Mercoledì, 18 Maggio 2022
RSS Feed
Categoria: politica

Cerveteri, elezioni: Valcanneto ha la sua candidata

Adriana Magagnini,quadro aziendale, è di Cerveteri

redazione domenica 8 maggio 2022
adriana magagniniCERVETERI - Anche la frazione di Valcanneto avrà il suo candidato a consigliere comunale nella lista del Partito Democratico alle prossime elezioni amministrative di giugno a Cerveteri. A sostenere la candidata a sindaco Elena Gubetti sarà una donna, Adriana Magagnini, nata a Cerveteri nel 1961, quadro aziendale, coniugata, ha due figlie. Da sei anni risiede a Valcanneto. Per sapere qualcosa in più di lei, le abbiamo rivolto qualche domanda.

Valcanneto conta circa quattromila residenti, tanti quanti un paese di medie dimensioni, cercare di dare risposta alle istanze dei cittadini non è cosa da poco. Quali esperienze offre a chi dovrebbe votarla?

"Attualmente sono quadro aziendale nella Direzione Funzione Sviluppo Business e Innovazione Tecnologica della Sogin Spa, la società dello Stato italiano responsabile dello smantellamento degli impianti nucleari e della gestione e messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi. Ho iniziato la mia carriera nel 1982 alla Samim Spa, una azienda italiana dell'Eni che operava nel settore minerario metallurgico. Qualche anno dopo ho continuato il mio percorso lavorativo alla Rimin Spa, società di ricerche minerarie anch'essa di proprietà dell'Eni. Nel 1988 ho proseguito il lavoro in Nucleco Spa, società italiana – allora partecipata da Eni ed Enea, oggi da Sogin e da Enea - che opera nel campo dei servizi radiologici, nella gestione dei rifiuti radioattivi e nelle attività di decontaminazione e bonifica di impianti nucleari e siti industriali, dove per oltre vent'anni ho ricoperto il ruolo di assistente del Presidente e dell'Amministratore delegato. Sono quarant'anni di lavoro in ambienti qualificati che mi hanno permesso di maturare un'esperienza che, se mi sarà data la possibilità, intendo mettere a disposizione del Comune dove sono nata".

È stata lontana da Cerveteri per molti anni, cosa l'ha spinta a tornare e – lei che non ha precedenti esperienze politiche – a candidarsi a fianco di Elena Gubetti?

"Decidere di vivere a Valcanneto dopo quasi trent'anni vissuti su lago di Bracciano, per me è stato tornare a casa. Nelle campagne circostanti ho vissuto e sono cresciuta fino all'anno del mio matrimonio. Sono fortemente legata a questo territorio, per questo, ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza professionale ed umana ed offrire un contributo aggiuntivo a quanto è stato fatto finora".

Tutti i candidati affermano che intendono migliorare qualcosa, in questi momenti particolarmente difficili a livello nazionale e internazionale, pensa ugualmente che si possa fare un passo avanti?

"Sono più che convinta che ci siano risorse ancora da valutare appieno, il territorio che abbiamo a disposizione e le sue testimonianze storiche offrono bellezze da far conoscere meglio, è doveroso mettercela tutta per centrare un obiettivo che è alla nostra portata".

Le frazioni, e Cervetri ne ha più di una dozzina, spesso si sentono trascurate in ragione della città e del suo centro storico. Lasciando da parte progetti irrealizzabili e rimanendo con i piedi in terra, dove concentrerebbe la sua azione?

"E' vero, Cerveteri ha un territorio vastissimo, parliamo di una superficie più o meno di 134 chilometri quadrati, pensi che Napoli ne conta 117 mentre Torino arriva a 130. Come vede sono grandi numeri, amministrare un territorio così vasto non è facile, però dobbiamo ammettere che a Cerveteri, Valcanneto e nelle altre frazioni, la qualità della vita è buona anche se non possiamo negare che c'è ancora da lavorare, per esempio per rafforzare i servizi a favore degli anziani magari ampliandoli, o cercare maggiori sostegni per le famiglie che faticano a stare al passo con le altre. Penso anche alla viabilità da migliorare, soprattutto in termini di sicurezza, nelle strade rurali, al rilancio di un turismo non pendolare sfruttando le tante testimonianze culturali. A parte Ceri, che è di una bellezza straordinaria e ha una storia le cui testimonianze iniziano addirittura da alcuni secoli prima di Cristo, penso che anche le altre frazioni possano fare in modo di somigliare quanto più possibile a piccoli borghi con molto da offrire".

Mi dica una cosa che sicuramente proporrebbe per Valcanneto.

"Una maggiore cura del verde e del decoro urbano. A Valcanneto abbiamo un bel bosco ma purtroppo è lasciato a sé stesso, ho sempre ritenuto che quel polmone verde dovrebbe passare al patrimonio comunale per fare in modo, con interventi non molto onerosi, che i cittadini possano sfruttarlo al meglio e goderne la naturale bellezza. Ma potrei aggiungere altre cose: come ho detto tengo molto alla sicurezza stradale, perciò ritengo necessario prestare attenzione ai due ingressi che immettono a Valcanneto dalla Via Doganale, ottimizzare le rotatorie all'interno del comprensorio, riqualificare l'area dove si svolge il mercatino rionale settimanale in largo Monteverdi, pensare a intrattenimenti e spettacoli di maggiore qualità durante l'estate, sensibilizzare i cittadini ad abbellire le aree esterne alle abitazioni: il Comune provvede al taglio dell'erba, i proprietari delle abitazioni concorrono a impreziosire ciò che è fuori dalla porta di casa e rappresenta un biglietto da visita. Altro ancora si potrebbe fare e sono sicura che con Elena Gubetti potremmo sicuramente centrare obiettivi importanti, il suo programma elettorale è concreto e mi ha convinta, per questo ho accettato di candidarmi al suo fianco e aiutarla a migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini".

Share on Facebook