Venerdì, 25 Maggio 2018
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Frana, prime decisioni

Canali e taglio alberi nei terreni soprastanti

redazione venerdì 5 aprile 2013
CURVA PIZZO 25-3
ANGUILLARA - Prime decisioni sul fronte della frana del 'Pizzo'. Sembra ormai certo che i proprietari dei terreni soprastanti provvederanno ad approntare dei fossati per immettere l'acqua nei canali naturali già esistenti.
L'Ente Parco, dal canto suo, proprietario a sua volta di alcuni appezzamenti, vaglierà la possibilità di tagliare un certo numero di alberi necessario ad "alleggerire" il costone.

Nel frattempo c'è da registrare la richiesta di alcuni abitanti della zona di Vigna di Valle che premono per sapere quando sarà possibile aprire perlomeno una corsia della strada. Il Comune è propenso ad attivare un senso unico alternato regolato da un semaforo, ma per fare questo occorre prima canalizzare l'acqua. Ma per scavare i canali bisogna attendere che il terreno torni a rassodarsi, perché al momento il mezzo meccanico non può praticare uno scavo di 70/89 centimetri – il cui punto di immissione delle acque dovrà essere indicato da un geologo - nel fango.

Per quanto riguarda la sicurezza delle abitazioni sottostanti, secondo il Comandante della Polizia Locale Francesco Guidi "dai sopralluoghi effettuati emerge che la morfologia del terreno, così come le situazioni climatiche, sta cambiando, per questo riteniamo necessario informare e responsabilizzare gli abitanti delle case sottostanti - sia quelle dalla parte del versante che guarda Anguillara, sia quelle sul versante ovest verso Bracciano – affinché provvedano a verificare i fossetti di pertinenza delle loro case".

"Dobbiamo fare in modo che in caso di forti piogge l'acqua possa defluire ed evitare che possibili smottamenti possano interessare qualche abitazione. Intanto, martedì prossimo – annuncia Guidi - parlerò con i residenti che chiedono la riapertura della strada e spiegherò che è necessario aspettare prima di aprirla di nuovo al traffico. Siamo orientati ad aprire la carreggiata a senso alternato, ma per evitare rischi si devono innanzitutto effettuare i lavori di canalizzazione nei terreni soprastanti".

Probabilmente – aggiunge il Comandante – come Comune dovremo intervenire anche sui canali di scolo esistenti su Viale Reginaldo Belloni, e forse dovremo effettuarne altri. Venerdì terremo un nuova riunione con i tecnici sovracomunali per pianificare i lavori, intanto – conclude Guidi - scriverò anche al Genio Civile per interessarlo della vicenda".

Tempo permettendo, dunque, sarà possibile ripristinare almeno in parte la viabilità sul lungolago Belloni ed alleviare i forti disagi per la chiusura di un tratto di strada essenziale al collegamento da e per Bracciano.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Si è dimesso l'assessore Di Gioia

"Per motivi strettamente personali"

Andrea Camponi mercoledì 3 aprile 2013
palazzo del comune copy
ULTIM'ORA
- ANGUILLARA - L'assessore al Bilancio Antonio Di Gioia si è dimesso. Le dimissioni sono state protocollate ieri, 2 aprile, per motivi "strettamente personali, anche di salute", ci ha detto l'assessore.

Di Gioia ha escluso "qualsiasi collegamento legato al suo incarico in giunta, né alle recenti polemiche sollevate dall'opposizione riguardo l'incompatibilità con la sua professione di architetto. Di Gioia, al quale il 31 gennaio scorso sono state ritirate le delghe ai Lavori Pubblici e gli sono state assegnate quelle al Bilancio, si è detto sereno e disinteressato alle "chiacchiere di corridoio".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Fotovoltaico, le detrazioni

Possibili su immobile residenziale

redazione martedì 2 aprile 2013
fotovoltaico domestico

E' possiblile detrarre le spese di acquisto e di realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica se l'impianto è al servizio dell'immobile residenziale.

Con la risoluzione n. 22/E di ieri, l'Agenzia delle Entrate (leggi Risoluzione) precisa che "per beneficiare della detrazione fiscale, attualmente al 50%, l'installazione dell'impianto fotovoltaico deve essere direttamente al servizio dell'abitazione del contribuente, utilizzato, quindi, per fini domestici come ad esempio quelli di illuminazione o alimentazione di apparecchi elettrici".

Stop alle detrazioni per chi vende l'energia: il documento di prassi precisa che la detrazione è esclusa quando la cessione dell'energia prodotta in eccesso ha fini commerciali. Come, ad esempio, nei casi in cui l'impianto non è posto al servizio dell'abitazione oppure ha una potenza superiore ai 20 kw.

Come fruire della detrazione: il contribuente deve conservare la documentazione che attesta l'acquisto e l'installazione dell'impianto fotovoltaico. Non è invece necessario documentare l'entità del risparmio energetico relativo. I contribuenti che intendono avvalersi della detrazione di imposta devono comunque conservare le abilitazioni amministrative richieste dalla legislazione edilizia. Nel caso in cui la normativa non preveda alcuna abilitazione amministrativa, il contribuente deve in ogni caso conservare un'apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

Detrazione dal 36% al 50%: Per le spese di acquisto e di realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 (Dl n. 83 del 2012), la detrazione d'imposta del 36% è elevata al 50%.

Anche il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione sale da 48.000 euro ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Frana, comune accelera i tempi

Decisioni rinviate a mercoledì prossimo

redazione venerdì 29 marzo 2013
CURVA PIZZO 25-3
ANGUILLARA - Avrebbe dovuto svolgersi ieri, l'atteso incontro tra i tecnici sovracomunali per decidere cosa mettere in sicurezza il costone del "Pizzo" nel tratto del lungolago che conduce a Vigna di Valle, dove il terreno è franato nella notte di martedì 12 marzo a causa delle forti piogge, e quando riaprire la strada.

In realtà, ad incontrarsi sono stati – nelle sede della Provincia, a Roma - un geologo della stessa Provincia e quello rappresentante il proprietario del terreno. La situazione non è facile da districare perché da un lato c'è la Provincia, cui compete il tratto di strada interessato, dall'altro i terreni sovrastanti che hanno due proprietari. Ma anche l'Ente Parco - finora piuttosto defilato – sembra che abbia una porzione di terreno che rientra nella zona interessata.

"Entro mercoledì prossimo – ha detto il Comandante della Polizia Locale, Francesco Guidi – tutte le parti interessate, compreso il Parco, dovranno uscire allo scoperto e dire chiaramente come si intende intervenire e che tipo di lavori effettuare e a chi spetta farli. Innanzitutto c'è l'urgenza di mettere in sicurezza il pendio per evitare altre frane, poi c'è l'esigenza di tutelare gli interessi dei cittadini e riaprire al più presto un tratto viario importante per la viabilità, basti pensare allo scuola-bus o al Cotral".

"Ma lasciando chiusa a lungo la strada – ha sottolineato e concluso Guidi - non solo si limitano i collegamenti con la zona di Vigna di Valle compreso il Museo Storico dell'Aeronautica e Bracciano, ma si reca anche un notevole danno economico, in un momento già molto difficile, alle attività commerciali in vista della bella stagione".

Certo la questione non appare facilissima da risolvere, ma il Comune sembra intenzionato a stringere i tempi e a passare dai sopralluoghi all'azione. Staremo a vedere.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Bruxelles, via libera a PAES

Sì a Piano riduzione CO2 di Anguillara

redazione giovedì 28 marzo 2013
logopattosindaci
ANGUILLARA - La Commissione Europea ha approvato le linee guida e le strategie di riduzione della CO2 del Comune di Anguillara e di altri comuni della Provincia di Roma.

Il PAES (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile), varato dal Consiglio Comunale di Anguillara a maggio 2012, è così divenuto di fatto il "piano regolatore energetico" e fissa obiettivi e modalità per ridurre di almeno il 20% la emissioni di CO2. Un'iniziativa che rientra nell'ambito della lotta al cambiamento climatico cui la Comunità Europea ed i comuni aderenti al Patto credono fortemente.

Con il completamento del processo di valutazione ed approvazione da parte della Commissione europea del PAES del Comune di Anguillara (e degli altri comuni della Provincia di Roma, vedi: http://www.pattodeisindaci.eu/about/covenant-coordinators_it.html?structure_id=24&signatories), entra nella fase operativa il coordinamento delle attività amministrative che dovranno essere allineate alle azioni riportate nel Piano al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti.

«Si tratta di una fase di coordinamento particolarmente importante – commenta l'assessore all'ambiente del Comune di Anguillara, Enrico Stronati – in quanto definisce quali sono gli obiettivi da raggiungere da qui al 2020. La riduzione del 20% di CO2 (anidride carbonica) rispetto all'anno base, il 2004, è di fatto l'obiettivo principale del Piano, questo si inserisce nell'ambito della strategia nota come 20-20-20" (cioè raggiungere entro il 2020 il 20 per cento della produzione energetica da fonti rinnovabili, migliorare del 20 per cento l'efficienza e tagliare del 20 per cento le emissioni di anidride carbonica, ndr).

"Il Piano si erge quindi a documento guida delle azioni amministrative da compiere per raggiungere questo obiettivo. Uno strumento che invito tutti a leggere e che partendo da una valutazione delle emissioni di CO2 calcolate sull'anno base, analizza i possibili miglioramenti indicando al contempo gli interventi di risparmio ed "efficientamento" energetico che di conseguenza portano alla riduzione delle emissioni di gas che sono le principali responsabili del cambiamento climatico».

L'approvazione di Bruxelles consente ad Anguillara e ai Comuni riportati nella nota della Provincia sotto riportata di entrare a far parte degli oltre 1.100 comuni d'Europa che hanno ottenuto il "visto" della Commissione Europea.

«Tra gli obiettivi del Piano – prosegue l'assessore Stronati – c'è l'efficientamento degli edifici e delle strutture comunali, ambito a cui credo fermamente e sul quale sto lavorando sin dal primo giorno del mio mandato. Siamo in attesa di conoscere gli esiti di due bandi ai quali abbiamo partecipato – Il sole a scuola – che prevedono il finanziamento di due impianti fotovoltaici da 40 mila euro cadauno da installare sui tetti delle scuole. Una parte del finanziamento dovrà essere utilizzato per attività informative e formative nelle scuole, compresa la realizzazione del progetto per la realizzazione dell'impianto (sotto la guida di personale tecnico specializzato), coinvolgendo anche i genitori".

"Un modo per diffondere conoscenze in un settore di grande importanza e attualità come quello dell'efficientamento energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il Piano prevede molte attività e molte altre se ne potrebbero pensare purché l'obiettivo, la riduzione della CO2, non venga mai meno».

«Il risparmio energetico – conclude Stronati – è un altro esempio di azione da porre in essere, la sostituzione delle luci votive con lampadine led nel cimitero ma anche il potenziamento della raccolta differenziata porta a porta sono azioni che vanno in questa direzione e sulle quali dovremmo tutti credere fortemente».

Ulteriori informazioni: http://www.pattodeisindaci.provincia.roma.it/archivio2_notizie_0_96_0_1.html

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -