Mercoledì, 23 Ottobre 2019
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Ladispoli, 500mila euro per messa in sicurezza fiume Vaccina

Aggiudicato un finanziamento regionale

redazione sabato 3 agosto 2019
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - "L'amministrazione comunale esprime grande soddisfazione dopo aver appreso di essersi aggiudicata un finanziamento regionale di 496.000 euro da utilizzare per interventi di messa in sicurezza del fiume Vaccina".

Con queste parole il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando ha annunciato l'arrivo dei fondi che permetteranno di risolvere in modo decisivo un problema che riguarda la sicurezza dei residenti e degli operatori delle zone interessate dal rischio esondazione.

"In passato – prosegue il sindaco – le esondazioni hanno provocato pesanti danni, gettando nella disperazione decine di famiglie della nostra città e danneggiando in modo serio le attività commerciali e produttive lungo i quartieri che si affacciano sul corso d'acqua. Fin dal nostro insediamento abbiamo cercato delle soluzioni tecniche e fonti di finanziamento che ci permettessero di intervenire in maniera definitiva su questo annoso problema. Grazie all'impegno dall'ingegner Pravato dell'ufficio lavori pubblici abbiamo potuto partecipare al bando promosso dalla Regione Lazio con un progetto inserito nell'ambito delle opere per interventi per la difesa del suolo e la sicurezza del territorio".

"Il progetto presentato - spiega Grando - è stato ritenuto meritevole e Ladispoli è stata quindi inserita nella graduatoria degli enti locali aventi diritto al finanziamento. A nome della città ringrazio l'ingegner Pravato e l'assessore Veronica De Santis per il lavoro sin qui svolto. Ora inizia una nuova fase operativa nella quale verranno richiesti i nulla osta necessari, redatti i progetti esecutivi ed espletate le relative procedure di gara".

"Come amministrazione - conclude il sindaco - continueremo a lavorare su tutti i fronti per aggiudicarci i finanziamenti degli enti sovraordinati che possano consentirci, a costo zero per i cittadini di Ladispoli, di dotare la nostra città dei servizi che ancora mancano e di mettere in sicurezza le zone a rischio".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli: variante al PRG

980.000mq di minor consumo suolo e -1.690 abitanti

redazione sabato 3 agosto 2019
MUNICIPIO LADISPOLILADISPOLI - Durante la seduta dello scorso 31 luglio il Consiglio comunale è tornato ad occuparsi del più importante atto di pianificazione urbanistica a livello cittadino, il Piano Regolatore Generale.

Come molti ricorderanno la Variante era stata originariamente adottata nel 2010 e controdedotta nel 2016 ma, a distanza di numerosi anni, mai inviata alla Regione Lazio per la sua approvazione definitiva. Nel frattempo centinaia di cittadini di Ladispoli, per effetto di una legge ingiusta ma vigente, sono stati costretti a pagare l'IMU su quei terreni come se fossero già di fatto edificabili.

Come se non bastasse, dal punto di vista tecnico, la Variante predisposta dalla precedente amministrazione presentava alcune anomalie, in quanto era stata attribuita a diverse aree una destinazione urbanistica incompatibile con il Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR). Risultava quindi necessario adeguare la nostra Variante alle disposizioni del Piano regionale, strumento prescrittivo e sovraordinato che è stato recentemente approvato dal Consiglio Regionale del Lazio.

Nelle norme del PTPR è infatti previsto che i Comuni debbano modificare i propri strumenti urbanistici entro due anni dalla sua approvazione, adeguandoli alle prescrizioni contenute nel PTPR stesso.

Oggi, oltre alla soddisfazione di aver migliorato il nostro Piano regolatore, come vedremo in seguito, possiamo affermare di aver anticipato i tempi e di essere il primo comune del Lazio ad aver adempiuto a questo obbligo.

In questa fase di revisione abbiamo inoltre colto l'occasione per apportare al Piano regolatore ulteriori migliorie, con l'obiettivo di contenere decisamente il consumo di suolo e di diminuire il numero degli abitanti insediabili, in linea con il programma amministrativo con il quale ci siamo presentati al cospetto della città alle ultime elezioni comunali.

Anche qui possiamo affermare di aver centrato in pieno l'obiettivo e di aver dato la nostra impronta ad un Piano regolatore in cui, rispetto alla precedente versione, sono aumentate le aree a servizi e drasticamente diminuite le aree residenziali e commerciali. A differenze di quanto scritto da alcuni membri dell'opposizione, che a quanto pare faticano a leggere i documenti allegati alle deliberazioni consiliari, nella Relazione Integrativa si può leggere chiaramente, a pagina 36, che con l'ultima variante proposta si determina una sostanziale riduzione di cubature rispetto alla versione precedente.

Le modifiche apportate hanno infatti determinato una diminuzione del consumo di suolo pari a 982.000 mq., che a sua volta determina una riduzione del numero degli abitanti insediabili pari a 1.690 unità. Un altro aspetto a cui è stata data particolare attenzione è quello relativo alla viabilità. Sappiamo infatti che la nostra città, in determinati orari, paga a caro prezzo le scelte scellerate in materia urbanistica di chi ci ha preceduto.

Con due nuovi ingressi, uno da via Pizzo del Prete e uno direttamente dalla via Aurelia, abbiamo pianificato una migliore distribuzione del carico viario che, una volta realizzato, ci permetterà di alleggerire il traffico sugli altri accessi cittadini. A seguito dell'adozione avvenuta il 31 luglio inizierà la fase partecipativa prevista per legge, pertanto tutti i cittadini potranno presentare delle osservazioni alla variante che dovranno essere controdedotte nuovamente in Consiglio comunale.

Dedicheremo a questa fase la massima priorità e nel frattempo verrà anche redatta la Valutazione Ambientale Strategica, altro documento che allo stato era mancante e che costituisce un importante allegato che avrà il suo iter in Regione Lazio.NL'obiettivo è quello di terminare la procedura comunale in pochi mesi, al fine di inoltrare tutta la documentazione alla Regione Lazio per l'approvazione definitiva della Variante al Piano Regolatore Generale.

Lo abbiamo promesso alle persone che pagano l'IMU da 10 anni e soprattutto lo dobbiamo alla nostra città, che dall'approvazione di questo Piano regolatore trarrà dei grandi benefici in termini di nuove infrastrutture e di nuovi servizi. Colgo l'occasione per ringraziare gli Uffici comunali che in questi mesi hanno lavorato a questo importante provvedimento, in particolare l'arch. Roberto Silvi e l'arch. Vanessa Signore, supportati dall'esterno dall'arch. Demetrio Carini.

Così una nota dell'ufficio stampa di Ladispoli.

Share on Facebook
Categoria: politica

Minnucci: Regione investe su luoghi della cultura

Investiti quasi 600mila euro

redazione venerdì 2 agosto 2019
minnucci emilianoLAZIO - "Con una determina ad hoc ieri la Regione Lazio ha pubblicato la graduatoria dei Comuni che hanno presentato domanda di finanziamento a fronte dell'avviso dello scorso gennaio in relazione alla valorizzazione dei Luoghi della Cultura del Lazio", ha detto il Consigliere regionale, Emiliano Minnucci, commentando la determina n. G10520 con cui la Direzione cultura e politiche giovanili della Regione Lazio ha pubblicato la graduatoria dei Comuni nell'ambito del progetto relativo alla 'Valorizzazione dei Luoghi della Cultura del Lazio', promosso dalla stessa Regione con Determinazione n. G00484 del 22/01/2019.

"Un'ottima notizia soprattutto per i Comuni di Sacrofano e Allumiere, ai quali è stato subito riconosciuto il finanziamento dei progetti, ma anche per Tolfa, Santa Marinella e Sant'Oreste, i cui progetti saranno oggetto di prossimo contributo. Sui nostri territori – ha concluso Minnucci - la Regione Lazio fa subito un investimento complessivo di quasi 600mila euro che saranno destinati sia alla rivisitazione della Biblioteca comunale a Sacrofano e sia alla manutenzione e rifacimento del Palazzo della reverenda camera apostolica ad Allumiere".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli,Ardita:Lega nazionale Dilettanti sia corretta con USD

Il consigliere: "No a giochi di palazzo"

redazione mercoledì 31 luglio 2019
USD LadispoliLADISPOLI - "L'amministrazione comunale seguirà con molta attenzione le decisioni della Lega Nazionale Dilettanti in merito alla composizione dei Gironi per il Campionato di Serie D che inizierà il primo settembre. Terremo gli occhi bene aperti per evitare che l'Unione sportiva Ladispoli sia vittima di giochi di palazzo ed inserimenti in raggruppamenti strani".

Le parole sono del consigliere comunale delegato ai rapporti con le società di calcio, Giovanni Ardita, dopo le indiscrezioni di stampa che vorrebbero il Ladispoli estromesso dal Girone delle squadre laziali e sarde per essere catapultato nel raggruppamento con toscane ed umbre. Uno spostamento contro cui si è già ufficialmente espressa l'Unione sportiva Ladispoli con una lettera ufficiale ai vertici della Lega Nazionale Dilettanti.

"L'amministrazione è al fianco del club del presidente Paris – prosegue Ardita - che ha ricordato come sarebbe illogico e causa di pesanti disagi anche economici per il Ladispoli non essere confermato nel Girone G come lo scorso campionato. Per un club dilettantistico infatti un conto sono le trasferte nella capitale e nel Lazio, un altro sarebbero gli spostamenti a centinaia di km in giro per il Centro nord della penisola. Costi che si andrebbero ad aggiungere alle onerose trasferte in Sardegna. Se alcuni club toscani hanno altre velleità, non coinvolgano la squadra della nostra città".

"L'amministrazione comunale chiede ufficialmente alla Lega Nazionale Dilettanti di confermare l'Us Ladispoli nel Girone con club del Lazio e della Sardegna, fermo restando che sarebbe un onore per tutte le società poter anche affrontare una blasonata come il Palermo qualora fossero veritiere le notizie circa l'inserimento dei rosanero nel raggruppamento G. Sia chiaro – conclude Ardita - che, come fu nel caso delle interrogazioni parlamentari al ministro dello sport dopo la sequela di arbitraggi ai danni del Ladispoli dello scorso campionato, siamo pronti a contrastare in ogni sede, compresa quella istituzionale, una eventuale estromissione del club rossoblu dal Girone che gli compete".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Consiglio il 31/7

Odg: Variante PRG e assestamento Bilancio

redazione martedì 30 luglio 2019
Caredda Maria AntoniaLADISPOLI - Il presidente del Consiglio comunale di Ladispoli, Maria Antonia Caredda, ha convocato la seduta per mercoledì 31 luglio alle 21, per discutere il seguente ordine del giorno:

 
- Variante generale al vigente Piano regolatore adottata con delibera di Consiglio numero 15 del 04.03.2010 e numero 16 del 05.03.2010 a seguito esame osservazioni, adeguamento al Piano territoriale paesistico e riduzione peso insediativo;

- Assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l'esercizio 2019 ai sensi degli artt. 175, comma 8 e 193 del d.lgs. n. 267/2000.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -