consultiva delle Commissioni Consultive? E' questo il panopticon che era stato tanto vagheggiato dall'attuale sindaco? Ma tutto ciò non è bastato. La maggioranza – prosegue l'opposizione - si è arrogata in modo antidemocratico anche il diritto, eliminando di fatto il diritto di iniziativa che costituisce una prerogativa dei consiglieri di minoranza, di emendare una mozione da noi presentata l'11 agosto 2017, rinviandone ulteriormente la discussione. Si tratta di una mozione che riguarda la richiesta di revoca della delibera di giunta n. 115/2017 avente ad oggetto un accordo di carattere urbanistico con un privato".

"Con questa manovra a dir poco ardita, ovvero - spiegano i consiglieri - la presentazione di un emendamento contenente una pregiudiziale ed un rinvio a un consiglio comunale aperto nel quale la maggioranza vorrebbe dare la parola al cittadino interessato, la mozione non è stata né discussa, né messa ai voti. Tre dei sei punti inseriti all'ordine del giorno della seduta del 28 settembre u.s., piuttosto che riguardare la comunità braccianese si occupavano, di fatto, delle vicende di un privato cittadino, incluso il provvedimento che prevede la nomina di un consulente legale, che avrà il compito di stendere un parere sulla transazione con il privato. Tale questione è già stata affrontata sia dalla Giunta Comunale (che ha già deliberato in tal senso), che dalla Segretaria Generale (che in una nota afferma la legittimità della procedura intrapresa) ... Delle due, l'una: o serviva un parere legale (e quindi non si capisce la ratio dei due atti di cui sora), oppure la consulenza legale non serve, perché ci sono già due atti che la legittimano".

"Di fronte ad una situazione che vede il paese andare sempre più alla deriva, ci chiediamo ancora una volta chi comanda davvero a Bracciano? Qual è la strada che la maggioranza vuole far prendere al nostro Paese? Quando cominceremo a far davvero "fruttare" gli oltre 135.000,00 Euro all'anno che spendiamo per i nostri amministratori come indennità di carica, rendendo realmente e finalmente "utili" le loro attività istituzionali? Da parte nostra – concludono i consiglieri - non abbasseremo la guardia e ci riserviamo di adire tutte le istituzioni competenti per quanto riguarda il mancato rispetto del sacrosanto principio di partecipazione del cittadino alla cosa pubblica e del diritto delle minoranze consiliari ad esercitare le proprie prerogative".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -