Mercoledì, 18 Maggio 2022
RSS Feed

politica

Categoria: politica

Lazio, la settimana in Consiglio regionale dal 7 all'11/3

I calendario dei lavori delle commissioni

redazione sabato 5 marzo 2022
sala mechelliLAZIO - Nessuna seduta prevista, al momento, nel calendario dei lavori del Consiglio regionale del Lazio per la prosssima settimana.

Di seguito gli appuntamenti fissati per le sedute delle Commissioni consiliari permanenti e speciali.

Lunedì 7 marzo

Ore 10 – modalità telematica

XII Commissione - Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione

All'ordine del giorno un'audizione sull'impianto di biodigestione anairobica in località Casal Selce - Roma. Auditi: Sabrina Alfonsi, assessore all'Agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti del Comune di Roma; Roberto Botta, vice direttore generale servizio al Territorio e decoro del Comune di Roma; Sabrina Giuseppetti, presidente del XIII Municipio del Comune di Roma; Cinzia Giardini, assessore all'Ambiente e alle attività produttive del XIII Municipio del Comune di Roma; Marco Casonato, responsabile direzione Igiene ambientale di Ama Spa; Emanuele Letegano, responsabile servizio Impianti di Ama Spa; Cesare Ciotti responsabile staff di coordinamento dell'ufficio Progettazione impianti di Ama Spa.

Ore 10.30 – modalità telematica

VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare

All'ordine del giorno un'audizione sulle criticità del polo ospedaliero Sant'Anna di Ronciglione. Invitati: Daniela Donetti, direttore generale Asl Viterbo, associazione Amici di Sant'Anna.

Ore 14 – modalità telematica

II Commissione - Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli

Audizione sul tema "Comunicazioni del sottosegretario agli affari esteri, Benedetto Della Vedova, e del direttore della rappresentanza in Italia della Commissione europea, Antonio Parenti, sull'attuale situazione di conflitto in Ucraina".

Martedì 8 marzo

Ore 14 – modalità telematica

VIII Commissione - Agricoltura, ambiente

Audizione in merito al testo unificato della proposta di legge regionale n. 119 del 22/02/2019 concernente "Disciplina dell'apicoltura nella Regione Lazio" e proposta di legge regionale n. 315 del 13/10/2021 concernente "Disposizioni per lo svolgimento dell'apicoltura e per la tutela delle api".
Soggetti auditi: Istituto zooprofilattico ufficio apicoltura, dipartimento di Scienze agrarie e forestali Università degli studi della Tuscia, Arsial, Confagricoltura Lazio, Coldiretti Lazio, Cia Lazio, Copagri Lazio, Legacoop, Aral, Alpa, Api Tuscia , Alto Lazio, Arnia Onlus, Aarep, Api Sparse, Arcadia, Buono, Il Bugno Villico, Aspa, Aaal Associazione dell'Alto Lazio, Api Lazio società cooperativa.

Ore 14 – modalità telematica

Commissione speciale emergenza COVID-19

Audizione di Francesca Milito, direttrice generale della Asl Roma 3, sull'impatto della pandemia sull'Azienda sanitaria di propria competenza, con riferimento all'erogazione delle prestazioni sanitarie e all'organizzazione dei servizi di prevenzione, diagnosi e cura.

Mercoledì 9 marzo

Ore 10.30 – modalità telematica

IV Commissione - Bilancio, programmazione economico-finanziaria, partecipazioni regionali, federalismo fiscale, demanio e patrimonio

All'ordine del giorno l'esame della proposta di legge regionale n. 326 del 2 marzo 2022, concernente: "Variazioni al bilancio di previsione finanziario 2022-2024 per l'adeguamento alle risultanze del rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2020, ai sensi degli articoli 42, comma 12, e 50, comma 3-bis, del d.lgs. n. 118/2011".

Share on Facebook
Categoria: politica

Ucraina, Grando: grazie a chi ha manifestato per la pace

Già 19 gli Ucraini giunti in città

redazione venerdì 4 marzo 2022
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - "Abbiamo ribadito ancora una volta la nostra ferma contrarietà a qualsiasi guerra o forma di violenza; un concetto che potrebbe risultare scontato e banale, ma che di fatto non lo è se pensiamo a ciò che sta accadendo nell'est dell'Europa in questi giorni. Abbiamo manifestato la nostra solidarietà nei confronti del popolo ucraino, al quale siamo vicini con il cuore ma a cui possiamo essere d'aiuto anche in modo concreto.Ad oggi sono già 19 i cittadini ucraini giunti nella nostra città per sfuggire all'orrore della guerra, si tratta principalmente di donne e bambini. Altri potrebbero essere arrivati senza prendere contatto con le istituzioni locali e molti probabilmente arriveranno nei prossimi giorni".

Così in una nota, il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando.

"Grazie anche alla preziosa collaborazione di alcune associazioni di volontariato - spiega il sindaco - ci siamo immediatamente prodigati per fornire generi alimentari, di prima necessità e assistenza medica. A chi volesse dare il proprio contributo, ricordo che sono attivi due punti di raccolta presso le sedi della Protezione Civile di via Castellammare di Stabia, all'interno del plesso scolastico Falcone, aperti dalle 14 alle 20. Ringrazio tutte le persone che hanno già effettuato una donazioni e chi lo farà nei prossimi giorni".

"Chiunque avesse delle informazioni in merito alla presenza o all'imminente arrivo di persone dai territori di guerra è pregato di segnalarcelo tempestivamente. In questo momento drammatico non lasceremo soli i nostri fratelli ucraini", conclude Grando.

Share on Facebook
Categoria: politica

Lazio, approvato Rendiconto Regione 2020

Sì anche a Rendiconto Giunta Consiglio 2020

redazione giovedì 3 marzo 2022
aula pisana unoLAZIO - L'Aula del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Marco Vincenzi, ha approvato a maggioranza, con 28 voti favorevoli e 13 contrari, la proposta di legge regionale n. 302 dell'8 luglio 2021, di iniziativa della Giunta regionale, concernente: "Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2020".

A seguire, il Consiglio ha approvato anche la proposta di deliberazione consiliare n. 71 del 28 ottobre 2021, di iniziativa della Giunta regionale, concernente: "Rendiconto consolidato Giunta-Consiglio 2020".

Prima della conclusione della seduta, il Consiglio ha anche approvato all'unanimità una mozione di condanna dell'attacco all'Ucraina da parte della Federazione russa e di richiesta alla Giunta di attivare una serie di misure di solidarietà alle popolazioni colpite.

I primi due provvedimenti si sono resi necessari a seguito della bocciatura del ricorso presentato dalla Regione contro il provvedimento di parifica parziale del rendiconto 2020 da parte della Corte dei conti. Come spiegato dal vice presidente della Regione e assessore al bilancio Daniele Leodori nella sua relazione all'Aula, il 18 ottobre 2021 la Corte dei conti aveva pronunciato una parifica parziale del rendiconto. Con legge 19 del 20 dicembre 2021, la Regione si era conformata a una parte dei rilievi della Corte, impugnando invece altri punti del giudizio con ricorso del 15 novembre 2021, ricorso che però è stato respinto.

Con la proposta di legge odierna, la Regione si adegua infine al giudizio della Corte anche nella parte impugnata. Si tratta, ha detto Leodori, solo del primo "pilastro" dell'azione regionale, poiché un secondo passaggio consisterà in una proposta di legge contenente una variazione di bilancio per il 2022, varata appena ieri dalla Giunta e che sarà inviata in Aula nei prossimi giorni. Un terzo e ultimo passaggio, a cui si sta ancora lavorando, sarà invece definito nei prossimi giorni e andrà a incrementare il fondo per il taglio delle aliquote della addizionale regionale Irpef, per mantenerlo nonostante gli aggiustamenti imposti dalla mancata parifica della Corte dei conti e le difficoltà economiche dovute ai rincari nel settore dell'energia.

Nel dibattito che è seguito alla relazione di Leodori, Fabrizio Ghera di Fratelli d'Italia ha sottolineato come l'opposizione sia stata facile profeta nel prevedere problemi per i conti regionali; "il fallimento contabile della amministrazione Zingaretti è evidente", secondo Ghera. Angelo Tripodi da parte sua ha ricordato come anche la Lega abbia criticato più volte in passato la gestione contabile della Regione ad opera della Giunta Zingaretti; "una gestione che non funziona e non può funzionare", ha concluso Tripodi, che ha anche annunciato che gli emendamenti presentati ai provvedimenti esaminati oggi e che sono stati ritirati verranno riproposti in altra sede.

L'adeguamento è avvenuto attraverso quattro emendamenti di Leodori, di cui i primi due sostituiscono integralmente gli articoli 11 e 12 della proposta 302, per adeguare rispettivamente il risultato di amministrazione (art. 11) e il conto economico e lo stato patrimoniale (art. 12) alla decisione della Corte dei conti, con adeguamento anche dei relativi allegati. Gli altri due emendamenti modificano la relazione sulla gestione (e il relativo indice) al rendiconto 2020, inserendo un capitolo che dà conto di quanto avvenuto in seguito al giudizio della Corte.

Anche la proposta di deliberazione consiliare è stata modificata da due emendamenti di Giunta, il primo sostitutivo dell'allegato alla pdc 71, in conseguenza degli adeguamenti al rendiconto 2020 approvati con la legge precedente, il secondo modificativo delle premesse della pdc, in conseguenza sempre degli adeguamenti intervenuti e aggiornando i riferimenti alla deliberazione consiliare di origine sul rendiconto, la n. 15 del 2021.

Nella mozione sulla situazione in Ucraina, il Consiglio regionale "condanna le azioni della Russia in palese violazione del diritto internazionale, della sovranità e dell'integrità territoriale dell'Ucraina"; esprime "solidarietà e vicinanza al popolo ucraino", "grande preoccupazione per quanto sta accadendo" e la "disponibilità ad accogliere anzitutto i minori"; impegna la Giunta a sostenere le iniziative diplomatiche per il ritiro delle truppe russe dal suolo ucraino, applicando le sanzioni a carico della Russia "qualora questa continui a porsi al di fuori delle regole del diritto internazionale", ad attivare i contatti per "consentire l'allontanamento dei minori dalle zone interessate dal conflitto", a garantire accoglienza agli studenti e studentesse ucraini Erasmus o iscritti presso gli atenei del Lazio, a intervenire presso il Governo affinché chieda l'attivazione della direttiva 55/2001 del Consiglio europeo per la protezione temporanea delle persone di nazionalità ucraina in fuga dalla guerra.

Share on Facebook
Categoria: politica

Ladispoli, Ucraina: corteo per la pace mercoledì 2/3

Grando: "Ladispoli pronta a fare la sua parte"

redazione martedì 1 marzo 2022
sindaco alessandro grando dueLADISPOLI - "Le immagini che giungono dall'Ucraina sono dolorose e strazianti: uno scenario di guerra che ha già causato centinaia di vittime e ha costretto migliaia di cittadini ad abbandonare le proprie case, cercando riparo dai bombardamenti negli scantinati e nelle stazioni della metropolitana".

Così il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, in una nota.

"Ladispoli non è rimasta indifferente difronte a tutto questo dolore e a questa sofferenza - continua Grando - molte anime della nostra comunità sentono il bisogno di scendere in strada con un corteo in nome della pace, senza alcun colore politico, per manifestare vicinanza e solidarietà nei confronti del popolo ucraino e per ribadire ferma contrarietà a qualsiasi guerra o forma di violenza. L'accoglienza e la solidarietà sono sempre state parte integrante del nostro modo di essere e, anche in questo momento terribile e drammatico, Ladispoli è pronta a fare la sua parte. Attraverso la Protezione Civile stiamo organizzando una raccolta di generi alimentari e di prima necessità per supportare i civili ucraini colpiti dal conflitto e, se necessario, saremo pronti anche ad accogliere i profughi in fuga. Invito quindi tutti i cittadini a partecipare con me alla manifestazione a sostegno della pace che partirà mercoledì 2 marzo alle 18 da Piazzale Roma".

"Il corteo - conclude il sindaco - terminerà in Piazza dei Caduti, dove deporremo un mazzo di fiori sul Monumento dedicato ai Caduti di tutte le guerre, per ricordare le persone che stanno perdendo la vita in questo assurdo conflitto".

Share on Facebook
Categoria: politica

Cerveteri, Società Ostilia cede a titolo gratuito aree di Campo di mare

Pascucci: scritta pagina storica per la città

redazione lunedì 28 febbraio 2022
pascucci ostiliaCERVETERI - "Questa mattina alle ore 12:30, presso gli uffici del Comune, abbiamo firmato l'atto con il quale la Società Ostilia srl ha ceduto a titolo gratuito le aree di Campo di Mare che la nostra città aspettava da oltre 60 anni. Grazie a questo atto, i cittadini di Cerveteri diventano per la prima volta nella storia proprietari di tutto il Lungomare e di tutte le aree verdi prospicenti il Lungomare dei Navigatori Etruschi".

Così il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, in un post su Facebook.

Una parte delle aree acquisite gratuitamente oggi sarà oggetto del finanziamento da parte della Regione Lazio per la realizzazione del secondo lotto di lavori sul lungomare; un intervento già finanziato da oltre 3milioni di euro che interesserà Piazza Prima Rosa, le aree del Lungomare e le aree verdi su cui durante questa estate abbiamo allestito i parcheggi.

"Abbiamo mantenuto un impegno preso con la città, un impegno che tutti dicevano sarebbe stato impossibile. Mettiamo un altro tassello importantissimo nell'opera di rilancio e riqualificazione di Campo di Mare - continua il sindaco - ringrazio il Segretario Generale Avv. Pasquale Russo, indispensabile per il raggiungimento di questo obiettivo, il vicesegretario Dott. Antonio Lavorato, il Dirigente dell'Ufficio Tecnico Arch. Marco Di Stefano e ovviamente gli interlocutori della Società Ostilia, in particolare l'amministratore unico dottor Davide Sburlati e l'Advisor del piano industriale dottor Francesco Rossi. Un ringraziamento particolare va al consigliere comunale, Presidente della Commissione Bilancio, Angelo Galli, senza il quale non sarebbe stato possibile raggiungere questo obiettivo, che ha seguito per conto dell'Amministrazione comunale tutti gli step necessari, affiancato dalla Vicesindaca Elena Gubetti".

"Nelle prossime settimane - conclude Pscucci - organizzeremo un incontro pubblico con i cittadini di Campo di Mare durante il quale illustreremo questo atto storico firmato questa mattina".

Share on Facebook