Giovedì, 26 Aprile 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Acea, Minnucci: "Excusatio non petita accusatio manifesta"

"Chiarimento fornito è insignificante"

redazione sabato 24 febbraio 2018
minnucci dueLAGO - "Il chiarimento fornito da Acea in queste ultime ore rispetto il ricorso presentato al Tribunale delle Acque è piuttosto insignificante. Da Piazzale Ostiense ci fanno sapere che l'impugnazione del provvedimento regionale è un passaggio meramente tecnico che non prevede alcuna volontà di riprendere le captazioni. Se così fosse perché nel ricorso presentato al Tribunale delle Acque, Acea chiede la sospensione dei provvedimenti adottati dal Presidente Zingaretti? Ma a Piazzale Ostiense lo sanno o no che la determinazione regionale, oltre a imporre lo stop dei prelievi, li obbligava a considerare Bracciano come una semplice riserva idrica? Le cose sono due: o in Acea, tra il lusco e il brusco della campagna elettorale, hanno tentato un ultimo colpo di reni per salvaguardare i loro proventi, oppure non hanno prontezza di quanto sostenuto dal provvedimento regionale. Considerate le assunzioni a chiamata diretta promosse con forza in questi ultimi mesi dalla società con maggioranza grillina e considerata l'incompetenza dimostrata in questi anni dalla pletorica struttura a cinquestelle, la seconda ipotesi non sembra poi troppo campata in aria".

Lo ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, commentando la nota di Acea Ato2 sulle motivazione del ricorso presentato al Tribunale delle Acqua per bloccare la determinazione della Regione Lazio sul Lago di Bracciano.

Share on Facebook
Categoria: politica

Anguillara, Bianchini: fare luce sui potabilizzatori

"Cos'è realmente avvenuto?"

redazione sabato 24 febbraio 2018
silvio bianchiniANGUILLARA - Dal capogruppo dem al Comune di Anguillara, Silvio Bianchini, riceviamo e pubblichiamo.

Chiediamo alla Sindaca Anselmo cosa sta avvenendo all'acquedotto di Colle Biadaro e a questo punto anche a quello di Ponton dell'Elce. Abbiamo acquisito sull'Albo pretorio alcune determine che dichiarano la totale assenza di manutenzione dell'impianto di potabilizzazione dei Biadaro,il più grande acquedotto del paese.

Nelle determina185 del 31 gennaio 2018 si dichiara che per il "mancato affidamento i parametri di legge di arsenico sono stati superati a causa della mancata prestazione della ditta". Ditta che non accettava l'affidamento e rispondeva per motivazioni a noi non note ma agli atti del Comune certamente, vista la successiva Determina 257 del 7/02/2018, dove si rettificano le affermazioni del mancato sforamento dei parametri Arsenico e dell'assenza di manutenzione. Cosa é realmente avvenuto? Siamo di fronte ad una Determina 185 che dichiara il grave problema della salute e che gli impianti non sono manutenuti e dopo 20 giorni altra Determina 257 che rettifica le gravi affermazioni della precedente. Poi il 22 febbraio si pubblica la Determinazione 233 del 12/02/18 dove si procede al servizio di gestione degli impianti di potabilizzazione. Come mai a fronte del problema emerso la Sindaca non ha emesso Ordinanza di non Potabilità? Chi sta gestendo in questi mesi i potabilizzatori?

Come si è potuto affermare che i parametri sono stati superati? Quanto avvenuto è molto grave e chiediamo che si faccia luce, non essendo possibile tali leggerezze da parte di questa Amministrazione nella gestione di servizi che investono la salute pubblica. Abbiamo già fatto accesso agli atti per avere tutta la documentazione e capire cosa è avvenuto e sta avvenendo su questa vicenda.

Share on Facebook
Categoria: politica

Moretti: servizio idrico è nostra priorità

Polemica a distanza con il M5s

redazione sabato 24 febbraio 2018
filippo morettiLADISPOLI - "L'acqua è un bene primario sempre a disposizione dei cittadini e così l'amministrazione Grando lo sta trattando fin dal suo insediamento".


Così Filippo Moretti, consigliere comunale delegato per le Risorse Idriche.

"Basti guardare gli interventi eseguiti fino ad oggi - sottolinea Moretti - l'immediata realizzazione del dearsenificatore, i continui e tempestivi interventi di manutenzione sulla rete, gli investimenti per la realizzazione del nuovo pozzo. Nonostante ciò i problemi non mancano, visti lunghi anni in cui, in passato, questo fondamentale servizio è stato garantito solo grazie alla responsabilità dei dipendenti Flavia; così come è innegabile che una nuova e più grande attenzione sia ora rivolta al servizio idrico".

"Ma tutto ciò - continua il deleagato - i consiglieri grillini ladispolani sembra proprio non lo abbiamo capito o, peggio, fanno finta di non capirlo. È di ieri un loro articolo in cui pongono domande alle quali potrebbero dare da soli le risposte, se solo in questi mesi avessero appreso come si esercita il ruolo di consigliere comunale. Se leggessero i tempestivi comunicati che sempre vengono pubblicati in tema di acqua, se sapessero comprendere i documenti che sono a loro disposizione sullo stato dell'arte per gli interventi che abbiamo predisposto, potrebbero evitare figuracce e dare informazioni corrette, che poi è ciò che si attende almeno chi li ha votati. Domandare all'amministrazione a che punto sia la realizzazione del nuovo pozzo significa non essere in grado di interpretare le procedure pubbliche che attestano un percorso fatto per vedere la sua entrata in funzione entro l'inizio dell'estate. Avanzare dubbi sul funzionamento del dearsenificatore in pieno inverno, quando la richiesta d'acqua è ridotta e di conseguenza l'impianto è attivo solo secondo necessità, da l'idea di come poco conosca il funzionamento di questa opera chi nemmeno ha presenziato alla sua inaugurazione".

"Il suo costo e la sua manutenzione si sono già ampiamente ripagati perché - spiega Moretti -  già dalla scorsa estate, abbiamo potuto evitare l'acquisto dell'acqua di miscelazione da Acea con un risparmio di circa 200.000 euro, e così sarà negli anni a venire. Se e quando si abbasserà la salinità del pozzo esistente, e di conseguenza tornerà la potabilità dell'acqua nella zona Monteroni, è un fatto che ci auguriamo accada al più presto, ma quando accadrà nessuno può prevederlo, nemmeno chi ha capacità divinatorie. Certo è che senza un secondo pozzo in quell'area, Ladispoli rischia di rimanere a secco e dunque meglio un'acqua leggerissimamente salata piuttosto che non avere acqua. Tra l'altro i livelli di salinità riscontrati sono gli stessi da diversi anni, con la differenza che in passato la nostra ASL li tollerava mentre da quest'anno ci chiede di imporre la non potabilità. A questo proposito è doveroso precisare, ancora una volta, che i livelli di cloruro sopra soglia riscontrati non pregiudicano l'uso dell'acqua, solo se ne sconsiglia il consumo diretto".

"Come si vede, dare acqua ad una Città come Ladispoli è un impegno serio, un segno di civiltà ed una battaglia per il mantenimento di un bene pubblico che ci vede contrapposti a colossi come l'ACEA. A questa battaglia tutti gli amministratori dovrebbero collaborare, offrendo soluzioni ed impegnandosi seriamente per mantenerne la gestione".

"Insomma - conclude Moretti - ci sentiamo di invitare i consiglieri grillini a non fare allarmismo su una questione così delicata, così non si difendono i diritti dei cittadini, si crea solo disinformazione. Non è serio usare il condizionale a piene mani perché non si hanno informazioni precise e non si comprende a fondo il problema; ciò non è ammissibile nemmeno in un momento come questo di accesa campagna elettorale. Se in questo momento il loro obiettivo è quello di far arrivare le 5 stelle, ci aiutino piuttosto a farle avere alla nostra acqua".

Share on Facebook
Categoria: politica

Grando: solidarietà a Perretta

Per aggressione subita nel suo ufficio

redazione venerdì 23 febbraio 2018
sindaco alessandro grandoLADISPOLI - "A nome dell'amministrazione comunale di Ladispoli esprimo piena solidarietà al vice sindaco Pierpaolo Perretta, vittima di aggressioni verbali e minacce durante una riunione nel suo ufficio. Non è la prima volta, dal nostro insediamento, che amministratori e dipendenti comunali subiscono azioni intimidatorie e violente, condanniamo fermamente questi atteggiamenti."

Le parole sono del sindaco Alessandro Grando che ha anche annunciato la volontà di rivedere le misure di accesso al municipio di piazza Falcone, adeguandole a quelle presenti nelle altre sedi istituzionali.

Share on Facebook
Categoria: politica

Minnucci:Hospice Civitavecchia è progetto partito da lontano

"Fondamentale l'importanza per il territorio"

redazione giovedì 22 febbraio 2018
Minnucci quattroCIVITAVECCHIA - "Oggi si concretizza un progetto che parte da lontano e, più precisamente, quando ero capogruppo PD a Palazzo Valentini".

Lo ha detto in una nota il deputato PD, Emiliano Minnucci, oggi candidato alle elezioni regionali del Lazio nella lista del Partito Democratico, riferendosi all'inaugurazione dell'Hospice Oncologico a Civitavecchia da parte del presidente della regione Zingaretti.

"Già da quel momento con Zingaretti concordavamo sull'esigenza di dotare il litorale romano di una struttura in grado di fornire servizi di assistenza farmacologica e psicologica a tutti i pazienti in fin di vita: con l'inaugurazione dell'Hospice oncologico si concretizza un progetto di fondamentale importanza sia per Civitavecchia che per tutto il territorio a nord della capitale".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -