Giovedì, 26 Aprile 2018
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Bianchini: Sindaca spieghi dimissioni di Piccioni

Il capogruppo dem: "Anguillara è alla deriva"

redazione domenica 11 febbraio 2018
palazzo del comune copy
ANGUILLARA - "Apprendiamo in queste ore dell'abbandono dell'Assessore all'Urbanistica Andrea Piccioni (il quinto in ordine di tempo), perché in dissenso con i farneticanti atti amministrativi che hanno portato Anguillara alla deriva".

Così il capogruppo Pd al Comune di Anguillara, Silvio Bianchini, sulle dimissioni dell'assessore all'urbanistica Andrea Piccioni.

"Un continuo proliferare di decisioni che farebbero rivoltare qualsiasi persona che abbia a cuore il paese e chi da esso ne trae sostentamento - ha detto Bianchini - siamo partiti dalla disastrosa gestione di tutte le spiagge del paese (Vigna di Valle, Martignano, Reginaldo Belloni) che oltre al danno economico ed occupazionale hanno fatto identificare Anguillara come il paese dei divieti da cui stare alla larga. Per poi passare ai sensi unici che stanno mettendo sul lastrico le attività commerciali di Via San Francesco e in ultimo lo scellerato atto della rimodulazione del servizio di raccolta differenziata che invece di andare a favore dei cittadini li sta privando dei servizi".

"Crediamo che tale farneticante comportamento - ha continuato il capogruppo dem - unito ad una massiccia dose di approssimazione e incompetenza, abbiamo portato i pochi elementi dotati di capacità amministrativa o professionale a dire basta nell'assecondare le farneticazioni di una sindaca inconsistente, incapace e priva di una visione oltre che politica, amministrativa".

"Chiediamo quindi - incalza Bianchini - che la sindaca si presenti in Consiglio Comunale per dare spiegazioni su quanto accaduto, non trincerandosi come sempre nel suo arrogante silenzio. Ci dovrà inoltre dare spiegazioni sulla inquietante vicenda che l'ha portata a patteggiare una condanna ad un anno per un'oscura storia di assegni. I cittadini - conclude l'esponente Pd - hanno diritto di sapere di quali comportamenti si è resa responsabile la sindaca del partito dell'Onesta'. Vorremmo anche sapere che ne pensano i consiglieri che la sostengono, se questi comportamenti sono compatibili con lo statuto del Movimento 5 Stelle".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Cinema: 9 mln per il Fondo di Produzione 2018

Regione ha investito 102 mln in cinque anni

redazione venerdì 9 febbraio 2018
cinema
LAZIO - Il Lazio oggi è la seconda regione d'Europa per volume di investimenti nel cinema dopo Berlino-Brandeburgo: tra il 2013 e il 2017 la Regione Lazio ha investito circa 102 milioni di euro a sostegno del settore del cinema e dell'audiovisivo.

I finanziamenti hanno premiato interventi a favore della produzione, delle manifestazioni e delle strutture cinematografiche. In questi anni sono aumentate le produzioni, le coproduzioni cinematografiche, sono stati valorizzati i luoghi e le bellezze del Lazio, spesso set e palcoscenici di film che hanno avuto grande successo in Europa e nel mondo.

Un grandissimo passo avanti anche in questo settore.

E' stato pubblicato il nuovo avviso per l'annualità 2018 del fondo cinema con cui la Regione Lazio sostiene, attraverso la concessione di sovvenzioni, la produzione di opere cinematografiche e audiovisive italiane, europee e straniere, le cui riprese siano terminate il 31 dicembre 2017, realizzate in tutto o in parte sul territorio regionale e riconosciute come "prodotto culturale".

I finanziamenti hanno premiato interventi a favore della produzione, delle manifestazioni e delle strutture cinematografiche. Le domande per la concessione delle sovvenzioni devono pervenire alla Regione entro e non oltre le ore 12,00 del 12 marzo 2018, esclusivamente attraverso l'utilizzo dell'apposita piattaforma applicativa informatica messa a disposizione da LAZIOcrea S.p.A. all'indirizzo http://www.regione.lazio.it/cineproduzione dove è consultabile da domani tutta la documentazione utile per la presentazione delle domande stesse. Gli estremi dell'avviso sono pubblicati nel canale Cultura del sito della Regione Lazio http://www.regione.lazio.it/rl_cultura/ 

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Acqua: ok a 6 Ato per riequilibrare servizio

Per abitanti, aree vaste e Città Metropolitana

redazione mercoledì 7 febbraio 2018
acqua
LAZIO - Bacino idrografico, con una delibera approvata ieri dalla Giunta Regionale sono stati ridefiniti sul territorio regionale 6 Ato, ovvero 6 diversi Ambiti Territoriali Ottimali di Bacino Idrografico. Al tempo stesso, con questo provvedimento è stato stabilito di demandare ad un atto successivo l'approvazione dello schema di Convenzione di cooperazione, inerente i rapporti tra gli Enti locali dello stesso Ambito Territoriale Ottimale di Bacino Idrografico e, inoltre, di avviare il procedimento con la più ampia partecipazione della rappresentanza degli interessi degli Enti locali, delle associazioni di protezione ambientale e dei comitati per l'acqua pubblica presenti sul territorio regionale.

Lo rende noto la Regione Lazio.

La delibera cambia la situazione esistente. Infatti, sinora gli Ato sono stati 5: l'Ato1, denominato Lazio Nord–Viterbo; l'Ato2, denominato Lazio Centrale–Roma; l'Ato3, denominato Lazio Centrale–Rieti; l'Ato4, denominato Lazio Meridionale–Latina, l'Ato5, denominato Lazio Meridionale – Frosinone.

Parametri considerati: la popolazione servita e dell'accorpamento dei Comuni per Aree Vaste e Città Metropolitana. Per la ridefinizione degli Ato, e la conseguente ripartizione del territorio regionale in 6 Ambiti si è tenuto conto della popolazione servita e dell'accorpamento dei Comuni per Aree Vaste e Città Metropolitana. In questo senso, per definire la nuova utenza, sono stati raccolti i dati relativi alla popolazione residente su base Istat al 1° gennaio 2017 nei comuni del Lazio. L'Ato6 servirà così una popolazione di oltre 490mila utenti e, ai fini di un riequilibrio demografico, si è anche ritenuto di corroborare l'attuale Ato1 con l'inclusione di 4 Comuni, provenienti dall'Ato2, per un totale di circa 80mila abitanti.

Sommando la decurtazione derivante dalla costituzione dell'Ato6, ciò comporterà per l'Ato2 una diminuzione complessiva di circa 570mila, a fronte dei rimanenti pari a circa 3mln 700mila.

"Sul delicato tema della distribuzione dell'acqua, abbiamo riequilibrato l'assetto del servizio ai cittadini rimasto fermo da troppi anni, mentre la popolazione delle aree interessate è cresciuta notevolmente – ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: l'obiettivo è stato quello, quindi, di poter offrire maggiore prossimità con le esigenze dei tanti Comuni interessati. Un'altra misura che, sono convinto, segnerà positivamente il rapporto tra utenti ed erogatori del servizio nel settore dell'idropotabile della regione".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Incendi boschivi: più mezzi ai Parchi del Lazio

700mila euro a 18 tra parchi e riserve naturali

redazione lunedì 5 febbraio 2018
pick up anti incendio copy
LAZIO - Al fine di fare lotta attiva e limitare il più possibile i danni conseguenti agli incendi dei boschi, la Regione ha trasferito 700mila euro a 18 tra parchi e riserve naturali regionali, su 23 totali, al fine di potenziare ed adeguare i mezzi destinati alla lotta agli incendi. Si tratta in particolare di mezzi pick-up fuoristrada 4x4 e moduli antincendio montati sui fuoristrada stessi.

Lo rende noto un comunicato della Regione Lazio.

In arrivo mezzi nuovi e più adeguati,
in sostituzione di quelli in dotazione, spesso con più di 300.000 chilometri percorsi, spesso in fuoristrada, con un impegno molto gravoso. L'obiettivo è quindi adeguare tutto il meccanismo operativo di contrasto agli incendi boschivi.

Ingenti risorse anche per la prevenzione agli incendi, finanziando con fondi del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) la dotazione e la manutenzione di tutta una serie di strumenti: dagli impianti di video sorveglianza alle torrette di avvistamento, dalla manutenzione di strade forestali alle linee tagliafuoco, per finire con la dotazione di radio digitali e ponti radio.

"Sono risorse che consentiranno di attuare al meglio i piani antincendio che ciascuna area protetta predispone ogni anno. I Guardiaparco delle nostre aree protette oltre ad avere le funzioni di Polizia Giudiziaria, hanno infatti tra i propri compiti la prevenzione e la lotta attiva agli incendi boschivi, in collaborazione con gli organi competenti di Protezione Civile"- così Mauro Buschini, l'Assessore ai Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Regionali, ecco lista FI circoscrizione Roma

Trentadue candidati tra uomini e donne

redazione sabato 3 febbraio 2018
elezioni comune
LAZIO - "Questa mattina abbiamo depositato la lista dei candidati di Forza Italia alle elezioni regionali del Lazio per la circoscrizione di Roma. Una lista forte e competitiva perchè formata da 32 persone, tra uomini e donne, capaci, determinati e pronti a mettersi al servizio dei cittadini all'insegna del pragmatismo e della politica del fare. Una squadra che, insieme a quelle delle province di Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo ha tutte le caratteristiche per vincere questa importante sfida per dare alla regione Lazio un governo all'altezza dei suoi cittadini".

Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia Lazio, Sen. Claudio Fazzone.

Lista candidati:

1. Aurigemma Antonio

2. Cangemi Pino

3. De Lillo Fabio

4. Palozzi Adriano

5. Angelilli Roberta

6. Belviso Sveva

7. Bortolozzi Maria Luisa

8. Breda Edoardo

9. Canonaco Luciana

10. Cartaginese Laura

11. Comes Maria Lisa

12. Di Pietro Gianluca

13. D'Ottavio Roberto

14. Falcone Amalia

15. Iacoponi Cesare Maria

16. Irmici Pier Ernesto

17. Ladaga Silvia

18. Lalli Giuseppe

19. Lucarini Valter

20. Ludovici Edelvais

21. Marziali Alexia

22. Matrigiani Antonio

23. Minunzio Giulia

24. Moro Veronica

25. Musitano Paola

26. Nardo Elena Sofia

27. Pelagaggi Arianna

28. Petrocchi Francesco

29. Politano Antonella

30. Rizzo Giuseppe

31. Serrecchia Ermanno

32. Sidoli Rinaldo


Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -