Lunedì, 18 Novembre 2019
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Regione e Anec presentano 'Buona la Prima'

133 appuntanenti dedicati a studenti

redazione giovedì 14 novembre 2019
cinema
LAZIO - La Regione Lazio e ANEC portano gli studenti al cinema con Buona la prima! Tra novembre 2019 e dicembre 2020 in programma 133 appuntamenti gratuiti dedicati agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di cui 15 riservati ai titolari di Lazio Youth Card: una ricca proposta di proiezioni e non solo, anche approfondimenti, dibattiti e incontri con i protagonisti nel settore, tra cui registi, attori, critici ed esperti del mondo del cinema.

Lo rende noto la Regione Lazio.

Un'iniziativa ambiziosa, una grande agorà culturale dove i cinema si trasformeranno in veri e propri luoghi di formazione e attraverso cui il giovane pubblico potrà sperimentare la magia della settima arte. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio e realizzato da ANEC Lazio in collaborazione con ANICA, Agiscuola, NUOVOIMAIE, SNCCI, ANAC e ALI, nasce con l'obiettivo di stimolare e formare le giovani generazioni alla corretta decodificazione del linguaggio audiovisivo proponendo una serie di opere filmiche di grande qualità artistica e interesse culturale.

La programmazione si articola in 9 aree tematiche: Cinema ed emozioni; Cinema e Globalizzazione; Cinema e Lingue Straniere; Cinema e Disabilità; Cinema, Legalità e Diritti; Cinema e Letteratura; Cinema e Arte; Cinema e Musica; Cinema e Memoria.

Previsto, inoltre, un ciclo di eventi speciali in streaming: incontri e proiezioni che verranno trasmesse in live streaming per consentire agli studenti di ogni parte del Lazio di prendere parte al progetto e assistere agli appuntamenti con alcuni prestigiosi protagonisti del mondo del cinema.

Un'occasione unica di confronto e crescita culturale, un intero anno dedicato al cinema di qualità e d'essai che prevede il coinvolgimento di oltre 30.000 spettatori tra studenti, giovani dai 14 ai 29 anni possessori di Lazio Youth Card, ma anche docenti e semplici spettatori. Un progetto ambizioso volto a offrire una nuova e stimolante chiave di lettura delle opere filmiche che, con il loro fondamentale slancio creativo, sono in grado di sollecitare nuove interpretazioni su tutto ciò che ci circonda. L'obiettivo è quello di riportare il giovane pubblico nelle sale cinematografiche e far rivivere loro, attraverso la scuola, luoghi fondamentali dal punto di vista culturale ma anche di socialità e condivisione.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di adesione al progetto, visitare il sito www.aneclazio.com In alternativa, è possibile scrivere all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per i ragazzi è a disposizione anche il sito dedicato alla LazioYouthCard, con tutte le info per scaricare l'app.

"Crediamo che il cinema di qualità sia uno strumento di studio e conoscenza complementare a quelli tradizionali e che, all'interno del sistema educativo, possa giocare un ruolo importante, anche perché rimette al centro la socialità e promuovere approfondimenti, riflessioni e dibattiti" - così Claudio Di Berardino, Assessore Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e diritto allo studio universitario, Politiche per la ricostruzione.

"Siamo orgogliosi di aver intrapreso un percorso educativo che coinvolge giovani e giovanissimi, comprese le classi del primo ciclo – afferma la Presidente di ANEC Lazio Piera Bernaschi – in quanto le nuove generazioni sono sempre più sensibili al linguaggio delle immagini. Negli incontri che organizzeremo – continua la Presidente ANEC Lazio - a partire dal mezzo audiovisivo, verranno affrontati temi impegnativi, siano essi storici, sociali, giuridici o letterari, con la consapevolezza che la visione collettiva aiuti il confronto con il prossimo e rappresenti un'occasione di formazione per i nostri ragazzi".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, 4mln per ciclabile Roma-Fiumicino

Intesa raggiunta al Mif

redazione martedì 12 novembre 2019
pista ciclabile
LAZIO - Ciclovia Tirrenica: intesa raggiunta in settimana tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Lazio, Regione Toscana e Regione Liguria.

Lo annnuncia la Regione Lazio.

Il documento sottoscritto prevede la ripartizione dei 16 milioni di euro attualmente disponibili e consentirà la realizzazione del primo lotto funzionale in ognuna delle tre regioni. Al Lazio saranno destinati 4 milioni di euro: risorse che consentiranno il completamento della ciclovia nel tratto tra Roma e Fiumicino. La ciclovia rappresenta un obiettivo strategico per tutto l'asse tirrenico, un progetto che finalmente è pronto a muovere i primi passi grazie a un proficuo confronto e allo spirito di collaborazione istituzionale che ha animato tutte e tre le regioni interessate.

"Non posso che esprimere piena soddisfazione: l'accordo sulla suddivisione delle prime risorse disponibili, e la conseguente firma del protocollo d'intesa, segnano un importante passo verso la realizzazione della Ciclovia Tirrenica. Lo dichiara in una nota Mauro Alessandri, assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, che ha aggiunto: lavoriamo quotidianamente come amministrazione regionale, per rendere concreto in tutto il nostro territorio un modello di mobilità sostenibile che, nel caso della ciclovia tirrenica, rappresenta allo stesso tempo un volano per il turismo della nostra regione".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Regione Lazio:Pugliese e Orneli nuovi assessori

Conferite le deleghe Turismo e Sviluppo economico

redazione sabato 9 novembre 2019
RegioneLazio PrimoPiano
LAZIO - Il Presidente, Nicola Zingaretti, ha nominato due nuovi assessori della Giunta regionale del Lazio, Giovanna Pugliese e Paolo Orneli, che vanno a sostituire Lorenza Bonaccorsi e Gian Paolo Manzella.

A Giovanna Pugliese sono state conferite le deleghe del Turismo e delle Pari Opportunità. Laureata in Letteratura italiana, Pugliese è stata Responsabile della Struttura Progetti speciali della Regione Lazio, dirigente di Zétema Progetto Cultura, coordinatrice del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura nato per valorizzare i luoghi e il patrimonio artistico regionale.

A Paolo Orneli le deleghe allo Sviluppo economico e alle Attività produttive. Laureato in Economia e Commercio, Orneli è già presidente di Lazio Innova.

La Giunta regionale è così composta: assessore alla Programmazione economica, Bilancio, Demanio e Patrimonio, Alessandra Sartore; assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti Locali, Alessandra Troncarelli; assessore all'Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali, Enrica Onorati; Vicepresidente e Assessore al Coordinamento dell'Attuazione del programma di governo e dei Fondi Comunitari (FESR,FSE,FEASR), Rapporti istituzionali, Rapporti Consiglio Regionale, Daniele Leodori; Assessore alle Politiche abitative, Urbanistica, Ciclo dei Rifiuti e impianti di trattamento, smaltimento e recupero, Massimiliano Valeriani; Assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria, Alessio D'Amato; Assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri; Assessore al Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e Diritto allo Studio universitario, Politiche per la ricostruzione, Claudio Di Berardino.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, ok Pdl tutela salute sessuale maschile

Norme su prevenzione patologie uro-andrologiche

redazione giovedì 7 novembre 2019
aula pisana cinque
LAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini, ha approvato all'unanimità (37 votanti) la proposta di legge regionale n. 18 del 20 aprile 2018 concernente "Disposizioni in materia di tutela della salute sessuale e della fertilità maschile". Il provvedimento, presentato dai consiglieri Eugenio Patanè (Pd), Massimiliano Maselli (FdI), Giuseppe Simeone (FI), Rodolfo Lena (Pd), Michela Di Biase, Marta Leonori (Pd) e sottoscritto successivamente da numerosi consiglieri di tutti i gruppi, mira ad agevolare la prevenzione, la diagnosi precoce e il miglioramento delle cure delle patologie uro-andrologiche.

Prima del voto finale, l'Aula ha anche approvato un ordine del giorno collegato alla legge (Patanè-Maselli), con il quale si chiede alla Giunta regionale di individuare nell'Azienda ospedaliera San Camillo Forlanini il centro di riferimento regionale dedicato alle patologie uro-andrologiche, della sessualità e della riproduzione maschile.

Dopo la relazione illustrativa dei proponenti e la discussione generale, avvenute nella seduta del 30 ottobre scorso, il Consiglio regionale ha approvato rapidamente cinque emendamenti (uno ciascuno per Patanè e Maselli e tre presentati dall'assessore regionale Alessio D'Amato) e i sei articoli della proposta di legge, comprese le disposizioni finanziarie che ammontano a 50mila euro per ciascuna annualità 2020-2021, destinati a finanziare gli "interventi di promozione della conoscenza delle principali malattie uro-andrologiche attraverso campagne di informazione e prevenzione nelle scuole".

Le disposizioni approvate oggi mirano a tutelare la salute dei ragazzi, attraverso un programma di screening e prevenzione delle patologie andrologiche per tutti gli uomini di età compresa tra i 15 e i 24 anni, proponendo di creare una serie di strutture di andrologia urologica presso le aziende sanitarie locali per intercettare, diagnosticare e trattare le patologie. Come ripetuto più volte dai proponenti sia in commissione che in Aula, questo fenomeno è divenuto sommerso e senza più controlli dopo l'abolizione della leva obbligatoria, in cui nei cosiddetti tre giorni di visita avveniva uno screening di massa. Da qui l'esigenza della Regione di intervenire per limitare il diffondersi delle patologie e per tutelare maggiormente la popolazione maschile del Lazio.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, il 10/11 torna la Festa dei Piccoli Comuni

Entro il 2020 realizzati 108 progetti rilancio

redazione mercoledì 6 novembre 2019
Civita di Bagnoregio
LAZIO - Dopo il grande successo registrato lo scorso marzo, domenica 10 novembre, Piazza San Silvestro a Roma ospiterà la seconda edizione della festa dei Piccoli Comuni del Lazio.

Lo annuncia la Regione Lazio.

Alla giornata di promozione, a cura di Legambiente Lazio in collaborazione con Regione Lazio, saranno presenti tutte le istituzioni regionali, i sindaci e i rappresentanti di associazioni. I piccoli comuni avranno la possibilità sia di far conoscere l'artigianato locale e le produzioni di qualità ma anche di promuovere le bellezze naturali, storico-artistiche e culturali dei propri territori. Non mancheranno inoltre eventi musicali e spettacoli d'animazione, a cura delle bande e dei gruppi folkloristici locali.

Prosegue anche l'impegno della Regione Lazio per la valorizzazione del patrimonio culturale, urbano e sociale dei Piccoli Comuni del territorio laziale. Sono 108 i progetti che verranno realizzati entro il 2020 per un investimento di oltre 4 milioni di euro: un impegno che risponde alla richiesta diffusa di miglioramento della qualità della vita nei tessuti urbani dei piccoli centri del Lazio.

Tanti gli interventi previsti, in particolare in tema di decoro e vivibilità dei centri storici. Molte le proposte per la sistemazione e ripavimentazione di piazze storiche, strade e scalinate che interesseranno i comuni di Castelnuovo Parano, Onano, Percile, Rocca d'Arce, Bassano in Teverina, Carbognano, Gradoli, Monteleone Sabino, Alvito, Roccantica, San Giovanni Incarico e Vasanello; incentrati sulla salvaguardia di emergenze storico-artistiche saranno gli interventi nei comuni di Norma, Pico, Arsoli, Casperia, Colfelice, Latera, Montenero Sabino, Pisoniano, Poggio Catino, Villa San Giovanni in Tuscia, Concerviano, Vivaro Romano, Maenza, Posta e Civitella San Paolo. Sono previsti progetti, inoltre, per la cura e riqualificazione di giardini, aree verdi e fontane che interesseranno i comuni di Tarano, Moricone, Riofreddo, Valentano, Coreno Ausonio, Farnese, Oriolo, Collevecchio, Posta Fibreno e Bassano in Teverina; nei comuni di Acuto, Rocca Sinibalda, Nemi, Orvinio e Torricella in Sabina verranno messe in atto iniziative per la realizzazione e valorizzazione di percorsi o itinerari legati alla memoria storica locale e alle tradizioni religiose. Infine, sono previsti interventi per il recupero di spazi e luoghi destinati all'aggregazione e alla socialità nei comuni di Patrica, Bassano Romano, Bassiano, Configni, Pignataro Interamma, Tarano, Varco Sabino, Montorio e Ischia di Castro.

I primi interventi presenti in graduatoria prevedono, accanto ad attività di promozione del territorio, azioni di riqualificazione volte a preservare le antiche murature in pietra e rendere più agevole il passeggio attraverso il recupero degli antichi percorsi come a Castelnuovo Parano (FR); a Rocca Sinibalda (RI) invece, dalle testimonianze raccolte in antichi scritti, nasce il progetto di realizzare una serie di terrazzamenti del belvedere per la creazione dell'Hortus de Sinibaldi: vere e proprie "isole botaniche" a uso didattico in cui coltivare essenze arcaiche ormai dimenticate.

Inoltre particolare attenzione è stata riservata a quei progetti mirati al completamento di beni del demanio da restituire alla pubblica fruizione, come il Palazzo Moretti di Patrica (FR), ma anche alle proposte di carattere paesaggistico per luoghi di incontro e convivialità, spesso legati al culto o alle tradizioni locali, come il Parco della Rimembranza di Acuto (FR).

"Penso sia giusto avere una linea di finanziamento dedicata ai piccoli comuni. si tratta da una azione politica fortemente voluta e sostenuta dal nostro presidente Nicola Zingaretti. È un'occasione per valorizzare e far conoscere le tante realtà del territorio. Realtà piccole, ma importanti per la nostra regione" – parole di Albino Ruberti, capo di gabinetto della Regione Lazio.

"La II festa dei piccoli comuni del Lazio vuole essere un momento di condivisione delle tante azioni che stiamo mettendo in campo per i luoghi che custodiscono il tesoro della Regione Lazio e rappresentano il 70% del territorio. Luoghi che stanno diventando sempre meno marginali grazie anche a tutte le azioni concrete che stiamo realizzando, come i servizi postali, il protocollo per la raccolta degli oli e ora le risorse stanziate per premiare la progettualità di 108 Comuni su 211 partecipanti, con l'intento di non lasciare indietro gli altri e uscire con un nuovo bando all'inizio del prossimo anno", ha dichiarato Cristiana Avenali, Responsabile Poccoli Comuni e Contratti di Fiume.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -