Martedì, 17 Settembre 2019
RSS Feed
Categoria: politica

Regione rilancia il lavoro

Piano e azioni per creare occupazione

redazione mercoledì 19 febbraio 2014
lavoro- regioneLAZIO - La Regione in prima linea per rilanciare il lavoro e contrastare la crisi. Tante le azioni messe in campo con l’obiettivo di dare una risposta concreta alle persone che si trovano in difficoltà  perché stanno cercando lavoro o l’hanno perso. 

La Regione non intende quindi limitarsi all’assistenza della disoccupazione, ma fornire risorse e opportunità reali in particolare alle fasce sociali più deboli, ai giovani e alle donne. 

Ecco i progetti
 della Regione per aiutare chi cerca lavoro. 

Più opportunità per i giovani,
con ‘Garanzia Giovani’, un progetto europeo che consentirà ai giovani tra i 15 e i 24 anni di  accedere in diversi modi al mondo del lavoro. Come? Sia con offerte adeguate alle loro attitudini che per mezzo di percorsi di formazione specifici. Il progetto, che sarà sostenuto con un investimento di 140 milioni di euro, prevede che l’inserimento lavorativo dei giovani avvenga entro 4 mesi dalla presa in carico da parte dei centri per l’impiego. 

Più opportunità per le donne,
con aiuti alle imprese che permettono loro di conciliare al meglio lavoro e vita quotidiana attraverso una maggiore flessibilità organizzativa. In particolare, l’obiettivo è quello di sostenere  la nascita di nuove micro imprese femminili attraverso finanziamenti diretti e servizi di assistenza e tutoraggio personalizzati. 

Tirocini, mai più gratis.
Grazie a questa misura chiunque partecipa a un tirocinio formativo dovrà essere pagato. La Regione ha definito nella somma 400 euro lordi mensili  l’indennità minima prevista. Insieme alla Liguria, la Regione Lazio è la sola ad aver approvato una delibera specifica sui tirocini per l’inserimento, la riabilitazione e l’inclusione sociale di persone svantaggiate. 

Più vicini a chi perde il lavoro
, con il contratto di ricollocazione. Si tratta di un percorso di formazione personalizzato che prevede anche supporto nella ricerca di una nuova occupazione. Potranno accedere a questo servizio i lavoratori disoccupati o inoccupati di ogni età. 

Studiare e lavorare insieme è possibile.
 Chi ha tra i 18 e i 29 anni potrà acquisire crediti formativi proprio attraverso il lavoro qualificato. Potranno beneficiare di questa misura laureandi, dottorandi e specializzandi. 

Staffetta generazionale
. I lavoratori che andranno in pensione nell’arco di tre anni potranno scegliere di passare all’orario part time e di formare in qualità di tutor un giovane che poi potrà essere assunto, anche con un contratto di apprendistato.

Semplificazione e trasparenza.
 Riorganizzando i centri per l’impiego per aiutare con l’innovazione chi sta cercando lavoro. 

Consulta dei lavoratori autonomi, 
per dare una rappresentanza a chi non ce l’ha. L’obiettivo è quello di dare voce a tutti i lavoratori, anche a coloro i quali si trovano sprovvisti di sedi di rappresentanza e di confronto con le istituzioni. Si tratta, nel Lazio, di più di 70 mila persone. 

“Finalmente il Lazio si dota di una politica per il lavoro- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti-  mai più tirocini finti o gratuiti, garanzia giovani, vale a dire sostegno europeo a coloro che escono dalla scuola. Di fronte a tante chiacchiere sui disoccupati- ha aggiunto Zingaretti - abbiamo messo in campo strategie che ci ricordano quanto sia drammatica la condizione di disoccupazione o di espulsione dal mondo del lavoro”. 

"Abbiamo voluto concentrare - ha spiegato Lucia Valente, assessore al lavoro - tutte le nostre energie e le risorse che abbiamo e che arriveranno con la nuova programmazione 2014-2020”.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -