Mercoledì, 18 Luglio 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Sviluppo Lazio, altro sì

Ok da commissione a pdl di riordino

Redazione mercoledì 20 novembre 2013
sviluppo lazio treLAZIO - La IV commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio, programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha espresso un parere favorevole, a maggioranza e con osservazioni, sulla proposta di legge di riordino delle società del gruppo Sviluppo Lazio, la PL 90/2013. Presenti gli assessori Guido Fabiani (Sviluppo economico e attività produttive) e Alessandra Sartore (Bilancio, demanio e patrimonio), nel corso della seduta sono state esaminate le osservazioni pervenute in IV commissione sull'intero impianto normativo. Così era stato stabilito lunedì scorso al termine di una riunione dell'ufficio di presidenza della commissione Bilancio con il presidente della VIII commissione, Mario Ciarla (Pd), alla quale la PL 90 è assegnata per l'esame in sede primaria. Il parere è stato formulato con raccomandazione di accoglimento delle osservazioni sull'articolo 1, mentre sull'articolo 2, quello contenente le norme finanziarie, "condizionatamente all'accoglimento delle osservazioni" della commissione Bilancio. La discussione tornerà nuovamente all'esame della VIII commissione per poi approdare nell'Aula consiliare.

"Sono felice che la commissione Bilancio abbia svolto questo lavoro con grande slancio, dando così un contributo importante a questa riforma che rappresenta molto per questa regione, in termini di operatività e di risparmio - ha dichiarato il presidente Buschini al termine della seduta".
Nel corso della dichiarazioni di voto, Pietro Paolantonio (Pdl) ha motivato il proprio parere contrario al provvedimento, per i dubbi e le incertezze che ancora permangono su tutta una serie di questioni, come quella patrimoniale e del personale delle società che verranno incorporate in un unico soggetto. Astensione invece da parte del consigliere Giancarlo Righini (Fli) il quale ha manifestato apprezzamento per l'emendamento di Giunta che ha saputo raccogliere anche diversi suggerimenti delle opposizioni, e da Silvana Denicolò (M5S) la quale, pur manifestando apprezzamento per il metodo di lavoro con cui si sta procedendo, restano ancora alcuni aspetti non chiariti sulle spese per il personale dirigenziale. Il capogruppo del Pd, Marco Vincenzi, invece, ha voluto sottolineare quanto il provvedimento sia coerente con gli indirizzi della legge 4/2013 sulla razionalizzazione dei costi della Regione Lazio.

Share on Facebook
Categoria: politica

aRRIVANO 34 ASILI NIDO

Lo annuncia Zingaretti. Previsti 1200 nuovi posti

redazione mercoledì 20 novembre 2013
zingarettiLAZIO - ''Tutte le comunita' in crisi investono sulle nuove generazioni, l'Italia no. Per questo investiremo negli asili nido con un piano per realizzare 34 nuovi asili nido in 30 citta' e creare 1.200 nuovi posti. Vogliamo considerare i bisogni delle bambine e dei bambini in tutte le attivita' della Regione, non dobbiamo dimenticare che sono una risorsa per il futuro e non un problema''.

Ad annunciarlo il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Share on Facebook
Categoria: politica

Renzi sbanca Anguillara

Doppiato Cuperlo 230 a 119. Sei voti a Civati

redazione lunedì 18 novembre 2013
silvio bianchini"Straordinario risultato della Mozione Renzi alle primarie di partito nel Circolo PD di Anguillara Sabazia: su 355 votanti, 230 consensi sono andati a Renzi, 119 a Cuperlo, 6 a Civati".

Così, in una nota, il Vice Sindaco Silvio Bianchini, ringrazia gli iscritti e quanti hanno voluto riconoscersi nella sfida delle linee programmatiche della mozione Renzi per il rinnovamento del partito democratico.

"La nostra Mozione - continua Bianchini - si identifica non solo nel ricambio generazionale di una classe dirigente ma anche in un diverso approccio con il paese, formando così una nuova classe dirigente e la costruzione di un partito aperto verso l'esterno che sappia parlare alla gente e affrontare i problemi reali".

"Credo che la sfida che ci aspetta sarà dura e impegnativa ma che soltanto questa è la strada per cambiare l'Italia. Se non si raggiungerà il percorso indicato dai congressi o se eventuali compromessi ne rallenteranno il cammino o mediare sulle posizioni – sottolinea e conclude Bianchini - allora prenderemo atto che il Partito non ha capito né capirà mai il momento storico che viviamo e la difficoltà di un paese reale che chiede lavoro e speranza per se e i propri figli".

Share on Facebook
Categoria: politica

pETRUCCI AL cORECOM

Ok da commissione regionale

redazione lunedì 18 novembre 2013
corecomLAZIO - Via libera dalla Commissione Vigilanza sul pluralismo dell'informazione, presieduta da Giuseppe Emanuele Cangemi (Pdl), al nome di Michele Petrucci, proposto dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, quale nuovo Presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Corecom).

Nato a Napoli nel 1957 e laureato in Ingegneria elettronica, Petrucci opera dal 1988 come amministratore e consulente di direzione. Dal 2009 è presidente dell'Asap, agenzia per lo sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche, di cui è stato in precedenza consigliere di amministrazione; dal febbraio 2013 collabora con l'Ufficio di presidenza del Consiglio Nazionale Forense. Petrucci prende il posto dell'avvocato Francesco Soro, il cui mandato quinquennale, non rinnovabile per legge, è scaduto il 27 ottobre.

Organo di consulenza e di gestione della Regione, nonché organo funzionale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, il Corecom si occupa di sistemi convenzionali e informatici delle telecomunicazioni e radiotelevisivo. Come prevede la L.R. 19/2001, fanno parte del Corecom il Presidente, nominato dal Presidente della Regione, sentita la competente commissione consiliare permanente e da quattro componenti designati dal Consiglio regionale, in modo che sia garantito il ruolo delle opposizioni consiliari. L'avviso pubblico per la designazione di questi ultimi è stato pubblicato il 29 ottobre scorso.

"Non appena verrà ratificata la nomina, inviteremo in audizione il nuovo Presidente del Corecom per avviare un percorso di collaborazione, augurandoci che il Consiglio designi a breve gli altri quattro componenti", ha dichiarato Cangemi.

A favore della nomina il presidente Cangemi, Gino De Paolis (Sel), Marino Fardelli (Bongiorno Presidente), Baldassarre Favara (Per il Lazio), Daniele Mitolo (Per il Lazio) e Marco Vincenzi (Pd). Astenuti Gianluca Perilli (M5S) e Adriano Palozzi (Pdl).

Share on Facebook
Categoria: politica

"Cava è schiaffo a Pizzorno"

Manciuria: "Sindaco si ribelli al Governatore"

redazione sabato 16 novembre 2013
SIMBOLO DEFINITIVOANGUILLARA - "Nel prossimo Consiglio Comunale del 21 Novembre ci aspettiamo dal sindaco Pizzorno l'apertura di un dibattito sulla notizia appresa da fonti giornalistiche dove nella medesima giornata si avvierà alla Pisana la discussione conclusiva sull'autorizzazione regionale di una nuova cava di basalto sul nostro territorio, in spregio alla volontà unanime espressa dallo stesso consiglio comunale che le ha tassativamente vietate in attesa di una regolamentazione seria da parte della Regione Lazio".

Commenta così il Presidente del Movimento ScegliAmo Italia Sergio Manciuria il dispositivo regionale n° 17 Prot. GR 73761, che assegna alle Commissioni competenti l'esame conclusivo per l'apertura di una nuova cava di basalto per una superficie di circa 10 ettari in località "Quarticillo".

"Se non ci sarà una posizione netta dei consiglieri regionali nel bocciare la proposta nel rispetto della volontà della nostra comunità - ammonisce il responsabile sabatino – la cui maggioranza, è bene ricordarlo, ora è composta dal partito democratico, riprenderemo una dura battaglia e vedremo se Pizzorno sarà in grado di farsi almeno rispettare dai suoi stessi compagni di partito".

"Siamo letteralmente allibiti dalla politica ambientalistica e paesaggistica del Governatore Zingaretti – prosegue il Capogruppo - che nell'arco di un mese assesta tre ceffoni a questo territorio e alla giunta Pizzorno targata Pd: prima su Cupinoro, rimanendo inerme rispetto alle decisioni del Commissario ai rifiuti Sottile, poi con la minaccia di nominare un Commissario ad acta in caso di mancata adesione ad ATO 2 per privatizzare il nostro acquedotto in barba al referendum che ha detto sì all'acqua pubblica, e da ultima ma non meno importante, l'autorizzazione all'apertura di una nuova cava di basalto che giovedì, a meno che il sindaco batta i pugni sul tavolo del suo governatore, otterrà lo scontato via libera".

"Dal canto nostro, ribadiamo con forza la nostra contrarietà a questo modus operandi della sinistra al governo regionale - conclude Manciuria – e siamo determinati a far valere la nostra vocazione turistica per l'attivazione di parchi tematici e di divertimento per bambini piuttosto che nuove buche desolate, spesso dal destino segnato e propedeutico a sostenere il ciclo del rifiuto indifferenziato".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -