Sabato, 25 Maggio 2024
RSS Feed
Categoria: cronaca

Ladispoli Attiva: in arrivo altri due piani integratati

"La cementificazione di Grando non si ferma più"

redazione mercoledì 24 aprile 2024
lad attiva cementificazioneLADISPOLI - Da ladispoli Attiva riceviamo e pubblichiamo.

Dopo un mese dal controverso consiglio comunale che ha dato via libera alla realizzazione di un piano particolareggiato al km 37 lungo la via Aurelia, l'amministrazione Grando torna alla carica con due nuovi piani integrati destinati a cementificare ulteriormente Ladispoli.

La situazione è grave e richiede un'attenzione immediata: mentre il precedente intervento prevedeva la costruzione di un centro commerciale e residenziale, i due nuovi progetti mirano a tirare su quattro palazzine da circa di 18mi di metri cubi di cemento nella zona di via Benevento e di via Latina.

L'amministrazione Grando, che aveva promesso una gestione diversa della città, si sta rivelando invece come un vero e proprio campione del cemento.

Le promesse elettorali sono state tradite, e Ladispoli si trova ora a lottare contro una speculazione edilizia senza precedenti, che minaccia il suo territorio e la sua identità.

L'urgenza è palpabile: Ladispoli non può permettersi di continuare su questa strada. Il consumo di suolo è uno dei problemi più gravi che la città deve affrontare, e l'attuale amministrazione sembra ignorarlo completamente, optando per una visione arretrata e irresponsabile di sviluppo urbano.

È evidente che dietro queste decisioni ci sia un patto di ferro tra l'amministrazione e certi costruttori, che da troppo tempo dettano legge nel territorio senza alcun riguardo per il bene della comunità.

Ladispoli Attiva si oppone fermamente a questa deriva e propone un'alternativa chiara e sostenibile: un progetto di città basato sullo sviluppo eco-sostenibile, sul turismo responsabile, sulla riqualificazione delle aree esistenti e sull'insediamento di attività produttive innovative.

Basta con l'idea nefasta di una Ladispoli cementificata e soffocata dal cemento. Ladispoli merita di più, e insieme possiamo cambiare rotta verso un futuro migliore per tutti.

Share on Facebook