Sabato, 26 Novembre 2022
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Cerveteri, aperte iscrizioni a Corso Guardie Zoofile Fare Ambiente

Le modalità e i requisiti per accedere al corso

redazione lunedì 14 novembre 2022
corso guardie ecozoofile di fare ambienteCERVETERI - Si apriranno ufficialmente martedì 15 novembre le iscrizioni al corso per aspiranti Guardie Ecozoofile Prefettizie. Il corso, è promosso dal Gruppo delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri ed è patrocinato dall'amministrazione comunale di Cerveteri. Si tratta della IX edizione del corso.

Le lezioni si svolgeranno tutte nella giornata di sabato presso il Centro Polivalente di Via Luni a Cerenova.

"Le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente rappresentano una realtà fondamentale all'interno della nostra città – ha dichiarato Elena Gubetti, sindaca di Cerveteri – con disponibilità, professionalità e passione nei confronti del territorio, svolgono un lavoro straordinario in tantissimi settori nevralgici di Cerveteri. Lavorano fianco a fianco con la Polizia Locale nel contrasto alle discariche abusive e all'abbandono di rifiuti in strada e ogni giorno, insieme alla delegata Adelaide Geloso, sono impegnati nella tutela degli animali, svolgendo un'attività davvero encomiabile. Si tratta di un gruppo di persone che si impegnano in maniera totalmente volontaria per il territorio e che sono diventate Guardie Ecozoofile effettive solo dopo aver svolto un lungo ed impegnativo corso di formazione proprio come questo che sta per ripartire".

"Con l'occasione – conclude Gubetti – ci tengo a ringraziare tutti i Volontari delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente di Cerveteri ed in particolar modo Mauro Di Stefano, Fabio Di Matteo e Eugenio Gottardi, che con grande competenza, conoscenza e professionalità coordinano questo meraviglioso gruppo che sempre lavora al servizio della città".

L'aspirante guardia zoofila deve essere cittadino italiano o di Paese facente parte della UE.

Non deve aver riportato condanne penali o essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale.

Non deve avere procedimenti penali in corso al momento della domanda. Non deve essere destinatario di provvedimenti amministrativi che riguardano l'applicazione di misure restrittive per violenza su persone, animali e cose. Il corso è aperto a uomini e donne di età compresa tra i 19 e i 65anni.

Al termine del corso, è previsto l'esame di verifica e il rilascio dell'attestato di idoneità valido per l'inserimento nel ruolo operativo della vigilanza zoofila. Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi presso la sede di Largo De Finizio n.1 a Cerenova, oppure contattare il numero 3664488368 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ladispoli città dello sport

I delegati esaltano le potenzialità della Città

redazione lunedì 14 novembre 2022
ladispoli citta sportLADISPOLI - "Come ogni partita che si rispetti, è il gioco di squadra a fare la differenza! Lo scenario di questa gara è la nostra splendida Ladispoli, con le sue caratteristiche e potenzialità e con il suo vastissimo tessuto sportivo che ogni anno ci regala successi in Italia e nel mondo".

Queste le parole del delegato allo sport, Fabio Ciampa.

"Sarà mia priorità – ha proseguito Ciampa - dare risalto a tutte le nostre eccellenze sportive e parallelamente supportare tutte le Associazioni Sportive che offrono un importante servizio per il nostro territorio, lavorando in sinergia con loro con un unico obiettivo comune. Vivere insieme lo Sport a 360°!".

"La sfida più importante – ha aggiunto Lorena Panzini, consigliere delegata al Palazzetto dello Sport - è rendere fruibile a tutte le Società Sportive il PalaSorbo, creando tutte quelle opportunita' che una struttura così importante può offrire. Ci auguriamo che il PalaSorbo possa ospitare tutti gli importanti appuntamenti delle nostre Società Sportive e che, parallelamente, sia scenario di grandi eventi di caratura Nazionale ed Internazionale".

" Per realizzare ciò – ha dichiarato Stefano Fierli, consigliere delegato ai rapporti con Enti e Federazioni Sportive - è importante creare un tavolo di confronto permanente con Enti e Federazioni Sportive, al fine di poter favorire tutti quei progetti di sviluppo/investimento che la nostra Ladispoli merita".

"Sarà inoltre importante – ha sottolineato Riccardo Rosolino, consigliere delegato alle Politiche giovanili - durante il nostro percorso, sostenere in maniera puntuale tutte quelle società che svolgono la propria "mission" in favore dei settori giovanili. Prosegue quindi, insieme, il lavoro per la nostra Città sognando una Ladispoli del futuro a misura di....sportivo!".

Share on Facebook
Categoria: cronaca

A Cerveteri il 'Mantello per la Vita' di Avo Ladispoli

Progetto per informare su cure palliative

redazione martedì 8 novembre 2022
avo ladispoliCERVETERI - Il "Mantello per la Vita", promosso dalla ASL Roma 4, insieme ad AVO Ladispoli, nella giornata di domenica 6 novembre ha colorato di solidarietà e speranza le scalinate di Piazza Aldo Moro a Cerveteri.

Un progetto nato per sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza che le cure palliative hanno in ambito sanitario, ed in particolare per raccontare l'importante lavoro di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie che l'azienda ospedaliera locale porta avanti anche a domicilio sui distretto 1e 2.

Da novembre 2021 ad oggi, tante persone, malati, caregiver, operatori sanitari, hanno preso in mano i ferri e l'uncinetto e grazie ad un forte spirito di squadra, delle varie associazioni del territorio, e alla condivisione dei valori del progetto, si è riusciti a creare migliaia di quadrati di lana colorati che, uniti, si sono trasformati nel mantello delle cure palliative. Molto spesso si associa il termine "palliativo" al concetto di "inutile".

La parola deriva dal latino pallium, mantello, ed evoca l'idea di protezione, caldo abbraccio non solo per chi è ammalato ma anche per chi si prende cura di lui, la famiglia. Un modo di agire che affonda le sue radici nel culto di San Martino, soldato dell'Impero Romano, che durante una ronda notturna divise il suo "pallio" con un mendicante sofferente per il freddo.

Per questo, il Centro di Cure Palliative "Carlo Chenis" ha voluto riprodurre questo gesto creando tanti mantelli altrettanto speciali, cuciti unendo tasselli diversi, realizzati da tutti coloro che hanno scelto di partecipare a questa iniziativa di solidarietà. "pezzettini" di mantello staccati all'occorrenza sono diventati preziose idee regalo come borse di vario tipo, copertine, federe per cuscini e cappellini. Attraverso questo progetto si è voluto contribuire a sbrogliare qualche filo per fare chiarezza sul significato delle cure palliative e sulla loro importanza.

"Una bellissima iniziativa quella proposta dai Volontari di Avo Ladispoli all'interno del Centro Storico della nostra città - ha dichiarato la sindaca di Cerveteri Elena Gubetti - crediamo sia fondamentale, in particolar modo in questo delicato contesto storico e sociale, sensibilizzare la cittadinanza su tali tematiche. Ringrazio con l'occasione Rosario Sasso, che ci ha proposto l'iniziativa, e tutte le associazioni e singole persone che con la loro disponibilità hanno lavorato affinché questo grande mantello di speranza, valori e solidarietà, potesse essere esposto all'interno della nostra città".

"Con l'occasione, ci tengo ad informare la cittadinanza sull'importante convegno che avrà luogo sabato 12 novembre nella Sala Convegni Consorzio Università degli Studi della Tuscia al Comune di Civitavecchia e dedicato alle malattie oncologiche ed in particolar modo al tumore al fegato. L'appuntamento è a partire dalle ore 9", ha concluso la sindaca.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

La Pisana piange Francesco Saponaro

Domani a Roma i funerali dell'ex consigliere

redazione martedì 8 novembre 2022
saponaroCIVITAVECCHIA – Francesco Saponaro, ex assessore e consigliere regionale del centrodestra, eletto tre volte alla Pisana, è morto dopo breve malattia. I funerali si svolgeranno domani a Roma.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Ladispoli, le Suore Salesiane ospiti di TG2 Storie

In occasione del 150° dalla fondazione istituto

redazione martedì 8 novembre 2022
suor paola ladispoliLADISPOLI - In occasione dei 150 anni dalla fondazione dell'istitituto religioso delle suore salesiane, il TG2 Storie ha dedicato loro un servizio giornalistico.

Per far comprendere appieno il grande lavoro che svolgono in Italia e nel mondo, il TG2 ha scelto di raccontare quello che fanno le figlie di Maria Ausiliatrice nel territorio di Ladispoli, dove sono presenti dal 1957 nel centro salesiano di via Trieste, 6.

E dalle parole di Suor Paola Tascio, responsabile della comunità, è venuto fuori quanto questa struttura svolga un ruolo fondamentale nel tessuto cittadino ladispolano, soprattutto facendosi carico dei più dei più fragili e dei più svantaggiati.

Il lavoro delle suore spazia dalla formazione professionale per i ragazzi più grandi, passando per l'oratorio pomeridiano ai centri estivi per i più piccoli, per arrivare fino al supporto alle donne vittime di violenza.

Come ha sottolineanto Suor Paola nell'intervista, quello che colpisce soprattutto di Ladispoli è la sua grande capacità di attrarre persone da tante parti del mondo che in questa città trovano accoglienza e riparo. Il compito di queste suore è proprio quello di fornire loro un supporto per un'integrazione e per un pieno riscatto sociale.

Per chi volesse vedere il servizio completo del TG2 Storie andato in onda sabato 5 novembre, il link per accedervi è il seguente: https://youtu.be/GnUVjH4wPDE

Share on Facebook