Martedì, 17 Settembre 2019
RSS Feed
Categoria: politica

Legge contro violenza donne

Sì della commissione, adesso tocca all'Aula

redazione mercoledì 19 febbraio 2014

violenza donneLAZIO - Potenziamento dei servizi di supporto alle vittime di violenza, una 'Cabina di regia', un Osservatorio regionale, un Piano triennale e una serie di progetti e campagne di sensibilizzazione. E' quanto prevede la proposta di legge contro la violenza sulle donne. Il provvedimento ha ricevuto il parere favorevole a maggioranza della V commissione del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Eugenio Patanè (Pd). Astenuti i due consiglieri del M5S. Il testo definitivo è il frutto di una serie di emendamenti e subemendamenti, che hanno modificato e integrato la proposta di legge originaria, primo firmatario il consigliere Simone Lupi (Pd). Il testo passa ora all'esame dell'Aula.

La proposta di legge mira a potenziare il complesso dei servizi a sostegno delle donne vittime di violenza attraverso una presenza omogenea dei centri antiviolenza e delle case rifugio in tutto il territorio regionale e l'introduzione di nuove forme di sostegno, come case di semiautonomia e percorsi di reinserimento sociale e lavorativo. La funzione di coordinamento tra istituzioni, enti pubblici e privati e associazioni viene affidata - assieme alla promozione della "rete regionale antiviolenza" - a una Cabina di regia istituita presso la Presidenza della Regione, mentre il nuovo 'Osservatorio sulle pari opportunità e la violenza di genere' si occuperà di monitorare i dati, svolgere indagini ed elaborare progetti. Spetterà poi alla Giunta predisporre il Piano "attuativo degli interventi e delle misure contro la violenza sulle donne", di durata triennale. Prevista, infine, l'attivazione di campagne di sensibilizzazione, progetti con le scuole e appositi programmi di recupero per gli uomini maltrattanti. Il tutto sarà sostenuto da uno stanziamento complessivo di un milione di euro.
 
"Abbiamo costruito questo testo avvalendoci delle competenze e dei saperi dell'associazionismo femminile e mutuandone le buone pratiche - ha sottolineato a margine della seduta il presidente Patané - l'obiettivo è quello di implementare e potenziare gli interventi regionali, sviluppare una politica regionale integrata e superare una concezione settoriale degli interventi per dare risposte concrete ed efficaci alle diverse dimensioni del problema".

Annunciando il voto di astensione la consigliera Gaia Pernarella (M5S) ha dichiarato: "Come gruppo abbiamo presentato diversi emendamenti e, facendo un bilancio, riteniamo che questa legge possa essere ancora migliorabile e ci riserviamo di farlo in Aula".

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -