Giovedì, 26 Aprile 2018
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Nuovi scavi a Cerveteri, evento in sala ruspoli

"La necropoli di Monte Abatone a Cerveteri"

redazione lunedì 19 febbraio 2018
pascucci-cosentino
CERVETERI - Un evento, quello in programma il prossimo mercoledì 21 febbraio, che getta nuova luce su due siti archeologici di grande importanza per il Sito UNESCO di Cerveteri.


Le Università di Bonn, della Campania 'Luigi Vanvitelli' e della Tuscia di Viterbo presentano il progetto congiunto "La necropoli di Monte Abatone a Cerveteri", tra età orientalizzante e romanizzazione, raccontando lo stato attuale delle ricerche e gli obiettivi per il futuro.

L'evento avrà luogo alle ore 17:00 presso la Sala Ruspoli di piazza Santa Maria a Cerveteri.

L'iniziativa sarà occasione anche per salutare la dottoressa Rita Cosentino, Direttore Archeologo Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, Provincia di Viterbo e Etruria Meridionale, prossima al raggiungimento della pensione.

"Grazie al lavoro, alla disponibilità e alla sensibilità che la dottoressa Cosentino ha mostrato in tutti questi anni nei confronti di Cerveteri, del nostro patrimonio storico, artistico e archeologico sono stati raggiunti grandissimi risultati per la nostra città – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri - penso al periodo del mio primo mandato da Sindaco, durante il quale anche grazie al supporto di una Soprintendenza estremamente attenta siamo riusciti a riportare in esposizione permanente a Cerveteri i due capolavori di Eufronio, abbiamo restituito alla Necropoli della Banditaccia il lustro e lo splendore che un sito di questo valore merita e per ultimo, ma non per importanza, nei locali di Case Grifoni tutt'oggi ospitiamo una mostra di livello assoluto dedicata ai reperti recuperati dal commercio clandestino. Alla dottoressa Cosentino, a nome mio, dell'Amministrazione comunale e della città di Cerveteri tutta, il più sentito ringraziamento per tutto quanto ha fatto per il nostro Sito UNESCO in tanti anni di attività".

"Facendo riferimento ai saggi effettuati mediante GIS sulla vecchia pianta Lerici per verificarne l'attendibilità – ha dichiarato Lorenzo Croci, Assessore allo Sviluppo Sostenibile del Territorio del Comune di Cerveteri – durante la conferenza verranno illustrati i caratteri culturali della necropoli, così come sono emersi dagli studi già da tempo intrapresi sui materiali Lerici. Si concluderà con un cenno al programma di indagini 2018-2020, finalizzate allo studio di architetture e organizzazione topografica della necropoli, di rituali funebri e relazioni economico-culturali della città con la penisola italica".

"Doveroso – conclude Croci – anche da parte mia un saluto per la Dottoressa Cosentino, con la quale ho condiviso sei lunghi anni da Assessore della Città di Cerveteri. Sei anni vissuti con la consapevolezza di una Soprintendenza presente, attiva e soprattutto desiderosa di dare luce all'immenso patrimonio di cui la nostra Cerveteri dispone".

convegno sala ruspoli su necropoli










Share on Facebook
Categoria: primo piano

Castel di Guido, riapre mausoleo Antonino Pio

Dopo circa quindici anni di chiusura al pubblico

redazione venerdì 16 febbraio 2018
mausoleo antonino pio 2
ROMA - Il Municipio XIII con orgoglio e soddisfazione rende nota la riapertura del Mausoleo di Antonino Pio, dopo circa quindici anni di chiusura al pubblico. Un risultato di grande valore per il territorio e per i suoi cittadini.

Si tratta di uno dei luoghi storici e archeologici più importanti del territorio e parco archeologico dell'Aurelia. Esso fa infatti parte di un più ampio sito di età romana, che comprende la villa e l'azienda agricola dell'imperatore Antonino, anch'esso da riportare alla luce. Sul mausoleo fu poi edificata la chiesa dello Spirito Santo, tutt'oggi in funzione, che ne ricalca il perimetro e che fu anche chiesa templare. Così, dopo oltre un decennio di chiusura, che lo ha di fatto sottratto alla conoscenza degli utenti, si restituisce questo antico sepolcro alla pubblica fruizione e all'interezza della struttura di cui è parte integrante.

Una fruizione gratuita per tutti i cittadini, che potranno ora avere un ulteriore sito di riferimento e di interesse in questo territorio, accanto all'oasi naturalistica Lipu, alla vicina villa romana delle Colonnacce e all'azienda agricola di Castel di Guido.

Ciò è frutto dell'interessamento e dell'impegno della Commissione VI Commercio Sviluppo locale e turismo del XIII Municipio che ha trovato la disponibilità e la collaborazione della Sovrintendenza ai Beni di Roma, per la realizzazione di questa ambita e doverosa riapertura.

Le aperture sono previste ogni seconda domenica del mese, da marzo a giugno, dalle 10 alle 12.

Questo il calendario completo:

11marzo
8 aprile
13 maggio
10 giugno


mausole antonino pio                    chiesa castel di guido



















Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, bando internazionalizzazione imprese

Occasione di sviluppo, contributi per 2,2 mln

redazione mercoledì 14 febbraio 2018
RegioneLazio PrimoPiano
LAZIO - Nuovo passo in avanti per lo sviluppo del Lazio. Attiva la nuova edizione del bando della Regione Lazio per l'internazionalizzazione delle imprese. Il bando, da 2,2 milioni di euro, mette a disposizione contributi a fondo perduto per:

- imprese, in forma singola o associata;

- progetti di internazionalizzazione, anche di piccola entità - come ad esempio la partecipazione a fiere, azioni di promozione;

- copertura di costi per brevetti o per la tutela di marchi;

servizi di un temporary export manager;

e una novità di questo bando, per inviare all'estero il primo ordine ricevuto. Il contributo può sostenere il pagamento delle spese di spedizione e quelle di sdoganamento merci.

Come si partecipa? A partire dalle ore 12 del 13 febbraio è possibile compilare il formulario con la richiesta di accesso all'agevolazione esclusivamente per via telematica tramite la piattaforma GeCoWEB.

Per tutte le info sul bando vai qui:http://www.lazioinnova.it/bandi-post/internazionalizzazione-pmi-2018/ 

Lo rende noto un comunicato della Regione Lazio.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, prorogato termine approvazione PTPR

Data slitta al 14 febbraio 2019

redazione lunedì 12 febbraio 2018
aula pisana due
LAZIO - Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato oggi, con 34 voti favorevoli e 3 astenuti, la proposta di legge di iniziativa della Giunta per prorogare di un anno il termine entro cui approvare il piano territoriale paesistico (Ptpr).

La scadenza entro la quale l'Aula dovrà deliberare il nuovo Ptpr del Lazio passa così dal 14 febbraio 2018 al 14 febbraio 2019.

L'esigenza della proroga è nata dalla necessità di una serie di adempimenti che, in considerazione della scadenza della legislatura, non consentirebbero di portare il Ptpr in Aula in tempo per l'approvazione. Secondo quanto riportato nella delibera di Giunta di presentazione della proposta di legge, infatti, nel corso del 2016 e del 2017, il Consiglio regionale è stato impegnato nell'esame degli elaborati, caratterizzati da un'elevatissima qualità di dettaglio e rappresentazione. Su di esso, inoltre, sono state presentate istanze e opposizioni a seguito di una consultazione pubblica.

Il Ptpr del Lazio – i cui contenuti sono stati condivisi tra Regione e MiBACT – era stato trasmesso in formato digitale l'8 marzo 2016 dalla Giunta al Consiglio regionale. Sulla proposta di deliberazione consiliare si erano espressi il Consiglio regionale economia e lavoro (Crel), l'8 aprile 2016, e il Consiglio delle Autonomie locali del Lazio (Cal), il 28 luglio 2016.

Rispetto al testo approvato all'unanimità lo scorso 25 gennaio dalla commissione Ambiente, lavori pubblici, mobilità, politiche della casa e urbanistica, l'Aula oggi ha inserito un secondo comma all'articolo 1, riguardante la necessità di aggiornare la base cartografica del Ptpr, e introdotto un articolo aggiuntivo per il quale, fino all'approvazione definitiva del Ptpr, la tutela dei beni paesaggistici si attua secondo le previsioni dei piani delle aree naturali protette qualora definitivamente approvati dal Consiglio regionale.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Italia in Comune:Pascucci-Pizzarotti al vertice

Il movimento dei sindaci conta oltre 400 iscritti

redazione lunedì 12 febbraio 2018
pascucci-pizzarotti
LAZIO - Il movimento L'Italia in Comune ha nominato i due coordinatori nazionali. Si tratta di Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, e Federico Pizzarotti, sindaco di Parma. La decisione è stata presa al termine di una riunione con i sindaci fondatori del movimento nato lo scorso 3 dicembre a Roma e che mette insieme oltre 400 amministratori locali eletti in liste civiche. Nominati anche i referenti regionali e i gruppi di lavoro per la carta dei valori che sarà presentata all'assemblea nazionale del partito che sarà convocata nella prossima primavera.

"Si tratta di un passo in avanti rispetto al successo del 3 dicembre" spiega Pascucci. "L'Italia in Comune continua a raccogliere tante adesioni tra cittadini e amministratori locali che si sentono sempre più abbandonati dallo Stato centrale. Non parteciperemo a queste elezioni - conclude il primo cittadino di Cerveteri - perché stiamo lavorando ad una nuova classe dirigente che partendo dall'esperienza amministrativa dei territori possa ambire a governare il Paese".

Per il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, "all'Italia manca un partito dove al centro vengono messe la competenza e il pragmatismo degli amministratori locali, gli unici veri politici ad avere ancora un contatto diretto con i cittadini e con il territorio. Un partito che guardi all'Europa come alla casa di tutti noi, ma che al tempo stesso sappia tutelare i diritti e le libertà degli italiani. Vogliamo darci uno Statuto chiaro, con valori chiari, con al centro l'occupazione, il lavoro, la qualità e la salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo e la difesa delle nostre, tante, eccellenze territoriali", conclude Pizzarotti.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -