Giovedì, 22 Febbraio 2024
RSS Feed

Il Buongustaio

Categoria: Il Buongustaio

Il carciofo di Ladispoli a Striscia la Notizia

Luca Sardella presenta il 'Re dell'orto'

redazione mercoledì 24 marzo 2021
striscia carciofoLADISPOLI - Il Carciofo Romanesco di Ladispoli arriva a Striscia la notizia, il programma di Antonio Ricci. Sabato sera andrà in onda il servizio realizzato da Luca Sardella nelle campagne di Ladispoli per la rubrica "Speranza Verde".

"Sarà una vetrina strepitosa per il nostro Carciofo – spiega Francesca Lazzeri, assessore al commercio, attività produttive e comunicazione – è vero che per il secondo anno consecutivo a causa del covid non abbiamo potuto celebrare la nostra amata Sagra del Carciofo, questo però non ci ha impedito di continuare a lavorare per il territorio, per i nostri imprenditori agricoli, per la nostra Città."

Nella puntata in onda sabato sera Luca Sardella sarà in compagnia di Lorenzo Belardi, imprenditore agricolo, che direttamente sul campo, ovvero nelle campagne di Monteroni, decanterà le qualità del nostro Re dell'orto, il carciofo romanesco di Ladispoli.

"Nel corso della rubrica – conclude l'assessore Lazzeri - tutta Italia potrà vedere il nostro carciofo ed ascoltare le qualità organolettiche e terapeutiche del nostro prodotto di punta direttamente dalle parole di Luca Sardella e Lorenzo Belardi."

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Il cavolfiore di Ladispoli a "Salute e Benessere"

La rubrica del Tg2 ne racconta la bontà

redazione venerdì 19 febbraio 2021
TG2LADISPOLI - Non solo il #carciofo romanesco di Ladispoli attira l'attenzione dei media nazionali. Nella giornata di ieri sono state effettuate le riprese per la rubrica "Salute & Benessere" del TG2.

"Cristina Battistin – spiega Francesca Lazzeri, assessore al commercio, attività produttive e comunicazione - ha incontrato Lorenzo Belardi, cuoco contadino di Ladispoli presso l'agriturismo "La Piana di Alsium" ed ha raccontato proprietà e segreti del cavolfiore, un ortaggio che cresce bene ed in abbondanza nelle nostre campagne. Il servizio andrà in onda la prossima settimana e sarà occasione ancora una volta per raccontare la bontà dei prodotti agricoli di Ladispoli".

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

La Strada dei Sapori e della Cultura dell’Antica Via Clodia

Il 14-16/10 al Travel Experience 2020 di Rimini

redazione martedì 13 ottobre 2020
Logo Strada Sapore Cutura Antica ClodiaLAZIO - Esordio in ambito fieristico per l'Associazione La Strada dei Sapori e della Cultura dell'Antica Via Clodia APS che sarà presente a TTG Travel Experience, la manifestazione italiana per la commercializzazione dell'offerta turistica italiana nel mondo in programma a Rimini dal 14 al 16 ottobre 2020.

L'Associazione, presieduta da Marinella Mariani, è nata con la finalità di promuovere lo sviluppo turistico e culturale del territorio dell'antica strada romana, la Via Clodia, un territorio unico nel Lazio, un concentrato di storia, arte, tradizioni è un paesaggio magnifico con i borghi appesi a costoni di tufo.

L'Associazione coinvolge i Comuni di Anguillara Sabazia, Barbarano, Blera, Bracciano, Canale Monterano, Capranica, Manziana, Trevignano, Oriolo Romano, Tolfa, Santa Marinella. Un territorio a nord di Roma e sud di Viterbo, circondato dai Monti Sabatini e dai Monti della Tolfa con meravigliosi boschi secolari e castagneti, con i laghi di Bracciano e Martignano e il litorale del Mar Tirreno.

"Si può ammirare in queste terre – spiega la presidente Marinella Mariani - il vissuto degli antichi popoli che hanno abitato questi meravigliosi territori visitando la Necropoli di Barbarano presso il Parco Marturanum, la città morta di Monterano, l'Acquedotto Archi di Boccalupo a Manziana, le rovine della Rocca Frangipane a Tolfa, il Castello di Bracciano, la Villa Romana dell'acqua Claudia di Anguillara, la Rocca di Trevignano, il Palazzo Altieri di Oriolo. Inoltre il territorio è costellato di borghi: Castel Giuliano, Montevirginio, Pisciarelli, Quadroni, Il Sasso. Anticamente le famiglie di Papi e di nobili soggiornavano nelle loro splendide dimore dislocate nel territorio".

La finalità dell'Associazione è quello di diffondere la conoscenza del territorio e valorizzarne le peculiarità attraverso la promozione del turismo in collaborazione con le realtà locali, appartenente ai settori artigianali, dell'accoglienza, della ristorazione, del commercio e della piccola e media impresa.

La Strada dei Sapori e della Cultura dell'Antica Via Clodia, costituisce uno strumento di promozione anche dello sviluppo rurale con lo scopo di valorizzare le tradizioni, i prodotti agricoli e l'enogastronomia, puntando alla diffusione della conoscenza delle sue produzioni tipiche e tradizionali. L'Associazione segnala con orgoglio che nel territorio di riferimento operano soci producendo eccellenze Doc e Dop a Km.0: Vino, Olio di oliva, Gelatine di Vino, Pane e Pasta di grano duro, Formaggi, Tartufi, Funghi, Castagne, Nocciole, Pesce del Lago, prodotti ortofrutticoli. Presenti inoltre numerosi allevamenti di animali. Famosi i cavalli di Razza Tolfetana. I soci gestori di Alberghi, Hotel, Ristoranti B&B e Trattorie attendono turisti e visitatori per soddisfare ogni peculiare esigenza. Da non mancare una visita al Museo Storico della Civiltà Contadina e della Cultura Popolare "Augusto Montori" di Anguillara. Inoltre è possibile praticare navigando sui laghi di Bracciano e Martignano vela, canottaggio, equitazione e passeggiate a cavallo, andare per piste ciclabili e mountain bike, effettuare escursioni, condotti dalla guida Luigi Plos, alla scoperta di luoghi segreti antichi e incontaminati.

stradadeisaporiedellaculturadellanticaviaclodia.it 



Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Cerenova da leccarsi i baffi: da venerdì 7/8 il Festival Internazionale dello Street Food

In Via Veio incrocio Via Sergio Angelucci

Redazione lunedì 3 agosto 2020
street food 3CERVETERI - Tre giorni da leccarsi i baffi a Marina di Cerveteri. Dopo aver deliziato le piazze di mezza Italia, il Festival Internazionale dello Street Food, il più importante festival del cibo da strada che quest'anno raggiunge la sua quarta edizione fa tappa nella Frazione balneare etrusca, da venerdì 7 a domenica 9 agosto, nel tratto di strada di Via Veio angolo Via Sergio Angelucci.

Per la prima volta a Marina di Cerveteri il re dello Streetfood approda con la sua carovana del gusto. Ideato e organizzato da Alfredo Orofino, definito "un portatore sano di energia" e considerato per passione, professionalità e caparbietà "il Re dello Street Food", l'appuntamento di Marina di Cerveteri è patrocinato dall'Assessorato alle Attività Economiche e Produttive. Una vasta gamma di stand dunque, è pronta ad accogliere famiglie e visitatori.

Oltre 20 Chef su strada, che difendono con caparbietà e orgoglio i loro street food. Impastano, friggono, bollono, infornano, arrostiscono come se fossero tra le mura dei loro laboratori d'origine, tanti ristoranti itineranti, pronti a stupire con le particolarità e la qualità della loro cucina. Qualità, originalità, tradizione e pulizia sono le parole d'ordine di questa grande carovana culinaria pronta a riscuotere successo e interesse anche nella tappa di Marina di Cerveteri.

"Dopo il successo dell'iniziativa della scorsa settimana con il tour di RDS, nell'ottica di promuovere una serie di eventi per il rilancio delle attività economiche e produttive del territorio nel post lockdown, come Assessorato ho portato avanti progetti capaci di coinvolgere realtà di rango nazionale ed internazionale – ha detto l'assessore Luciano Ridolfi – in questo fine settimana, siamo orgogliosi di accogliere nella nostra città un marchio importante e prestigioso come quello del Festival Internazionale dello Street Food, tre serate adatte alle famiglie, che potranno così trascorrere, proprio nel periodo più caldo delle vacanze estive, qualche ora spensierata, all'aria aperta, degustando prodotti di qualità e soprattutto in completa sicurezza".

"In questi tre giorni sembrerà di girare il mondo pur rimanendo fermi nella nostra città – prosegue l'assessore Luciano Ridolfi – ampio spazio infatti sarà dato a cucine e prodotti tipici degli angoli più svariati del pianeta, dai carretti di Hot Dog di New York, ai chioschi di Kebab di Istanbul alle creperie di Parigi. Il tutto, accompagnato da una buona bevuta di birra artigianale di primissima qualità di microbirrifici italiani ed esteri. Spero che anche questa iniziativa possa raccogliere la partecipazione e l'apprezzamento di tante famiglie. Come Assessorato continuerò a lavorare e a proporre iniziative analoghe, già in questo mese di agosto: tutto pronto infatti anche per un altro appuntamento che si svolgerà sempre a Cerenova. Dopo il successo dello scorso anno, ritorna la Notte Bianca, anche quest'anno con musica, sorprese e intrattenimento".

Gli stand apriranno ufficialmente alle ore 18:00 del venerdì e rimarranno aperti fino alle ore 24:00.

Sabato e domenica aperti sin dalle ore 12:00. Si invitano tutti i visitatori a portare con se la mascherina protettiva e ad attenersi alle indicazioni del personale presente per il mantenimento del distanziamento interpersonale e il rispetto di tutte le norme anti-covid.

Share on Facebook
Categoria: Il Buongustaio

Ladispoli, il Giappone premia il ristorante Sushi Passion

Importante riconoscimento per ristorazione locale

redazione venerdì 28 febbraio 2020
sushi passionLADISPOLI - Arriva dal Giappone l'importante riconoscimento per la ristorazione locale. Il Ministero dell'Agricoltura, Silvicoltura e Pesca Giapponese ha certificato il ristorante Sushi Passion come ristorante Giapponese autentico. Per autentico si intende ristorante che utilizza prodotti importati dal Giappone ed applica le tecniche di preparazione dei cibi tradizionali giapponesi.

"Questo riconoscimento – spiega l'assessore al Commercio e Attività Produttive, Francesca Lazzeri - è particolarmente importante perché ad oggi le strutture in Italia che hanno ricevuto questa certificazione sono solo 71, e Sushi Passion è l'unico nella provincia di Roma."

Altra unicità del locale è il personale, interamente italiano, con la cucina della chef Sarah Baroncini. Mentre per quanto riguarda gli altri 70 locali abilitati lo staff è formato esclusivamente da personale giapponese.

"Complimenti al titolare Luca Picena e a tutto il personale per il riconoscimento ricevuto dal Ministero dell'Agricoltura, Silvicoltura e Pesca Giapponese e – conclude l'assessore Lazzeri - per aver saputo legare le tradizione giapponese alla qualità del lavoro italiano, un'altra eccellenza del nostro territorio condita da un gusto esotico".

Share on Facebook