Lunedì, 18 Dicembre 2017
RSS Feed
Categoria: politica

Pdl Ambiente, Aree protette: rafforzare i guardiaparco

Città Metropolitana non rinuncia a sue competenze

redazione lunedì 4 dicembre 2017
Manziana CaldaraLAZIO - Si è svolta questa mattina, nella sala Mechelli del Consiglio regionale, la prima delle due audizioni convocate sul cosiddetto collegato ambientale dal presidente della sesta commissione consiliare Enrico Panunzi.

Una seduta richiesta anche di diversi consiglieri regionali, nel corso della quale il testo della proposta per la nuova legge ambientale del Lazio è stato sottoposto ai vertici delle aree protette regionali e delle amministrazioni locali.
Tra i punti che hanno sollevato perplessità la prevista istituzione del servizio volontario di vigilanza ambientale.

"Perché non potenziare i guardiaparco?", si è chiesto il direttore del parco dei Castelli romani, Maurizio Fontana, anche a nome di altri direttori di parco. Il volontariato potrebbe essere utile, eventualmente, in zone come Sic (siti di interesse comunitario) e Zps (zone di protezione speciale), ad oggi più sguarnite. "Le risorse per il volontariato - ha osservato il consigliere Antonello Aurigemma, capogruppo di Forza Italia, intervenendo nel corso dell'audizione - andrebbero stanziate per il personale, visto che molti guardiaparco stanno per andare in pensione".

La Città metropolitana di Roma Capitale, rappresentata dal dirigente Angelo Mari, si è detta contraria alla sottrazione dei siti Natura 2000, che passerebbero agli enti di gestione delle aree naturali protette regionali, e della riserva naturale "Monte Soratte", che dovrebbe essere gestita - sempre secondo la proposta di legge - dalla Riserva naturale regionale "Nazzano, Tevere-Farfa" (per la quale il direttore, stamane, ha però chiesto più risorse umane per potersene prender carico).
Apprezzate da Mari, invece, le altre semplificazioni che si vogliono introdurre per l'approvazione dei piani di assetto, le consultazioni degli enti locali sulle perimetrazioni e la stessa istituzione del servizio volontario di vigilanza ambientale.

Ha partecipato ai lavori l'assessore Mauro Buschini, che lo scorso ha presentato ai consiglieri il "collegato", vale a dire la proposta di legge n. 402 del 26 ottobre 2017 "Disposizioni in materia di ambiente" di iniziativa della Giunta Zingaretti. Presenti all'a
udizione i consiglieri Rosa Giancola (Insieme per il Lazio), Devid Porrello (M5s), Fabio Bellini (Pd) e Aurigemma.

Lunedì prossimo, 11 dicembre, la seconda audizione: toccherà a un'altra cinquantina tra enti e associazioni, rappresentativi del mondo istituzionale e ambientale del Lazio.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -