Martedì, 21 Agosto 2018
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Mobilità, tutto in Astral

La Regione riordina anche le comunità montane

Redazione martedì 29 ottobre 2013
sala mechelliLAZIO - La I commissione consiliare permanente Affari costituzionali e statutari, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio), e la IV commissione Bilancio, presieduta da Mauro Buschini (Pd), riunite in seduta congiunta, hanno ascoltato le relazioni degli assessori Michele Civita (Politiche del territorio, mobilità, rifiuti) e Concettina Ciminiello (Pari opportunità, autonomie locali, sicurezza) sulle memorie di Giunta, ai sensi delle legge regionale n. 4/2013 (spending review regionale), concernenti gli "Indirizzi in materia di riordino di enti e società regionali operanti nel settore della mobilità e dei trasporti" e il riordino delle comunità montane. In entrambi i casi si tratta di atti che preludono altrettante proposte di legge volte alla riduzione dei costi e al raggiungimento di una maggiore efficienza della macchina amministrativa regionale.

"La Giunta regionale, al fine di ottimizzare il sistema dei trasporti e razionalizzare l'impiego delle risorse pubbliche - si legge nella memoria illustrata dall'assessore Civita - ha vagliato l'opzione che Aremol, Astral SpA e Cotral Patrimonio SpA possano essere unificate in un unico soggetto che si occuperà di programmazione (intesa in termini di servizi di Trasporto Pubblico Locale, mobilità ed infrastrutture) e di pianificazione dei servizi e delle opere infrastrutturali", in quanto "i compiti e le funzioni di ciascun soggetto coinvolto risultano spesso sovrapposti, creando duplicazioni nonché diseconomie nelle attività di programmazione e gestione del sistema di mobilità e nei processi operativi".

Il soggetto nel quale dovranno confluire tali attività è Astral SpA (100% della Regione Lazio). "Si tratta solo di un primo passo nella direzione di un'agenzia unica della mobilità che vogliamo realizzare anche con il Comune di Roma", ha spiegato Civita nel corso della seduta.

La relazione sul riordino delle comunità montane, invece, è stata illustrata dall'assessore Ciminiello. Ventidue comunità montane e una comunità di arcipelago - che interessano una popolazione di 1.100.000 abitanti, 112 unità di personale, spese di funzionamento 7,8 milioni di euro – dovranno essere trasformate in unioni di comuni.

L'assessore Ciminiello ha ricordato che è la normativa statale a imporre ai comuni nuove formule per l'esercizio di funzioni associate. In particolare, ha ricordato l'assessore, "il decreto legge 78/2010 prevede l'obbligo per i comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti e per i comuni con popolazione inferiore ai 3000 abitanti facenti parte di comunità montane di esercitare in forma associata almeno tre funzioni fondamentali entro il 1 gennaio 2013 e le restanti funzioni fondamentali entro il 1 gennaio 2014. Attualmente – ha proseguito l'assessore – solo pochi comuni interessati hanno adempiuto a tali disposizioni, creando così le premesse per l'esercizio del potere sostitutivo da parte del ministero dell'Interno".

Il termine per la presentazione di osservazioni sulle due memorie di Giunta è stato fissato per le ore 12 di martedì 5 novembre in commissione Bilancio. Nel corso della seduta i consiglieri del Movimento 5 Stelle, Valentina Corrado e Gianluca Perilli, hanno chiesto un supplemento di documentazione sulle società interessate dall'accorpamento delle attività relative ai trasporti e alla mobilità e sul contratto di servizio tra Astral e la Regione Lazio. Michele Cangemi (Pdl) è intervenuto più di una volta per sollecitare una riflessione sulle diverse proposte di legge regionale in materia di riordino delle comunità montane presentate in Consiglio. Secondo Giancarlo Righini (Fli), comunque favorevole a quei provvedimenti che vanno nella direzione del miglioramento dell'efficienza, sostituire le comunità montane con le unioni di comuni giova a poco, se non si introducono meccanismi premianti. Qualche perplessità sull'iter di questi provvedimenti previsti dalla legge 4/2013 è stata espressa da Pietro Di Paolantonio (Pdl), il quale ha ricordato che la memoria di Giunta sul riordino delle società del gruppo Sviluppo Lazio è stata esaminata dalla I e IV commissione, mai poi la relativa proposta di legge è stata assegnata alla VIII commissione per l'esame in sede primaria.

Share on Facebook
Categoria: politica

Congresso Pd finisce 0-0

Segretario ancora da decidere

redazione lunedì 28 ottobre 2013
simbolo pdANGUILLARA - Finisce senza un chiaro vincitore - 261 (Lista n. 2 Per Cuperlo, candidato segretario Salvatore Scaglione) a 254 (Lista n. 1 Per Renzi, candidato segretario Angela Quercia) con 12 delegati eletti per ciascuna lista per un totale di 24 -, a conferma della netta contrapposizione all'interno del Pd di Anguillara, la conta per il Congresso del partito che si è conclusa ieri.

Il Segretario non è stato proclamato anche se Salvatore Scaglione, candidato della lista n. 2, ha prevalso di sette voti. Domani la commissione provinciale per il Congresso si pronuncerà e potrà decidere di proclamare Scaglione oppure, come prevede letteralmente il regolamento, comunicare al direttivo che deve provvedere all'elezione di un segretario.

Ad ogni modo non sarà facile trovare la quadra, e comunque vada, le due anime del partito avranno modo di tornare di nuovo a confrontarsi sia il mese prossimo - in occasione del Congresso nazionale - sia il giorno dell'Immacolata, quando a tenere banco saranno le primarie per eleggere il segretario nazionale.

Questi i risultati per l'elezione dell'assemblea Provinciale:
 
Lista Democratici e di sinistra per Serena Gara voti 218 ( 3 delegati )

Lista Partecipazione Democratica con Rocco Maugliani voti 215 (2 delegati)

Lista Democratici Uniti per Rocco Maugliani voti 82 (1 delegato)

Share on Facebook
Categoria: politica

Tares in consiglio

Giovedì all'odg Regolamento e tariffe

redazione lunedì 28 ottobre 2013
Anguillara porta orologioANGUILLARA - Il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria per il giorno 30/10/2013 alle ore 18,30 presso l'Aula Consiliare sita in Piazza del Comune n.1 Anguillara Sabazia.

ORDINE DEL GIORNO:

1. REGOLAMENTO TARES;
2. PIANO ECONOMICO FINANZIARIO DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI.APPROVAZIONE;
3. APPROVAZIONE TARIFFE TARES.

Share on Facebook
Categoria: politica

A Farfa con Italia 3.o

Manciuria: sì a Idee+Popolari di Ciocchetti

redazione venerdì 25 ottobre 2013
SIMBOLO DEFINITIVOANGUILLARA - "ScegliAmo Italia per riformare l'Europa, aderisce con convinzione e partecipa con entusiasmo alla convention promossa da Idee + Popolari per dare soluzioni e contributi concreti ai problemi del Paese dopo il fallimento della seconda repubblica: una due giorni di confronto e riflessione per contribuire a cambiare i destini del nostro Paese".

Annuncia così il Presidente del Movimento, Sergio MANCIURIA, alla vigilia dell'incontro promosso da Luciano Ciocchetti, che si terrà il prossimo weekend 26-27 ottobre presso l'Abbazia di Farfa, la piena adesione all'iniziativa.

"Basta tentennamenti in attesa di improbabili salvatori della patria – afferma Manciuria – vogliamo cogliere questa occasione nel solco dei valori del popolarismo europeo di De Gasperi e Adenauer per dare nuova vitalità ad un Italia al collasso. I progetti che stiamo sviluppando insieme sono accomunati da tre visioni imprescindibili che puntano a dare un futuro alle nuove generazioni e garantire la pace sociale: lavoro, semplificazione amministrativa e piano investimenti per la riqualificazione scolastica e ambientale.

Il nostro contributo alla costruzione del nuovo contenitore alternativo alla sinistra – conclude il presidente di ScegliAmo Italia – parte da questo evento, dove ribadiremo le nostre idee sull'identità di "Italia 3.0" mirando a rafforzare il legame con la base, nell'interesse del territorio e del tessuto politico-economico e sociale che lo compone ".

Share on Facebook
Categoria: politica

Scuole, sì a piano triennale

Manutenzioni per 800mila euro di fondi regionali

redazione giovedì 24 ottobre 2013
scuola san francescoANGUILLARA - Il Consiglio comunale ha approvato ieri il piano triennale delle opere pubbliche all'interno del quale è stato inserito un progetto per la manutenzione straordinaria delle scuole. Si tratta di interventi per circa 800 mila euro legati ad un bando regionale pubblicato nel BURL l'altroieri.

"Stupisce l'atteggiamento della minoranza presente in aula – afferma il capogruppo consiliare 'Pizzorno Sindaco' Nicola Antonio Di Gioia – che dinanzi ad un emendamento come questo e relativo ad una questione – edilizia scolastica – spesso oggetto di roboanti articoli da parte dei consiglieri di minoranza, decida di votare contro".

"Anche le scuole - conclude Di Gioia - quindi sono per l'opposizione un semplice argomento di bagarre politica".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -