Mercoledì, 18 Maggio 2022
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Lazio, la settimana in Consiglio regionale dal 21 al 25/3

Lavori dedicati a pdl riduzione pressione fiscale

redazione sabato 19 marzo 2022
ingresso consiglio regionaleLAZIO - I lavori del Consiglio regionale del Lazio nella prossima settimana saranno prevalentemente dedicati all'esame della proposta di legge regionale n. 327 dell'11 marzo 2022, "Misure per la riduzione della pressione fiscale e incremento del fondo speciale di parte corrente", a partire dalle ore 10 di martedì 22 marzo, in commissione Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio, convocata in sala Etruschi in modalità mista/telematica.

Si tratta di un provvedimento collegato alla legge di stabilità regionale 2022, in particolare al primo comma dell'articolo due, che ha previsto l'emanazione di un'apposita legge regionale entro il 31 marzo 2022 per la nuova articolazione degli scaglioni dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) e l'esclusione delle persone fisiche dall'applicazione dell'imposta regionale sulle attività produttive (Irap), con riferimento al periodo d'imposta successivo al 31 dicembre 2021. Di seguito il testo integrale del citato articolo 2 della Legge regionale n. 20 del 2021 "Legge di stabilità regionale 2022":

Articolo 2

(Misure per la riduzione della pressione fiscale)

1. Al fine di ridurre la pressione fiscale nonché di favorire l'ampliamento della base produttiva e occupazionale e il rilancio della competitività delle imprese sui mercati esteri, con apposita legge regionale, da adottare entro il 31 marzo 2022 in coerenza con la legislazione statale recante la nuova articolazione degli scaglioni dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) e l'esclusione delle persone fisiche dall'applicazione dell'imposta regionale sulle attività produttive (IRAP), con riferimento al periodo d'imposta successivo al 31 dicembre 2021, si provvede alla ripartizione del fondo di cui al comma 2 e alla:

a) rideterminazione delle aliquote dell'addizionale regionale all'imposta sul reddito delle persone fisiche per specifiche categorie di soggetti e scaglioni di reddito imponibile, ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68 (Disposizioni in materia di autonomia di entrata delle regioni a statuto ordinario e delle province, nonché di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario) e successive modifiche;

b) individuazione delle categorie di soggetti passivi dell'imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) di cui all'articolo 3, comma 1, lettere a), b), c) ed e) del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 (Istituzione dell'imposta regionale sulle attività produttive, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell'Irpef e istituzione di una addizionale regionale a tale imposta, nonché riordino della disciplina dei tributi locali) e successive modifiche, per i quali non trova applicazione la maggiorazione dell'aliquota dell'IRAP di cui all'articolo 1, comma 174, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato "Legge finanziaria 2005") e successive modifiche;

c) riduzione, nei limiti consentiti dalla normativa statale vigente, degli importi della tassa automobilistica regionale e della soprattassa annuale regionale di cui al Titolo III, Capo I, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 (Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421) e successive modifiche.

2. Ai sensi dell'articolo 8, comma 9, della legge regionale 30 dicembre 2013, n. 13 (Legge di stabilità regionale 2014) e successive modifiche, la dotazione finanziaria del "Fondo per la riduzione strutturale della pressione fiscale", iscritto nel programma 03 "Gestione economica, finanziaria e di provveditorato" della missione 01 "Servizi istituzionali, generali e di gestione", titolo 1 "Spese correnti", del bilancio regionale 2022-2024, è pari a euro 130.000.000,00 per l'anno 2022.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, Cashback su assorbenti è legge regionale

Approvate anche due mozioni

redazione giovedì 17 marzo 2022
aula pisana unoLAZIO - Approvata dal Consiglio regionale la proposta di legge sul "Cashback dell'Iva per l'acquisto di assorbenti e altri supporti igienici femminili", con 34 voti favorevoli (unanimità).

Al momento del deposito della proposta il governo nazionale non aveva ancora provveduto ad abbassare l'iva su assorbenti e supporti igienici, come ha poi fatto tardivamente e in modo inadeguato, secondo la consigliera Sara Battisti, prima firmataria della proposta. Una mobilitazione nazionale si è prodotta a proposito di questo tema, ha proseguito la consigliera del Pd, per cui l'attività legislativa del Consiglio si è dimostrata quanto mai opportuna. Essa si traduce oggi in una iniziativa, prima in Italia per quanto riguarda le regioni, che introduce un rimborso dell'Iva per chi presenta il requisito di un Isee al di sotto dei 20 mila euro, della differenza tra il 10 per cento stabilito a livello nazionale e il 4, che è l'aliquota iva su questi prodotti in altri paesi europei, più equamente, secondo la consigliera.

Altre iniziative promozionali, oltre al cashback di cui ha detto Battisti, sono previste all'articolo 2 della legge, tra cui promozioni presso le farmacie comunali, con particolare riguardo, come aggiunto da un emendamento della consigliera Gaia Pernarella del Movimento 5 stelle approvato dall'Aula, per quei prodotti che utilizzino materiali a basso impatto ambientale. Un altro emendamento della consigliera Mattia è andato a modificare l'articolo 3, quello sulla clausola valutativa della legge, sostituendone il primo comma. Approvati poi gli altri tre articoli, tra cui il 4 contenente le disposizioni finanziarie, che stanzia 200 mila euro e 680 mila rispettivamente per l'anno in corso e il prossimo, per il cashback, e 50 mila e 100 mila per i due rispettivi anni per il fondo destinato alle iniziative promozionali.

Ringraziamenti alla consigliera Battisti per questa iniziativa sono giunti da parte della collega Eleonora Mattia del Pd. Consenso è stato espresso da Chiara Colosimo di Fratelli d'Italia sulla proposta, ma ricordando anche l'urgenza di provvedimenti per l'abbattimento dei costi sui prodotti per la prima infanzia; di "poco coraggio" del parlamento nazionale ha parlato Marta Leonori del Pd, che ha rassicurato Colosimo sulla sensibilità della maggioranza anche sul tema da quella ricordato.

In conclusione di seduta, approvate anche due mozioni sottoscritte in modo trasversale da esponenti dei vari gruppi politici presenti in Consiglio: con la prima, si impegnano il presidente della Regione e la Giunta a porre in essere tutte le iniziative affinché il collocamento a riposo per raggiunti limiti di età dei dirigenti medici del ruolo sanitario del SSN/SSR sia prorogato, su richiesta dell'interessato e previo parere positivo del Direttore generale, di due anni; con la seconda, si impegna la Giunta a riportare nell'ambito della conferenza Stato regioni l'urgenza di adottare una strategia interistituzionale condivisa con Regioni e parti sociali per far fronte agli aumenti dei costi di energia e gas, e compensare gli aumenti dei prezzi dei carburanti nella filiera della logistica e dei trasporti, e in generale a sostenere le famiglie, le imprese e gli enti locali nella difficile contingenza attuale.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, la settimana in Consiglio regionale dal 14 al 18/3

Seduta d'aula mercoledì 16 marzo alle 10

redazione sabato 12 marzo 2022
sala mechelliLAZIO - Il presidente Marco Vincenzi ha convocato la seduta ordinaria del Consiglio regionale n. 114 per mercoledì 16 marzo 2022 alle 10, in presenza, per il "Question time" e, a seguire, la trattazione dei seguenti argomenti:

1) Proposta di deliberazione consiliare n. 78 del 7 marzo 2022, di iniziativa del Presidente del Consiglio regionale, Marco Vincenzi, in attuazione della decisione adottata dalla Giunta delle elezioni nella seduta del 7 marzo 2022, concernente: "Convalida dell'elezione di Simone Lupi alla carica di consigliere regionale";

2) Proposta di legge regionale n. 326 del 2 marzo 2022, adottata dalla Giunta regionale con deliberazione n. 82 del 1° marzo 2022, concernente: "Variazioni al bilancio di previsione finanziario 2022-2024 per l'adeguamento alle risultanze del rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2020, ai sensi degli articoli 42, comma 12, e 50, comma 3-bis, del d.lgs. n. 118/2011";

3) Proposta di legge regionale n. 279 dell'8 marzo 2021, presentata dalla consigliera Sara Battisti e sottoscritta anche dai consiglieri Leonori, Minnucci, Bonafoni, Corrado, Lombardi, Califano, Di Biase e Grippo, concernente: "Cashback dell'Iva per l'acquisto di assorbenti e altri supporti igienici femminili".
COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI

Lunedì 14 marzo

Ore 10:00 - Modalità telematica

XII Commissione - Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione.

Oggetto: Installazione antenna 5 G nel Comune di Palestrina frazione Carchitti. Invitati: Mario Moretti, Sindaco del Comune di Palestrina; Michele Rillo, Head of Public Affairs Iliad S.A.; Emmanuel Olivieri, Referente Relazioni Istituzionali Locali, Public Affairs Iliad S.A; Paolo Cirillo, Portavoce del Comitato "No all'antenna 5 G a Carchitti".

Ore 10:30 – Modalità mista ( Sala Etruschi)

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio.

1. Proposta di Deliberazione consiliare n.79 del 9 marzo 2022, concernente "Revoca della deliberazione del Consiglio regionale n. 20 del 22 dicembre 2021. Approvazione del Bilancio consolidato della Regione Lazio, esercizio 2020, ai sensi dell'articolo 68 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118". Esame ai sensi dell'articolo 55 del Regolamento dei lavori del Consiglio regionale.
2. Proposta di Legge regionale n.327 dell'11 marzo 2022, concernente: "Misure per la riduzione della pressione fiscale e incremento del fondo speciale di parte corrente". Esame ai sensi dell'articolo 55 del Regolamento dei lavori del Consiglio regionale.

Ore 14:00 – Modalità telematica

XI Commissione - Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione.

Audizione su due schemi di deliberazione di Giunta:
1) il n. 219 - Adozione del regolamento regionale avente ad oggetto: "Disposizioni attuative e integrative della legge regionale 6 novembre 2019, n. 22 (Testo Unico del Commercio), concernenti le attività commerciali in sede fissa e le forme speciali di vendita";
2) il n. 220 - Adozione del regolamento regionale avente ad oggetto: "Regolamento di attuazione e integrazione della legge regionale 23 dicembre 2020, n. 21 "Disciplina del sistema fieristico regionale".
Invitati: AEPI; ANA Associazione Nazionale Ambulanti; ANCE; ANCI; CCIAA; CNA; Confartigianato; CONFCOMMERCIO; CONFCOOPERATIVE; Confesercenti; Confimprese Italia - Frosinone; FEDERCONSUMATORI; FEDERDISTRIBUZIONE; Federlazio; G.O.I.A.; LEGACOOP; CGIL; CISL; UIL; Unindustria; Fiera di Roma; Roma Capitale – Assessorato Sviluppo economico.

Martedì 15 marzo

Ore 12:30 - Modalità telematica

IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio.

Illustrazione Schema di deliberazione n. 225 concernente: Adozione del regolamento regionale concernente: «Attuazione e integrazione della legge regionale 10 giugno 2021, n. 7, recante "Disposizioni per la promozione della parità retributiva tra i sessi, il sostegno dell'occupazione e dell'imprenditorialità femminile di qualità nonché per la valorizzazione delle competenze delle donne. Modifiche alla legge regionale 19 marzo 2014, n. 4 di riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne".
Ore 13:00 – Modalità telematica
IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio.
Audizione su: Trattamento di mobilità in deroga per i lavoratori delle aree di crisi industriale complessa - Definizione delle risorse e Sottoscrizione accordo quadro annualità 2022.
Invitati: CGIL, CISL, UIL, UGL, Comitato Vertenza Frusinate.

Ore 13:45 – Modalità telematica

IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio.

Oggetto: Vertenza Navigator. Invitati: CGIL, CISL, UIL, UGL.

Ore 14:00 – Modalità telematica

Commissione speciale emergenza COVID-19 .

Oggetto: "Audizione del Commissario straordinario della ASL Roma 6, Dott. Narciso Mostarda, sull'impatto della pandemia sull'Azienda sanitaria di propria competenza, con riferimento all'erogazione delle prestazioni sanitarie e all'organizzazione dei servizi di prevenzione, diagnosi e cura." Auditi: Commissario straordinario della ASL Roma 6, Dott. Narciso Mostarda

Venerdì 18 marzo

Ore 11:30 - Modalità mista

XIII Commissione - Trasparenza e pubblicità.
Aaudizione congiunta con la X commissione - Urbanistica, politiche abitative, rifiuti

Tema: "Verifica procedimento amministrativo riguardante il provvedimento di compatibilità ambientale rilasciato dalla regione Lazio per il sito di Magliano Romano sul progetto «Discarica per rifiuti speciali non pericolosi».".
Invitati: Assessore "Politiche abitative, Urbanistica, Ciclo dei rifiuti e Impianti di smaltimento e recupero", Massimiliano Valeriani; Assessora "Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale (Ambiente e Risorse Naturali, Energia, Agenda Digitale e Investimenti Verdi)", Roberta Lombardi; Direttore regionale "Ciclo dei rifiuti", ing. Andrea Rafanelli; Direttore regionale "Ambiente", dott. Vito Consoli; Coordinatore Avvocatura Regionale, avv. Rodolfo Murra; Sindaci dei Comuni di: Campagnano di Roma, Capena, Castelnuovo di Porto, Civitella San Paolo, Fiano Romano, Filacciano, Formello, Magliano Romano, Mazzano Romano, Morlupo, Nazzano, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant'Oreste, Torrita Tiberina.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Grando condanna le affermazioni di Cavaliere

"Sue parole su Ucraina sono inaccettabili"

redazione sabato 12 marzo 2022
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - "Speravamo che dopo le deliranti dichiarazioni sull'inesistenza della pandemia il dott. Raffaele Cavaliere avesse terminato il repertorio di concetti surreali ed irrispettosi delle migliaia di morti a causa del Covid, ma purtroppo al peggio non c'è mai fine. Se è vero che la libertà di espressione è uno dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione è vero anche che a tutto c'è un limite. Le affermazioni fatte da Cavaliere sul conflitto in corso in Ucraina sono inaccettabili. Suggerisco al dottor Cavaliere di parlare con le donne e i bambini arrivati in queste ore nella nostra città. Scoprirà così che a Kiev e dintorni non stanno girando una fiction ma stanno perdendo la vita sotto missili e bombardamenti russi. L'amministrazione comunale e la Città di Ladispoli si dissociano totalmente da queste farneticanti dichiarazioni".

Così il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando in merito alle parole del consigliere comunale Raffaele Cavaliere che, intervistato due giorni fa da Le Iene, ha negato che la Russia stia attaccando l'Ucraina.

"Al Partito Democratico, che cerca maldestramente di coinvolgere il sottoscritto in questa assurda vicenda - prosegue Grando - ricordo che nel 2014 fu l'allora sindaco Paliotta del Pd a consegnare un premio al dott. Cavaliere per i suoi meriti per "aver contribuito alla notorietà della città di Ladispoli a livello internazionale". Forse nel centrosinistra qualcuno ha perduto la memoria. Ritengo inoltre vergognoso che si cerchi di strumentalizzare questa vicenda ai fini elettorali. Non hanno rispetto nemmeno per i morti", conclude il sindaco.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, il Comune cerca alloggi per famiglie ucraine

Emesso un avviso pubblico di ricognizione

redazione giovedì 10 marzo 2022
bandiera ucrainaLADISPOLI - "Il Comune di Ladispoli intende rispondere concretamente alla grave emergenza umanitaria che colpisce in particolare le famiglie, i bambini e le fasce fragili della popolazione ucraina in fuga dalla zona del conflitto".

Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha annunciato che è stato emesso un avviso pubblico per la ricognizione di soluzioni alloggiative da destinare all'ospitalità temporanea di cittadini provenienti dall'Ucraina.

Le manifestazioni di interesse, redatte utilizzando l'apposito modulo, compilato in tutte le sue parti, dovranno pervenire all'Ufficio Protocollo del Comune di Ladispoli o all'indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. riportando l'oggetto "EMERGENZA UCRAINA - MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PER LA RICOGNIZIONE DI SOLUZIONI ALLOGGIATIVE".

Per richieste di chiarimento e/o ulteriori informazioni, è possibile inviare una e-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per visionare l'avviso: https://www.comunediladispoli.it/emergenza.../notizia

Share on Facebook