Sabato, 28 Gennaio 2023
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Ladispoli, Alessandra Feduzi nuovo assessore

Subentra alla dimissionaria Dora Lazzarotto

redazione mercoledì 28 dicembre 2022
grando feduziLADISPOLI - Si è dimessa l'assessora Dora Lazzarotto, il sindaco Alessandro Grando ha nominato al suo posto l'avvocato Alessandra Feduzi.

Al neo assessore sono state assegnate le seguenti deleghe: Politiche Europee, Innovazione Tecnologica e Città Digitale, Agricoltura, Sanità.

"Ringrazio la dottoressa Dora Lazzarotto – ha commentato il sindaco Grando – per il grande impegno profuso in questi mesi, portato avanti con professionalità, dedizione e amore verso la nostra città. Allo stesso tempo accolgo con un caloroso benvenuto l'avvocato Alessandra Feduzi, alla quale rivolgo i migliori auguri di buon lavoro".

Share on Facebook
Categoria: politica

Manziana, Consiglio il 27/12

Bilancio previsione, Consiglio dei ragazzi

redazione giovedì 22 dicembre 2022
Palazzo Tittoni ManzianaMANZIANA - Il Consiglio comunale di Manziana è convocato il 27/12, alle 10, per discutere il seguente ordine del giorno:

1. Comunicazioni del Sindaco;

2. Ratifica delibera Giunta comunale n. 208 avente ad oggetto "Variazione Bilancio di previsione 2022-2024";

3. Revisione periodica delle partecipazioni dell'Ente ex art. 20, d.lgs. 19 Agosto 2016, n. 175.- partecipazioni al 31.12.2021;

4. Presa d'atto dimissioni Revisore dei Conti Dott. Mancini Alessandro e nomina del nuovo Revisore dei Conti per il Triennio Dicembre 2022 - Dicembre 2025;

5. Approvazione regolamento comunale per il Servizio di Trasporto scolastico;

6. Approvazione regolamento per l'organizzazione ed il funzionamento del Servizio di Mensa scolastica;

7. Ratifica deliberazione della Giunta comunale n. 221 del 19/12/2022 istituzione del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze ed approvazione del relativo Regolamento comunale.

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, Consiglio il 28/12

Otto punti all'odg tra cui bilancio previsione

redazione giovedì 22 dicembre 2022
ANGUILLARA - Il Consiglio comunale di Anguillara è convocato in seduta ordinaria per mercoledì 28 dicembre 2022 per discutere il seguente ordine del giorrno:


1 - Regio Decreto del 26/02/1928, n. 332. Liquidazione degli usi civici gravanti, a favore della collettività residente nel territorio del comune di Anguillara Sabazia, su due appezzamenti di terreno siti nella località Biadaro del territorio comunale, di proprietà del sig. Zugarelli Carlo, con contestuale affrancazione del canone annuo di natura enfiteutica;

2 - Bilancio di previsione 2022/2024 – Ratifica della delibera di Giunta Comunale n. 195 del 09/12/2022 – Variazione n. 16;

3 - Ratifica della deliberazione di Giunta Comunale n. 204 del 16/12/2022 relativa all'approvazione della variazione n. 2 al Programma biennale degli acquisti di forniture e servizi per il biennio 2022 – 2023 e all'elenco annuale 2022;

4 - Approvazione del Programma triennale dei lavori pubblici per il triennio 2023 – 2025 e dell'elenco annuale OO.PP. 2023;

5 - Approvazione del Programma biennale degli acquisti di forniture e servizi 2023 – 2024 e relativo elenco annuale 2023;

6 - Approvazione piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari annualità 2023-2025;

7 - Nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) – periodo 2023/2025 -discussione e conseguente deliberazione (art. 170, comma 1 del D.lgs. 267/2000);

8 - Approvazione del Bilancio di previsione finanziario 2023/2025 (art. 151 d.lgs. 267/2000 e art. 10 del d.lgs. 118/2011).

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, tasse Consorzio di Bonifica: Manciuria interroga la Giunta

“Questione da risolvere una volta per tutte”

redazione giovedì 22 dicembre 2022
manciuria setteANGUILLARA - Interrogazione del capogruppo di Anguillara Svolta, Sergio Manciuria, riguardo alla vicenda che interessa molti contribuenti residenti nel Comune di Anguillara facenti parte della perimetrazione di bonifica ricadente nel territorio di competenza del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, che hanno ricevuto l'imposizione fiscale nonostante le proprietà ricadono in zone completamente urbanizzate e centro urbano.

Nell'atto il consigliere rileva, salvo rettifica in base alle risultanze effettive, che durante l'Amministrazione 1995-1999 fu adottata una delibera di giunta che delimitava le zone definite centro abitato e urbanizzato sulle quali all'epoca il consorzio agro romano esentò dall'applicazione del tributo. Inoltre, lo stesso Direttore Generale Andrea Renna in una recente intervista ha ammesso che gli avvisi andavano recapitati a coloro che nell'aggiornamento del catasto non risultano ricadenti della zona urbana del comune e che eventuali errori sono imputabili alla mancata fase di aggiornamento.

A fronte di questi argomenti, Manciuria chiede di sapere "quali opere o contributi per gli anni 2020 – 2021 e 2022 il Consorzio di Bonifica Litorale Nord ha eseguito o investito sul nostro territorio comunale" e di conoscere quali siano le iniziative dell'amministrazione "per contrastare l'applicazione di tale tributo in assenza di un concreto vantaggio per i proprietari degli immobili facenti parte della perimetrazione consortile".

Per ultimo, il capogruppo di Anguillara Svolta chiede di sapere cosa ha fatto o intende fare l'amministrazione comunale "per aggiornare e comunicare le mappe delle zona urbanizzate o da urbanizzate come previsto dalla DGR 313 del 2017 al fine di far desistere il Consorzio di bonifica a richiedere un tributo iniquo e non usufruibile da coloro che sono al di fuori delle zone prettamente agricole".

"Anche se un tributo è posto a garanzia e salvaguardia della tutela idrogeologica e ambientale – ha commentato il consigliere – questo non può comunque ricadere indiscriminatamente e senza effettivo beneficio per i diretti interessati come sancito anche dalla Corte Costituzione. Confido nella Giunta Pizzigallo per una risoluzione immediata alla quale intendo concorrere pronto a collaborare affinché il problema sia affrontato e risolto in maniera definitiva, cancellando una volta per tutte gabelle improprie e spesso frutto di meri calcoli empirici e non di opere effettive a beneficio del territorio. "Auguro Buon Natale a tutti i cittadini - ha concluso Manciuria - ma come primo dono sarebbe bello cancellare proprio un tributo inesistente e non dovuto".

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, oltre 2,5mln per gli apicoltori

Raddoppiato il sottoprogramma apistico 2023/27

redazione mercoledì 21 dicembre 2022
mieleLAZIO - "Abbiamo raddoppiato nell'ambito OCM Miele, rispetto alle annualità precedenti, le risorse previste dal sottoprogramma apistico regionale 2023-2027 per un importo complessivo di oltre 2,5 milioni di euro. Un risultato straordinario frutto di un lavoro costante che in questi anni ha visto la nostra apicoltura aumentare il suo valore sotto tutti punti di vista qualificando il Lazio come una tra le regioni più vocate d'Italia per la produzione di miele.

Parliamo di oltre 500mila euro annui che andranno a sostenere i nostri apicoltori per azioni di ripopolamento del nostro patrimonio apistico, per l'acquisto macchinari e attrezzature, per assistenza tecnica e consulenze, per attivare collaborazioni con enti di ricerca e sviluppo, per la promozione commercializzazione di tutti i prodotti dell'alveare dalla cera, al polline, alla pappa reale, agli sciami, alle api regine. Proprio nel Lazio sono state nel 2021, anno che sappiamo esser stato delicatissimo, oltre 430 tonnellate secondo i dati dell'Osservatorio Nazionale Miele e non c'è dubbio che quando si parla di apicoltura si parla di un settore strategico dall'alto potenziale di crescita, basta pensare che la produzione di miele in Italia non soddisfa il fabbisogno interno e che i settori d'interesse variano dalla nutraceutica, all'enogastronomia, all'omeopatia o apiterapia, all'estetica. Ma oltre allo straordinario risultato raggiunto con OCM Miele va evidenziato che la Regione Lazio proprio a sostegno e salvaguardia del settore ha approvato con la LR. 17/2022 una nuova legge per la salvaguardia e la valorizzazione dell'Apicoltura a testimonianza di quanto sia stato in questi anni forte l'attenzione verso questo settore.

L'apicoltura e i suoi protagonisti, api e apicoltori, sono tra i testimoni più preziosi e importanti di una agricoltura innovativa e sostenibile che pone l'uomo, i beni naturali e la conservazione del nostro ecosistema, al centro dei nostri obiettivi. Il Sottoprogramma apistico del Lazio mira a promuovere non solo l'importanza economica di questo settore ma anche la strategicità per la difesa dell'ambiente e la tutela della biodiversità, promuovendo la professionalità del settore, favorendo la formazione degli apicoltori, stimolando l'introduzione di innovazioni tecnologiche in azienda anche per migliorare la capacità di adattamento degli alveari ai cambiamenti climatici, promuovendo l'aggregazione tra gli operatori per migliorare la competitività e l'orientamento al mercato, sensibilizzare la conoscenza del settore, della filiera e dei prodotti, valorizzando il miele di qualità per diffonderne la conoscenza presso il mercato e il consumatore, anche attraverso azioni di informazione e promozione".

Lo dichiara in una nota l'Assessora Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Pari Opportunità della Regione Lazio, Enrica Onorati.

Share on Facebook