Martedì, 17 Settembre 2019
RSS Feed
Categoria: politica

Rifiuti, sventata emergenza

Stronati, scelto sito alternativo a Cupinoro

redazione mercoledì 5 febbraio 2014
stronatiANGUILLARA - L'assessore all'ambiente Enrico Stronati, informa in una nota che il Comune ha individuato un sito alternativo alla discarica di Cupinoro, che è stata chiusa qualche giorno fa per esaurimento delle volumetrie residue, dove conferire i nostri rifiuti indifferenziati. Si tratta del sito di Rocca Cencia del Gruppo Porcarelli, dotato di impianto di trattamento meccanico biologico (TMB). I costi del trattamento TMB sono pari a circa 132 euro a tonnellata. Precedentemente, i rifiuti conferiti a Cupinoro costavano al Comune 100 euro a tonnellata, che moltiplicate per le 3400 tonnellate prodotte, fissavano il costo finale a 340.000 euro. Da ieri, invece, i rifiuti conferiti a Rocca Cencia ci costano 132 euro a tonnellata (comprensivo del costo di trattamento).

"Rifacendo quindi i conti e considerando le 3400 tonnellate conferite a Cupinoro nel 2013 – spiega Stronati - otteniamo il totale di circa 450 mila euro/anno ovvero circa 90 mila euro in più rispetto al 2013, cui cercheremo di far fronte senza aggravi economici sui cittadini. Tutto ciò assume i connotati dell'ennesima beffa cui saranno, eventualmente, soggetti i cittadini che proprio in questi giorni appena trascorsi si sono visti recapitare la Tares che, per molti, ha comportato un aumento degli importi. La Tares si basa sull'applicazione del principio "chi inquina paga" contenuto nelle Direttive comunitarie 2006/12/CE e 2008/98/CE e quindi una famiglia numerosa ha trovato nella cassetta della posta una cartella più elevata rispetto a una famiglia composta da uno o due componenti, così come un ristorante ha pagato di più rispetto a uno studio professionale, etc.".

"Non ci sono a mio avviso giustificazioni per tutti coloro che, responsabili della gestione del ciclo dei rifiuti - locale ma anche regionale- non hanno agito per tempo e ancor meno cercato di evitare questa che rischia di diventare una emergenza igienico-sanitaria che potrebbe avere ripercussioni economiche ed ambientali spaventose".

L'assessore spiega anche che il sito di Viterbo gestito dalla Ecologia Viterbo offriva un costo leggermente inferiore ma si è preferito ripiegare su Rocca Cencia per l'agitazione delle comunità locali nonché per i maggiori costi di trasporto, anche se il totale sarebbe stato leggermente più basso di quello che pagheremo con la soluzione adottata.

Stronati aggiunge che "la discarica di Cupinoro avrebbe bisogno di impianti di TMB e di un invaso per stoccare ciò che esce dal trattamento dei rifiuti dei Comuni di bacino" e che "se vogliamo definitivamente intraprendere il percorso di un ciclo dei rifiuti virtuoso dobbiamo collaborare tutti ed agevolare la realizzazione di impianti di trattamento del rifiuto, ovviamente esigendo il rispetto delle norme e di trasparenza."

Infine l'assessore lancia anche un appello ai cittadini e ne chiede l'aiuto "affinché nei prossimi mesi il quantitativo di rifiuti indifferenziati diminuisca. Per raggiungere questo obiettivo vi invito a porre maggiore attenzione al processo di differenziazione del rifiuto, sforzatevi di differenziare e conferire correttamente tutti i diversi materiali, schiacciando le bottiglie di plastica, conferendo i piatti e i bicchieri di plastica nella plastica, piegando la carta e il cartone, richiamando educatamente a maggior attenzione coloro che notate avere comportamenti errati e dannosi, etc."

"Se tutti collaboreremo, come spero – conclude Stronati - questa che si palesa come una emergenza potrebbe diventare il nostro orgoglio, potremo essere uno dei comuni di bacino che porta il residuo secco ad un impianto di trattamento e non più "monnezza in discarica" che, comunque, comporta attenzioni e trattamenti particolari e danni all'ambiente che pagheranno le generazioni future".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -