Martedì, 23 Ottobre 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Rifiuti, Minnucci: su impianto a Cesano serve dialogo

"Compostaggio in quella zona è cosa scellerata"

redazione venerdì 14 settembre 2018
minnucci emilianoLAZIO - "Che la città di Roma debba dotarsi di impianti pubblici per il compostaggio dei suoi rifiuti è piuttosto palese e appurato. Che debba farlo però per esclusiva scelta dell'Amministrazione capitolina, libera di decidere dove e come realizzarlo, è inaccettabile e fuori dal normale".

Lo ha detto Emiliano Minnucci, Consigliere PD della Regione Lazio, che in Commissione Urbanistica e Rifiuti ha incontrato il comitato di quartiere di Osteria Nuova e le associazioni del territorio per affrontare il tema legato alla realizzazione di un impianto di compostaggio a Cesano di Roma.

"Quando parliamo di rifiuti è importante tenere in considerazione le peculiarità di ogni territorio e le esigenze delle rispettive comunità. Riguardo la realizzazione di un impianto di compostaggio nel XV Municipio ribadisco quanto detto già in passato: è un'ipotesi pressoché scellerata che rischierebbe di mettere un'intera zona in ginocchio sia da un punto di vista ambientale che da quello dei servizi. Stiamo parlando di un'area residenziale a ridosso del Parco Regionale Bracciano – Martignano che ha bisogno di tutto meno che di un impianto rifiuti: penso alla viabilità e alla salute dei residenti. Mi auguro – ha concluso Minnucci – che l'audizione di oggi apra la pista per una serie di incontri specifici, utili ad affrontare il tema in maniera costruttiva anche con la partecipazione dei residenti che hanno tutto il diritto di essere protagonisti di questo iter programmatico e non semplici spettatori".

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, elezioni dei membri Consigli di Quartiere

Nei giorni 10, 11, 17 e 18 novembre

redazione giovedì 13 settembre 2018
Ponton ElceANGUILLARA - L'amministrazione comunale di Anguillara informa che con ordinanza sindacale n. 108 del 12/09/2018 sono state indette le consultazioni elettorali per la nomina dei rappresentanti dei Consigli di Quartiere, per le date del 10, 11, 17 e 18 novembre 2018, come meglio disciplinate nell'ordinanza sindacale.

Ordinanza : http://www.comune.anguillara-sabazia.roma.it/upload/allegati/09-2018/BNAP64UD_M8UJAOM9.pdf

Modulo candidatura:
http://www.comune.anguillara-sabazia.roma.it/upload/allegati/09-2018/EULFB1QH_6G37AVON.pdf
Modulo scrutatore e presidente seggio: http://www.comune.anguillara-sabazia.roma.it/upload/allegati/09-2018/14P0YEQR_65S28AC6.pdf

Share on Facebook
Categoria: politica

Italia in Comune a governo: giù le mani dalle città

In riferimento ai tagli previsti nel Milleproroghe

redazione martedì 11 settembre 2018
Logo italia in comuneLAZIO - Italia in Comune, il partito dei sindaci nato lo scorso 3 dicembre come rete di amministratori locali che si è velocemente allargata anche a cittadini e associazioni civiche sui territori, lancia una sfida al governo Legastellato sul blocco dei fondi destinati al bando periferie e rivolge un appello a tutti i sindaci delle città coinvolte affinchè, al di là delle posizioni politiche, facciano quadrato sostenendo un emendamento presentato alla Camera per impedire "lo scippo scellerato" messo in atto a danno delle città italiane.

Alla prima conferenza stampa del Partito a Montecitorio partecipano i massimi dirigenti del movimento. C'è Federico Pizzarotti, sindaco di Parma e presidente di Italia in Comune, Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e coordinatore nazionale di Itc, Damiano Coletta, sindaco di Latina e vice presidente di Itc. A sostenere la loro battaglia in Aula i deputati Alessandro Fusacchia, Segretario di Movimenta e Serse Soverini di Area Civica che hanno presentato l'emendamento per sbloccare i fondi del bando periferie, fermati al senato per volontà della maggioranza.

Il taglio dei fondi al bando periferie consiste nello stralcio di tante opere con un grande valore dal punto di vista sociale: piazze, parchi, marciapiedi ma anche biblioteche e altri luoghi di rilevante interesse culturale. Per la prima volta nella storia di questo Paese si fa un investimento straordinario per intervenire nelle periferie e poi, con un tentativo furtivo e maldestro, il Governo propone un emendamento che taglia 1 miliardo e 600 milioni di euro destinati a interventi nei luoghi del degrado economico e sociale, in quartieri che sono stati costruiti negli anni per dare una risposta all'emergenza abitativa in cui però non sono stati realizzati né i servizi né gli spazi per la socializzazione e lo sviluppo culturale.

Per Pizzarotti "scippare più di un miliardo di euro alle periferie d'Italia vuol dire privare gli italiani di nuove piazze, nuove biblioteche, nuovi centri di aggregazione o di cultura che avrebbero rilanciato le zone grigie e povere delle città. Gli italiani ci chiedono da anni di non dimenticare le periferie, perché è proprio in quelle zone che aumenta il malcontento sociale. Il disegno politico di questo Governo sembra chiaro: togliere qualità alle città e agli italiani per avere fondi freschi da utilizzare per strampalate promesse elettorali, flat tax e reddito di cittadinanza".

Alessio Pascucci, coordinatore nazionale di Italia in Comune, chiama all'azione i sindaci leghisti e grillini: "ogni sindaco, al di là della vicinanza politica o meno a questo Governo, ha il dovere di tutelare le comunità e i territori. Mi appello quindi in particolar modo a chi ha rappresentanti eletti in questa maggioranza affinchè spingano per fermare l'ennesima scure sugli Enti locali ai quali negli ultimi dieci anni sono stati sottratti otto miliardi di fondi. Non possiamo più essere il bancomat dei governi".

Per Damiano Coletta, sindaco di Latina, "sarebbe grave colpire indiscriminatamente le città privandole di opere pubbliche che hanno un valore inestimabile per la crescita culturale e per l'aggregazione sociale delle comunità. Che credibilità può avere uno Stato che prima firma accordi e poi li cancella a sua completa discrezione?".

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, la settimana in Consiglio regionale

Il calendario dei lavori

redazione sabato 8 settembre 2018
aula pisana unoLAZIO - Il presidente Daniele Leodori ha convocato per lunedì 10 settembre alle ore 11 la seduta n. 10 del Consiglio regionale del Lazio. All'ordine del giorno: proposta di legge regionale n. 55 del 19 luglio 2018: "Disposizioni per la semplificazione e lo sviluppo regionale". I lavori proseguiranno martedì 11 settembre e mercoledì 12 settembre, ad oltranza.

COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI

Lunedì 10 settembre

Ore 10 – Sala Etruschi
IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio
Esame dello schema di deliberazione n. 17: "Piano generale degli interventi della Regione Lazio per la garanzia del diritto all'istruzione e del diritto allo studio nel proprio territorio. Anni 2018-2019 e 2019-2020".

Giovedì 13 settembre

Ore 10.30 – Sala Etruschi
X Commissione - Urbanistica, politiche abitative, rifiuti
All'ordine del giorno:
- audizione sul problema dei miasmi prodotti dall'impianto di compostaggio Sep di Pontinia (LT). Invitati: Amministratore unico Sep srl; Assessorato regionale Ciclo rifiuti e impianto di trattamento, smaltimento e recupero; Direzione regionale Politiche ambientali e ciclo dei rifiuti; Direzione sezione provinciale di Latina dell'Arpa Lazio; i sindaci di Pontinia, Priverno, Sonnino, Roccasecca dei Volsci, Maenza, Roccagorga e Terracina; i presidenti dei comitati "Mazzocchio" e "il Fontanile";
- alle ore 12 audizione su impianto di compostaggio Osteria Nuova/Cesano. Invitati: Comitati cittadini; Municipio Roma XV; Assessorato Ambiente Roma Capitale; Ama spa.

Ore 15 – Sala Latini
I Commissione - Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia
All'ordine del giorno lo schema di deliberazione n. 19: "Direttive, criteri e modalità per la concessione, in conto capitale, di finanziamenti per la promozione di interventi volti a favorire un sistema integrato di sicurezza nell'ambito del territorio regionale".

Share on Facebook
Categoria: politica

Bracciano, Consiglio il 10/9

Importante seduta su questioni bilancio

redazione sabato 8 settembre 2018
municipio bracciano 2BRACCIANO - Il Consiglio comunale di Bracciano è convocato lunedì 10 settembre alle 18, in seduta d'urgenza, per discutere il seguente ordine del giorno:


1 - COMUNICAZIONE AL CONSIGLIO DI DELIBERAZIONI ADOTTATE DALLA GIUNTA COMUNALE DI PRELEVAMENTO FONDO DI RISERVA. ART. 166 DECRETO LEG.VO 267/00.

2 - COMUNICAZIONE AL CONSIGLIO DI DELIBERAZIONI ADOTTATE DALLA GIUNTA COMUNALE DI VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018 - 2020 DI CASSA. ART. 175 DECRETO LEG.VO 267/00

3 - Corte dei Conti, Sezione regionale di controllo per il Lazio - Deliberazione n. 62/2018/PRS del 19 luglio 2018- Diniego del Piano di riequilibrio Impugnativa e ricorso ai sensi dell'art. 243 -quater, comma 5, del TUEL.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -