Martedì, 14 Luglio 2020
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Porrello (M5s): una pdl per fondere Tolfa con Santa Marinella

Appoggio alla proposta del sindaco di Tolfa

redazione venerdì 22 maggio 2020
porrelloLAZIO - "La proposta del sindaco di Tolfa di fondere il comune da lui amministrato con quello limitrofo di Santa Marinella ha scatenato un dibattito sull'opportunità o meno di questa operazione. È indubbio che i due comuni abbiano una tradizione di stretta e profonda integrazione nelle attività economiche, in alcuni servizi essenziali e nella vita sociale e culturale, ma una fusione più che sul passato andrebbe fatta non solo con lo scopo di migliorare la pianificazione territoriale ma anche di ottimizzare la distribuzione territoriale dei servizi, con particolare riferimento al sistema dei trasporti e della viabilità".

Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5s Lazio e Vicepresidente del Consiglio regionale.

"Per un'operazione come quella auspicata da Landi - spiega Porrello - la legge regionale prevede la presentazione di una proposta di legge, la sua discussione in commissione e, qualora rimandata all'aula, la convocazione di referendum che verifichi la volontà della popolazione. Stiamo depositando una proposta di legge costituita da 8 articoli che includono le basi legali e legislative per la creazione del Comune di S. Marinella-Tolfa una volta avuto il mandato dalla popolazione. Il comprensorio dovrà affrontare molte sfide nei prossimi anni, dal nuovo turismo alla decarbonizzazione, si dia voce ai cittadini di Tolfa e Santa Marinella per capire se le due località la vogliono affrontare davvero insieme", conclude il Vicepresidente.
 

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri, Covid-19: Pascucci ringrazia protezione Civile

Gratitudine per Volontari e Enduristi

redazione venerdì 22 maggio 2020
sindaco alessio pascucciCERVETERI - Operativi da oltre 80 giorni 24 ore su 24 presso il PMA allestito a Furbara. Consegnati a casa 2000 pacchi di generi alimentari alle famiglie più in difficoltà. Un prezioso e fondamentale supporto nella distribuzione dei buoni spesa. Una presenza continua, capillare e professionale in tutto il territorio. Durante l'intero periodo di emergenza sanitaria e sociale legata alla diffusione del COVID-19 il Gruppo di Volontari della Protezione Civile di Cerveteri ha rappresentato un punto di riferimento per tutta la cittadinanza.

A ringraziarli, a nome dell'intera Amministrazione comunale, è Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, che dichiara: "abbiamo vissuto un periodo di grande emergenza, senza precedenti. Mai avremmo immaginato fino a pochi mesi fa che d'improvviso ci saremmo trovati in una situazione simile. Grazie a Renato Bisegni, Responsabile di Protezione Civile, uomo encomiabile, dedito al lavoro e con grande senso delle Istituzioni, e a tutto il suo nutrito gruppo di Volontari, tutti debitamente formati e preparati ad ogni circostanza, siamo riusciti a garantire assistenza e vicinanza a tantissime famiglie di Cerveteri, che hanno trovato in loro un punto di forza e sostegno. A loro tutti, il mio più vivo e sentito ringraziamento per il grande lavoro che hanno svolto in questo particolare periodo storico, che sempre hanno svolto nel territorio e che sono certo, con la passione e l'amore per Cerveteri che da sempre li contraddistingue, continueranno a svolgere".

Oltre che al PMA di Furbara, un lavoro straordinario nel territorio è stato condotto dal Gruppo Enduristi della Protezione Civile.

"Durante le fasi più difficili, in particolar modo in quelle in cui si necessitava di un maggiore controllo nel territorio per affiancare le Forze dell'Ordine, il Gruppo degli Enduristi della Protezione Civile è più volte ha fatto sopralluoghi nelle zone più difficili della città – ha aggiunto il Sindaco di Cerveteri Pascucci – anche a loro, sempre disponibili e professionali, il mio più vivo ringraziamento".

L'attività della Protezione Civile di Cerveteri prosegue. È possibile contattare il numero 0692959918, operativo 24 ore su 24.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, un lenzuolo bianco per la Giornata della Legalità

Per ricordare strage Capaci, il 23/5 alle 17.57

redazione giovedì 21 maggio 2020
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - Sabato 23 maggio un lenzuolo bianco verrà esposto davanti al Comune per ricordare la strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. Da allora il 23 maggio è diventata la data simbolo della lotta contro tutte le mafie e a difesa della legalità.

L'Amministrazione comunale di Ladispoli ha accolto la proposta di Maria Falcone, presidente della Fondazione intitolata a suo fratello Giovanni,e rilanciata dall'Anci, di dedicare questa Giornata a tutti coloro che, in questi mesi, si sono prodigati, con abnegazione e grande senso del dovere, nella difficile gestione dell'emergenza sanitaria.

Nella Giornata nazionale della Legalità il Comune di Ladispoli, quindi, esporrà un lenzuolo bianco dalle finestre di piazza Falcone e il sindaco Alessandro Grando celebrerà un minuto di silenzio, con la fascia tricolore, simbolo dell'unità nazionale e degli alti valori costituzionali, alle ore 17:57, assieme agli altri Sindaci d'Italia.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, Emergenza Coronavirus: approvati 4 ordini del giorno

Su aspetti sanitari, sociali ed economici

redazione mercoledì 20 maggio 2020
ingresso consiglio regionaleLAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto a turno da Mauro Buschini e Giuseppe Cangemi, ha concluso oggi la seduta dedicata all'emergenza coronavirus, con la votazione degli ordini del giorno presentati dai consiglieri, in tutto sette, quattro dei quali sono stati approvati.

Il primo, del Movimento 5 stelle, riguarda le attività del servizio sanitario in risposta alla Covid-19. Molti gli aspetti presi in considerazione, sui quali viene impegnata la giunta regionale: assunzione di personale attingendo alla graduatorie esistenti, tempi più ristretti per la diagnosi, ripresa in sicurezza delle attività ambulatoriali, estensione del test sierologico anche agli operatori ecologici e agli autisti del trasporto pubblico locale, estensione del numero unico per le emergenze a tutto il territorio regionale, eliminazione di strutture promiscue con pazienti Covid e non Covid, verifica dei protocolli di sicurezza, riattivazione di strutture sanitarie chiuse, intensificazione dei controlli nelle Rsa, l'aggiornamento del piano pandemico regionale, l'istituzione di unità di crisi territoriali e il potenziamento delle Unità di continuità assistenziale, ampliamento delle categorie di medicinali prescrivibile tramite ricetta dematerializzata.

Il sostegno alle imprese del Lazio, invece, è il tema centrale del secondo ordine del giorno, sempre presentato dai consiglieri del Movimento 5 stelle. In particolare si chiede alla Giunta di istituire un contributo alle spese sostenute per la sicurezza di lavoratori e clienti, di un contributo all'affitto per le piccole e micro imprese, la riduzione della pressione fiscale per i proprietari di immobili ad uso commerciale che rinegoziano il canone con i locatari, un contributo a fondo perduto per le imprese che incrementano o si riconvertono per la produzione di dispositivi medici e di protezione. Si chiedono poi una serie di misure volte a favorire la digitalizzazione e la diffusione dello smart working, riduzione delle tasse automobilistiche, manutenzione dei parchi tematici, semplificazione dei procedimenti amministrativi, revisione delle linee Cotral per favorire lo sviluppo turistico, rilancio dei poli industriali, investimenti su logistica e trasporto su ferro.

Sempre dal Movimento 5 stelle arriva il terzo ordine del giorno approvato, che riguarda misure di sostegno alle famiglie. Si impegna la Giunta regionale sul contrasto alla violenza domestica, con un protocollo per far diventare le farmacie del Lazio "presidio di primo contatto delle donne vittime di violenza", ma anche finanziamenti per aiutare le famiglie nell'acquisto di strumenti informatici per la didattica a distanza, per il servizio di baby sitting e per aumentare la connettività degli istituti scolastici, potenziare le connessioni internet nelle zone ancora non coperte dalla banda larga, servizi socio educativi territoriali, programmare corsi di educazione ambientale dedicati ai bambini nelle aree protette regionali.

L'ultimo documento approvato è stato, invece, proposto dai gruppi consiliari di maggioranza. L'ordine del giorno mette in rilievo l'attività svolta dalla giunta regionale nella fase più acuta della pandemia, elencando i provvedimenti presi sia in campo sanitario che in campo sociale e dando risalto ai risultati raggiunti nel Lazio: dalla diffusione al di sotto dei valori medi registrati in ambito nazionale, all'esame di 70mila domande per la cassa integrazione in deroga, ai provvedimenti messi in campo direttamente dalla Regione: prestito alle imprese, buoni spesa, buono affitto, fondi per la cultura e lo smart working, per un totale di 375 milioni di euro. Tutte misure da potenziale per continuare la lotta contro il virus e allo stesso tempo far ripartire in sicurezza l'economia regionale tutelando i lavoratori, in particolare le donne, sulle quali si impegna la giunta a "porre in essere tutte le iniziative idonee".

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, sì in Commissione a pdl partecipazione popolare

Regolata iniziativa legislativa e referendum

redazione mercoledì 20 maggio 2020
sala mechelliLAZIO - La prima commissione consiliare permanente, Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, partecipazione, risorse umane, enti locali, sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia, presieduta da Rodolfo Lena (Pd), ha approvato, a maggioranza, la proposta di legge regionale n. 183/2019, concernente: "Disciplina dell'iniziativa legislativa popolare degli enti locali nonché dei referendum abrogativo, propositivo e consultivo", d'iniziativa dei consiglieri Alessandro Capriccioli (Più Europa), Devid Porrello (M5s) e Valentina Corrado (M5s).

La pl 183 nasce dall'esigenza di dare attuazione allo Statuto della Regione Lazio, in vigore dal 2004, nel quale è previsto il referendum propositivo e consultivo, ma mancava una legge che ne disciplinasse le modalità di esercizio.

Il provvedimento è tornato in Prima commissione dopo l'esame della norma finanziaria da parte della commissione Bilancio, riunitasi ieri in modalità telematica: con un emendamento dell'assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, l'articolo 31 è stato riscritto con uno stanziamento complessivo di 260mila euro. La metà di tale somma è destinata al "portale della partecipazione": 70 mila euro, in conto capitale nel 2020, per la creazione del portale informatico, e 30 mila euro di parte corrente, per ciascuna annualità 2021 e 2022, per il suo funzionamento.

Per quanto riguarda l'attività di propaganda per eventuali referendum, sono disponibili 30 mila euro nel 2020, e 50 mila euro per ciascuna annualità 2021 e 2022, da destinare alla comunicazione istituzionale, anche attraverso la stampa di appositi opuscoli.

Alla seduta, svoltasi in presenza nella Sala Etruschi del Consiglio regionale del Lazio, oltre al presidente Lena e ai consiglieri Capriccioli e Porrello, hanno partecipato Chiara Colosimo (FdI), Marta Leonori (Pd), Giuseppe Simeone (FI). Colosimo e Simeone si sono astenuti al momento del voto finale sul provvedimento che adesso dovrà approdare nell'Aula per l'esame da parte del Consiglio regionale.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -