Mercoledì, 22 Maggio 2019
RSS Feed

cronaca

Categoria: cronaca

Ladispoli, riaprirà il Centro sociale anziani di via Trapani

De Santis: contiamo di riaprire entro l'anno

redazione mercoledì 22 maggio 2019
assistenza sociale per anzianiLADISPOLI - L'amministrazione di Ladispoli informa che il Consiglio comunale ha approvato la variazione di bilancio per la programmazione di alcune opere pubbliche tra le quali i lavori propedeutici alla riapertura del Centro sociale anziani di via Trapani, struttura chiusa da qualche tempo a causa delle infiltrazioni di acqua piovana.

"I fondi destinati agli interventi sulla struttura – annuncia l'assessore ai lavori pubblici Veronica De Santis – saranno reperiti attraverso la vendita di un lotto di terreno comunale. I lavori avranno il costo complessivo di circa 14 mila euro, così come stimato dall'ufficio manutenzioni e patrimonio. Questi interventi, come hanno spiegato più volte il sindaco Alessandro Grando e l'assessore alle politiche sociali Lucia Cordeschi, sono stati richiesti a viva voce dagli iscritti del Centro sociale anziani di via Trapani per i quali rappresenta un importante punto di aggregazione in una zona strategica di Ladispoli. La struttura permette infatti agli anziani anche di poter effettuare attività culturali e ludiche nella parte esterna. Contiamo entro l'anno di riaprire i locali di via Trapani. Cogliamo l'occasione di ringraziare i consiglieri comunali Miriam De Lazzaro e Manuela Risso che si sono prodigate affinchè le richieste degli anziani fossero tenute nella debita considerazione".

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cupinoro, Gubetti: ottenuta disponibilità Università Agraria a ritiro bando

Fronte comune di Sindaci e Comitati

redazione mercoledì 22 maggio 2019
elena maria gubettiCERVETERI - "Chiesta e ottenuta dall' Università Agraria di Bracciano la disponibilità a ritirare il bando". Sintetizza così, l'assessora all'ambiente del Comune di Cerveteri, Elena Gubetti, l'esito dei i lavori dell'assemblea Assemblea pubblica svolta ieri a Bracciano e protratta fino a tarda sera, sulla questione del Bando su Cupinoro.

Nei giorni scorsi era infatti uscita la notizia della pubblicazione da parte dell'Università Agraria di un bando che metteva in locazione i terreni e gli immobili che si trovano nel l'area di Cupinoro per la costruzione e gestione di impianti che riciclano rifiuti derivanti dalla raccolta differenziata.

I Sindaci, gli amministratori e i Comitati del territorio durante l'Assemblea pubblica hanno fatto fronte comune ottenendo l'impegno del Vicepresidente dell'Università agraria a riportare il bando in Giunta al fine di ritirarlo.

"Ringrazio il Sindaco Tondinelli - ha dichiarato Gubetti, presente all'assemblea - per aver promosso questa assemblea a difesa del nostro territorio".

"Si è creato un fronte comune di Sindaci, amministratori e Comitati - ha concluso l'Assessora Gubetti - contro lo scellerato bando pubblicato dall'università agraria: oggi abbiamo riaffermato la necessità per Cupinoro di bonifiche, monitoraggi e attività di capping, non di altri impianti di trattamento dei rifiuti. Ci aspettiamo pertanto che nelle prossime settimane, come promesso dall'Università agraria, si ritiri il bando e si avviino finalmente le attività di bonifica del sito di Cupinoro che attendiamo da anni. Qualora ciò non si verificasse le amministrazioni e i comitati daranno battaglia in ogni sede per la tutela del nostro territorio".

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Bracciano, Università Agraria: bando in linea con scopi Ente

Riguardo l'affitto di cosa produttiva a Cupinoro

Redazione mercoledì 22 maggio 2019
università agraria braccianoBRACCIANO - "Gli interventi permessi da questa amministrazione saranno quelli che hanno come scopo la produzione di compost di qualità, da riutilizzare anche in agricoltura, e pertanto completamente in linea con il mandato di gestione di questo Ente".

E' uno dei passaggi della nota con la quale L'Università Agraria di Bracciano fornisce chiarimenti all'amministrazione comunale di Bracciano a seguito di una nota del 20 maggio in relazione al bando per l'affitto di cosa produttiva in località Cupinoro. Nella stessa nota, inoltre, l'Università Agraria sottolinea che "ogni progettazione dovrà ottenere tutti i nulla osta necessari ai vincoli presenti da parte degli Enti ufficialmente preposti tra cui, ovviamente, il Comune di Bracciano".

L'assessore all'Ambiente dell'Università Agraria e il tecnico che si è occupato del bando - continua la nota - sono a completa disposizione per qualsiasi chiarimento e per accogliere qualsiasi proposta che sia compatibile con gli scopi dell'Ente, scopi che sono e saranno soltanto quelli del recupero dei terreni e degli immobili mettendoli a rendita in modo del tutto ecocompatibili con il territorio. Se e quando ci perverranno delle proposte serie e concrete sicuramente renderemo partecipi tutti i cittadini e gli Utenti dell'Università Agraria di Bracciano. A giudizio dell'Università Agraria il compost e la coltivazione della canapa sono le soluzioni migliori, o c'è qualcuno – si chiede - che vuole i terreni per seminare il grano o come pascolo per il bestiame?

L'Università Agraria pone inoltre in evidenza di essersi attivata, in quasi completo isolamento, di alcune problematiche sollecitando il ripristino dell'ex cava di pozzolana Vaira, chiedendo chiarimenti sulla situazione del percolato del capping e della gestione post mortem della discarica e per sollecitare la rimozione di tutti quei materiali ed impianti in carico alla Regione e al curatore fallimentare sparsi sui terreni e all'interno di capannoni e fabbricati e per la disinstallazione dell'impianto di biogas di proprietà della ENTEC . Al contrario l'Università Agraria si chiede quali atti siano stati intrapresi dal momento della chiusura della discarica fino ad oggi da parte delle istituzioni?

In relazione alla recente presenza della dirigente Tosini della Regione Lazio presso gli uffici dell'Ente, l'Università Agraria sottolinea che la stessa ha risposto ad un invito specifico mirato ad avere proprio risposte al riguardo. Tosini ha rassicurato l'Ente che il percolato è ormai quasi esaurito, che sui terreni non c'è stato nessun tipo di sversamento, che la Regione finanzierà il capping e che entro un paio di anni sarà completamente chiusa, fermo restando che poi dovrà essere gestito il post mortem. Chi lo farà? Ci chiediamo. Confermando di non sapere che le aree sono di proprietà dell'Università Agraria, Tosini ha preso l'impegno affinché la Regione si faccia carico di pagare un canone di locazione. Infatti quando il curatore fallimentare della Bracciano Ambiente ha ceduto l'area di discarica alla Regione, l'Università Agraria non è stata né convocata, né messa a conoscenza della cosa. Vogliamo anche ricordare che il fallimento della multiservizi ha causato oltre al danno sui terreni, anche un danno economico rilevante per l'Università Agraria: si parla di anni di canoni non pagati per un ammontare di oltre 500.000 euro. L'Ente, come disposto dal giudice fallimentare, è creditore privilegiato ed è ancora in attesa dei pagamenti dovuti.

Infine si pone in evidenza che quando fu creata la discarica i terreni erano di proprietà del Comune e successivamente furono oggetto di una permuta e ceduti all'Università Agraria. Perché fu fatta quella permuta? Sul punto - conclude la nota - l'Università Agraria attende ancora risposte.

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Cerveteri, I.C.Cena: meeting di 4 paesi per Erasmus Plus

Pascucci: "Opportunità davvero unica"

redazione mercoledì 22 maggio 2019
cerveteri erasmus plusCERVETERI - "Un'esperienza unica, formativa, straordinaria, che ha permesso ai ragazzi della nostra Città dell'Istituto Giovanni Cena di Cerveteri di conoscersi, di confrontarsi, di apprendere nuove culture, nuovi usi e tradizioni. I miei complimenti vanno alle Docenti dell'Istituto Cena e alla dirigenza che hanno fatto sì che anche quest'anno questo progetto si svolgesse, regalando agli studenti un'opportunità davvero unica".

Lo dichiara Alessio Pascucci, a seguito della chiusura, avvenuta giovedì sera, nella suggestiva cornice del salone delle Feste del cinquecentesco Palazzo Ruspoli di Cerveteri, della settimana di Mobilità Italiana del Progetto Erasmus+ DEFEMS.

"Un saluto, non un addio, quello che si sono scambiati ragazzi e docenti giovedì sera nel cuore del centro storico, dove le delegazioni delle quattro scuole si sono calorosamente salutate in attesa della prossima mobilità del progetto che si terrà in autunno in Romania – ha spiegato il Sindaco Alessio Pascucci – nella settimana 43 studenti dell'Istituto Comprensivo "Cena" e 24 studenti di Turchia, Lituania, e Romania sono stati coinvolti in diverse attività di studio e sperimentazione . Tra studio delle lingue, dell'arte, della cultura, delle tradizioni e della geografia del nostro paese, facendo amicizia e conoscenza reciproca, è stata un'avventura che davvero rimarrà nel cuore di tutti i nostri ragazzi".

Diversi sono statii canali di comunicazione tra i collaboranti e grande è stata l'apertura alla comunità tutta. La sfida è stata mettere in comunicazione, su un'attività condivisa, gli alunni delle quattro nazionalità, favorire il confronto tra culture, sistemi scolastici diversi, al fine di avere un ritorno positivo sugli alunni e sui territori di appartenenza delle scuole, sperimentando una didattica innovativa che faciliti l'apprendimento delle discipline matematiche, scientifiche e della lingua inglese. Significativa infine la chiusura delle attività didattiche con la proiezione in lingua inglese del film "The Imitation Game". La pellicola dedicata ad Alan Turing, il grande matematico britannico che riuscì a decodificare il sistema crittografico tedesco, oltre a celebrare l'importanza della matematica lascia ai ragazzi una grande insegnamento: "...a volte sono le persone che nessuno immagina che possano fare certe cose quelle che fanno cose che nessuno può immaginare..."

Share on Facebook
Categoria: cronaca

Rignano Flaminio, nasconde droga in casa: arrestato pusher

Un 49enne romano con precedenti

redazione martedì 21 maggio 2019
sequestro droga rignanoRIGNANO FLAMINIO - Nel corso di servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di droga, i Carabinieri della Stazione di Rignano Flaminio hanno arrestato un 49enne romano, con precedenti, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, avuto sentore della sua illecita attività, hanno tenuto d'occhio i suoi spostamenti: individuata l'abitazione dove si riteneva potesse nascondere la droga, i Carabinieri hanno fatto scattare una perquisizione, durante la quale sono stati rinvenuti 150g di hashish suddivisi in dosi, 15g di cocaina, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi.

In un armadio della camera da letto, i militari hanno trovato più di 5.000 euro in contanti, ritenuti provento dell'attività di spaccio.

A conclusione del processo per direttissima, il 49enne è stato posto agli arresti domiciliari.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -