Mercoledì, 19 Settembre 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

“Belli e Democratici” per Cuperlo

La lista area Civitavecchia- Bracciano-Flaminia

redazione domenica 1 dicembre 2013
simbolo pdLAZIO - A sostenere Gianni Cuperlo sul nostro territorio - un'area molto vasta, con grandi potenzialità e tantissimi problemi: la drammatica situazione Alitalia, il porto di Civitavecchia con i croceristi e le scarse infrastrutture e la sanità con gli ospedali da rilanciare - per le primarie del Partito Democratico dell'8 dicembre, una lista innovativa candidata al Consiglio Nazionale del Partito Democratico.

Per il collegio che va da Civitavecchia a Fiumicino, fino a Riano e Castelnuovo, passando per il litorale, il lago di Bracciano e i Monti della Tolfa, scendono in campo per rinnovamento e Sinistra, persone preparate che sostenendo Cuperlo vogliono un partito con una forte identità, fondata nei valori storici della sinistra - lavoro, uguaglianza, diritti civili - e una rappresentanza sociale dei ceti non ricchi.

Ne fanno parte Giulia Sala, braccianese, trent'anni, laureata in Giurisprudenza, militante fin da ragazza, volto nuovo, pragmatica e concreta; Clemente Longarini nato a Civitavecchia nel 1956, appena eletto all'unanimità segretario cittadino del Pd, colonna storica della sinistra civitavecchiese; Vittoria Marini, nata a Campagnano nel 1947, commerciante, da sempre punto di riferimento del Pd di Cerveteri; Armando Fortini, nato a Roma nel 1963, componente della segreteria dell'unione comunale del Pd Fiumicino; Carmela Teverino, segretaria del Pd di Sacrofano, già consigliere comunale, insegnante di scuola primaria, Componente del Direttivo Flc Cgil Roma Nord, sempre in prima fila nella battaglia per i diritti dell'infanzia e delle donne.

Share on Facebook
Categoria: politica

Trasparenza in Sanità

Consiglio regionale approva risoluzione

redazione giovedì 28 novembre 2013
sala mechelliLAZIO - Nel corso della seduta straordinaria sulla sanità che ha preceduto quella ordinaria sui maestri di sci è stata approvata la risoluzione numero 40, prima firmataria Gaia Pernarella (M5S), che chiede al presidente Zingaretti e alla Giunta di emettere provvedimenti per favorire la trasparenza di Asl, aziende ospedaliere e Irccs del Lazio, in base alle leggi vigenti, alle linee guida dell'Anac per l'aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2014-2016, e ai principi dell'Open Data.
I lavori della seduta straordinaria sono stati aggiornati a domani mattina per l'esame delle risoluzioni in materia di sanità ancora all'ordine del giorno.

Share on Facebook
Categoria: politica

Sanità, approvate 5 risoluzioni

Consiglio regionale aggiornato a domani

redazione mercoledì 27 novembre 2013
ingresso consiglio regionaleLAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato cinque risoluzioni relative alla seduta straordinaria del 19 novembre scorso, dedicata ai temi della sanità.

Il presidente del Consiglio, Daniele Leodori, ha inoltre annunciato la nascita del gruppo consiliare "Nuovo Centrodestra", formato dai consiglieri Giuseppe Cangemi, Fabio De Lillo, Pietro Di Paolantonio e Daniele Sabatini. Presidente: Di Paolantonio.

Quanto alle risoluzioni approvate, la numero 30, primo firmatario Francesco Storace (La Destra), "delega il presidente della Regione a prendere in considerazione l'ipotesi di ripristinare il pronto soccorso di Ceccano" al fine di contribuire "a ridurre drasticamente il congestionamento dell'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone".

La risoluzione 31, primo firmatario Pietro Sbardella (Gruppo Misto), impegna il presidente Zingaretti "ad intraprendere tutte le azioni necessarie ad eliminare gli ostacoli frapposti al libero esercizio delle attività sanitarie e sociosanitarie". La risoluzione 32, primo firmatario ancora Sbardella, impegna il presidente della Giunta "a dare piena attuazione al dettato legislativo e a prendere le opportune misure nei confronti delle strutture apicali delle Asl che continuassero ad operare contra legem" relativamente a servizi di assistenza domiciliare.

La risoluzione 36, prima firmataria Silvia Blasi (M5S) riguarda la promozione di tutte le iniziative in grado di implementare i servizi di sanità digitale.

La risoluzione 37, presentata da Davide Barillari (M5S), impegna il presidente e la Giunta tutta a promuovere azioni e iniziative necessarie "al fine del raggiungimento della uniformità procedurale e della conformità normativa per lo svolgimento dell'attività libero professionale intramuraria all'interno delle Asl e delle aziende ospedaliere" del Lazio.

Il presidente Leodori ha quindi comunicato che il Movimento 5 stelle ha nominato nella persona della consigliera Silvana Denicolò il proprio nuovo capogruppo. Il vice è il consigliere Gianluca Perilli.
I lavori sono stati aggiornati a domani, a partire dalle ore 9.30.

Share on Facebook
Categoria: politica

Approvato Bilancio 2013

Dopo molti anni conti fuori dal ‘rosso’

redazione mercoledì 27 novembre 2013
Anguillara Municipio Politica
ANGUILLARA -
Dopo molti anni, i conti del Comune non sono più in rosso. Questo il messaggio lanciato dall'amministrazione comunale con l'approvazione del Bilancio 2013.

"I conti in regola – dichiara in un comunicato l'amministrazione - consegnano alla cittadinanza un Comune non più sull'orlo del fallimento – seppur vero che siamo e continueremo ad essere sotto osservazione da parte degli organi preposti – e deve essere motivo di soddisfazione per tutti in particolar modo in un momento storico in cui tutti gli Enti vertono in situazioni economiche sull'orlo del fallimento a causa dei continui tagli dei trasferimenti erariali da parte dello Stato".

Nella relazione tecnica predisposta dagli uffici comunali (Leggi Qui relazione) si legge che "Nella stesura del bilancio si è tenuto conto delle indicazioni della magistratura contabile, la quale sta monitorando con attenzione la situazione economica dell'Ente, e della recente normativa inerente ai bilanci degli enti locali (DL 174/2012) che ha determinato ulteriori vincoli nella predisposizione dei documenti contabili, con particolari controlli sulla corretta gestione delle risorse e delle spese".

"La Corte dei Conti, Sezione di Controllo, con Deliberazione n. 66/2013 – continua il documento - ha segnalato per ciò che attiene al Comune di Anguillara Sabazia, in seguito all'esame dei questionari al bilancio 2012 e al rendiconto 2011, la necessità di proseguire l'azione di risanamento intrapresa, perseverando in particolare nel monitoraggio della problematica connessa al ricorso costante all'anticipazione di cassa. In merito al problema del ricorso costante all'anticipazione di tesoreria, occorre evidenziare che la situazione economico-finanziaria dell'ente, ereditata da questa Amministrazione, era a dir poco drammatica".

Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio nella relazione si fa presente che "sono stati interamente finanziati ed impegnati nel 2012 tutti i debiti fuori bilancio segnalati in sede di bilancio di previsione e verifica degli equilibri 2012". Il debito di € 420.940,80 previsto nel bilancio 2013 è stato riconosciuto nel 2012 ed il pagamento, con accordo tra le parti pattuito nel 2013, è stato effettuato in data 18.06.2013".

In pratica restano ancora da riconoscere debiti fuori bilanci per 77.624,43 euro e da risolvere definitivamente la liquidazione dell'Esa - che finora è stata impedita da una causa di lavoro pendente -, che l'amministrazione conta di concludere entro la fine di quest'anno. Rimane il problema dell'alto costo dovuto dai mutui accesi negli anni precedenti che sottraggono risorse ad altri capitoli di spesa.

Per ottenere il pareggio di bilancio, spiega la relazione, "da un lato sono state tagliare le spese correnti, laddove possibile considerato che le stesse sono essenzialmente incomprimibili, in quanto relative a contratti di servizi indispensabili, a interessi passivi sui mutui e alle spese di personale a tempo indeterminato, e dall'altro sono stati finanziati i costi del servizio raccolta e smaltimento rifiuti integralmente con la TARES (100% dei costi del ciclo dei rifiuti ), a differenza del 2012 anno in cui con la TARSU la copertura dei costi era pari al 93% dei costi totali del servizio del ciclo dei rifiuti".

Share on Facebook
Categoria: politica

Manziana paga le imprese

Sbloccati i fondi per saldo fatture 2006-2012

redazione mercoledì 27 novembre 2013
Palazzo Tittoni ManzianaMANZIANA - A distanza di quattro mesi dall'emissione della prima tranche, il Comune di Manziana sblocca altri fondi per il pagamento delle fatture emesse da privati tra il 2006 ed il 2012 e non ancora pagate (ai sensi del Dl. 35/2013).

La notizia arriva a sorpresa, in quanto il termine ultimo era stato fissato ai primi mesi del 2014.

"Abbiamo ritenuto opportuno anticipare i tempi per cercare di dare un po' di ossigeno alle imprese – afferma il Sindaco Bruno Bruni - tutti i giorni infatti, oltre a singoli cittadini, ricevo imprenditori che mi segnalano difficoltà economiche che rischiano di compromettere la stabilità economica aziendale ma anche quella di tutte le famiglie coinvolte. Nei limiti delle possibilità delle casse comunali, infatti, segnate dai tagli dei ,rasferimenti statali e dall'incertezza normativa relativa a tassazioni come la Tares e l'Imu, stiamo cercando in tutti modi di essere vicini ai cittadini, con l'unico obiettivo di favorire lo sviluppo locale e la ripresa economica."

Complessivamente, nel 2013,  il Comune di Manziana ha stanziato più di un milione di euro per pagare fatture emesse negli anni precedenti.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -